Editore Palombi Editori - Ultime novità | P. 3

Palombi Editori

Processo per eresia. Processo ai Medici Romani e all'archiatra Giovanni Maria Lancisi nel '600

di Renato Giordano

Libro: Copertina morbida

editore: Palombi Editori

anno edizione: 2020

pagine: 112

Un saggio per comprendere i motivi reali che sono motivo dell'allontamento del medico Lancisi - dopo la morte di Papa Innocenzo XI - da tutti gli incarichi pubblici e gli insegnamenti alla Sapienza. Dietro a questo era la vicenda del processo per eresia intentato a lui e contemporaneamente ad altri medici ed intellettuali romani dal Santo Uffizio alla fine del Seicento. Un secolo iniziato con il rogo a Giordano Bruno e proseguito con il processo a Galileo. Lancisi riesce a salvarsi miracolosamente sicuramente anche grazie ad una buona dose di Fortuna e tutta la vicenda viene insabbiata e occultata anche per il futuro, ma esistono conservati i verbali, i sommari, e parte degli interrogatori che l'Autore ha riportato fedelmente all'interno del testo della commedia. La parte finale del volumetto racconta l'esperienza innovativa della musica nelle Corsie Sistine e nelle altre parti dell'ospedale S. Spirito di Roma. L'ospedale dei Papi nel periodo che va dalla fine del cinquecento alla prima parte del settecento imposta una intensa esperienza di musicoterapia.
14,00
14,00

Toccata e fuga. Borghi e giardini nel paesaggio laziale

di Marta Salimei, Ida Tonini

Libro: Copertina morbida

editore: Palombi Editori

anno edizione: 2020

pagine: 196

Un viaggio affascinante e suggestivo alla scoperta dei più bei Borghi e giardini del paesaggio laziale senza superare il limite della distanza di 60 chilometri dal centro di Roma. Mito e archeologia, romanico e gotico, rinascimento e barocco si sovrappongono alle pietre ciclopiche dei tanti popoli assimilati dai romani e si mischiano con effetti surreali ai più sulfurei resti etruschi. Non esiste fiume al mondo che abbia visto scorrere tanta storia quanto il Tevere; l'anfiteatro naturale dell'Alta Valle del Tevere, dominata dai borghi vicini all'Abbazia di Farfa, le sue anse morbide offrono paesaggi di poetica e pacata armonia. Dai sacri portici dei Santuari della Fortuna Primigenia a Palestrina, di Ercole Vincitore a Tivoli, dalle ville Tuscolane al maschio di un castello, dal giardino pensile di un palazzo dai terrazzamenti di una villa si squadrano dinnanzi a noi i paesaggi selvatici e boscosi di castagni e faggi dell'Alta Valle dell'Aniene. Verso sud, dai Castelli, si scorge la linea azzurrata imponente dei monti, che partendo dalla Sabina, come nei disegni dei bambini, in varie onde si solleva sino al punto più elevato di tutti, il Monte Cavo.
15,00

Raffaele de Vico. Architetto e paesaggista. Un «consulente artistico» per Roma

Libro: Copertina morbida

editore: Palombi Editori

anno edizione: 2020

pagine: 600

Raffaele de Vico, architetto e progettista di giardini, è stato una personalità determinante per l'immagine urbana di Roma dagli anni '20 ai '50 del '900 segnando la storia del verde urbano. Tra le sue progettazioni più importanti si ricordano gli interventi a Villa Borghese, il Parco della Rimembranza a Villa Glori, i parchi Flaminio e del Colle Oppio, di Testaccio, di Ostia Antica, di Santa Sabina sull'Aventino e di Castel Fusano. Sue sono le ideazioni dei giardini di Villa Caffarelli, di Villa Paganini, del Parco degli Scipioni e del Parco Nemorense, nonché quelle per i giardini dell'allora via dell'Impero e di via Alessandrina, del raffinato "giardino-fontana" di Piazza Mazzini, fino ad arrivare a quelli per i giardini dell'EUR. E ancora: i progetti per il teatro all'aperto a Villa Celimontana e per l'ampliamento del Giardino Zoologico. Venticinque saggi, scaturiti da approfondite ricerche archivistiche principalmente condotte nei fondi dell'Archivio Storico Capitolino dalle quali sono scaturite documentazioni e testimonianze finora inedite, gettano nuova luce sulla figura e l'opera di de Vico, un assoluto protagonista del suo tempo
79,00

Oltre i colori

di Claudia Casanovas

Libro: Copertina morbida

editore: Palombi Editori

anno edizione: 2020

pagine: 96

Questo libro esprime la sintesi creativa tra i due interessi fondamentali dell'autrice: l'arte e la ricerca interiore. Le opere che vi sono rappresentate ripercorrono figurativamente il viaggio che l'essere umano intraprende verso l'incontro con se stesso. Il suo titolo" Vita", rappresenta l'essenza dei temi toccati durante il viaggio: la nascita, la morte, l'incontro, la solitudine, il piacere e il dolore. Ai dipinti in acquerello, si aggiungono brevi testi: spunti poetici o filosofici che, in questa sinergia di immagini e parole, stimolano l'intuizione e la riflessione del lettore-osservatore. In sintesi è un libro che tende a stimolare lo sviluppo della nostra coscienza attraverso la bellezza.
16,00

I penultimi non saranno i primi

di Giuseppe Vigilante

Libro: Copertina morbida

editore: Palombi Editori

anno edizione: 2020

pagine: 68

Oltre cinquanta poesie di un autore - Giuseppe Vigilante - che in precedenza ha pubblicato altre quattro raccolte di poesie, dove i temi della giovinezza, dell'amore, della natura, dell'arte, dell'amicizia e della morte si rincorrono e fanno riflettere il lettore sui grandi temi della vita.
12,00

Storia e memorie dal quartiere Trieste

di Aldo Stevanin, Luigi Zantedeschi

Libro: Copertina morbida

editore: Palombi Editori

anno edizione: 2020

pagine: 140

Un volume che racconta la storia e le vicende urbanistiche di una parte importante della Roma del '900, con cenni a partire dall'epoca preistorica dove la valle del Tevere e dell'Aniene era il territorio privilegiato di caccia dell'uomo preistorico. Nelle pagine del volume, arricchite da un corredo iconografico in parte originale, si narrano le vicende del primo dopoguerra e degli insediamenti risalenti agli anni '20 e '30 e del periodo della guerra e dell'occupazione nazi-fascista con il quartiere posto di fronte alla tragedia della Shoah tra silenzi e gesti di straordinaria solidarietà. Un capitolo importante è poi quello dedicato al secondo dopoguerra in cuil quartiere assume l'assetto definitivo che oggi si vive con la creazione anche delle ville e degli edifici a destinazione pubblica.
19,00

Soffitti nel Rinascimento a Roma. Di sotto in su

di Maria Grazia D'Amelio, Claudia Conforti

Libro: Copertina morbida

editore: Palombi Editori

anno edizione: 2020

pagine: 288

I soffitti a lacunari rinascimentali e barocchi, detti cieli, sono opere d'arte realizzate da grandi artisti, come Michelangelo, Vignola, Tiziano, Veronese, Salviati, Vasari, Guercino, affiancati da abili artigiani. Ispirati agli esempi classici, i soffitti cassettonati sono configurati da policromie polimateriche, che combinano le varie specie legnose con materiali vili, quali cartapesta, gesso, stoppa, e con altri nobilissimi, come il lapislazzulo e l'oro. Non raramente i cassettoni incorniciano figure scolpite e tavole dipinte, che animano i soffitti con storie e allegorie. Il libro, grazie ad un eccezionale corredo fotografico di oltre 200 immagini, testimonia come Roma sia la città che, ad esclusione di Venezia, può vantare il maggior numero di soffitti lignei cassettonati di chiese e palazzi. Questa ricchezza attesta estri creativi e ingegni costruttivi svariati ed eccezionali, come quelli esibiti nei ventisei soffitti di palazzo Farnese, qui per la prima volta studiati insieme e messi a confronto. Meno numerosi, ma non meno sorprendenti i soffitti dei palazzi Torres, della Valle, del Vaso-Colonna ai SS. Apostoli e Silvestri Rivaldi, tutti illustrati nel volume.
25,00

Le chiavi del Mediterraneo. Gli esordi del colonialismo italiano

di Andrea Cotticelli

Libro: Copertina morbida

editore: Palombi Editori

anno edizione: 2020

pagine: 208

Nella seconda metà dell''800 l'Italia fu l'ultima delle Potenze europee a inserirsi nella contesa coloniale. Esploratori, missionari e commercianti si avventuravano in territori sconosciuti dell'Africa per aprire la via a possibili stabilimenti commerciali, protettorati e colonie. I governi italiani, superati i molteplici problemi dovuti alla recente unificazione del Paese e stabilizzata la posizione dell'Italia nel concerto europeo, cominciarono a indirizzare il loro sguardo verso l'oltremare. Artefice della politica coloniale fu il Ministro degli Esteri Pasquale Stanislao Mancini, il quale, dopo le occasioni mancate in Tunisia, Egitto e Libia, indirizzò le sue mire verso le sponde africane del Mar Rosso convinto di trovare lì "le chiavi del Mediterraneo". Le navi italiane sbarcarono nel 1885 sulle coste eritree del Mar Rosso dove si creò la prima colonia che si espandeva per 400 chilometri da Assab a Massaua e costituirà la base dell'Impero Coloniale Italiano che nell'arco dei successivi cinquant'anni si svilupperà nel Corno d'Africa. In Appendice sono riportati alcuni interessanti Documenti Ufficiali sugli esordi del colonialismo italiano nel Mar Rosso e in Africa Orientale.
15,00

La notte dei grandi ubriachi-La valigia di cartone

di Giuseppe Vigilante

Libro: Copertina morbida

editore: Palombi Editori

anno edizione: 2020

pagine: 208

Due storie che vedono due figure femminili in lotta entrambe contro la droga, la prima per salvare il fratello, la seconda per sfuggire a un coinvolgimento degradante. In entrambi i casi, il ricordo del passato, individuale o collettivo, destando una presa di coscienza, contribuisce al conseguimento di una libertà interiore.
15,00

Il terrore nell'arte. Mostri, fantasmi, vampiri, demoni, lupi mannari, streghe e alieni

di Lorenzo Soave

Libro: Copertina morbida

editore: Palombi Editori

anno edizione: 2019

pagine: 240

Il libro racconta, attraverso i grandi capolavori dell'arte e grazie ad un apparato iconografico di oltre 220 fotografie a colori, la storia delle più celebri e terrificanti creature che infestano il mondo dei vivi. Le origini delle creature fantastiche ed i mostri riempivano storie e leggende degli antichi, che esploravano un pianeta Terra ancora misterioso; il diavolo piombava sull'uomo medievale, terrorizzandolo con gli incubi infernali e la paura della dannazione eterna; nel Rinascimento, la guerra della Chiesa contro la stregoneria sfociò nella caccia alle streghe che imperversò per secoli in tutta Europa, mentre nei villaggi regnava la paura dei lupi mannari; nel '700 comparve l'angoscia per i vampiri, che si credeva riemergessero dai sepolcri per succhiare la linfa dei vivi; nell'800, lo spiritismo riportò in auge spettri, apparizioni e case infestate. L'arte ha impresso in modo indelebile le visioni, le allucinazioni, le paure dell'uomo; dai mostri della mitologia classica raffigurati da Giotto, Caravaggio, Botticelli e Michelangelo ai demoni creati dal pennello di Bosch e Memling e tanto altro ancora. Una lettura particolare della storia dell'arte universale
18,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento