Editore Pacini Editore - Ultime novità | P. 2

Pacini Editore

Liberali, sovversivi, e Partito dell'Ordine a Montespertoli. Concentrazione di potere, gruppi familiari e politica (1919-1921)

Libro: Copertina morbida

editore: Pacini Editore

anno edizione: 2022

pagine: 176

A Montespertoli l'11 ottobre 1920, un lunedì, sarebbe entrato in carica il nuovo Consiglio Comunale a maggioranza socialista dopo la vittoria ottenuta alle elezioni del 20 settembre. Un gruppo di squadristi fiorentini tentò di impedirne l'insediamento. L'azione fallì grazie alla mobilitazione della cittadinanza. In questo volume, oltre ai fatti di ottobre, gli autori raccontano come si arrivò alla vittoria elettorale e al successivo fallimento della nuova giunta con le dimissioni del sindaco Augusto Bini formalizzate il 7 aprile 1921.
17,00

Filastrocca della terra

di Maria Grazia Ciaccio

Libro

editore: Pacini Editore

anno edizione: 2021

pagine: 36

Età di lettura: da 4 anni.
14,00

Le interazioni didattiche nei corsi di italiano online

di Alessandro Puglisi

Libro: Copertina morbida

editore: Pacini Editore

anno edizione: 2021

pagine: 160

Una domanda di particolare interesse, nell'attuale scenario dell'apprendimento linguistico in rete, è: come si interagisce nei corsi di lingue online pensati per grandi numeri di apprendenti? Il volume prova a fornire una risposta a questa domanda e affronta la questione delle interazioni didattiche all'interno dei corsi di italiano online di massa. Per mezzo dell'analisi delle reti sociali, vengono studiate le interazioni didattiche dei partecipanti tra di loro e con i tutor didattici. In tal modo, si comprende l'importanza di una progettazione didattica dei corsi di lingue online che includa, fra gli aspetti fondamentali, non solo input, attività, valutazione, ma anche una proficua gestione della socialità negli ambienti di apprendimento sul Web.
13,00

I menù per un weekend in campagna. Ricette di casa all'insegna dell'eccellenza e dei tempi lunghi nella preparazione al contrario del «presto e bene»

di Giovanna Visintini

Libro: Copertina morbida

editore: Pacini Editore

anno edizione: 2021

pagine: 152

Il titolo del libro sta a indicare che occorrono la durata di un weekend e una cucina spaziosa, tipica delle vecchie case di campagna, per la preparazione dei menu ivi descritti. La scelta dell'autrice è stata quella, da un lato, di raccogliere vecchie ricette di casa e, dall'altro, di attualizzare piatti famosi che sono passati alla storia. Ne è risultata una selezione di dieci menu che per la loro eccellenza e la qualità del cibo sono atti a sorprendere i commensali e a favorirne la convivialità all'insegna della cultura della tavola e dei rapporti della cucina con la letteratura e la musica.
18,00

Il cuore non indossa la mascherina. Ediz. CAA

di Francesca Petrucci

Libro: Copertina morbida

editore: Pacini Editore

anno edizione: 2021

pagine: 60

Teo è un bambino speciale che esprime le sue emozioni attraverso il sorriso, non potendo parlare comunica con i compagni usando una tavola comunicativa. Vive con i suoi genitori e una cagnolina di nome Nina. Anna, compagna di classe di Teo, è la sua migliore amica ed è specializzata in idee brillanti; ha tre fratelli e una famiglia rumorosa. Quando arriva il momento di chiudersi in casa a causa del coronavirus, come vivranno l'isolamento questi bambini così diversi, eppure accomunati dal desiderio di poter stare insieme? In questo strano periodo scopriranno anche che non tutto è negativo: i rumori si sono attutiti, i genitori non hanno più fretta, c'è calma e silenzio ovunque. Ma quando sarà il momento di rivedersi le cose saranno cambiate e non sarà facile: i bambini dovranno trovare un nuovo modo di stare vicini, pur dovendo tenere le giuste distanze. Ci riusciranno? Cosa inventerà Anna per far capire a Teo che il loro cuore sorride, anche se la bocca è coperta dalla mascherina? Età di lettura: da 4 anni.
14,00

Una donna nella tempesta: dagli archivi familiari, la vita di Maria Luisa di Borbone

Libro: Copertina morbida

editore: Pacini Editore

anno edizione: 2021

pagine: 240

«Grazie anche al Memoriale autografo di Maria Luisa di Borbone, in questa forma finora inedito, si sono potute qui ricostruire, con dovizia di particolari, le peripezie, l'esilio e la prigionia sopportati dalla Borbone, regina d'Etruria, nella prima parte della sua vita, fino al 1814. La fitta corrispondenza del "maggiordomo maggiore" della sovrana, Ferdinando di Lorenzo Guicciardini, dà inoltre nuova luce alle committenze artistiche e musicali di Maria Luisa durante la sua successiva permanenza a Roma, poi a Lucca, dopo la caduta di Napoleone e fino alla morte della duchessa del 1824. Quando la duchessa arriva nella città toscana, il 7 dicembre 1817, sceglie subito l'imponente edificio del Palazzo Pubblico come sede per il governo e dimora per sé e la sua famiglia. Dal 1818, il palazzo diviene un immenso cantiere sotto l'egida dell'architetto lucchese Lorenzo Nottolini che prosegue i lavori avviati dai Baciocchi, pur nell'intento di cancellarne l'impronta. Le maestranze sono per lo più toscane: Luigi Catani, Giuseppe Collignon, Luigi Del Frate, Gaspero Martellini e Gasparo Bargioni, ma vi lavora anche il milanese Luigi Ademollo, già autore di altre imprese pittoriche in Toscana e assai rinomato. Ma Nottolini si avvale anche di famosi scultori quali Francesco Pozzi e il siciliano Salvatore Bongiovanni. Durante le brevi visite che compie a Lucca, fors'anche a sovrintendere i lavori, Maria Luisa dà il via alla creazione dell'acquedotto progettato dal Nottolini, che si snoda per circa tre chilometri, convogliando le acque più pure del monte verso la città e di cui rimangono ampi tratti. Il monumento realizzato dallo scultore Lorenzo Bartolini, che la duchessa non vide realizzato e che la rappresenta come Atena, fa ora bella mostra di sé al centro della piazza Napoleone, ricordando quanto la duchessa ebbe cara la città toscana.» (Clarissa Morandi)
22,00

Il cuore non indossa la mascherina

di Francesca Petrucci

Libro: Copertina morbida

editore: Pacini Editore

anno edizione: 2020

pagine: 36

Teo è un bambino speciale che esprime le sue emozioni attraverso il sorriso, non potendo parlare comunica con i compagni usando una tavola comunicativa. Vive con i suoi genitori e una cagnolina di nome Nina. Anna, compagna di classe di Teo, è la sua migliore amica ed è specializzata in idee brillanti; ha tre fratelli e una famiglia rumorosa. Quando arriva il momento di chiudersi in casa a causa del coronavirus, come vivranno l'isolamento questi bambini così diversi, eppure accomunati dal desiderio di poter stare insieme? In questo strano periodo scopriranno anche che non tutto è negativo: i rumori si sono attutiti, i genitori non hanno più fretta, c'è calma e silenzio ovunque. Ma quando sarà il momento di rivedersi le cose saranno cambiate e non sarà facile: i bambini dovranno trovare un nuovo modo di stare vicini, pur dovendo tenere le giuste distanze. Ci riusciranno? Cosa inventerà Anna per far capire a Teo che il loro cuore sorride, anche se la bocca è coperta dalla mascherina? Età di lettura: da 4 anni.
10,00

Un giusto ufficio. Costruire luoghi di innovazione aperta nei servizi sociali?

di Annick Magnier, Carlo Andorlini

Libro: Copertina morbida

editore: Pacini Editore

anno edizione: 2020

pagine: 68

Un giusto ufficio prova ad interrogare sul valore di spazi che hanno una funzione pubblica, a rilanciare la riflessione sulle traiettorie in grado di sostenerne il potenziale rigenerativo. Tra le numerose strade per iniziare questo percorso, la scelta fatta è quella, pensiamo originale, di mettere a confronto racconti di luoghi diversi, ma dalla vocazione raffrontabile (portare risposte locali a carenze percepite dalla popolazione): da una parte gli uffici dei servizi sociali territoriali, dall'altra alcuni luoghi completamente diversi che abbiamo chiamato luoghi di innovazione sociale aperta.
9,00

Sandrino e i tre piccoli gnomi. Ediz. CAA

di Anastasia Buda, Rosita Piccolo

Libro: Copertina morbida

editore: Pacini Editore

anno edizione: 2020

pagine: 48

Queste storie, semplici favole della buona notte, altro non sono che la traduzione in testo dei racconti di alcune nonne e nonni che abbiamo avuto il piacere di conoscere "virtualmente" durante i mesi di lockdown. Alcuni sono racconti di fantasia, altri sono aneddoti della loro infanzia. Ciò che li accomuna è la genuinità e l'entusiasmo con i quali questi "senior" hanno voluto condividere le loro storie con noi e con tanti bambini delle scuole primarie, diventando dei veri e propri maestri per un giorno. Pacini e Samsung hanno scelto insieme una di queste storie per farle vivere una vita ancora nuova traducendola in versione CAA, affinché la favola, da sempre mezzo di comunicazione universale, arrivi davvero a tutti i piccoli lettori, grazie all'ausilio della Comunicazione Aumentativa Alternativa, capace di ampliare il messaggio affinché sia compreso da tutti attraverso un linguaggio basato sulle immagini. "Sandrino e i tre piccoli gnomi" è stato scritto dalla signora Rosita, una maestra delle scuole primarie in pensione da qualche anno. Maestra ma anche nonna di 7 nipoti, che come molti suoi coetanei ha dovuto vivere questo "strano" 2020 lontana dall'affetto dei suoi cari...». (Anastasia Buda, Patrizia Alma Pacini). Età di lettura: da 6 anni.
12,00

Le maschere del picaro. Storia di un personaggio e di un genere romanzesco

Libro: Copertina morbida

editore: Pacini Editore

anno edizione: 2020

pagine: 272

«Il concetto di romanzo picaresco o, più categoricamente, di picaresca, per il suo carattere di estrema problematicità, ha dato luogo a numerosi tentativi di definizione nel corso del tempo, coinvolgendo spesso la parte eletta degli studiosi o dei teorici di letteratura, specie di quelli particolarmente attenti all'indagine e alla riflessione sulla letteratura spagnola, come peraltro mostra il recente volume di Juan Antonio Garrido Ardila, "El género picaresco en la crítica literaria", che è per intero dedicato a comporre una puntuale rassegna e un minuzioso scrutinio delle principali proposte critiche rivolte alla comprensione del romanzo picaresco, dagli anni trenta del secolo passato ad oggi. Né è un caso che a suggerire le difficoltà di tale compito definitorio il titolo del capitolo iniziale del libro ricorra all'espressione di "derrotas críticas", col doppio significato del sostantivo di "cammini o rotte", ma anche di "sconfitte", in riferimento alle molteplici proposte di definizione del genere; e che la frase d'esordio del citato capitolo alluda senza giri di parole alla complessità di caratterizzare e circoscrivere il genere: "nonostante la rilevanza che il romanzo picaresco possiede nella letteratura universale, la critica non ha raggiunto un accordo unanime sull'esatta tassonomia capace di definire e di regolarizzare il suo studio"...». (Il Curatore)
22,00

Discorso intorno al diritto tributario

di Guglielmo Fransoni

Libro: Copertina morbida

editore: Pacini Editore

anno edizione: 2018

pagine: 156

Il "diritto" può essere considerato come la "risposta" (in termini di regole, doveri, diritti) che ciascun gruppo sociale fornisce ai problemi connessi alle "relazioni" che si svolgono all'interno del gruppo medesimo. I vari "diritti" si differenziano per il tipo di "problemi" dei quali si occupano e questo vale anche per il diritto tributario, il quale ha la particolarità di occuparsi di taluni "problemi" che, almeno fino a un certo punto, hanno carattere universale. II modo più classico di studiare il diritto è quello di partire proprio dalle "risposte" per come esse sono prefigurate dalle singole norme. In questo saggio si tenta di seguire l'approccio inverso, cercando di evidenziare, innanzi tutto, i problemi tipici della fiscalità (visti, per quanto possibile, nella loro "universalità") al fine dì comprendere fra quali soluzioni è possibile scegliere e, soprattutto, quali sono le conseguenze delle varie scelte. È un approccio rivolto a dare la massima concretezza allo studio del diritto tributario. Le formule normative e le categorie giuridiche, nel momento stesso in cui danno veste formale e astratta a talune soluzioni, tendono, inevitabilmente, anche a "mascherarne" l'effettiva rilevanza sociale. Tuttavia, la reale comprensione di quelle formule può essere conseguita solo avendo ben presente i concretissimi e assai rilevanti problemi che esse sono dirette a risolvere e, quindi, la responsabilità che incombe su tutti coloro che concorrono a creare il "diritto", ossia sul legislatore che pone le singole disposizioni e sugli interpreti che, a vario titolo, le interpretano e le rendono effettive.
16,00

Cultura, scuola, educazione: la prospettiva antropologica

Libro: Copertina morbida

editore: Pacini Editore

anno edizione: 2018

pagine: 227

Nel quadro delle moderne scienze dell'educazione l'antropologia gioca un ruolo cruciale. È infatti la disciplina che più da vicino studia i processi di inculturazione e gli aspetti socio-culturali che influiscono (accanto a quelli psicopedagogici) sulla formazione della soggettività dei discenti. Di più, offre strumenti teorici e metodi etnografici per affrontare la questione della diversità e dei processi interculturali, così centrali nella scuola di oggi. Questo volume rappresenta uno strumento di formazione e aggiornamento per i docenti, con preciso riferimento alle tematiche previste dalla recente normativa ministeriale per tutte le classi di insegnamento. Sono fra l'altro trattati i temi dell'etnografia della scuola, l'educazione multi- e interculturale, i rapporti fra oralità e scrittura, le culture bambine. Saggi di Lorenzo D'Orsi, Fabio Dei, Luisa Lo Duca, Luigigiovanni Quarta, Lorenzo Urbano.
18,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.