Editore PRIULI & VERLUCCA - Ultime novità | P. 9

PRIULI & VERLUCCA

Streghe in Piemonte. Pagine di storia e di mistero

di Massimo Centini

Libro: Copertina morbida

editore: PRIULI & VERLUCCA

anno edizione: 2019

pagine: 237

Un viaggio che analizza e rivela le vicende che hanno caratterizzato le streghe e la caccia alle streghe in Piemonte: un viaggio nel passato, condotto con rigore ma proposto con un linguaggio semplice e accessibile che per la prima volta raccoglie i casi piemontesi documentati. Un viaggio nel mistero, ma soprattutto nella storia, effettuato con gli strumenti dell'antropologia, della criminologia, della sociologia del diritto e della psicologia. Un viaggio che ci riporta ai tempi in cui nelle nostre campagne le streghe si ritrovavano al sabba per praticare i loro riti contesi tra magia e culto dei diavoli; dove vengono a galla le storie di alcuni inquisitori piemontesi, chi fu artefice di grande repressioni e mandò al rogo molte streghe e chi invece fu assassinato da mano ignota; un viaggio che ci mostra come perfino la corte sabauda non fu indenne dalla paura delle streghe e che durante il governo di Vittorio Amedeo II vi fu chi fu squartato perché colpevole di aver praticato magia nera per uccidere il duca. Un viaggio originale che sarà l'occasione per conoscere un volto poco noto del Piemonte dove storia e filologia sono continuamente messe sotto assedio da leggenda e mito.
9,90

Willo Welzenbach. La vita, gli scritti, le imprese

di Eric S. Roberts

Libro: Copertina morbida

editore: PRIULI & VERLUCCA

anno edizione: 2018

pagine: 269

La vita e la storia alpinistica di Willo Welzenbach, il più importante arrampicatore tedesco del periodo fra le due guerre, personaggio trainante e d'avanguardia per un'intera generazione, furono spezzate bruscamente da una selvaggia tempesta sul Nanga Parbat (Himalaya) nell'anno 1934. Alpinista completo, cui va il merito di aver trasferito tecniche e materiali dell'arrampicata su roccia alla progressione su ghiaccio, in pochi anni ripercorse molti degli itinerari più impegnativi delle Alpi, inserendosi così di diritto fra gli scalatori estremi della cosiddetta "scuola di Monaco". Al suo nome è legata la creazione di una nuova scala delle difficoltà alpinistiche ( la famosa "scala Welzenbach") base della moderna classificazione. In questo volume, oltre ai resoconti di Willo stesso e dei compagni di cordata, sono state raccolte riflessioni riportate dai suoi diari privati, nonché commenti ed informazioni di amici o parenti ancora viventi, che aiutano a formare un quadro completo dell' uomo e del personaggio.
14,98

Fontana di giovinezza

di Eugen G. Lammer

Libro: Copertina morbida

editore: PRIULI & VERLUCCA

anno edizione: 2018

pagine: 448

Pubblicato a Vienna nel 1922, "Jungborn" è anzitutto l'autobiografia alpinistica di Lammer, con il racconto delle scalate giovanili e i tanti, celebri ricordi da brivido: la caduta nel crepaccio alla Thurwieser, il "volo" giù dal canalone Penhall al Cervino, lo scivolo tremendo del Mörchner con la moglie Paula in viaggio di nozze. Dopo aver dato l'esempio con decenni di anticipo, Lammer ormai vecchio detta i principi della sua teoria fondamentalista per un alpinismo più "autentico" ed estremo. Quasi un manifesto, accolto con entusiamo dai giovani che, all'indomani della Grande Guerra, erano pronti a gettarsi allo sbaraglio per la conquista del sesto grado. Tradotto nel 1932 nella collana dell'Eroica, in seguito bollato come un classico maledetto e mai più ristampato, il libro di Lammer resta utile per capire l'alpinismo tra le due guerre: la tentazione del rischio e la sfida contro la morte.
19,00

La croda bianca

di Sergio Pirnetti

Libro: Copertina morbida

editore: PRIULI & VERLUCCA

anno edizione: 2018

pagine: 196

La Croda Bianca è una montagna bellissima, simbolo di tutte le montagne, e il romanzo racconta la storia dell'alpinismo in forma allegorica. I primi a salire la Croda Bianca sono un pastore e un cacciatore. La storia di una famiglia di valligiani si intreccia con la storia della Croda: di padre in figlio si trasmettono l'amore per la montagna, il lavoro, le sofferenze, le soddisfazioni della vita quotidiana. La prima salita della cima porta alla nomina della prima guida alpina, alla costruzione del primo rifugio, all'arrivo dei primi clienti alpinisti della valle, all'apertura di nuovi itinerari. Ma infine l'assalto di massa alla montagna con le funivie, gli skilift, i grandi alberghi, le competizioni e le speculazioni infrangerà il rispetto della natura, dei suoi ritmi, delle sue regole e insieme si perderanno i valori morali dell'uomo. La Croda Bianca, violata e profanata, si "vendicherà" dell'uomo per riaffermare la propria integrità naturale.
12,91

Babylon 777. Potere, segreti, magia sessuale, origini, storia, finalità e deviazioni degli imperi esoterici

di Adam Kadmon

Libro: Copertina rigida

editore: PRIULI & VERLUCCA

anno edizione: 2018

pagine: 542

Un viaggio "iniziatico" per conoscere e comprendere i segreti, i misteri e la vera storia fino ai giorni nostri di ordini esoterici, teosofia, massoneria, Templari, nazismo esoterico e tanto altro, attraverso filosofie e riti, magia bianca e nera, magia sessuale, evocazioni di antiche divinità e demoni, religioni e speculazioni, personaggi storici e attuali, ma soprattutto per iniziare ad immaginare realtà deviate inimmaginabili, dove società segrete nascoste in organizzazioni esoteriche deviate, operano da secoli indisturbate, arricchendosi ai danni di ogni persona onesta e morale e rendendo impossibile la nascita di qualunque vera democrazia. Pagine di verità e teorie svelate dallo scrittore Adam Kadmon.
18,50

Gigi Radice. Il calciatore, l'allenatore, l'uomo dagli occhi di ghiaccio

di Gino Strippoli, Francesco Bramardo

Libro: Copertina morbida

editore: PRIULI & VERLUCCA

anno edizione: 2018

pagine: 239

Gigi Radice ha dato molto al calcio. Quanto non gli è riuscito da calciatore nel Milan per l'infortunio, lo ha fatto da allenatore: ha vinto un solo scudetto col Toro, ma il suo «calcio totale» all'olandese è stato copiato da tutti in Italia. Gigi bisognava conoscerlo bene per capirlo: era definito « l'uomo dagli occhi di ghiaccio» ed era forse per questo che piaceva alle donne. Se gli eri amico era lui a cercarti, togliendosi la maschera di «sergente di ferro». Radice da calciatore ha vestito le maglie di Triestina, Padova e Milan e della Nazionale italiana. Da allenatore il Monza, il Treviso, il Cesena, la Fiorentina, il Cagliari, il Torino, il Bologna, il Milan, il Bari, !Inter, la Roma, il Genoa.
14,00

Il romanzo del Toro. L'emozione di una storia che vive da oltre un secolo

di Franco Ossola

Libro: Copertina morbida

editore: PRIULI & VERLUCCA

anno edizione: 2018

pagine: 395

La storia del Torino come mai è stata narrata finora. La cultura della memoria. Una memoria ormai più che centenaria, che sotto la forma del romanzo si snoda in un racconto che raccoglie i tanti momenti della vita del Torino. Poche le società calcistiche del nostro paese che possono vantare un «album dei ricordi» così intenso, segnato da formidabili tragedie ma anche da grandi trionfi. Parlano - quasi interagiscono con chi legge - i personaggi che via via sfilano, nel tempo e nel procedere della lettura, trasmettendosi, come in una staffetta, un «segno», il testimone dell'essere del Toro. In una catena ideale di campioni granata, che va dal primo capitano ai nostri giorni, l'avventura di questo quasi magico «segno» sperimenta l'intera vita del Club, compendiandone i successi e gli sconforti, le vittorie e le delusioni in un unico percorso e verso una sola meta: tenere alto e sempre vivo il nome del Toro.
14,00

Solitudine bianca. La mia lunga strada al Nanga Parbat

di Reinhold Messner

Libro: Copertina morbida

editore: PRIULI & VERLUCCA

anno edizione: 2018

pagine: 333

Nanga Parbat è una parola sanscrita e significa «montagna nuda». I più grandi alpinisti hanno perso la vita sui poderosi ghiacciai e sugli speroni di roccia di questo Ottomila, il più temuto fra tutti. Nel 1970 per la prima volta Reinhold Messner si è trovato di fronte alla «montagna nuda». Anche se alla fine ne ha realizzato la traversata, da tutti ritenuta impossibile, si è allontanato dal Nanga sconfitto: il fratello Günther venne infatti travolto da una valanga durante la discesa e solo nella primavera del 2004 l'analisi del DNA di un osso ritrovato sulla montagna ha dimostrato che effettivamente il fratello ha perso la vita alla base della parete Diamir, dopo la traversata compiuta da entrambi, come Messner ha sempre affermato. Per questo nessun'altra montagna come il Nanga Parbat rappresenta per Reinhold Messner l'indissolubile legame fra dolore e destino. Vi ritorna spesso, per cercare il fratello e trovare risposte alle sue domande e nel 1978 realizza l'impresa più ardita di tutta la sua carriera alpinistica: la solitaria alla vetta. "Solitudine bianca" è il racconto personalissimo di Reinhold Messner sul Nanga Parbat, la montagna che lo ha reso ciò che è.
19,50

Stile alpino. Un decennio di scalate

di Gianni Calcagno

Libro: Copertina morbida

editore: PRIULI & VERLUCCA

anno edizione: 2018

pagine: 283

A dieci anni dalla scomparsa di Gianni Calcagno in Alaska, viene alla luce questa raccolta autobiografica dedicata alle scalate compiute negli anni Settanta. Il volume regala ai lettori il racconto appassionato, a tratti sofferto come una confessione, della fase decisiva della sua carriera. Gli anni in cui Calcagno, che da padre di famiglia ha scelto di rimanere dilettante a oltranza, compie il salto dalle più dure vie delle Alpi alle grandi pareti centroasiatiche. Dopo il fallimento dell'Annapurna, nel 1975 sul Tirich Mir in Hindukush, sperimenta con successo lo "stile alpino", tecnica di spedizione superleggera allora all'avanguardia.
18,00

Il vento non può essere catturato dagli uomini. Da Venezia all'Himalaya, una storia sherpa

di Marco Berti

Libro: Copertina morbida

editore: PRIULI & VERLUCCA

anno edizione: 2018

pagine: 256

Una storia che parte dalla laguna di Venezia, passa dalle Dolomiti e giunge in Himalaya. La storia di un viaggiatore-alpinista, del suo andare, poi ritornare e raccontare. Una narrazione che ha per denominatore comune il mondo sherpa, ma che spazia tra Medio Oriente, Oceano Indiano e Stati Uniti d'America, tra fatti dimenticati o noti a pochi, memorie famigliari, esperienze alpinistiche, personaggi conosciuti e sconosciuti. Per mostrarci il luogo cui apparteniamo o aiutarci a cercarlo dentro di noi. Prefazione di Fausto De Stefani.
19,50

Quel mondo inesplorato

di Eric Shipton

Libro: Copertina morbida

editore: PRIULI & VERLUCCA

anno edizione: 2018

pagine: 362

Eric Shipton è considerato un grande alpinista-esploratore britannico. Dalle Alpi passa alle vette del Kenya e dell'Himalaya, dove nel 1931 partecipa alla spedizione che sale il Kamet, massima elevazione raggiunta dall'uomo fino a quel momento. In seguito visita molte delle più importanti catene montagnose del pianeta, da quelle del Sud della Cina alle Ande Patagoniche. Ma il suo nome resta legato soprattutto all'Everest: in un ventennio ne esplora i contrafforti individuando infine il percorso del Colle Sud, che sarà poi sfruttato da Hillary e compagni nella prima salita del tetto del mondo. Shipton ha lasciato testimonianza delle sue avventure alpinistiche in numerosi volumi.
19,00

I manifesti delle Alpi italiane e piccola grafica dal 1895 a fine anni Sessanta del Novecento

di Roberto Festi

Libro: Copertina rigida

editore: PRIULI & VERLUCCA

anno edizione: 2018

pagine: 191

Magistrale e innovativo mezzo di comunicazione, il manifesto pubblicitario avvia - sul finire del XIX secolo - una intensa e capillare promozione della montagna e dei suoi luoghi più rappresentativi. Quasi in contemporanea, dalla Valle d'Aosta alle Dolomiti orientali, i maggiori centri alpini affidano ai multicolori messaggi delle attiche la descrizione fantastica e appetibile di un mondo sino a quel momento in gran parte sconosciuto, fissando una versione diametralmente opposta allo stereotipo di pericolosità e di mistero che ne aveva contrassegnato gli esordi pionieristici. Pur celebrando, spesso unilateralmente, i fasti di un'elite mondana e delle sue ritualità, il manifesto "apre" ad un pubblico I sempre più vasto - che ne diventerà fruitore e protagonista nei decenni successivi - visioni nuove delle montagne alpine. Osservando i tanti e vari aspetti che i cartelloni pubblicitari sottendono, questo libro - che tratta esclusivamente la parte italiana delle Alpi presenta una rassegna che si intende dalla fine del XIX secolo sino alla fine degli anni Sessanta del Novecento, limite temporale che determina progressivamente la crisi definitiva del manifesto disegnato.
29,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento