Robin

Esca il britanno

di Margherita Cucco

Libro

editore: Robin

anno edizione: 2015

pagine: 448

Esca è un giovane britanno, figlio di un capo della tribù dei Briganti, intelligente e sensibile, riflessivo e solitario; eccellente cacciatore e valoroso guerriero, si trova coinvolto nella guerra fra il suo popolo e i Romani, perde tragicamente tutti i suoi familiari, è catturato, venduto come schiavo, poi costretto a combattere come gladiatore, e tocca il fondo della disperazione, fino a cercare la morte. Il suo destino ha una svolta quando Esca incontra Marco, un giovane romano che diventa il suo nuovo padrone; attraverso un lungo e tormentato percorso, schiavo e padrone diventeranno amici e poi addirittura fratelli; nel nuovo mondo, pur rimanendo sempre un britanno fedele alle sue origini, Esca otterrà la cittadinanza romana, troverà l'amore, scoprirà la cultura e il mondo dei libri, avrà modo di conoscere e aiutare il futuro imperatore Marco Aurelio ed entrerà anche in contatto con la nuova fede cristiana che si va diffondendo nell'impero.
16,00

Ciclo africano. Le avventure del commissario Sanders e del tenente Tibbetts, detto «Bones» (Il). Vol. 1: Il grande fiume-Nel cuore dell'Africa nera-Bosambo, vivo o morto

di Edgar Wallace

Libro

editore: Robin

anno edizione: 2015

pagine: 616

Il cosiddetto ciclo africano di Edgar Wallace copre buona parte della carriera dello scrittore ed è composto da undici opere. Questo filone della creatività dell'autore vede chiaramente in Kipling l'influsso principale, se non altro per il fatto che si tratta di avventure di inglesi in terre coloniali e il loro rapporto coi nativi. L'esperienza di corrispondente di guerra - dal 1898 - gli permette di conoscere alcune zone africane, tra le quali il Congo, che gli offre vari spunti per le opere. In senso più generale l'interesse degli scrittori inglesi per il tema africano era decisamente alto. Per i personaggi del commissario Sanders e del luogotenente Bones sono state avanzate ipotesi sulle figure realmente esistite che possono aver fatto da modello. Sanders per buona parte è basato sul barone inglese - nato in India - Frederick Lugard (1858-1945). Bones sarebbe invece ricalcato su un nobile maltese, Henri Testaferrata Olivier (1886-1950), che ha servito nelle colonie britanniche agli inizi del Novecento. Naturalista dilettante, aveva un carattere eccentrico e si narra fosse molto portato per gli scherzi. Bones, carattere comico, fa rivivere in parte le gesta dell'eccentrico aristocratico ricreando in questo modo il personaggio del saggio folle, figura presente da sempre in letteratura.
24,00

Ciclo africano. Le avventure del commissario Sanders e del tenente Tibbetts, detto «Bones» (Il). Vol. 2: Bones e Bosambo-I custodi della pace del re-I guerrieri di Bosambo

di Edgar Wallace

Libro

editore: Robin

anno edizione: 2020

pagine: 592

Il cosiddetto ciclo africano di Edgar Wallace copre buona parte della carriera dello scrittore ed è composto da undici opere. Questo filone della creatività dell'autore vede chiaramente in Kipling l'influsso principale, se non altro per il fatto che si tratta di avventure di inglesi in terre coloniali e il loro rapporto coi nativi. L'esperienza di corrispondente di guerra - dal 1898 - gli permette di conoscere alcune zone africane, tra le quali il Congo, che gli offre vari spunti per le opere. In senso più generale l'interesse degli scrittori inglesi per il tema africano era decisamente alto, come dimostra un antecedente vicino, i romanzi d'avventura - ambientati nell'Africa meridionale - di sir H. Rider Haggard (1856-1925) col cacciatore e mercante Allan Quatermain protagonista di ben diciotto opere, prima tra tutte King Solomon's Mines (1885) e, contemporaneo di Wallace, Edgar Rice Burroughs (1875-1950), che dal 1912 creerà una serie di romanzi con protagonista Tarzan.
24,00

L'origine della famiglia, della proprietà privata e dello Stato

di Friedrich Engels

Libro

editore: Robin

anno edizione: 2015

pagine: 256

Alla morte di Marx, studiando i suoi taccuini etnologici, Engels viene a conoscenza di un saggio dell'antropologo americano Lewis Henry Morgan, Ancient Society, in cui crede di ravvisare la riscoperta, in modo autonomo, e nei limiti posti dal proprio argomento, della concezione materialistica della storia. Convinto che fosse intenzione di Marx far conoscere l'opera di Morgan, Engels si accinge, all'inizio del 1884, alla stesura de L'origine della famiglia, della proprietà privata e dello Stato. Con l'aiuto delle osservazioni e dei materiali forniti dal saggio di Morgan, utilizzando gli appunti lasciati da Marx e gli studi che egli stesso ha condotto sulle antiche comunità della Germania e dell'Irlanda, Engels si propone di dimostrare la storicità e, perciò la provvisorietà di istituti che la scienza borghese considera invece naturali ed eterni: la famiglia monogamica, la proprietà privata e lo Stato. Un'edizione rivista e ampliata del saggio, la quarta, in cui Engels, con l'aiuto di nuove documentazioni e studi come quelli dell'etnologo russo Kovalevsky, rafforza e aggiorna le prove che dimostrano il suo assunto, è pubblicata a Stoccarda nel 1892. In questa nuova edizione, che ripropone in traduzione il testo dell'Origine della famiglia, della proprietà privata e dello Stato del 1891 mettendo in evidenza le aggiunte e le modifiche apportate dall'autore alla princeps del 1884 sono riportate le osservazioni di Marx utilizzate da Engels, tratte dal taccuino B 146.
20,00

Le radici del pensiero

di Marco Paci

Libro: Copertina morbida

editore: Robin

anno edizione: 2015

pagine: 142

Negli alberi è custodito un patrimonio di grande saggezza: lo confermano le modalità con cui gli individui arborei si organizzano nel corso della loro esistenza. Ne "Le radici del pensiero", degli alberi si esaminano molteplici aspetti (struttura, strategie di accrescimento e riproduzione, gestione delle risorse, memoria biologica), che costituiscono altrettanti capitoli del libro. Il testo è impostato su base rigorosamente scientifica. Nel corso della trattazione, i "comportamenti" degli alberi vengono confrontati con quelli umani, per arrivare alla conclusione che, nonostante l'uomo sia dotato di un cervello (un indubbio vantaggio sotto molti punti di vista), gli alberi sono sorprendenti per la saggezza biologica che mettono in evidenza. Un tipo di saggezza che può rappresentare un riferimento anche per noi. Ascoltare la voce degli alberi - mettere in contatto le loro radici con le nostre - potrebbe aiutarci a vivere un'esistenza più essenziale, autentica e, soprattutto, logica.
14,00

Stile. Posta di donna e dente di cinghiale

di Paolo Tagliaferri

Libro: Copertina morbida

editore: Robin

anno edizione: 2014

pagine: 276

"La marcia delle brigate internazionali riprese il suo motivetto. Ma l'arrestai immediatamente. Ottanta anni fa io non avrei marciato assieme a loro. Non avrei creduto in quegli ideali. Non mi sarei lasciato illudere né deludere, lo non sarei morto di torture in uno stadio cileno, né sgozzato a Managua. Non sono una mamma di Plaza de Mayo, né tantomeno un chierichetto di Pretoria. Non sono il figlio disperato di una delle tante vittime delle bombe nelle stazioni e nelle piazze italiane, e non sono il compagno d'università di uno dei tanti ragazzi torturati, seviziati, uccisi e poi buttati nel Rio de la Plata o nell'Oceano Atlantico da un aereo a 10.000 metri d'altezza. lo non piango, né sventolo bandiere iridate o immagini del papa. Ho ucciso al mattino e cenato con gusto la sera. lo sono gli angoli bui della strada. Il freddo filo dell'acciaio. lo ho subito un torto e ora lo restituisco. Il mio sangue era stato versato, altro sangue lo sarebbe stato." Chi pronuncia queste parole è Stile, la spia, l'assassino dormiente. Istruito da un vecchio ardito trasteverino all'uso delle lame. Affina la sua tecnica micidiale sugli antichi trattati dei maestri medievali. Uno su tutti: il Flos Duellatorum scritto nel 1409 dal Maestro Fiore dei Liberi. Stile è svelto, silenzioso, letale. Ora, prigioniero di sicari, racconta una storia. La sua. Intrighi, duelli, amori e vendette in una spy story che si sviluppa tra l'Italia, l'Europa e il Medio Oriente, fino all'epilogo.
15,00

Codice della vita italiana

di Giuseppe Prezzolini

Libro: Copertina morbida

editore: Robin

anno edizione: 2013

pagine: 96

Un Prezzolini caustico, feroce e disincantato scrisse nel 1921 queste riflessioni che si rivelano oggi di drammatica attualità. Cento aforismi che coprono lo spazio di tutti i vizi e le virtù italiane, l'indulgenza ironica di cui troppi si sono fatti portavoce. Dalla distinzione effettuata nel primo pensiero, "I cittadini italiani si dividono in due categorie: i furbi e i fessi", Prezzolini affronta, sempre in pochissime parole, i temi della giustizia, del governo, della famiglia, delle leggi, dell'ideale, del guadagno. Con un saggio biografico sull'autore.
10,00

Strani amori. Amore e morte in Corte d'Assise

di Vittorio Nessi

Libro: Copertina morbida

editore: Robin

anno edizione: 2013

pagine: 266

In Corte di Assise si celebrano processi per gravi fatti di sangue e dietro la morte si trovano spesso storie d'amore - di amore malato - che hanno portato al delitto persone altrimenti normali. Celati dall'omicidio riemergono i sentimenti ancestrali che incombono sugli esseri umani con la stessa ineluttabile forza che la tragedia greca ha identificato nel destino. E il processo, nella sua esigenza di conoscenza, li aiuta a venire alla luce lacerando il cupo scenario del delitto con bagliori improvvisi. Liberamente ispirato a fatti realmente accaduti, frutto del materiale raccolto per le sue requisitorie, interessato ai contenuti simbolici della narrazione, questo libro è la voce di un pubblico ministero che ricerca se stesso nei suoi rapporti con il male. Sono storie di morte dove si intrecciano i demoni di un uomo maturo, i sentimenti di abbandono e la gelosia, il blocco affettivo di una giovane mamma, la pietas di un figlio; e mentre si addentra nei meandri del delitto il pubblico ministero si imbatte nella sua anima riflessa ed il percorso di conoscenza processuale si trasforma in un viaggio nel mistero. Entrambi usciranno dal processo trasformati. Saranno uomini diversi, l'accusatore e l'accusato per avere attraversato la linea d'ombra che sta tra la vita e la morte. In mezzo a loro, la vittima, compagna di quel viaggio, spettatrice silente ed implacabile di un dramma che rende tutti protagonisti e destinatari dell'incombente presagio di morte.
15,00

Abracadabra e altre satire

di John Galsworthy

Libro: Copertina morbida

editore: Robin

anno edizione: 2013

pagine: 267

In "Abracadabra and other satires", pubblicato nel 1924 l'accezione di satira ha un'estensione più ampia di quella comunemente accettata. In forma di apologo o di saggio, i testi qui raccolti rappresentano al meglio la vena ironica e polemica di Galsworthy in un aspetto del tutto inedito per i lettori italiani. Scopriamo così l'autore della "Saga dei Forsyte" impegnato in difesa dei diseredati (Una storia semplice) e degli animali (Per amore delle bestie e Fantasticherie di un cacciatore), ma anche pacato e instancabile sostenitore dell'armonia e della ragionevolezza nei panni di un dragomanno che guida un Angelo etereo non del tutto irreprensibile in una immaginaria visita a Londra (Grotteschi), oppure come impassibile raccoglitore di una prodigiosa galleria di tipi umani eccentrici (Studi sulla stravaganza).
15,00

S.P.Q.R. Solo Preti Qua Regnano. Versi e versacci al potere temporale

di Gioachino Belli

Libro: Copertina morbida

editore: Robin

anno edizione: 2013

pagine: 92

Una scelta dei sonetti tra i tantissimi in critica opposizione e condanna del clero scritti dal grande poeta "romano, cristiano, universale" (così lo definì Carlo Muscetta) nel momento della storica e lunga crisi dello Stato Pontificio. Versi che suscitano analogie e paralleli con la nostra crisi di oggi, europea mondiale e globale ed enormemente più complessa. Il che giova alla nostra ottica, e ci consente di "scavare più addentro nel nesso indissolubile di comicità e drammaticità del dramma belliano". Questi versi romaneschi del Belli, oggi che non vi è più il potere temporale della Chiesa, vogliono dirci qualcosa su quel tempo, ma anche sul nostro. Sono discorsi sul potere, e il potere è sempre dei "padroni" e al mondo ci sono sempre "li du generi umani: padroni e servitori". E a leggerne alcuni, sembra proprio che Belli sia ancora qui...
10,00

Il mistero di Tonbridge. Un'avventura inglese dell'avvocato Prati

di Mauro Sangiorgi

Libro: Copertina morbida

editore: Robin

anno edizione: 2013

pagine: 196

Incapace di cullarsi sugli allori e incurante dei benefici effetti, anche di natura economica, derivatigli dal primo caso risolto con successo, l'avvocato Prati non riesce proprio a evitare di cacciarsi nei guai. Annoiato dall'attività di studio, sì lancia nella sua seconda avventura, questa volta in trasferta nel Kent, nella cittadina di Tonbridge. Una vecchia amica di Marcello, da tempo residente in Inghilterra, lo chiama per conferirgli uno strano mandato, ritrovare il marito, misteriosamente scomparso, senza un'apparente ragione, di ritorno da una partita di calcetto. Pure in questa occasione, la ricerca della verità si rivelerà piuttosto difficoltosa e Marcello avrà ancora una volta bisogno dell'aiuto di una ragazza dall'intelligenza vivace, un antico amore pavese ricomparso improvvisamente. Le indagini sconfineranno nella vicina Londra, per poi tornare a concentrarsi nella piccola città di provincia, dove gli intrighi sono più oscuri e inestricabili. Prati, alla fine, saprà venire a capo anche di questa intricata matassa ma sarà, ancora una volta, una vittoria con un retrogusto amaro.
13,00

L'anormale. Le avventure di un presunto tale

di Andrea Girelli

Libro: Copertina morbida

editore: Robin

anno edizione: 2013

pagine: 161

"L'anormale" è la storia di un giovane, molto vivace e piuttosto eccentrico, che fin da bambino viene considerato non normale. Federico, questo il suo nome, vive un rapporto difficile con la madre e a sedici anni scappa di casa trovando ospitalità in un circo equestre come elettricista. Attraverso situazioni più o meno avventurose e alcune vicende amorose, di cui parla con uno psicologo, Federico sosta in varie località come Hong Kong, Latina, Melbourne e Mirandola, ma la storia ha come epicentro Roma. Dopo varie vicissitudini, Federico giunge alla conclusione che le persone che frequenta o nelle quali via via si imbatte sono probabilmente meno normali di lui.
13,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.