Editore Skira - Ultime novità | P. 8

Skira

Dizionario giuridico dell'arte. Guida al diritto per il mondo dell'arte

di Silvia Segnalini

Libro: Copertina rigida

editore: Skira

anno edizione: 2018

pagine: 285

Il diritto dell'arte nella sua quintessenza: raccolto in un testo unico, utile per tutti gli art addicts, per antiquari, archeologi, architetti, art advisors, artisti e i loro eredi, bibliofili, case d'aste, collezionisti, consulenti, curatori, designers e fashion designers, docenti e studenti di accademie d'arte e facoltà con indirizzo artistico, diplomatici, editori d'arte, eredi di collezioni, fund-raisers, galleristi, librai antiquari, manager della cultura, gestori di patrimoni, banche, fondazioni, mecenati, filantropi, mercanti d'arte, musei, periti d'arte, restauratori, storici dell'arte e studiosi, trasportatori d'arte, sponsor, uffici stampa. Tutti gli aspetti legali del mercato dell'arte e del collezionismo ancora una volta riuniti in un unico volume, spiegati con termini semplici, affrontati con ironia e leggerezza: quasi un "manuale di galateo" per art addicts e aspiranti tali. Con la consapevolezza che gli anni sono passati, e tutto è cambiato perché nulla cambi, nel sistema dell'arte, in perfetto stile gattopardesco. Come da tradizione oramai, il lettore si aspetta un testo ben condito da aneddoti, curiosità, divertissements, casi ed esempi scelti tra i più bizzarri, e per questo tra i più esemplari, di un mondo, come quello dell'arte, sempre più glocal, sempre più plurimilionario, sempre più glamour, sempre più caratterizzato dalla contaminazione dei linguaggi. Non è un caso quindi che l'autrice abbia deciso di dare il giusto risalto, oltre che alle tematiche giuridiche tradizionali legate ai beni culturali e all'antiquariato, anche a tutto ciò che è oggi di tendenza: fotografia, installazioni, performance, design, video arte, digital art, land art. Arrivando a comprendere anche la moda: perché il mondo dell'arte (soprattutto contemporanea) e quello del fashion sono tutt'altro che lontani.
30,00

Carta preziosa. Il design del gioiello di carta. Ediz. italiana e inglese

di Bianca Cappello

Libro: Copertina rigida

editore: Skira

anno edizione: 2018

pagine: 69

Promosso da Comieco (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica), questo volume è uno scrigno di 21 gioielli di carta da costruire, indossare, regalare e mostrare nei momenti speciali. 21 gioielli realizzati da altrettanti designer e artisti contemporanei di fama internazionale che da anni lavorano con la carta, riuniti qui per la prima volta per mostrare che la carta è preziosa: un bene da valorizzare e non sprecare. 21 gioielli "preziosi", realizzati in carta 100% riciclata con processi ad alta sostenibilità ambientale, colorata in pasta con tinte di origine vegetale e sapientemente fustellata a mano. Le schede con i gioielli sono arricchite da testi inediti sulla storia del gioiello di carta e sulla manipolazione della carta nelle sue molteplici forme, dall'antichità fino a oggi. Introduzione di Carlo Montalbetti.
25,00

Mangiarsi le parole. 101 ricette autore

Libro: Copertina rigida

editore: Skira

anno edizione: 2018

pagine: 183

Ricette e inediti di: Simonetta Agnello Hornby, Sibilla Aleramo, Alfredo Baccelli, Riccardo Bacchelli, Luigi Barzini, Maria Bellonci, Augusto Guido Bianchi, Arrigo Boito, Oretta Bongarzoni, Massimo Bontempelli, Isabella Bossi Fedrigotti, Katia Brentani, Gianni Brera, Irene Brin, Vincenzo Buonassisi, Paolo Buzzi, Raffaele Calzini, Andrea Camilleri, Gianrico Carofiglio, Roberto Centazzo, Arnaldo Cipolla, Matteo Codignola, Leila Costa, Lucio D'Ambra, Eduardo De Filippo, Grazia Deledda, Mario Dell'Arco, Alberto Denti di Pirajno, Umberto Eco, Aldo Fabrizi, Farfa, Fillìa, Carlo Foà, Luciano Folgore, Antonio Franchini, Carlo Emilio Gadda, Chiara Gamberale, Stefania Giannotti, Salvator Gotta, Massimo Grillandi, Olindo Guerrini, Jarro, Carlo Levi, Carlo Linati, Giuseppe Lipparini, Elena Loewenthal, Giuseppe Lupo, Loriano Macchiavelli, Marco Malvaldi, Laura Mancinelli, Dacia Maraini, Paolo Marchi, Michele Mari, Biagio Marin, Paola Masino, Paolo Monelli, Alberto Moravia, Aimo Moroni, Ada Negri, Umberto Notari, Nico Orengo, Laura Orvieto, Alfredo Panzini, Goffredo Parise, Giovanni Pascoli, Mario Paternostro, Carola Prosperi, Leonida Rèpaci, Egisto Roggero, Omero Rompini, Michele Saponaro, Margherita Sarfatti, Vanni Scheiwiller, Leonardo Sciascia, Clara Sereni, Elisabetta Severina, Mario Sironi, Walter Siti, Mario Soldati, Lorenzo Stecchetti, Fabio Ibmbari, Giuseppina Torregrossa, HansTuzzi, Giuseppe Ungaretti, Andrea Vitali.
29,00

Oliviero Toscani. Immaginare. Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina morbida

editore: Skira

anno edizione: 2018

pagine: 320

Oliviero Toscani (Milano, 1942), fotografo e comunicatore di fama internazionale, ha creato immagini e campagne per United Colors of Benetton, Esprit, Chanel, Robe di Kappa, Fiorucci, Prénatal, Jesus Jeans, Inter, Snai, Toyota, Artemide, Ministero italiano dell'Ambiente e della Salute, Croce Rossa Italiana, Regione Calabria, Fondazione Umberto Veronesi e molte altre, impostando le campagne sui grandi temi contemporanei di interesse sociale - si ricordano in particolare quelle sulla pena di morte, sull'AIDS, sull'anoressia, sulla violenza contro le donne, sul randagismo e sulla sicurezza stradale. Ha collaborato con le testate più prestigiose, fra cui "Elle", "Vogue", "GQ", "Harper's Bazaar", "Esquire", "Stern" e "Liberation". Ha inoltre ideato e diretto "Colors", il primo giornale globale al mondo, e ha concepito e diretto Fabrica, centro di ricerca di creatività nella comunicazione moderna. Toscani pone da sempre l'attenzione sull'atto di "immaginare" come momento di scelta consapevole del mestiere di fotografo. Capace di spingere e spingersi con creatività nella meravigliosa ricerca della scoperta e della conquista, usa trasgressione e provocazione, forze che appartengono all'arte, e fa della diversità un valore contro l'omologazione e per una libera espressione della comunicazione. Vengono qui presentati oltre cinquant'anni di fervida e incessante attività; la mostra multimediale (Centro Culturale Chiasso, 10 ottobre 2017 - 21 gennaio 2018) dà conto di tutta la sua produzione: dalle campagne pubblicitarie e di comunicazione ai redazionali, dalle esposizioni alle pubblicazioni e alle interviste, dai loghi ai progetti di corporate identity ai video
36,00

Bruno Di Bello. «Digitale. Archeologico»

Libro: Copertina morbida

editore: Skira

anno edizione: 2017

pagine: 95

"L'arte cambia lo sguardo attraverso cui una cultura guarda il mondo, rivelandosi uno strumento di osservazione capace di costruire un paradigma conoscitivo della realtà coerente e attuale. È necessaria una consapevolezza teorica e critica come quella di Bruno Di Bello, fra gli artisti più significativi del panorama contemporaneo, per poter 'cambiare' la prospettiva con cui l'arte si rappresenta. Di Bello, che ha sviluppato il proprio percorso creativo sulla base di una meditata e consapevole adesione al paradigma avanguardistico, presenta un approccio conoscitivo e una sensibilità visiva fortemente condizionati dalle contaminazioni tra arte e nuove tecnologie digitali, traendo dalla avanguardia forme e contenuti che vanno ben oltre la semplice rivoluzione estetica. I suoi lavori si caratterizzano per una visione fondata su una modalità seriale, votata all'investigazione dello schematismo e della sequenzialità e trovano la loro coerenza nella costante ricerca dell'oggettività dell'opera." (Maria Savarese). Catalogo della mostra presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli (Napoli, 11 novembre-17 dicembre 2017).
19,00

Storia dei longobardi

di Paolo Diacono

Libro: Copertina morbida

editore: Skira

anno edizione: 2017

pagine: 167

L'"Historia Langobardorum" di Paolo Diacono, qui proposta in traduzione italiana, è considerata uno dei capolavori della storiografia antica. L'autore, in stretti rapporti con le corti ducali longobarde di Cividale e Pavia, imbevuto di cultura classica, risiedeva presso la corte di Carlo Magno, che dei Longobardi era stato il vincitore. Suddivisa in sei libri, narra la storia del popolo Longobardo dalle origini alla morte del re Liutprando, nel 744. Questa "Storia" è anche un affresco di ampio respiro sul paesaggio europeo dell'epoca, sulle grandi migrazioni delle genti e lo scontro delle civiltà, raccontati talora con l'ingenuità tipica del cronista altomedievale, talora con l'acume politico del grande storiografo, in un'affascinante testimonianza del percorso di un popolo di conquistatori che, della cultura tardoromana e cristiana, furono allo stesso tempo vincitori e vinti.
12,00

Confesso che ho stonato

di Gianni Mura

Libro: Copertina morbida

editore: Skira

anno edizione: 2017

pagine: 103

Dalla Piaf mangiauomini all'elogio della fisarmonica, dai legami tra calcio e musica all'omaggio a Sergio Endrigo, dai primi Festival di Sanremo imparati a memoria agli ultimi, serenamente trascurati: viaggio arbitrario per chi è totalmente, irrimediabilmente stonato e lo dichiara subito (l'autore), ma continua a sentire il fascino della canzone e a volte osa addirittura parlare di poesia. Con il rischio di essere criticato sia dai poeti sia dai cantautori, gente abbastanza permalosa. La difesa è già pronta: troppo amore.
13,00

Il gioiello nel sistema moda. Storia, design, produzione

Libro: Copertina morbida

editore: Skira

anno edizione: 2017

pagine: 129

"Il gioiello nel sistema moda" è una guida essenziale per conoscere la profonda relazione tra gioiello e abito dagli albori del moderno "sistema moda", nel XIX secolo, sino al contemporaneo fashion system nei principali centri di irradiazione della moda internazionale. L'affascinante mondo del gioiello per la Moda è raccontato in modo chiaro e approfondito nei suoi temi fondamentali, dalla terminologia e definizione del concetto all'atto creativo dello stilista al ruolo di interpretazione e inventiva del designer e del biqiottiere, svelando le dinamiche di progettazione e indagando lo sviluppo dei processi produttivi: dal prototipo alla sua trasformazione finale per il cliente, passando dall'ispirazione per arrivare al laboratorio, alle sfilate in passerella giungendo infine alle vetrine dei negozi e alla grande distribuzione. Un intenso e inedito lavoro di ricerca e di interviste sul campo traccia il percorso che intreccia gioiello, moda, design e artigianato con un particolare focus sulla contemporaneità e il crescente successo di questo prodotto nel mercato del fashion retail mondiale. Un significativo corredo di immagini accompagna il testo, trasformando questo libro in una fonte di ispirazione e uno strumento indispensabile per gli addetti ai lavori così come per gli appassionati e i collezionisti. Con testi di Bianca Cappello, Cristina Giorgetti, Samuele Magri, Maurizio Manca, Elisa Motterle, Alessandra Quattordio, Roberto Zanon.
26,00

Storia della moda XVIII-XXI secolo

di Enrica Morini

Libro: Copertina morbida

editore: Skira

anno edizione: 2017

pagine: 607

Nel corso degli ultimi tre secoli è nata la moda moderna. È uscita dalle corti e, accompagnando tutte le trasformazioni sociali di questi trecento anni, ha interessato un numero sempre maggiore di persone fino a diventare un fenomeno di massa, In questo lungo percorso si è data un'organizzazione professionale, produttiva e commerciale, anch'essa cresciuta e modificatasi nel corso del tempo: dalle marchandes de modes all'haute couture, fino alla confezione industriale. Contrariamente a quanto avveniva in precedenza, la moda moderna ha attribuito un ruolo preminente all'aspetto creativo. I couturier delle maison parigine e gli stilisti sono spesso stati gli interpreti del nuovo. Alcuni dei loro nomi sono indissolubilmente legati ai più importanti cambiamenti culturali e di stile di vita che si sono verificati dalla metà dell'Ottocento a oggi. A lungo essi sono stati i punti di riferimento fondamentali per l'intera industria della moda, ma soprattutto per il pubblico che si serviva nei loro atelier, che acquistava nelle loro boutique o che guardava i loro modelli sulle riviste per scegliere il guardaroba per la nuova stagione. La moda moderna è nata a Parigi e lì è rimasta per più di due secoli, ma nel corso del Novecento altri centri hanno saputo interpretare meglio o in modo più tempestivo i mutamenti in atto: New York, Firenze e Roma, Londra, Milano e poi ancora Parigi.
32,90

Luca Gilli. Incipit. Il divenire di un'architettura-An arcitectural becoming

Libro

editore: Skira

anno edizione: 2017

pagine: 96

L'opera architettonica è stata colta nel suo divenire, cioè mentre era in gestazione e progressivamente diventava una creatura. Si è, così, configurata una vera e propria rappresentazione genetica che, attraverso il germinare della luce e dei simboli essenziali, seguiva lo sbocciare di quella musica e di quel messaggio. Gilli non cerca di fotografare un'immagine, si dispone piuttosto all'attesa della sua apparizione, si fa tramite del passaggio tra la realtà e l'immagine alla quale essa dà vita. Nella fotografia di Gilli tutto è poesia, e tutto è logica. Il disegno generale eccede l'opera dell'architetto, i dialoghi tra l'opera e gli elementi che la compongono - il suo appartenere a un preciso paesaggio, ma anche gli infiniti paesaggi interni -si moltiplicano indefinitamente.
32,00

Non sparate sul pianista. Viaggio nel cinema western

di Gaetano Liguori

Libro: Copertina morbida

editore: Skira

anno edizione: 2016

pagine: 224

16,00

Lei mi parla ancora

di Giuseppe Sgarbi

Libro: Copertina morbida

editore: Skira

anno edizione: 2016

pagine: 128

"Hai sempre amato le attenzioni di Elisabetta. La tua voce cambiava quando parlavi al telefono con lei. Capivo chi era all'altro capo del filo dal tono che usavi. Quella dolcezza era riservata a lei. A Vittorio hai sempre parlato come parla un padre. A lei come una madre. A me come una donna. Possedevi il dono delle lingue. A ciascuno la sua. Nessuna mi aveva mai parlato così. Né nessun'altra l'ha mai fatto. Credo sia questa la cosa che mi ha fatto innamorare. La tua bellezza era l'esca, certo, ma è stata la tua testa a pescare nel mio cuore. Mai conosciuto una testa così. Lucida, vivida, fulminante. E io non sono mai stato tanto felice di aver abboccato a un amo. Un amore che vive anche adesso che tu non vivi più. Per questo il dolore è così grande. 'Finché morte non vi separi' è una bugia. Il minimo sindacale. Un amore come il nostro arriva molto più in là. E il tuo lo sento anche da qui." L'amore di Giuseppe Sgarbi per la moglie Rina, scomparsa un anno fa, è di quelli che non si trovano più. È stato un amore che ha dato pienezza, significato, profondità, valore e bellezza a una strada percorsa fianco a fianco negli anni, qui evocato in una "prosa piana, percorsa da echi e risonanze come ogni classicità." (Claudio Magris). Dopo "Lungo l'argine del tempo" e "Non chiedere cosa sarà il futuro" in questa sorta di romanzo-elegia "Nino" Sgarbi racconta, in un delicato e appassionato dialogo a distanza, l'amore inesauribile per la sua sposa, compagna e anima di tutta una vita.
14,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento