Il tuo browser non supporta JavaScript!

PACINI FAZZI

Michelina Di Cesare

di Nadia Verdile

Libro: Copertina morbida

editore: PACINI FAZZI

anno edizione: 2019

pagine: 120

Sbandati, partigiani, criminali. Chi furono le brigantesse e i briganti che nel meridione della neonata Italia, all'indomani dell'unità o dell'annessione, misero sotto scacco un intero paese, una nuova nazione? Raccontare la loro storia vuol dire narrare la storia di popoli che furono al centro di disegni politici che di loro non tennero conto ma che di loro si servirono per creare, o stabilizzare, una nuova classe dominante. [...] Per le donne fu ancora più difficile e complesso. Chi erano le brigantesse? Cosa hanno rappresentato in quel decennio di lotte le loro menti, i loro corpi, le loro armi? Michelina Di Cesare (Caspoli, 28 ottobre 1841 - Mignano Monte Lungo, 30 agosto 1868), nacque poverissima a Caspoli, oggi in provincia di Caserta. Giovane vedova, conobbe Francesco Guerra, ex soldato borbonico, disertore verso l'esercito italiano e poi capo di una banda di briganti e ne divenne la compagna; con lui visse in clandestinità e condivise il comando della banda fino alla cattura e all'uccisione.
8,00

Bambole. Storie di una passione senza tempo

Libro

editore: PACINI FAZZI

anno edizione: 2019

pagine: 1922

Modello del corpo umano, giocattolo, strumento di riti religiosi e magici, feticcio, manichino per la moda, simulacro, opera d'arte, simbolo pop, la bambola offre un'infinita varietà di letture, espressione emblematica della cultura moderna e contemporanea. Dalla fine dell'Ottocento alla Barbie, una selezione delle bambole della Collezione Frediani di Lucca. Un tema, dunque, dalle molteplici letture e affrontato da diverse prospettive, nei suoi risvolti culturali e sociologici, talvolta sorprendenti e inaspettati e che un articolato apparato didattico, grafico e fotografico, rende manifesto al pubblico."Come accade a molte bambine, la mia passione per le bambole è nata in tenerissima età. Fin qui niente di strano. Eppure c'era qualcosa di singolare in quella mia infantile infatuazione: l'attenzione, infatti, non era rivolta allora tanto alle bambole nuove, quanto a quelle vecchie. La vera gioia consisteva nell'osservare bambole vissute, riordinando loro capelli e abiti e immaginando come altre bambine, prima di me, avessero fatto gli stessi gesti. Comprendo solo oggi come fosse proprio quella la vera motivazione, l'autentica forma di gioco. Si trattava forse della medesima passione, ancora in embrione, che poi si sarebbe manifestata con chiarezza guidandomi nella scelta di diventare una collezionista e, più tardi, un'antiquaria." (Dalla prefazione di Renata Frediani)
20,00

Le braccia al collo. Amore e politica nel '68

di Olivo Ghilarducci

Libro

editore: PACINI FAZZI

anno edizione: 2018

pagine: 176

"E occupazione sia. Riprendiamoci l'università". Così tuonò Giuseppe nell'assemblea del movimento studentesco, nell'Aula Magna di Lettere affollatissima e ribollente dell'entusiasmo di studenti di tutte le facoltà. 'Il Cinese', come veniva chiamato lo studente siciliano, era riconosciuto come leader e addirittura come ideologo degli studenti romani. [...] All'unisono tutte le facoltà dell'Università di Roma, compresa quella di Giurisprudenza da sempre feudo degli studenti di destra, videro l'occupazione che interrompeva ogni attività didattica e non permetteva nemmeno l'accesso dei docenti ai propri uffici. [...] Nel suo cuore aveva fatto irruzione l'amore per Giuliana che aveva capovolto l'ordine dei suoi obiettivi. Continuava comunque a sentire molto forte anche l'impegno e il contributo personale che, con entusiasmo e tenacia, voleva dare per il cambiamento della situazione politica del paese. [...]"
14,00

Ricette di integrazione

Libro

editore: PACINI FAZZI

anno edizione: 2018

pagine: 64

Perché non lasciare un ricordo degli anni passati insieme a scuola? Di questa ricchezza umana che diviene parte del nostro zaino culturale che ci portiamo sulle spalle tutta la vita? Ecco allora la nascita di questo libretto che, attraverso le ricette tipiche dei paesi dei vari alunni della classe V B dell'Istituto Tecnico per il Turismo di Lucca (2016-17), lascia un segno concreto della bellezza e anche della gioia di "vivere la scuola" . Vengono presentate le ricette tipiche di ogni paese di origine dei vari alunni con consigli pratici perché vengano cucinate secondo le usanze, gli ingredienti e i tempi di cottura locali. Una seconda parte dà alcune ricette di "cibo scolastico" da offrire per una scuola più gustosa e saporita, per attuare un "clima d'integrazione". Infine l'ultima parte presenta l'esperienza di alcuni studenti: difficoltà, speranze, obiettivi raggiunti. Sono testimonianze ricche di emozioni, di coraggio, di conquiste, di paure che ci aiutano a riflettere: è la storia di accoglienza di questi "nostri fratelli".
4,00
12,00

Lucca a fumetti. Misteri e leggende

di Antonio De Rosa

Libro

editore: PACINI FAZZI

anno edizione: 2018

pagine: 64

6,00

L'ombra o sul cammino della virtù

di Celio Calcagnini

Libro

editore: PACINI FAZZI

anno edizione: 2018

pagine: 90

Il De profectu di Celio Calcagnini, proposto qui in una lingua moderna, costituisce un'importante riflessione sul tema dell'ombra - uno dei maggiori archetipi della cultura occidentale -, oltre che una parte essenziale della sua vasta e ancora in gran parte inesplorata produzione. Muovendosi tra etica ed estetica, il discorso rielabora tutta una biblioteca di citazioni, che vanno dal Plutarco morale a Seneca all'ancora poco diffuso Lucrezio a numerose altre fonti. La ricca intertestualità greco-latina fa del De profectu anche un esempio eccellente di arte della memoria e una messa in atto di quei princìpi imitativi per cui Calcagnini è oggi soprattutto noto.
15,00

Le città labirinto. Anno domini 1630

di Renato Genovese

Libro

editore: PACINI FAZZI

anno edizione: 2018

pagine: 232

Fu la notte prima della battaglia di Breitenfeld che Michele uccise il suo primo uomo a sangue freddo, guardandolo negli occhi, cosciente e convinto di ciò che faceva. Vegliava ancora accanto al fuoco, guardando ben più in là delle ombre che lo circondavano. Pensando al penoso addio dato a Davide poco prima, quando lui lo aveva raggiunto, abbandonando senza permesso il suo posto di veglia accanto ai pezzi di artiglieria già schierati per la battaglia del giorno dopo. Se n'erano stati per un po' in silenzio, seduti l'uno accanto all'altro, intenti ad ascoltare i tuoni e a guardare i lampi che si inseguivano in lontananza. «Tutto questo tuonare non è una promessa di pioggia, purtroppo, ma solo la minaccia di un'altra giornata umida e afosa», aveva detto Davide rompendo per primo il silenzio. Michele non aveva risposto, perché non era ai tuoni o ai fulmini che pensava, ma stava ascoltando semplicemente il suo cuore. Il distacco da Davide, dopo quell'anno incredibile vissuto insieme, lo aveva colpito crudelmente, ma era quella serata, quella specie di vigilia d'armi, che lo metteva di fronte a pensieri che non avrebbe mai voluto avere.
14,00

Le ricette di casa mia

di Liliana Bolcioni

Libro

editore: PACINI FAZZI

anno edizione: 2017

pagine: 76

Molte ricette le ho ritrovate scritte a mano su fogli sparsi; arrivano a noi da tempi lontani, memoria di persone appartenenti alla mia famiglia, ma non solo. Altre sono più recenti e sono le ricette "di casa" ma anche quelle degli amici che qui non cito - sarebbero troppi e non voglio rischiare di dimenticarne qualcuno - che negli anni ci hanno sorpreso con le loro preparazioni. Non potevo e non volevo certo competere con l'Artusi, né per completezza di informazioni né per dimensioni. Ho solo voluto lasciare una traccia nella memoria, per paura che tutto questo andasse perduto. Ho quindi iniziato a trascrivere le ricette, a ricordare i momenti che le hanno accompagnate e quanto più il lavoro proseguiva, tanto più mi rendevo conto che la quantità di quelle ricette registrate necessitava di una scelta, a volte dolorosa, per poter essere raccolte in un piccolo libro di facile consultazione. Ho seguito il consiglio del mio cuore e ho scelto quei piatti "di casa nostra" che non solo stuzzicano il nostro palato, ma che, soprattutto, scaldano il nostro cuore.
4,00

Sesso e alimentazione

di Massimo Mariani

Libro

editore: PACINI FAZZI

anno edizione: 2017

pagine: 64

Il dott. Massimo Mariani, specializzato in Andrologia e Endocrinologia e perfezionato in sessuologia Medica e Bioetica, ci accompagna alla scoperta delle abitudini e degli alimenti che ci consentono di vivere meglio e a pieno la nostra sessualità. Nella prima parte sono indicati gli accorgimenti per una vita sana e sessualmente attiva, a seguire una lista degli alimenti più indicati e delle loro caratteristiche più utili. Il libro si conclude poi con una scelta di ricette contenenti alcuni degli alimenti precedentemente elencati l'oggetto di numerosi studi.
7,00

Lorenzo Viani racconta Carducci, D'Annunzio, Pascoli e Puccini. Viaggio letterario nella costa toscana

di Lorenzo Viani

Libro

editore: PACINI FAZZI

anno edizione: 2017

pagine: 120

Quattro grandi toscani del XX secolo raccontati da un altro grande Lorenzo Viani. Una preziosa memoria che riporta in vita la prosa unica del Viani giornalista, capace di rievocare episodi vissuti spesso in prima persona, di tratteggiare vite straordinarie raccontando del loro rapporto con il territorio, con il vino e il cibo della Toscana. Un viaggio letterario nella costa toscana, tra grandi CRU e un paesaggio famoso nel mondo, fra filari e ruote di frantoio, travi e botti, il vino, la campagna, le olive e l'olio di una terra indimenticabile. Giovanni Pascoli, Giacomo Puccini, Gabriele d'Annunzio e Giosuè Carducci come ciceroni e di un territorio. Un libro che possiede, grazie a questo connubio, un'indimenticabile dimensione che al contempo è sia memoria privata che ricordo collettivo della Toscana, della sua costa e dei suoi sapori.
15,00

Sara Simeoni

di Sarina Biraghi

Libro

editore: PACINI FAZZI

anno edizione: 2017

pagine: 80

La prima donna al mondo ad abbattere il muro dei 2 metri. La più grande atleta italiana di tutti i tempi, ineguagliata per quantità e qualità di successi ed elevato rendimento. Divenuta primatista italiana assoluta quando era ancora nella categoria juniores, aveva tra le sue armi migliori tecnica e determinazione. Nelle manifestazioni più importanti, sia indoor sia all?aperto. Nel suo curriculum vanta una medaglia d?oro ai Giochi olimpici di Mosca 1980 ed anche due medaglie d?argento ai giochi olimpici (Montreal 1976 e Los Angeles 1984), un oro e due bronzi agli europei, quattro ori agli europei al coperto, due vittorie alle Universiadi e ai Giochi del Mediterraneo e 24 titoli italiani; ha indossato la maglia azzurra per 72 volte. È stata alfiera azzurra durante la cerimonia d?apertura delle olimpiadi di Los Angeles, e il 26 febbraio 2006 è stata portatrice della bandiera olimpica nel corso della Cerimonia di chiusura della XX Olimpiade invernale di Torino.
6,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.