Skira

Schiele e il suo tempo

Libro: Copertina morbida

editore: Skira

anno edizione: 2018

pagine: 183

A differenza degli espressionisti tedeschi con le loro composizioni dai colori esasperati e dai contorni spesso brutali, anche nelle raffigurazioni più inconsuete e anticonvenzionali Schiele e il giovane Kokoschka utilizzarono sempre tonalità sfumate. Il punto nodale nell'arte dei due pittori austriaci è l'introspezione psicologica. Soprattutto per quel che riguarda Schiele, la figura e il volto dell'individuo sono il luogo dell'espressione e dei sentimenti. Oltre alle sue figure estatiche, Schiele ha creato paesaggi animati con alberi o case, in cui i motivi divengono visioni di rara forza espressiva. Ognuna di queste vedute, non importa se con alberi o case, è una sorta di paesaggio cosmico. Osservando dipinti come Muro e casa davanti a un pendio con steccato o Albero autunnale mosso dal vento ci rendiamo immediatamente conto di come la natura inaridita e la fine della bella stagione siano il paradigma della fugacità. Con Schiele e Kokoschka, Gustav Klimt, ichard Gerstl, Koloman Moser e gli altri protagonisti dell'arte moderna austriaca.
19,00

Il Golem

di Gustav Meyrink

Libro: Libro rilegato

editore: Skira

anno edizione: 2018

pagine: 268

Il Golem, l'essere artificiale creato dalla magia del rabbino Loew, riprende vita grazie allo scambio di un cappello nel Duomo di Praga, squarciando il velo che separa il mondo reale da quello segreto e oscuro dei sogni. Il Golem, cui una parola infilata tra i denti conferisce una vita provvisoria e cui la stessa parola, privata della prima lettera, spegne l'esistenza (Emeth - verità, Meth - morte).
20,00

Vampiri: Dracula-Carmilla-Il vampiro

Libro: Copertina rigida

editore: Skira

anno edizione: 2018

pagine: 474

Per la prima volta, riuniti in un volume, i tre testi che nell'Ottocento hanno dato forma al canone della letteratura vampirica. "Il Vampiro" di Polidori (1819), scrittore e medico britannico, il primo racconto sul tema; "Carmilla", dell'irlandese Joseph Sheridan Le Fanu (1872), la prima vampira donna, testo che ispirerà Bram Stoker per il suo "Dracula" (1897), il più celebre vampiro di tutti i tempi.
25,00

I De Filippo. Il mestiere in scena. Catalogo della mostra (Napoli, 28 ottobre 2018-24 marzo 2019)

Libro: Copertina morbida

editore: Skira

anno edizione: 2018

pagine: 213

Eduardo, Vincenzo e Mario Scarpetta ed Eduardo, Titina, Peppino, Luigi e Luca De Filippo sono stati drammaturghi, attori e registi che hanno attraversato due secoli di storia teatrale e culturale italiana. Narratori di una modernità che non cessa mai di stupire così come di affascinare ogni genere di pubblico, simboleggiano l'arte di una commedia che da Napoli, fucina di idee e di esperienze di scena e di vita, diventa ben presto metafora di un universo che travalica il tempo e lo spazio, che contiene le voci della guerra e della rinascita, la superstizione e il pregiudizio svelato, la furbizia e la pietà. Il racconto della loro vita e del loro teatro è un viaggio magico, che svela un'umanità a volte disperata e a volte attonita nella sua quotidiana lotta per la sopravvivenza fisica e morale.
38,00

Picasso. Metamorfosi

Libro

editore: Skira

anno edizione: 2018

pagine: 295

"La maggior parte dei pittori fabbrica uno stampo per le torte, e poi fa le torte. Sempre le stesse torte. Sono molto contenti. Un pittore non deve mai fare quello che la gente si aspetta da lui. Il peggior nemico di un pittore è lo stile" (Pablo Picasso). Queste parole di Picasso permettono di attribuire un significato più preciso all'interesse per le fonti antiche da parte di uno dei più grandi geni del Novecento. Dalle sue opere traspare in filigrana un'Antichità dissimulata e reinventata con grande spontaneità che contribuisce alla rigenerazione di un processo creativo rimesso incessantemente in discussione. "Picasso. Metamorfosi" consente di penetrare nel cuore di quest'alchimia creativa intessuta di invenzioni e riferimenti al passato. Questa mostra è parte della manifestazione "Picasso-Méditerranée", un evento culturale di respiro internazionale che si svolge tra il 2017 e il 2019. Il programma, a cui partecipano più di settanta istituzioni, comprende una serie di iniziative articolate intorno all'opera "ostinatamente mediterranea" di Pablo Picasso. L'itinerario tra i luoghi dell'arte picassiana, promosso dal Musée national Picasso-Paris, offre un'inedita esperienza culturale con l'obiettivo di rafforzare i legami tra le diverse sponde del Mediterraneo.
45,00

Una orchestra da amare. LaVerdi. Storia, esperienza, progetto

di Luciano Ballabio

Libro: Copertina morbida

editore: Skira

anno edizione: 2018

pagine: 240

Pur essendosi ormai affermata come una delle più importanti orchestre sinfoniche europee, laVerdi non è mai stata soltanto un'orchestra. Nata a Milano nel 1993, laVerdi si è ben presto trasformata in una vulcanica fucina di iniziative volte a realizzare una missione ambiziosa e appassionante: diffondere la cultura dell'ascolto e della pratica musicale coinvolgendo tutti, in particolare i bambini e i giovani. In questa prospettiva la musica e il canto possono diventare la più significativa attività autoformativa e la più importante esperienza etica ed estetica della nostra vita. Sono presenti alcuni contributi anche in lingua inglese.
28,00

Dylan/Schatzberg

di Jerry Schatzberg

Libro: Copertina rigida

editore: Skira

anno edizione: 2018

pagine: 250

"Come soggetto fotografico, Dylan era il migliore. Bastava puntargli addosso l'obiettivo e le cose semplicemente accadevano. Abbiamo avuto un buon rapporto e lui era disposto a provare qualsiasi cosa" (Jerry Schatzberg). "Il tipo giusto al momento giusto nel posto giusto." Così Julia Morton ha descritto il lavoro e la personalità di Jerry Schatzberg: un illustre fotografo di moda che si trasforma in ritrattista di celebrità e regista cinematografico - ha al suo attivo undici film, tra cui gli applauditissimi Panico a Needle Park (1971) e Lo spaventapasseri (1973). Ma le parole di Morton non potrebbero essere più azzeccate per evocare i primi ritratti di Bob Dylan scattati da Schatzberg. Negli anni sessanta il fotografo si trova al centro della vivace scena culturale newyorkese e sceglie i suoi soggetti tra grandi artisti, intellettuali e gente famosa. Spronato dagli amici, scopre la musica di Dylan con un leggero ritardo, ma coglie appieno il suo genio e il suo carisma fin dal loro primo incontro, avvenuto durante la registrazione di High 61 Revisited. Punta l'obiettivo su Dylan proprio in questo momento cruciale della carriera del cantautore - un periodo che ha visto la nascita di alcuni dei suoi capolavori - contribuendo notevolmente a plasmarne l'immagine. Dall'iconica copertina di Blonde on Blonde agli scatti "rubati" nello studio di registrazione, il Dylan visto da Schatzberg ci restituisce l'immagine di un'intera epoca: rivoluzione in movimento. Il fotografo riflette su questo "momento giusto", concentrandosi sulla musica, l'atmosfera del downtown newyorkese e i personaggi che ne sono stati testimoni e creatori.
55,00

Achille Castiglioni visionario. L'alfabeto allestitivo di un designer regista-Achille Castiglioni visionary. The installational alphabet of a designer director

Libro: Copertina morbida

editore: Skira

anno edizione: 2018

pagine: 306

Achille Castiglioni, architetto di fama internazionale dalla forte capacità visionaria, è stato un grande protagonista della stagione d'oro del design italiano. Nella sua lunga carriera ha realizzato 290 oggetti - vere e proprie icone della cultura della modernità - e ben 484 allestimenti, strumenti di comunicazione culturale e commerciale di straordinaria importanza, da sempre centrali nella tradizione del fare. Attraverso schizzi, disegni, modelli, oggetti originali e prototipi che mettono in evidenza la perfetta combinazione di semplicità e ironia, vengono qui indagate la sua grande capacità di regia, la profondità delle sue idee e la sua abilità nel costruire spazi in stretta collaborazione con i graphic designer, in particolare con lo svizzero Max Huber.
35,00

Una grotta fra terra e mare. Le meraviglie del Puerto Princesa Underground river

Libro: Copertina rigida

editore: Skira

anno edizione: 2018

pagine: 224

L'isola di Palawan, nelle Filippine, custodisce uno straordinario tesoro sotterraneo: il Puerto Princesa Underground River o Natuturingan, come lo chiamano i locali. Patrimonio dell'Umanità UNESCO dal 1999, e dal 2012 tra le nuove sette meraviglie naturali della Terra. È percorsa da un fiume sotterraneo che attraversa la montagna da parte a parte per sbucare a pochi metri dal Mar Cinese Meridionale. E ospita un ricchissimo ecosistema: centinaia di specie animali, molte delle quali endemiche, e una catena alimentare basata sul guano prodotto da vaste colonie di rondini e pipistrelli. Fra le grotte turistiche più visitate al mondo, la Natuturingan Cave mantiene intatto il suo fascino ancestrale grazie a una gestione lungimirante: non una luce è stata installata all'interno, non un passaggio è stato cementato, non un pontile è stato allestito sulla spiaggia. Con piccole barche a bilancieri i visitatori possono accedere a oltre un chilometro di gallerie allagate, vivendo un'esperienza mozzafiato. Ma la grotta cela molti altri ambienti, talvolta di dimensioni colossali. Qui, immerse nel silenzio del tempo, si trovano mineralizzazioni e concrezioni di rara bellezza. Negli ultimi trent'anni il gruppo La Venta ha dato un contributo fondamentale all'esplorazione e documentazione di questa grotta: un lungo lavoro finalmente raccontato in questo libro, che permette a tutti di godere di una delle più straordinarie meraviglie sotterranee del nostro pianeta.
42,00

Lorenzo Lotto. Il richiamo delle Marche. Luoghi, tempi e persone

Libro: Copertina morbida

editore: Skira

anno edizione: 2018

pagine: 293

Agosto 2016. Al Prado di Madrid e alla National Gallery di Londra si sta lavorando a un'importante mostra sui ritratti di Lorenzo Lotto. Nelle Marche si registra la prima di una serie di scosse sismiche che sconvolgono la terra che l'artista, veneziano di nascita, aveva scelto come patria d'elezione, al punto da volervi concludere la vita, a Loreto. Nelle Marche si conservano ben 25 sue opere straordinarie. Alcune di esse devono essere messe in sicurezza, ma l'insieme è salvo ed è un nucleo che costituisce un museo diffuso unico al mondo: il "Museo Lotto". Perché non riaprirlo e riproporlo in modo nuovo? E perché non pensare a un'esposizione - seria, densa, in rapporto con quella del Prado e della National Gallery - sulla sua esperienza nelle Marche, magari riportandovi le opere eseguite per esse e ormai lontane? È quanto si propone in questa iniziativa culturale, di tutela, conoscenza, divulgazione e ricerca.
36,00

Ottocento lombardo

Libro: Copertina morbida

editore: Skira

anno edizione: 2018

pagine: 111

Nel 1820 si fa notare all'esposizione dell'Accademia di Brera un giovane pittore veneto, destinato a diventare il modello e il maestro di un'intera generazione: Francesco Hayez. Indiscusso protagonista del romanticismo italiano, Hayez porta a Milano la ventata di modernità che gli ambienti artistici e culturali stanchi delle pastoie del classicismo, attendevano da tempo. Con lui altri pittori - da Molteni a D'Azeglio, da Migliara a Canella - operano per un cambiamento dell'arte lombarda, in un'azione di rinnovamento che tocca tutti i generi, a partire dal paesaggio, tema che in quegli anni conosceva finalmente la propria autonomia. In un viaggio che parte dalla generazione romantica e arriva alle soglie della rivoluzione divisionista, passando per la scapigliatura e le tendenze naturalistiche della seconda metà del secolo, le opere in catalogo - provenienti da importanti musei lombardi e da prestigiose collezioni private - raccontano un periodo storico ricco di cambiamenti culturali, artistici, politici e sociali, che apre le porte all'epoca contemporanea.
29,00

Magritte

di AA.VV.

Libro: Copertina morbida

editore: Skira

anno edizione: 2018

Magritte procede per dissociazione: rompere i legami tra somiglianza e affermazione, stabilire la loro ineguaglianza, fare agire l'una senza l'altra, conservare quella che deriva dalla pittura ed escludere quella che è la più vicina al discorso; proseguire il più a lungo possibile la continuazione indefinita del simile, ma alleggerirla di ogni affermazione che tentasse di dire a che cosa somiglia. Pittura del 'Medesimo' liberata dal 'come se'. Siamo alla massima distanza dal trompe-l'oeil. Quest'ultimo vuole far passare il più pesante carico di affermazione mediante l'astuzia di una somiglianza convincente: "Ciò che vedete sulla superficie di quel muro non è un insieme di linee e di colori; è una profondità, un cielo, delle nuvole che hanno alzato il sipario del vostro tetto, una vera colonna intorno a cui potete girare, una scala che prolunga i gradini su cui vi trovate (e voi fate già un passo nella sua direzione, vostro malgrado), una balaustra di pietra da cui si stanno affacciando per vedervi i volti attenti dei cortigiani e delle dame, che portano nastri e abiti uguali ai vostri, che sorridono al vostro stupore e ai vostri sorrisi, facendo verso di voi dei segni che trovate misteriosi soltanto perché hanno già risposto senza aspettare quelli che voi farete loro". (dalla Presentazione di Michel Foucault)
11,90

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.