Il tuo browser non supporta JavaScript!

Robin

Delitti inquietanti

di Fabio Bergamaschi

Libro

editore: Robin

anno edizione: 2017

pagine: 288

La vita di un investigatore privato particolarmente attivo come Massimo Caliari non è mai stata priva di rischi, ma ciò che non aveva previsto era che la criminalità arrivasse a insidiarsi tra le sue stesse mura domestiche, minacciando anche l'incolumità dell'adorata compagna Patrizia. E poi, chi ha detto che le città di provincia siano località tranquille? Nel breve volgere di 48 ore, Bergamo viene funestata dagli efferati omicidi di due professionisti, molto noti in città. Massimo dovrà mettere da parte le sue personali ansie per indagare sui delitti e si troverà costretto ad affrontare vicende umane complesse, spesso anche dolorose per i protagonisti, tra cui un bimbo strappato alla madre al momento della nascita e portato chissà dove, smarrito nei meandri di vite diverse, eppure mai dimenticato. Con la solita maestria e l'aiuto dei suoi fidi collaboratori, Massimo riuscirà a sollevare il velo del tempo, del lungo tempo trascorso e riporterà alla luce quel bambino, ormai diventato uomo. Le indagini che consentono il suo ritrovamento si intrecceranno con quelle relative agli omicidi e la tenacia, l'intelligenza e l'intuito di Massimo slegheranno nodi, incertezze e dubbi, portandolo dritto dritto sulle tracce dei colpevoli.
14,00

Medioevo (quasi) inconsueto

di Dedo Di Francesco, Giorgio Ravegnani

Libro: Copertina morbida

editore: Robin

anno edizione: 2017

pagine: 318

Medioevo: poco più di mille anni, come comunemente inteso dalla fine dell'impero romano (476 d.C.) alla scoperta del nuovo mondo (1492). Mille anni che han visto modificarsi la geografia politica, i difficili rapporti tra una Chiesa in crescita e il potere laico, ma anche scoperte e grandi progressi nelle scienze, evoluzione delle lingue parlate e la cultura che riprende vigore. Paralleli alla storia dei grandi eventi, corrono piccoli avvenimenti che pur hanno lasciato una traccia notevole nella evoluzione sociale ed economica, un succedersi di fatti e piccole cose che hanno inciso nel quotidiano della gente comune. Uno sguardo a questi avvenimenti ci regala l'immagine di un "Medioevo (quasi) inconsueto", diverso dall'immaginario collettivo, spesso oggetto di luoghi comuni come l'inferiorità della donna, lo jus primae noctis, i servi della gleba, eroici cavalieri erranti in cerca di pulzelle da difendere, animali misteriosi, e persino il terrore della fine del mondo alla mezzanotte dell'anno mille. Un medioevo che certamente non è fatto di "secoli bui", ma di avvenimenti e persone che ne hanno fatto una società viva e vivace, nonostante le avversità, in una evoluzione che ha rimosso le macerie di quello che fu il glorioso impero romano, caduto quando ormai di romano aveva ben poco.
20,00

Ragazzi, voglio raccontarvi una storia jazz!

di Daniela Vellani

Libro

editore: Robin

anno edizione: 2017

pagine: 240

Sono passati esattamente cento anni da quando l'Original Dixieland Jazz Band di Nick La Rocca incise il primo disco di jazz, un genere che è stato fortemente determinante nell'evoluzione della musica del ventesimo secolo. "Ragazzi, voglio raccontarvi una storia jazz!" è un manuale particolare che ha lo scopo di avvicinare i bambini ed i ragazzi a questo genere musicale affascinante. Si presenta attraverso un racconto che si svolge a New Orleans che vede protagonista l'anziano trombettista Tommy, un artista di strada, che a Bourbon Street racconta la storia del jazz a coloro che gli si avvicinano incuriositi dalla sua musica. Si tratta di un viaggio nel tempo che parte dalle origini africane e via via procede fino ad arrivare ai nostri giorni. Ogni tappa, corredata da un'immagine significativa, si avvale di un breve capitolo narrato, seguito da dialoghi a mo' di copione teatrale. La parte narrata diventa così una storia che parallelamente si snoda in conversazioni. Il libro è destinato ai ragazzi, ma naturalmente potrebbe risultare interessante anche per gli adulti che in modo semplice desiderano conoscere qualche curiosità di questo genere musicale e per i docenti che potrebbero utilizzare i dialoghi per trasformarli in un copione teatrale. Età di lettura: da 12 anni.
12,00

C'è vita su Google Maps? E altre storie quasi inverosimili

di Marco Preve

Libro: Copertina morbida

editore: Robin

anno edizione: 2017

pagine: 177

Un ladro d'appartamento spaventato dall'altezza, il capo di un call center ossessionato dai vestiti, un laureato precario vittima della dermatite e soggiogato dalla furia iconoclasta della Rete. Donne e uomini alla ricerca di una svolta, di una sicurezza, un'emozione, un riconoscimento, di un qualche posto in una realtà in cui vivono senza sentire di farne parte. Un bisogno che alcuni incontrano quasi casualmente per strada come la romantica autista di un bus, e che altri invece perseguono come obiettivo famigliare obbligando i propri cari appena deceduti a continuare a vivere su Facebook. Oppure costruendo comunità artificiali attorno al tavolo di un buffet. Storie che appaiono quasi inverosimili come i due amanti in "loop" di Google Maps. Ma solo quasi.
14,00

Il contabile delle anime

di Alessandro Gioppo

Libro: Copertina morbida

editore: Robin

anno edizione: 2017

pagine: 356

In una Torino multietnica e post industriale, in tempi di piena recessione economica, la scomparsa di un piccolo pusher non sembra turbare più di tanto le autorità. L'ex poliziotto Alberto Lasco, improvvisatosi detective per assoluta necessità, accetta la disperata richiesta d'aiuto della madre del ragazzo, convinto da un lauto anticipo in denaro più che da reali speranze di successo professionale. È un uomo robusto e ruvido, divorziato e padre di due figlie che, a causa di un provvedimento restrittivo, non può frequentare. Non ha un'automobile né tantomeno un telefono cellulare; veste un liso pastrano di pelle e sbarca il lunario lavorando a giornata per i commercianti del mercato di Porta Palazzo. Una versione patetica del "Corvo" di Brandon Lee. La ricerca del ragazzo ha un esito inaspettato e repentino: Alessio Granero, questo il nome del pusher, viene ritrovato cadavere il giorno successivo, ucciso. L'indagine, condotta cocciutamente dal detective con l'aiuto delle straordinarie abilità informatiche dell'amico Eugenio, si rivela fin da subito intricata e nebulosa. La morte di Alessio Granero, il primo incarico commissionato a Lasco da una madre disperata, si rivelerà essere l'esigua cornice, marginale e fuorviante, di un disegno molto più ampio e inquietante. Da un passato non troppo remoto antichi fantasmi tornano a ricordarci che non dobbiamo dimenticare. Mai.
16,00

Salvatore Morelli, il deputato delle donne

di Maria Grazia Colombari

Libro

editore: Robin

anno edizione: 2017

pagine: 184

Salvatore Morelli, importantissima anche se non sufficientemente conosciuta figura dell'area riformista italiana, opera e scrive nella seconda metà dell'ottocento. Le sue poderose riflessioni si concentrano sulle disuguaglianze sociali, storico-culturali, che penalizzano e sviliscono la figura femminile. Nelle pagine dei suoi scritti, più volte lo studioso e politico pugliese di Carovigno fa osservare come sia del tutto ingiustificato, disutile e antieconomico il processo discriminatorio nei confronti della donna. Ha una visione economica, sociale e umana oltremodo moderna. Focalizzare l'attenzione sui diritti umani e dar voce alle donne e ai più deboli della società per lui è una priorità sociale oltreché un dovere morale. È stato tra i più moderni e cosmopoliti degli italiani; è stato un pioniere con le sue concezioni addirittura avveniristiche - alcuni parlavano di utopia - per quel che riguardava il concetto della donna e del suo importante ruolo nella società; aveva uno sguardo che andava oltre l'orizzonte del tempo. Le proposte di Morelli, come si vedrà, erano in anticipo di circa cento anni, infatti per vederle realizzate bisognerà aspettare il nuovo diritto di famiglia del 1975: è stato un profeta inascoltato. Le donne, cui vuol dare i diritti che spettano loro, sono le donne invece cancellate dal Codice unitario. Morelli si fa portavoce delle rivendicazioni delle femministe italiane che non possono parlare in aula. Alcuni suoi spunti sulla condizione femminile e il sistema giuridico normativo che lo suggella paiono a un lettore frettoloso utopistici e irrealizzabili, ma se si guarda con più attenzione si scopre che il deputato italiano recupera con le sue proposte pensieri antichi e blasonati che si snodano fra "La Repubblica" di Platone, l'"Utopia" di More e "La Città del Sole" di Campanella. Riletta oggi, la posizione di Morelli è più facilmente condivisibile ma negli anni in cui veniva espressa rappresentava una profonda rivoluzione copernicana dei sistemi sociali. Emerge, nell'intellettuale pugliese, la centralità della riflessione come autostrada introspettiva che obbliga a fare i conti con se stessi e con le nostre conoscenze. Riscoprire oggi la figura di Salvatore Morelli significa anche ricordare un'Italia piena di contraddizioni che cercava di riunire sotto uno stesso tetto tante piccole Italie, una diversa dall'altra per tradizioni, idiomi, economia e politica.
14,00

Nessuna notizia dalla notte

di Paolo Tagliaferri

Libro

editore: Robin

anno edizione: 2017

pagine: 160

Una banda, un capo, un amore. La città eterna. La Roma di mafia capitale, della Suburra, dell'Aventino. Gli eroi criminali di questo noir vivono sulla strada e ne rispettano il codice. Un insieme di regole sanguinarie quanto ingenue. Spietate ma leali. Corrado Mauri, il Khan, comanda un gruppo di uomini decisi e pericolosi. Il suo sogno è il colpo di una vita. La rapina più grande di sempre. Sono agguerriti e preparati. Sono professionisti. Un solo ostacolo: il cuore. Sullo sfondo di una città dalla struggente bellezza, una storia appassionante di crimine e sentimento, di tenerezza e violenza.
12,00

Il manoscritto scomparso di Siddharta

di Emiliano Bezzon

Libro

editore: Robin

anno edizione: 2017

pagine: 224

Emiliano Bezzon, comandante della polizia locale di Varese, ambienta il suo nuovo giallo a Valsolda, in un paesaggio lacustre e montano affascinante e al tempo stesso inquietante. I personaggi che mette in scena - compreso il grande Hermann Hesse - sono tutti altamente credibili. Giorgia del Rio, affascinante psicologa di coppia milanese di mezza età, si reinventa come investigatrice privata sulla pista di mariti infedeli. Il nuovo mestiere la porta a lunghi appostamenti vicino a Lugano, all'uscita dei postriboli legali svizzeri frequentati soprattutto da italiani in cerca di facili avventure. Durante uno di questi appostamenti conosce casualmente Luna, giovane escort italiana con un figlio piccolo e una madre anziana da mantenere, e con lei nasce una sorta di amicizia. Giorgia trova una nuova cliente, una raffinata signora milanese che le chiede di indagare sulla morte del marito, precipitato apparentemente in modo casuale in un dirupo a Valsolda. L'indagine riporta Giorgia nei dintorni dei postriboli svizzeri e nei luoghi dove ha a lungo vissuto il suo scrittore preferito, Hermann Hesse. E proprio il manoscritto di "Siddharta", il romanzo più celebre di Hesse, si rivelerà al centro di un intrigo sorprendente che Giorgia riuscirà a risolvere con la collaborazione di Luna, del comandante della stazione dei carabinieri di Porlezza Gianfranco Maiani e della bellissima e giovanissima capitano Doriana Messina.
14,00

Il mondo di cristallo

di Gabriele Bertacchini

Libro

editore: Robin

anno edizione: 2017

In un mondo che corre sempre più veloce, l'uomo si è distaccato dalla Terra e dalle sottili energie che ne alimentano l'esistenza, perdendo di vista quelli che sono gli impalpabili equilibri dell'universo e le conseguenze delle singole scelte e azioni. La vita, con tutte le sue forme silenziose, non è più al centro dei suoi pensieri ed è stata messa da parte; eppure continua a pulsare ogni giorno tutt'intorno con sorprendente meraviglia, se solo ci si ferma per un istante ad osservarla. Nuove "leggi" inventate hanno preso il posto di quelle reali e si sono fatte strada tra le "città". Gli effetti sono come un "fumo grigio" che si solleva nel cielo, che non sempre si riesce a vedere, ma che quando si rivela si prova ad allontanare rincorrendolo con affanno. Le differenti problematiche ambientali vengono esaminate in una visione d'insieme, partendo dalla loro origine e matrice comune. In questo modo, la riflessione assume molteplici forme: da saggio sulla natura, a racconto filosofico, da studio sociologico a romanzo sulla vita dell'essere umano, su quello che ha sottovalutato e dimenticato, decidendo di vivere in "un mondo dalle pareti di cristallo".
14,00

Il veleno della vendetta

di Fabio Bergamaschi

Libro: Copertina morbida

editore: Robin

anno edizione: 2017

pagine: 280

Una vecchia fiamma di Massimo, Claudia, lo richiama nella sua città natale, Verona. La donna racconta di aver deciso di cambiare vita dopo anni di ricatti economici dovuti al giro di persone che ultimamente frequentava. Dopo un breve incontro tra i due, Massimo rischia di avere un incidente d'auto causato da uno sconosciuto, ma rimane fortuitamente illeso. L'episodio si rivelerà doloso. Il giorno seguente scopre che Claudia è stata uccisa nella cucina di casa e, memore delle parole della donna, decide di rimanere a Verona per indagare sull'omicidio. In città riprende una vecchia relazione con Patrizia, incontra il fratello di Claudia e diversi personaggi legati a diverso titolo al vissuto della donna. In un andirivieni tra Verona e Bergamo, città dove Massimo vive, tra diverse figure che continuamente intrecciano le loro vicende, il poliedrico protagonista, donnaiolo amante del cibo e del vino, campione di golf, ex investigatore, manager d'azienda, appassionato d'arte e cultura, scoprirà l'assassino di Claudia, confuso fino all'ultimo da indizi fuorvianti.
15,00

Il signor F. è morto in treno e altri racconti

di Maria Greco

Libro: Copertina morbida

editore: Robin

anno edizione: 2017

pagine: 109

"Cos'è un uomo morto, nel quarto vagone al posto 33? Non ho detto chi è (come sarebbe rispettoso) ma cos'è. Quel morto per caso, che sembra solo addormentato, si insinua fra i passeggeri come un ingombro, ottuso anzi molesto. Nessuna pietà, o curiosità, per la sua vita bruscamente rotta, solo fastidio o morbosità da gossip. E le scarpe del senatore disonesto, invece, chi sono? Perché continuano a saltare e bighellonare per casa, ribelli, rifiutando ostinate i piedi del padrone, e la loro stessa funzione di cose? Cosa vogliono dire, forse disgusto e noia? E poi c'è lo specchio che non riflette più il volto del signor M., a ricordargli (forse) che ha perso la sua "identità", e del resto pure la sua ombra si è dissociata dal titolare. L'umorismo è il sentimento del contrario, diceva Pirandello, e la sua ombra (ancora un'altra) aleggia sorniona su queste pagine visionarie. Ama infatti mischiare le carte e le prospettive, Maria Greco, e sovvertire i piani non solo di umani e cose ma anche dell'Olimpo, e in questo gioco irriverente, di penna colta e leggera, tra climi surrealisti e amorosa cura del dettaglio, ti sembra pure di incontrare Cechov, Gogol, Bontempelli. È così, per innocenza o spregiudicatezza, e sabotaggio delle cose, che i personaggi di questi racconti inciampano nel mondo, cercando se stessi o fingendosi al meglio, mettendo in scena una microsocietà del cinismo o dell'idiozia, della nevrosi e del luogo comune, del sogno imperfetto. Insomma del tic fascinoso del vivere." (Elvira Seminara)
10,00

Il partigiano franco

di Anna Maria Catano

Libro

editore: Robin

anno edizione: 2017

pagine: 176

Carolina aspetta ansiosa il figlio salito sui monti della Val Camonica. Che fine ha fatto Franco? Perché non torna? Sì, le aveva ripetuto che le notizie sarebbero state rade, che le lettere avrebbero potuto essere intercettate dai nazisti. Ma è trascorso troppo tempo ormai. La guerra è finita da mesi: anche i convogli carichi di deportati e reduci, affamati e macilenti, si stanno diradando. Cosa si nasconde dietro la sua scomparsa? Quale mistero celano i boschi camuni? Il partigiano Franco racconta un episodio della Resistenza lombarda da un punto di vista scomodo, quanto mai autentico. Un destino avverso del quale sono responsabili uomini in carne ed ossa che per settanta lunghi anni gli hanno negato pure la dignità della memoria. Cos'è successo in quei maledetti sette giorni, dal 19 al 25 giugno del 1944? La storia vera di un ragazzo che un giorno partì per la montagna in nome di un ideale chiamato Libertà.
12,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.