Editore PENDRAGON - Ultime novità | P. 7

PENDRAGON

Pagine di diario. 1 gennaio 1944-30 settembre 1945

di Amedeo Girotti

Libro: Copertina morbida

editore: PENDRAGON

anno edizione: 2021

pagine: 365

Don Amedeo Girotti, parroco di Montasico di Marzabotto, nel primo appennino bolognese, annota con regolarità le vicende quotidiane di quel territorio alla sinistra del fiume Reno, posto di fronte all'area di Monte Sole e quindi al teatro della strage del settembre-ottobre 1944. Proprio quella regolarità è una delle ragioni dell'interesse di questo documento. Pubblichiamo qui integralmente le pagine del diario dal 1 gennaio 1944 al 30 settembre 1945, con il timore per il conflitto che si avvicina, la fede che lo sostiene ma anche la debolezza umana di fronte a un mondo che precipita, poi la guerra in casa, lo sfollamento e il difficile ritorno là dove restano quasi soltanto macerie e abbandono. La rilevanza di questa scrittura sta nell'intreccio di notizie e di riflessioni che l'anziano parroco viene annotando, sulla quotidianità, sulla guerra e sul rapporto fra quest'ultima e l'esercizio di un ministero sacerdotale che ne viene profondamente segnato.
28,00

Romagna intima

di Francesco Balilla Pratella

Libro: Copertina morbida

editore: PENDRAGON

anno edizione: 2021

pagine: 207

Frutto di una vivace stagione artistica che vede nei primi anni del Novecento nascere in Romagna riviste di cultura popolare come «Il Plaustro» e «La Piê», Romagna Intima (1933) è una raccolta di scritti, composti fra il 1923 e il 1932, relativi agli usi, costumi, credenze e tradizioni di questa terra. Quella descritta da Pratella è una Romagna dal paesaggio puro e incontaminato, osservata con la malinconica consapevolezza che nel volgere di pochi decenni non sarà più la stessa. Se ancora gli antichi maceri regnano sovrani, «il cielo si specchia tra i grandi sassi bianchi» e chiese, rocche, castelli, e palazzi testimoniano la gloria passata, tuttavia la vita industriale del presente deturpa con violenza la terra e «tenta di trafiggere il cielo e gli ideali con la punta a parafulmine degli alti camini fumosi degli opifici». Oltre alla natura ampio spazio hanno, però, anche le genti: dalla classe dei braccianti, fondamentale per lo spirito di lotta politica che anima i romagnoli, a quelle degli storici, dei letterati e degli artisti che sempre viva tengono la memoria e la vivacità culturale. È il popolo romagnolo, dunque, nella sua più profonda essenza a lasciare il segno nell'anima di Pratella. Un'accorata dichiarazione d'amore alla propria terra che, a distanza di quasi un secolo, è ancora in grado di incantare e stupire. Introduzione di Giuseppe Bellosi.
15,00

A l'impossible je suis tenu. Per una disamina trasversale della figura e della cinematografia di Xavier Dolan

di FLAMINIA FIOCCO

Libro: Copertina morbida

editore: PENDRAGON

anno edizione: 2021

pagine: 280

A l'impossible je suis tenu è una monografia sul cineasta franco-canadese Xavier Dolan. Nasce con lo scopo di raccogliere, analizzare, interpretare e antologizzare in fieri l'opera di uno dei registi più prolifici e discussi del panorama cinematografico contemporaneo. Diversamente dalla classica forma monografica, questo saggio si concentra sia sulla restituzione di una precisa figura autoriale, sia sull'enunciazione di spunti utili a una più profonda comprensione dei meccanismi e delle logiche che animano e alimentano il mondo del cinema. A tal proposito, la persona di Dolan viene indagata in quanto personaggio - ovvero individuo esistente in relazione a un particolare contesto geografico, politico e socio-culturale - e la sua cinematografia è presentata come occasione per riflettere sulle forme del racconto, sullo stile visivo, sulla forza dell'immagine e, più in generale, sulla capacità del cinema di generare emozioni.
16,00

Il pianeta Lucio Dalla. Ricerche e smarrimenti sulle tracce del cantautore bolognese

di Mattia Camangi

Libro: Copertina morbida

editore: PENDRAGON

anno edizione: 2021

pagine: 160

15,00

Il presidente di luna nera

di Claudio Visani

Libro: Copertina morbida

editore: PENDRAGON

anno edizione: 2021

pagine: 217

Mauro Dall'Osso è un figlio delle periferie con poca voglia di studiare e lavorare, e con un'attrazione fatale per le donne. Per sfuggire al destino degli ultimi si butta in politica, in un'Italia dominata da improbabili leader e ormai governata dai social. Grazie alla sua spregiudicatezza e all'abilità nell'uso del web riesce a emergere e a diventare la stella più brillante del firmamento politico italiano, mentre il mondo, sconvolto dalla pandemia, dai cambiamenti climatici e dalla crisi, precipita verso la "Terza guerra mondiale a pezzetti". Sarà questo il momento di una inaspettata svolta etica che porterà Dall'Osso a rompere i vecchi schemi per tentare di cambiare radicalmente il Paese. Una trasformazione che farà di lui il fastidioso granello di sabbia da rimuovere per non inceppare l'ingranaggio che governa il sistema. Un romanzo che analizza gli anni bui che stiamo vivendo e prospetta un futuro inquietante tutt'altro che improbabile.
16,00

Senza vocazione. Schizzi di scuola

di Dano Turrini

Libro: Copertina morbida

editore: PENDRAGON

anno edizione: 2021

pagine: 206

Nulla da insegnare, tutto da imparare. Imparare senza insegnare. Passare passioni, ma anche regole. Il testo ci parla della complessità e della criticità del lavoro di insegnante, ma lo fa ragionando con un tu che può essere l'alter ego di se stesso e di ognuno di noi, quello che riflette su quanto fa: riducendo ogni retorica e distruggendo ogni palco, ma andando al cuore della questione. Lo fa senza timore di mostrare un insegnante debole, in minoranza, illuso, clown per disperazione, rigoroso nel disordine, in grado di provare il "formicolio della sconfitta". In questa scrittura così sorvegliata il fallimento non viene mai nascosto, ed è forse questo che il lettore interessato alla scuola deve capire più di tutto. Insegnare ha il beckettiano primato: si fallisce sempre, più o meno bene. [...] È soprattutto uno svelamento. ma anche una messa in guardia e un atto di fiducia, e leggendo queste pagine troviamo un po' di istruzioni per sopravvivere, un po' di metodo, qualche giudizio sull'istituzione e anche un po' di contenuti civili, letterari e filosofici: in pratica la declinazione della lista di Barthes a conclusione della sua "Lezione inaugurale" del 1977: "...nessun potere, un po' di sapere, un po' di saggezza, e quanto più sapore possibile". (Dalla Postfazione di Magda Indiveri)
15,00

A testa bassa. Aforismi

di Mauro Parrini

Libro: Copertina morbida

editore: PENDRAGON

anno edizione: 2021

pagine: 79

Una raccolta di aforismi che spaziano dai temi psicologici a quelli filosofici, dalla diagnosi sociale alla critica della cultura, ma non solo. Questa raccolta infatti può essere definita come una breve storia del genere, in cui vengono trattati tutti i filoni: dall'aforisma dialettico a quello riflessivo, dal paradosso alla "preghiera", dalla dimensione esistenziale a quella dell'attualità, muovendosi tra i quali l'autore mostra un ammirevole equilibrio. Introduzione di Matteo Marchesini.
14,00

Contro la diffamazione di Cristina Dudley Paleotti

di Lucia Toschi Traversi

Libro: Copertina morbida

editore: PENDRAGON

anno edizione: 2021

pagine: 143

Nell'Italia del Seicento ignoranza, superstizione e analfabetismo opprimono il mondo femminile in tutti i ceti sociali. Le donne vivono chiuse tra le mura conventuali o domestiche e su di loro gravano pesanti preconcetti misogini, largamente e profondamente diffusi, di disuguaglianza tra i due sessi, anche fisiologica. Nonostante ciò, non sono poche le spinte che portano le donne a reagire contro pregiudizi ed emarginazioni: a spiccare tra le principali promotrici di questi movimenti è, a Bologna, Cristina Dudley Paleotti (1650-1719). Donna colta, erudita in vari ambiti del sapere, che conosce più lingue, legge, si aggiorna e scrive, arrivando anche a pubblicare le sue opere ancora in vita. Se le documentazioni a lei contemporanee la definiscono come una delle persone più "illustri" per cultura, spirito, abilità nel dire e di vasta e varia erudizione, non così fanno quelle redatte a quasi due secoli dalla sua scomparsa, a fine Ottocento. Consultandole si assiste a un'operazione di pesante diffamazione, particolarmente in due testi di Corrado Ricci. Sono queste biografie dettate da una forte misoginia, all'insegna della calunnia e della profonda avversione per quello che riguarda non solo la Paleotti, ma anche la figura della donna in generale. È così che, ignorando l'ingiuriosa impostazione giunta sino ai giorni nostri, attraverso uno scrupoloso lavoro di rilettura di cronache del tempo e di dettagliati manoscritti, l'autrice cerca di donare nuova dignità e giustizia a una figura fondamentale per la storia dell'emancipazione femminile.
14,00

Alchimie Campesinas

di Franco De Panfilis

Libro: Copertina morbida

editore: PENDRAGON

anno edizione: 2021

pagine: 263

Alchimie Campesinas è uno spaccato dell'agricoltura sudamericana che, oltre a narrare i campesinos e il loro modo di vivere, permette di seguire passo dopo passo il cammino di colture lontane, come quella bananiera, che richiedono risorse incredibili di tempo e fatica. Lo sa bene Franco De Panfilis, collaborando quotidianamente con caparbi contadini che coltivano la terra sulle vette delle Ande peruviane, tra le piantagioni di banane, nel classico habitat equatoriale o tra i deserti peruviani e colombiani o ancora nella Mesopotamia e nella Patagonia argentine. In questi suggestivi contesti, si dipanano potenti racconti, tanto vivi e reali quanto del tutto sconosciuti al consumatore europeo. Alchimie Campesinas è anche un gioco di parole tra due lingue per raccontare storie di piccoli agricoltori dell'emisfero Sud. Un viaggio all'origine di prodotti biologici coltivati in condizioni estreme che delinea anche una mappa fatta di scelte; a partire dal cibo prodotto a grandi distanze da noi, a opera di contadini che, per i metodi sostenibili e la qualità dei loro frutti, meriterebbero il titolo di produttori agricoli globali. Invece, il primo mondo chiude le sue porte a queste produzioni, negando ai campesinos i suoi mercati. È da qui che parte l'autore, a cui si devono progetti biologici con il Sudamerica tra i più interessanti del nostro Paese, per proporre una carrellata di storie che rendono tangibili e meravigliosamente concrete fatiche e aspirazioni del tutto straordinarie. Grazie a una scrittura accattivante e spesso provocatoria, a vicende capaci di appassionare anche il lettore profano, questi racconti ci trasportano in un universo a tratti surreale eppure profondamente autentico; come i volti di questi contadini che, con il loro lavoro, portano sulle nostre tavole i buonissimi frutti dell'altra parte del mondo.
18,00

Le 12 fasi biopsicosociali. Il ciclo di vita umano

di Roberto Benini

Libro: Copertina morbida

editore: PENDRAGON

anno edizione: 2021

pagine: 264

Come ogni organismo vivente presente sulla Terra anche gli esseri umani seguono un ciclo di vita costituito da una fase di crescita, una di maturazione e una di morte. Ogni momento esistenziale è inoltre caratterizzato dall'urgenza di dover rispondere a specifici bisogni e ad angosce che devono essere lette correttamente perché l'essere umano possa continuamente evolversi. Per questo motivo i bisogni dell'infanzia sono così diversi da quelli dell'adolescenza e le angosce di quest'ultima non hanno teoricamente riscontro in età adulta o durante la senilità. È dall'incontro con gli studi di Erik Erikson sugli otto stadi della vita dell'uomo che nasce questo saggio, ulteriore tassello nello sviluppo della teoria delle relazioni biopsicosociali. Concorde con Erikson riguardo la divisione della vita umana in tappe da vivere e superare così da formare la propria personalità (anche grazie all'interazione con l'ambiente), l'autore elabora dodici fasi che vengono qui accuratamente descritte e analizzate, soffermandosi in particolare sul carico di bisogni personali e sociali corrispondenti a ciascuna di esse. Un'utile guida per tutti gli individui, genitori, educatori, operatori sociali e sanitari, adulti in generale, che desiderano crescere i propri figli, educare gli allievi e vivere essi stessi da adulti, e poi da anziani, nel rispetto delle fasi biopsicosociali dell'esistenza.
18,00

Da qualche parte

di Sandro Toni

Libro: Copertina morbida

editore: PENDRAGON

anno edizione: 2021

pagine: 57

«Che Sandro fosse un poeta io lo sapevo già, anche prima di leggere le sue poesie. Perché la poesia non è fatta solo di rime, sonetti, terzine, endecasillabi; la poesia prima di farsi parola è inclinazione, atteggiamento, modo di essere. La possiamo cogliere nelle forme più varie, nel modo di preparare un cocktail, di parare un goal, di raccontare un film, di occuparsi degli amici. Poesia è una grazia particolare che balena nel gesto, è un modo leggero, ironico e accogliente insieme, di abitare il mondo e attraversare la vita di cui Sandro ha sempre posseduto il segreto. Lo stesso segreto lo ritroviamo in questi versi che ci parlano tutti della cosa più difficile e dolorosa: il momento dell'addio, quando qualcosa finisce e ci lascia, una storia, un amore, la memoria talvolta, la vita sempre, prima o poi. Si può fare poesia della fine? Leggendo le poesie di Sandro viene il sospetto che si possa fare poesia solo della fine, tanto è intensa la forza ma anche l'incanto di questi versi...» (Da "Poesie dell'addio" di Patrizia Violi)
10,00

Prima delle due torri. Lampi di luce nei secoli bui della Bologna altomedievale

di MARISA COLLINA, Paolo Bacchi

Libro: Copertina morbida

editore: PENDRAGON

anno edizione: 2021

pagine: 622

Anno 589 d.C. All'alba della dissoluzione dell'impero, Anduit, ufficiale dell'esercito romano, lascia Ravenna per recarsi in una ormai irriconoscibile Bononia, da qui partirà per presidiare i confini appenninici tosco-emiliani minacciati dalle popolazioni longobarde. La formazione militare, composta da circa 300 uomini di etnie diverse, entrerà in contatto con gli abitanti cristiani, pagani e longobardi dei villaggi agricoli. Soldati di carriera, rustici, guaritori e giovani ragazze già adulte sono i protagonisti di questo romanzo storico che attraverso l'avvicendarsi delle stagioni racconta rituali, leggende, incontri, dissapori, amicizie, amori e solidarietà tra popolazioni romaniche, germaniche e delle steppe euroasiatiche. Accanto ai luoghi appenninici, sullo sfondo è delineata la vita di Bononia al culmine del suo declino: le rovine dello splendore imperiale giacciono come tristi reliquie di un'epoca ormai passata, mera cornice della vita di contadini e mercanti. Un racconto che, pur narrando del passato, riesce a far riflettere anche sul nostro presente, mostrando come la commistione e convivenza con popolazioni straniere e "barbare" sia uno degli elementi fondanti della nostra storia.
20,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.