Il tuo browser non supporta JavaScript!

Poletto

Animali esotici da compagnia. Con aggiornamento

Libro: Libro rilegato

editore: Poletto

anno edizione: 2007

pagine: 832

150,00

Oftalmologia essenziale

di Rosario Brancato

Libro: Copertina morbida

editore: Poletto

anno edizione: 2006

pagine: 168

Questa terza edizione di Oftalmologia essenziale esce dopo dodici anni dalla prima. In tutto questo periodo, le nozioni di oftalmologia, che i medici di medicina generale - e quindi gli studenti della facoltà di medicina - devono conoscere, si sono notevolmente ampliate. Come è già stato ribadito nelle precedenti edizioni, la didattica prevede che il futuro medico di medicina generale debba avere conoscenze adeguate, seppur contenute, anche nei vari campi delle specialità mediche e chirurgiche. Questo manuale di oftalmologia, riveduto, corretto e aggiornato, è dedicato agli studenti della facoltà di medicina, ma si propone anche come strumento di rapida consultazione per il medico di medicina generale.
33,00

Sviluppo dei farmaci oncologici con bersaglio molecolare

Libro

editore: Poletto

anno edizione: 2006

pagine: 176

Negli ultimi anni, con l'avvento dei farmaci orientati a target molecolari, sono emerse nuove stimolanti problematiche, che stanno mettendo in discussione i consueti paradigmi delle sperimentazioni cliniche controllate e richiedono nuovi orientamenti concettuali e metodologici. Inevitabilmente, i primi studi condotti su farmaci orientati a bersagli molecolari sono stati concepiti e condotti secondo la metodologia e utilizzando gli stessi disegni ed end-point degli studi con farmaci citotossici. Una parte di questi studi hanno dato risultati positivi; si sono, tuttavia, registrati anche alcuni sconfortanti risultati, che hanno prodotto una revisione critica riguardante l'approfondimento sia delle conoscenze dei meccanismi biomolecolari che stanno alla base dell'attività e dell'efficacia dei nuovi agenti terapeutici, sia della metodologia degli studi clinici con questi farmaci. Quando si parla di sperimentazioni cliniche, in qualunque ambito clinico e con qualunque agente terapeutico, il problema etico rimane di fondamentale importanza e la figura del medico oncologo si pone non solo come protagonista di un nuovo modo di fare ricerca clinica, ma anche come garante d'indipendenza scientifica.
30,00

Diagnosi prenatale

Libro: Copertina rigida

editore: Poletto

anno edizione: 2006

pagine: 560

La nascita della diagnosi prenatale risale indicativamente agli inizi degli anni Settanta. In questo periodo si è arricchita non soltanto di metodiche e tecniche innovative, ma ha allargato i suoi campi di applicazione con le metodiche di laboratorio e con la diagnostica invasiva. Se il lavoro di équipe veniva auspicato anni fa, oggi è impossibile non lavorare insieme per il management di una malformazione diagnosticata prima della nascita. I capitoli del libro sono un esempio evidente di quanto si siano specializzate e diversificate le strade che portano alla diagnosi prenatale. Viene data particolare importanza all'ecografia, che rappresenta comunque la base di questa disciplina, focalizzando l'attenzione sulla nuova tecnologia 3-4D.
160,00

Paziente critico nelle patologie respiratorie

di Roberto Torre, Alessandro Da Fre

Libro: Copertina morbida

editore: Poletto

anno edizione: 2006

pagine: 288

L'area critica sta pervadendo molti ambiti disciplinari e anche lo scenario sanitario in atto fa presupporre che lo sviluppo dell'ospedale moderno sarà inteso come una grande area critica, dove vengono trattati solo i pazienti più gravi. Da qui l'idea di costruire un percorso di apprendimento partendo dalle criticità della persona e costruire intorno a essa le competenze infermieristiche per affrontare e gestire al meglio tali condizioni indipendentemente dal contesto operativo. Ciascun volume è organizzato in modo da richiamare, nella prima parte, i concetti essenziali alla comprensione della condizione critica. Si passa alla revisione dei punti essenziali anamnestici, dei rilievi obiettivi, dei dati clinici e delle indagini speciali. Laddove possibile, tutte le informazioni vengono organizzate con tabelle, diagrammi, tavole sintetiche ed iconografiche, tese a rendere immediatamente fruibili sia le informazioni sia i richiami essenziali. Le condizioni patologiche salienti di ogni gruppo vengono successivamente vagliate, nella seconda parte, utilizzando un approccio secondo i principi del problem based learning, in cui si delineano alcuni casi clinici, ponendo l'enfasi su presentazione clinica, raccolta dati, percorso assistenziale, indicatori di esito. Quando ritenuto necessario, vengono inseriti richiami specifici per condizioni operative particolari, quali per esempio soccorso extraospedaliero, triage, traumatologia, sala operativa, radiodiagnostica, eccetera. Alla fine di ciascun capitolo viene proposto un test di autovalutazione. La terza parte presenta una revisione delle tecniche peculiari di comune utilizzo nelle condizioni trattate nella prima parte. Queste sono sviluppate secondo il processo infermieristico e sono corredate da tavole riassuntive e da ampia iconografia delle procedure operative e tecniche di troubleshooting o soluzione ragionata dei problemi relativa alla procedura. La collana di Area Critica si arricchisce con la pubblicazione di questo secondo volume incentrato sulle patologie respiratorie. Si conferma l'impianto generale di approccio alle diverse problematiche assistenziali: una prima parte evidenzia le conoscenze essenziali, indispensabili per comprendere la complessità assistenziale dei pazienti affetti da processi patologici respiratori; una seconda parte prende in esame le condizioni patologiche salienti; la terza parte affronta le procedure specifiche riguardanti l'area critica.
35,00

Mezzi di contrasto in TC multislice

Libro: Copertina rigida

editore: Poletto

anno edizione: 2006

pagine: 376

La tomografia computerizzata, grazie alla diffusione della tecnologia multistrato, occupa un ruolo sempre più rilevante nell'ambito della diagnostica per immagini. L'importanza dell'indagine è in rapporto alle potenzialità delle moderne apparecchiature, in grado di fornire informazioni accurate su tutti gli organi e apparati, rappresentati anche nei dettagli con varie modalità planari e tridimensionali, fino alla possibilità di una 'navigazione virtuale' all'interno del corpo umano. Le apparecchiature attuali hanno, inoltre, ridotto il tempo necessario all'esecuzione delle scansioni, per cui è sufficiente anche una breve apnea per ottenere uno studio corretto di più distretti anche in pazienti difficili e poco collaboranti. Negli esami eseguiti con TCMS, la somministrazione endovenosa del mezzo di contrasto iodato idrosolubile svolge un ruolo ancora essenziale e insostituibile nell'integrare, ottimizzare e ampliare i dati ottenibili con la scansione di base e richiede modalità e considerazioni aggiornate, rispetto alle tecniche adottate in precedenza con la TC spirale a singolo strato. I mezzi di contrasto uroangiografici, in passato, erano disponibili soltanto in forma ionica ed erano gravati da effetti indesiderati di vario grado. Fortunatamente negli anni Ottanta anche in tale ambito si sono avuti notevoli progressi, in particolare per la diffusione dei mezzi non ionici, dotati di elevata radiopacità, buona tolleranza, assenza di attività farmacologica e rapida eliminazione. Nel corretto utilizzo di apparecchiature TCMS è quindi fondamentale l'ottimizzazione dell'impiego del mezzo di contrasto, per cui è indispensabile una particolare attenzione nello stabilire non soltanto quantità e velocità di iniezione, ma anche concentrazione di iodio. Con le moderne apparecchiature, infatti, se un esame è correttamente eseguito, con un'unica somministrazione di mezzo di contrasto si possono ottenere dettagliati studi degli organi in esame, durante le varie fasi di contrast enhancement (arteriosa, venosa, tardiva) e, in tal modo, si incrementa la possibilità di individuare e caratterizzare le diverse patologie. Il corretto impiego del mezzo di contrasto influenza, inoltre, il parametro costo/beneficio di un esame TC ed è pertanto fondamentale per l'ottimale management della metodica. In questa monografia gli autori si propongono di fornire una sintesi dei protocolli di studio dei vari organi e apparati e informazioni riguardanti gli aspetti TC delle più frequenti malattie, nell'intento di realizzare una guida utile nell'attività pratica quotidiana.
60,00

Patologie articolari nel cane e nel gatto

di Filippo Maria Martini

Libro: Copertina morbida

editore: Poletto

anno edizione: 2006

pagine: 416

Negli ultimi anni lo studio delle patologie articolari nella clinica degli animali d'affezione si è caratterizzato per un rapido sviluppo. Se solo fino a pochi anni fa il bagaglio culturale dell'ortopedico veterinario era improntato più all'approccio al paziente traumatizzato, oggi le patologie articolari rappresentano per l'ortopedia e la traumatologia il 'grosso del lavoro'. La diffusa presenza sul territorio di soggetti appartenenti a razze canine predisposte allo sviluppo di patologie articolari e il rapido affermarsi di tecniche chirurgiche innovative per il loro trattamento hanno senza alcun dubbio dato una forte spinta in tale direzione. Non bisogna tuttavia dimenticare, da una parte, l'ampissima diffusione di soggetti atleti con le specifiche patologie e, dall'altra, il progressivo allungamento della vita media dei pazienti, che li espone sempre più a quelle malattie articolari degenerative che erano un tempo sola prerogativa dell'uomo. Questo testo è stato pensato per liberi professionisti che, pur non essendo e non volendo essere specialisti, trovano quotidianamente la necessità di aggiornarsi sull'argomento al fine di fornire risposte adeguate e aggiornate. Non si tratta di un manuale di tecnica chirurgica e, per tale motivo, al suo interno non vengono descritte vie di accesso e tecniche chirurgiche nel dettaglio; questo è piuttosto un manuale pratico, che vuole fornire gli strumenti necessari per comprendere, interpretare e diagnosticare le patologie articolari e dare inoltre le basi teoriche per impostare un protocollo terapeutico in modo corretto ed emettere una prognosi adeguata.
100,00

Tecnica autoptica e diagnostica cadaverica

Libro: Copertina morbida

editore: Poletto

anno edizione: 2006

pagine: 448

In medicina umana è possibile reperire una nutrita bibliografia sulle tecniche necroscopiche e sulla diagnostica cadaverica, in virtù della notevole importanza che riveste, anche ai fini legali, il ruolo dell'autopta. Quest'ultimo rappresenta una figura professionale con notevoli competenze, che riunisce in sé, oltre a una solida preparazione fisio- e anatomopatologica, ottime conoscenze clinico-mediche, farmacologiche e tossicologiche. A fronte dell'alto valore scientifico e professionale rivestito dall'esame autoptico in campo umano, si deve constatare un ruolo talora secondario rivestito in campo veterinario. Ciò è forse da ricercare nel fatto che spesso, almeno in passato, la medicina veterinaria si è rivolta non tanto al singolo paziente ma al gruppo, tesa massimamente alla prevenzione/profilassi di eventi patologici a carattere epizootico, economicamente molto dannosi, che all'indagine volta a capire 'perché' piuttosto che 'di che cosa' il singolo sia morto. Quest'opera nasce in risposta al nuovo atteggiamento della medicina veterinaria, volto sempre più alla considerazione del singolo animale come paziente, piuttosto che al gruppo. Da qui l'esigenza di un testo che prenda in esame la 'clinica del cadavere' nelle differenti specie animali, anche le meno conosciute, allevate a fine affettivo (cani, gatti, rettili, uccelli), o a scopo scientifico e protezionistico (animali di bioparchi, parchi naturali, riserve faunistiche e acquari). Da qui la collaborazione dei tre autori, provenienti da un back-groundanatomopatologico similare ma operanti in realtà diverse, con specifiche competenze per gli animali da reddito, d'affezione, nelle specie 'non convenzionali' e nei cetacei. L'impegno è stato rivolto a dare un'ampia descrizione delle lesioni e degli agenti che, per ogni specie, possono essere chiamati più frequentemente in causa, nonché strumenti metodologici per un corretto algoritmo diagnostico.
80,00

Vulvologia. Approccio multidisciplinare ai disturbi vulvari

di Leonardo Micheletti

Libro: Copertina morbida

editore: Poletto

anno edizione: 2006

pagine: 96

La patologia vulvare rappresenta un argomento medico di confine tra competenze ginecologiche, dermatologiche e anatomopatologiche e forse per questo motivo ognuna delle suddette specialità non ha mai affrontato, in modo esaustivo e in maniera sistematica, lo studio di questo organo, demandando l'una all'altra questo compito. L'ambizione di questo volume è di fornire le notizie essenziali per un primo orientamento, sulla base del quale il lettore deciderà poi di approfondire gli argomenti rivolgendosi a trattati o volumi più completi ed esaustivi. In questa monografia non viene quindi dato spazio a trattazioni di tipo speculativo e sperimentale, ma si privilegia un taglio più tipicamente clinico pratico. Nella prima parte vengono forniti i fondamenti teorici, anatomici e terminologico-classificativi, indispensabili per un corretto orientamento vulvologico; nella seconda parte si affronta l'approccio clinico vero e proprio alla paziente con sintomi vulvari, ricavato dalla personale esperienza maturata nel corso di vent'anni di pratica vulvologica; nella terza parte vengono trattate le affezioni più comuni in cui ci si può imbattere nella pratica clinica quotidiana.
27,00

Dall'anatomia all'immagine

di Silvia Magnaldi, Luciana Travan

Libro: Copertina morbida

editore: Poletto

anno edizione: 2006

pagine: 560

Dall'anatomia all'immagine è un testo di anatomia radiologica, in cui immagini di ottima qualità, ottenute con le più recenti modalità di acquisizione, si accompagnano a belle tavole di anatomia "vera". Un libro moderno, ma con il rigore e la precisione dei grandi testi di anatomia della tradizione. È un modo molto attuale per mantenere viva una disciplina che sta alla base di tutte le conoscenze di medicina.
90,00

Oftalmologia

Libro: Libro in brossura

editore: Poletto

anno edizione: 2006

pagine: 480

100,00

3D e mezzi di contrasto in ostetricia e ginecologia

Libro

editore: Poletto

anno edizione: 2005

pagine: 72

Il volume 3D e mezzi di contrasto in ostetricia e ginecologia della collana di ginecologia e ostetricia nella pratica clinica presenta in forma analitica quanto oggi la diagnostica ecografica può realizzare nello studio della morfologia embriofetale con immagini tridimensionali e la verifica del benessere e del comportamento fetale. Inoltre, vengono riportati i dati ottenuti con l'isterosalpingosonografia, tappa obbligata nell'iter diagnostico della fertilità di coppia. Infine, si presentano i progressi in ginecologia, con particolare riferimento alle masse pelviche e all'impiego di nuovi mezzi di contrasto nelle patologie ginecologiche, non solo con finalità diagnostiche ma anche con prospettive terapeutiche.
30,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.