Editore Silvana - Ultime novità

Silvana

Gea Casolaro. Mare magnum nostrum. Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2021

pagine: 144

Gea Casolaro (Roma, 1965) ha ideato Mare Magnum Nostrum a seguito del grande naufragio avvenuto al largo delle coste di Lampedusa il 3 ottobre 2013, in cui persero la vita più di 350 persone, interrogandosi su come il mare condiviso da tante popolazioni possa invece diventare un luogo di separazione funesto. Il progetto di arte partecipativa, a cura di Leonardo Regano e realizzato con il sostegno dell'ottava edizione di Italian Council, si è sviluppato grazie alla collaborazione del pubblico, che ha messo a disposizione le foto scattate sulle sponde del nostro mare: foto di vacanze, partenze, tragedie, denuncia, lavoro, di ogni tipo ed epoca. Nel 2021 l'opera è entrata a far parte della collezione permanente del Museo Nazionale di Ravenna.
28,00

Dante e la Divina Commedia in Emilia Romagna. Testimonianze dantesche negli archivi e nelle biblioteche

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2021

pagine: 416

Il catalogo della mostra "Dante e la Divina Commedia in Emilia-Romagna" si configura come il tributo più importante a Dante Alighieri per il settimo centenario della sua morte (1321-2021) nella terra «tra 'l Po e 'l monte e la marina e 'l Reno» che fu per il poeta una seconda patria e l'ultimo rifugio del suo sofferto esilio. Curato da studiosi specialisti di Dante, i filologi Gabriella Albanese e Paolo Pontari e il paleografo Sandro Bertelli, il catalogo censisce, indaga e valorizza il patrimonio librario e documentario antico dantesco di ben quattordici biblioteche e archivi che hanno ospitato un evento espositivo diffuso di straordinaria ampiezza, realizzato grazie al partenariato tra la Società Dantesca Italiana e l'Istituto per i Beni Culturali, ora Servizio Patrimonio culturale, della Regione Emilia-Romagna. I saggi introduttivi, a firma di autorevoli studiosi del mondo accademico e di responsabili degli Istituti librari della Regione, offrono bilanci e novità sul ruolo determinante che il territorio lungo l'antico asse della Via Emilia ebbe nella vita e negli scritti del poeta e nella diffusione e ricezione della Commedia e delle altre opere dantesche. Oltre duecento schede dettagliate di importanti e splendidi manoscritti, di documenti per lo più inediti e di antichi e rari stampati illustrano il patrimonio dantesco delle quattordici sedi espositive. In chiusura, oltre agli Indici e alla Bibliografia, è offerto un Censimento completo del patrimonio librario antico dantesco in Emilia-Romagna, allargato ai testimoni conservati anche in tutte le altre Istituzioni della Regione.
37,00

Nadia Nava. Arte/moda

di Gatti

Libro: Copertina rigida

editore: Silvana

anno edizione: 2021

pagine: 176

Arte e moda rappresentano due mondi strettamente legati nella ricerca di Nadia Nava, artista milanese che mescola senza soluzione di continuità un'innata sensibilità per la materia a un'approfondita conoscenza dei procedimenti tecnici. Da un lato la realizzazione di opere che spaziano dalla pittura all'assemblaggio, dal ready-made all'installazione, dal disegno alla stampa tradizionale, dall'altro lo studio e la creazione di textures applicate ai tessuti, in una fortunata produzione che l'ha portata a collaborare con i più importanti stilisti internazionali, tra cui Christian Dior, Prada, Louis Vuitton, Jil Sander.
28,00

Aldo Tagliaferro. Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina rigida

editore: Silvana

anno edizione: 2021

pagine: 296

Il volume propone una approfondita riflessione sull'opera di Aldo Tagliaferro (Legnano, 1936 - Parma, 2009), condotta sulla base di una ricostruzione sistematica del suo percorso, a partire dagli anni sessanta, che lo vedono impegnato nella realizzazione dei pezzi che egli stesso ha raccolto sotto il nome di Rapporto quotidiano politico, sino al suo ultimo impegnativo intervento, Sopra/sotto un metro di terra (2000). Con il supporto dei materiali custoditi nell'archivio dell'artista, il volume restituisce tutto lo spessore e la complessità del fare di Tagliaferro; ne emerge una figura coerente, che fonda la sua ricerca su una tensione etica oltre che estetica, servendosi della fotografia quale strumento più adeguato per mettere in atto quel processo di "rilevamento-rivelamento" che, come un fil rouge, attraversa tutta la sua produzione. Il saggio introduttivo di Cristina Casero illustra tutte le fasi del lavoro di Tagliaferro, dalle esperienze che lo avvicinano al gruppo della Mec-Art alla partecipazione alla Biennale di Venezia, senza trascurare il periodo della maturità, quando si fanno più significative le istanze autobiografiche.
39,00

Piero della Francesca. De prospectiva pingendi

di Rocco Sinisgalli

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2021

pagine: 528

Piero della Francesca è stato uno dei più importanti pittori e, nello stesso tempo, anche un grande matematico del Rinascimento. Fu attivo tra la prima e la seconda metà del XV secolo ed è l'autore del più importante trattato di prospettiva di tutti i tempi: il De prospectiva pingendi. Quest'opera fondamentale segna la fine del Medioevo e l'inizio dell'Età moderna, ponendo così fine al periodo della protostoria della prospettiva del Rinascimento. Questo lavoro, infatti, si afferma come uno degli sviluppi chiave della cultura rinascimentale e occidentale. Una nuova era inizia grazie al De prospectiva pingendi: l'era della nuova disciplina della rappresentazione nelle arti e nelle scienze. Nel De prospectiva pingendi si possono trovare spettacolari operazioni grafiche e geometriche utilizzate, ad esempio, per rappresentare la testa umana. Oggi questi calcoli sono realizzati per mezzo di un moderno computer. Rocco Sinisgalli presenta la prima Edizione ricostruita e traduzione comparata del De prospectiva pingendi. Ciò è stato possibile perché sia la traduzione comparata, volgare-latina, sia i disegni dell'intera opera sono stati realizzati contestualmente, con diagrammi dettagliati: in particolare quelli dei teoremi del Capitello, delle due Teste Umane e della Cupola.
28,00

Miró. Il colore dei sogni

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2021

pagine: 160

Joan Miró (Barcellona, 1893 - Palma di Maiorca, 1983) è uno dei protagonisti della scena artistica internazionale del XX secolo. Attraverso cinquanta opere fra gli anni trenta e gli anni settanta, per la gran parte a olio su tela, il volume propone un percorso che evidenzia la sfida continua operata dall'artista nei confronti della pittura tradizionale, nell'intento di "assassinarla". La sua arte si fonda su sensazioni, emozioni immediate e suggestioni: colori brillanti e forti contrasti, linee sottili e soggetti allucinati e onirici. Miró dipinge ispirandosi alle forme della natura, ma anche alla musica; per un periodo compone inoltre poesie di stile surrealista, seguendo meccanismi psicologici simili a quelli adottati in pittura. Egli aspirava al divino e la musica e la poesia erano le sue fonti di ispirazione. A essere particolarmente documentati sono gli ultimi decenni di attività dell'artista, con tele di grande formato e poetica bellezza, e i temi ricorrenti che egli reinventa con frequenza - con l'uso costante di simboli come gli uccelli, le stelle o i cieli stellati, la donna - nello stesso tempo sottolineando influenze così diverse come la tradizione popolare, la calligrafia asiatica o i graffiti urbani. Un viaggio dentro i sogni di Miró, perché questa è la trama della sua arte.
26,00

Tesori del Marchesato di Salluzzo. Arte, storia e cultura tra Medioevo e Rinascimento

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2021

pagine: 168

Il volume descrive la stagione di maggior fulgore del Marchesato di Saluzzo, un piccolo stato di frontiera che nel basso Medioevo ha avuto un ruolo importante tra la Francia e le maggiori potenze territoriali italiane. Con il grande protagonista della stagione tardogotica, il marchese Tommaso III (1357?-1416), il clima culturale è pervaso dalla civiltà cavalleresca di stampo francese, mentre con i suoi successori Ludovico I (1416-1475) e Ludovico II (1475-1504), il territorio presenta una pluralità di espressioni artistiche. Nel corso del Cinquecento, quando lo stato perde la sua autonomia con l'annessione alla Francia, prima di essere assorbito dal Ducato di Savoia, la cultura figurativa saluzzese si avvia infine verso un aggiornamento al manierismo di ispirazione centroitaliana. Le opere presentate illustrano questo ampio percorso cronologico con numerosi esempi tratti dalla pittura, dalla scultura, dall'intaglio, dall'oreficeria, in un continuo gioco di rimandi tra i materiali esposti e ciò che è visibile sul territorio, accostando le commissioni di corte alla cultura variegata e spontanea che caratterizza le vallate alpine.
30,00

Il mestiere del conoscitore. Federico Zeri

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2021

pagine: 464

Nel 2018 la Fondazione Federico Zeri ha dedicato il corso annuale di alta formazione sui grandi conoscitori della storia dell'arte al suo illustre fondatore, di cui quest'anno ricorre il centenario della nascita. La pubblicazione di quegli interventi si inserisce dunque nel calendario degli eventi celebrativi. I contributi qui raccolti, scritti da sedici importanti studiosi, riflettono l'ampiezza degli interessi e del raggio d'azione di Zeri. Essi spaziano infatti dalla rievocazione delle riscoperte e dei dibattiti principali di cui egli è stato protagonista (dalla questione Giotto-Cavallini a Carlo Crivelli, da Donato de' Bardi alla pittura dell'Italia centrale e meridionale, dallo Pseudo-Rinascimento alla pittura della Controriforma), alle riflessioni sulla sua magistrale padronanza degli strumenti della connoisseurship (la ricostruzione di polittici smembrati, i casi del Maestro delle Tavole Barberini e del Maestro dei Baldraccani, gli eccentrici fiorentini, il giovane Bernini) e al suo interesse per il censimento e la catalogazione del patrimonio artistico nazionale (i cataloghi di collezioni italiane, il repertorio della Natura morta). Non manca un affondo sulla sua scrittura scientifica, sobria e icastica in aperta reazione a quella elaborata da Roberto Longhi. Una pluralità di voci e strumenti a conferma della centralità di Zeri nel dibattito storico-artistico della seconda metà del Novecento.
34,00

Vetri veneziani. La collezione Carla Nasci-Ferruccio Franzoia

Libro: Copertina rigida

editore: Silvana

anno edizione: 2021

pagine: 552

Il volume presenta la sorprendente collezione di vetri veneziani donata dai coniugi Carla Nasci e Ferruccio Franzoia alla Galleria d'arte moderna Carlo Rizzarda di Feltre. Una raccolta di oltre 800 pezzi che spaziano dal XVIII secolo alla contemporaneità, e che consentono di ammirare in particolare la produzione muranese e i suoi grandi artisti del vetro. Un primo nucleo annovera gli eleganti vetri liberty e déco prodotti dalla Vetri Soffiati Muranesi Cappellin Venini & C. negli anni venti: direttore artistico della ditta era Vittorio Zecchin, una tra le personalità più affascinanti che operarono a Venezia tra la Prima guerra mondiale e il decennio successivo, che con i suoi elegantissimi soffiati trasparenti ispirati al Rinascimento, impresse una svolta determinante nella produzione muranese coeva. Un secondo gruppo è rappresentato dai manufatti prodotti tra il 1925 e il 1960 riferibili alla figura di Carlo Scarpa, ideatore di forme e tessuti vitrei innovativi di grande successo, che collaborò rispettivamente con la ditta Cappellini dal 1926 e con la Venini dal 1932, insieme a una miscellanea di prodotti di altre ditte e autori attivi in laguna. La terza tipologia di manufatti documentata è quella dei vetri da mensa: oggetti di consumo destinati a un uso effimero e dunque importante testimonianza di gusto e costume.
49,00

Il paesaggio in Italia dalla pittura romantica all'arte contemporanea. Una infinita bellezza

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2021

pagine: 272

Il dibattito sulla salvaguardia dell'ambiente è più che mai all'ordine del giorno a livello internazionale. Tuttavia è importante evidenziare come temi quali l'amore e la sensibilità per la Natura, e più in generale l'interesse per il Paesaggio, siano già stati fonte d'ispirazione per tantissimi artisti, dai pittori preromantici di fine Settecento ai maestri contemporanei. L'Infinita bellezza del paesaggio italiano è raccontata attraverso le immagini di questo volume, che presenta oltre 200 opere tra dipinti, sculture e installazioni dedicate a questo tema e alle sue diverse forme di rappresentazione. Dalle poetiche romantiche del pittoresco e del sublime, all'affermazione positivista del vero, passando attraverso le nuove ricerche divisioniste e simboliste e le provocazioni delle Avanguardie, fino ad arrivare alle semplificazioni della Pop Art e alle concettualizzazioni dell'arte contemporanea.
26,00

Sul filo di Raffaello. Impresa e fortuna nell'arte dell'arazzo

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2021

pagine: 304

Giorgio Vasari, nel dare alle stampe le sue Vite degli artisti, consegnò ai posteri un ritratto esemplare di Raffaello, contribuendo ad alimentare la fama del pittore che, affermatasi fin da subito, crebbe nelle epoche successive. Il mito di Raffaello e della perfezione della sua arte, frutto del successo immediato delle sue opere, si consolidò anche in virtù della loro diffusione: le sue creazioni infatti raggiunsero i contesti più disparati - in Italia e in Europa - grazie soprattutto all'opera degli incisori che con le loro stampe ne consentirono una rapida circolazione, rendendole modelli inesauribili di forme e invenzioni. Lo studio accolto in queste pagine si colloca nel solco delle ricerche riguardanti l'irradiamento dell'opera di Raffaello, e ne verifica per la prima volta la fortuna nello specifico campo dell'arazzeria. Un'indagine approfondita, che parte dalla serie di arazzi più nota - derivata dai cartoni raffaelleschi e da quelli realizzati per la "Scola Nuova" dai suoi collaboratori - per contemplare tutta una serie di manufatti derivata dalle opere pittoriche, con una particolare attenzione agli affreschi realizzati a Roma nelle Stanze Vaticane. Tessuti nelle più grandi manifatture europee, questi prodotti permisero la diffusione dell'opera di Raffaello contribuendo, al pari della più nota pratica incisoria, al consolidamento e all'arricchimento della fortuna del grande artista rinascimentale.
34,00

Dante e le arti al tempo dell'esilio. Catalogo della mostra (Ravenna, maggio-luglio 2021). Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2021

pagine: 288

Il volume, edito nell'ambito delle celebrazioni per il settimo centenario della morte di Dante, è dedicato ai lunghi anni trascorsi dal Poeta in esilio. Condannato ad esso da Papa Bonifacio VIII, Dante visse peregrinando in diverse città tra le quali Arezzo, Verona, Padova, Bologna, Lucca, Pisa e Ravenna. Attraverso una raffinata selezione di opere dei più importanti artisti del tempo, concesse dai più prestigiosi musei nazionali e internazionali, il volume ne ripercorre le tappe, proponendo, fra i vari capolavori, anche ciò che il Poeta stesso ebbe occasione di ammirare nel suo lungo itinerare per l'Italia, e che influenzò la scrittura della sua Commedia. Opere di Giotto, Cimabue, Nicola Pisano, Arnolfo di Cambio, Giovanni e Giuliano da Rimini, accanto a preziose oreficerie, tessuti e miniature - come la Bibbia Istoriata poi appartenuta a Carlo V - consentono di rievocare i tormentati eventi del periodo - con le speranze infrante legate all'imperatore Arrigo VII - mostrando al contempo le profonde mutazioni e novità nell'arte che caratterizzano i primi vent'anni del Trecento.
34,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.