Il tuo browser non supporta JavaScript!

Scuola Normale Superiore

Æneis. Volgarizzamento senese trecentesco di Ciampolo Di Meo Ugurgieri

di Publio Virgilio Marone

Libro: Copertina rigida

editore: Scuola Normale Superiore

anno edizione: 2018

pagine: 555

Dopo la riscrittura cavalleresca dell'Æneis - compiuta nel XII secolo dall'autore del Roman d'Eneas, e di fianco alla versione compendiaria trecentesca che si attribuisce a ser Andrea Lancia, quella che si pubblica è la più antica traduzione integrale del sacrum poema virgiliano: la prima, dunque, non solo in un volgare italiano ma anche in una lingua romanza. Il volgarizzamento senese dell'Æneis è interessante per varie ragioni: per la sua qualità letteraria (Folena non esitò a parlare di «un capolavoro del genere»), per il riuso di tessere dantesche, per il suo significato "civile". Vedendo la luce negli anni del Governo dei Nove, il testo rientra, infatti, nel novero delle operazioni culturali (si pensi anche alla codificazione del mito della Lupa) volte alla ricostruzione della memoria pubblica che si era andata perdendo nel corso di due secoli di incontrollata espansione demografica e urbanistica. Nell'introduzione al testo critico si offre, innanzi tutto, una panoramica della fortuna medievale dell'Æneis, con speciale attenzione per i volgarizzamenti e rifacimenti italiani. Si raccolgono, poi, le informazioni biografiche relative a Ciampolo, esponente dell'importante famiglia senese degli Ugurgieri. Facendo il punto sulle testimonianze note, lo studio dei manoscritti permette, tra l'altro, di restituire al XV secolo il cosiddetto «codice Maiocchi», datato al 1340 da una falsa sottoscrizione e, anche su questa base, additato da alcuni studiosi come testimone più autorevole. Nei capitoli successivi, dopo aver preso in esame la storia testuale del volgarizzamento e la trasmissione del testo virgiliano nel Medioevo, si analizzano le tecniche traduttive: se si segnala, da un lato, la crudezza di alcune soluzioni latineggianti, dall'altro sono innegabili le capacità di Ciampolo nel plasmare una prosa fluida, mossa, ben ritmata. Sono prese in considerazione, infine, alcune questioni più specifiche, come il rapporto con il volgarizzamento compendiario del Lancia e la presenza, nei manoscritti, di un fitto apparato di chiose marginali e interlineari. La Nota al testo è preceduta da un capitolo di osservazioni linguistiche. L'edizione critica - di tipo ricostruttivo - è accompagnata da un commento che dà conto di questioni interpretative, problemi della traduzione, fatti linguistici rilevanti, interventi ecdotici delicati e ipotesi sulla lezione dell'exemplar latino. Il volume è completato da glossario e indici.
60,00

Ovidio. Relativismo dei valori e innovazione delle forme

di Antonio La Penna

Libro: Libro in brossura

editore: Scuola Normale Superiore

anno edizione: 2018

pagine: 432

Nel 1963 Antonio La Penna, nell'Avvertenza al suo libro su "Orazio e l'ideologia del principato", dedicandolo con parole commosse al suo professore di liceo, Enrico Freda, scriveva: "Certamente egli avrebbe desiderato da me ben altro; ma egli non amava i discepoli pedissequi". Né è difficile comprendere intensità di quelle parole, se si pensa a quanto siano stati importanti nel Mezzogiorno i licei e i maestri «di vocazione eccezionale» come Freda. Questo libro, insieme agli altri che La Penna ha scritto, dimostra come egli sia rimasto fedele agli insegnamenti avuti negli anni del liceo, approfonditi poi nella Scuola Normale con Giorgio Pasquali, diventando un maestro degli studi classici in Italia e in Europa.
40,00

Luigi Russo Adolfo Omodeo. Carteggio 1924-1946

Libro

editore: Scuola Normale Superiore

anno edizione: 2018

pagine: 1268

Adolfo Omodeo è stato, senza alcun dubbio, una delle personalità più alte della cultura e della politica italiana del Novecento. Oltre che con le sue opere storiche, ha lasciato un'orma profonda nella nostra società per la lezione di alta moralità che è riuscito a dare negli anni del fascismo quando era, come lo definì Croce, il secondo autore della Critica. Di lui fu amico Luigi Russo che ne curò la pubblicazione di due opere importanti e che ebbe con lui un ricco carteggio che viene qui pubblicato per la prima volta, prezioso sia per illuminare la personalità dei due studiosi, sia per mostrare da un punto di vista non comune quale fosse la condizione degli intellettuali italiani nel periodo fascista.
55,00

Lutero

di Delio Cantimori

Libro: Libro in brossura

editore: Scuola Normale Superiore

anno edizione: 2018

pagine: 129

Delio Cantimori è stato uno dei maggiori studiosi di storia del XX secolo, conosciuto sia in Italia che in Europa per i suoi fondamentali studi sugli eretici italiani, i riformatori e i giacobini del Settecento e per le importanti ricerche sulla storia del marxismo. Sono lavori scritti in uno stile rigoroso e severo, tutto risolto nei problemi su cui cerca di gettare luce; uno stile volutamente estraneo a ricercatezze di tipo formale, che egli considerava addirittura fuorvianti rispetto al compito dello studioso di storia. Il ritratto di Lutero costituisce perciò una straordinaria eccezione: scritto in modo vibrante e coinvolgente mostra come Cantimori avesse notevoli doti narrative e fosse capace di scrivere pagine al tempo stesso appassionanti e rigorose, delineando una immagine indimenticabile di Lutero e della funzione svolta dalla Riforma nella costruzione delle 'libertà dei moderni'. Le Edizioni della Normale ripubblicano questo piccolo classico, introdotto da Adriano Prosperi.
10,00

Antonio Magliabechi nell'Europa dei saperi

Libro

editore: Scuola Normale Superiore

anno edizione: 2018

pagine: 576

Gli elogi di Antonio Magliabechi, al pari delle critiche e delle invidie che suscitò, ne hanno fatto spesso un mito fra i suoi contemporanei e, talvolta, anche fra gli studiosi che se ne sono occupati di recente. Mancava uno sforzo critico di sintesi su ciò che veramente egli fu e rappresentò. Erudito, bibliofilo e bibliotecario, Magliabechi incarna la figura dell'intelligencer, di colui che fa circolare saperi su scala internazionale stimolandone la produzione e la diffusione. Partendo dalla sua dimensione familiare nella città natale, Firenze, e dalle sue relazioni con la corte medicea, il volume copre grandi spaccati della storia intellettuale europea degli anni 1660-1710. Uno dei fili rossi è quello degli scambi con scienziati e letterati italiani, ma anche olandesi, francesi, tedeschi e inglesi, di varia formazione e di varie confessioni religiose. L'eredità di Magliabechi è sempre visibile attraverso la ricca iconografia che ha ispirato e la sua collezione di libri e manoscritti, oggi nucleo importante della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze.
45,00

Burckhardt e Nietzsche. Cinque studi

Libro

editore: Scuola Normale Superiore

anno edizione: 2018

pagine: 188

L'incontro con Burkhardt fu fatale per Nietzsche, che non riuscì più a liberarsi dalla presenza e dal ricordo del maestro basileese - il quale a sua volta rimase impressionato, colpito e turbato dalla personalità del più giovane amico, come dimostrano le lettere che gli scrisse e soprattutto la strategia che seguì nei loro rapporti, cercando di tenersi lontano da una esperienza, e da pensieri, che lo inquietavano in modo profondo. Manfred Posani illumina questa appassionante vicenda, ampliando l'orizzonte di riferimento, attraverso un'analisi originale sia dei testi che di veri e propri miti storici e politici - ad esempio l'incendio di Parigi -, in uno stile asciutto, rapido, capace di andare alla sostanza di un problema tanto affascinante quanto complesso e, per certi aspetti, indecifrabile.
10,00

Fortune di Marc Bloch

di Francesco Mores, Francesco Torchiani

Libro

editore: Scuola Normale Superiore

anno edizione: 2018

pagine: 168

Marc Bloch è stato uno dei più grandi storici del XX secolo, ben noto per i suoi capolavori a cominciare da "I re taumaturghi". Ma è stato anche molto altro; e, per molti versi, di più: un grande intellettuale, un grande organizzatore di cultura, un grande combattente nella Resistenza francese contro il nazismo, prima col nome di Narbonne, poi di Blanchard. Catturato dalla Gestapo, fu torturato e fucilato. Non sorprende dunque - anzi conferma il carattere singolare, e originale, della sua esperienza scientifica e intellettuale - che alle origini della sua fortuna in Italia sia stato Franco Venturi, come lui antifascista, combattente nella Resistenza italiana nelle fila di Giustizia e libertà, e, come lui, grande studioso di storia. E non stupisce che a una conoscenza più ampia e rigorosa del suo lavoro abbia dato impulso Armando Saitta, studioso della Rivoluzione francese e di Filippo Buonarroti. In una sorta di trittico ideale, Bloch, Venturi e Saitta rappresentano una lunga e feconda stagione della storiografia europea, caratterizzata dall'intreccio organico di 'politica' e 'cultura', sentite, e concepite, come parte di un medesimo impegno civile. Il libro mostra il confluire di questi motivi nella fortuna di Bloch in Italia, rivelando quanto Venturi e Saitta (ma anche Arsenio Frugoni) si siano impegnati per trapiantare nella nostra cultura la lezione storica ed etico-politica del maestro francese.
10,00

Aristotele. La fiamma nel cuore

Libro

editore: Scuola Normale Superiore

anno edizione: 2017

pagine: 186

In quattro brevi scritti Aristotele analizza fenomeni che caratterizzano l'intero arco vitale delle nature animate, piante comprese, dalla nascita alla morte e dalla giovinezza alla vecchiaia, utilizzando i concetti fondamentali della sua filosofia della natura. Lo sguardo è sulle condizioni della natura individuale e ambientale che, nello scenario di corruttibilità proprio degli esseri generati, consentono alla gracile fiammella della vita che arde nel loro cuore di rimanere accesa o di spegnersi definitivamente. La natura e l'anima che presiede all'esercizio delle funzioni vitali si compenetrano mostrando che una spiegazione in chiave finalistica dei processi della vita non può prescindere dalla componente materiale che costituisce i viventi in quanto tali.
25,00
28,00
25,00

Le direzioni della ricerca logica in Italia

Libro: Libro in brossura

editore: Scuola Normale Superiore

anno edizione: 2016

pagine: 314

29,00

Sul pensiero del Novecento

di Eugenio Garin

Libro: Libro in brossura

editore: Scuola Normale Superiore

anno edizione: 2014

pagine: 100

10,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.