Editore TASCHEN - Ultime novità

TASCHEN

Pucci. Update edition. Ediz. italiana, inglese, francese e tedesca

Libro: Copertina rigida

editore: TASCHEN

anno edizione: 2021

pagine: 420

Emilio Pucci aveva una passione per le donne, un senso visionario dello stile e un occhio particolare per il colore e il design. Grazie a questi talenti creò una casa di moda che si distingueva da tutte le altre. Agli albori degli anni '50 la sua boutique sull'isola di Capri forniva a ricche aristocratiche, ereditiere e star del cinema i famosi pinocchietti (o pantaloni alla Capri), sciarpe di seta e abiti leggeri. Al termine di quel decennio, Jacqueline Kennedy e Marilyn Monroe indossavano i suoi abiti e a metà degli anni '60 la sua griffe era sinonimo dello stile di vita dorato del jetset internazionale. La moderna epopea di Pucci affonda le proprie radici nell'Italia del Rinascimento: il fondatore della maison, il marchese Emilio Pucci di Barsento, era un aristocratico carismatico il cui lignaggio risaliva al quattordicesimo secolo. È la storia di un'evoluzione: una piccola ditta di famiglia che da piccolo negozio è diventata una catena internazionale. Ed è anche una storia di innovazione: Pucci è stato uno dei primi brand a dotarsi di un logo e un pioniere della diversificazione, firmando abbigliamento sportivo, oggetti per interni e accessori. La maison Pucci ha introdotto un tipo di tessuto leggero e stampato a colori vivaci e una nuova palette nella moda femminile, ed è sempre alla ricerca di nuove tecnologie nei tessuti e nella stampa. Attraverso centinaia di fotografie, disegni e istantanee provenienti dagli archivi della Fondazione Emilio Pucci, questo volume in formato gigante è in grado di catturare l'eleganza e le suggestioni di un brand unico. Il testo di Vanessa Friedman contestualizza la produzione di Pucci all'interno della storia della moda e presenta la dinastia di questa famiglia.
200,00

Velázquez. The complete works

di José Lopez-Rey, Odile Delenda

Libro: Copertina rigida

editore: TASCHEN

anno edizione: 2020

pagine: 416

Manet lo riteneva "il più grande pittore che sia mai esistito". Picasso fu così colpito dal suo capolavoro, Las Meninas, che ne dipinse 44 varianti. Francis Bacon realizzò uno studio sul suo ritratto di Papa Innocenzo X. Monet e Renoir, Corot e Courbet, Degas e Dalí... per tanti astri della storia dell'arte, il banco di prova definitivo era (ed è ancora oggi) confrontarsi con Diego Rodríguez de Silva y Velázquez (1599-1660). Questa edizione riunisce tutta l'opera di Velázquez e include una selezione di ingrandimenti e fotografie di dipinti recentemente restaurati, realizzate grazie allo sforzo congiunto di TASCHEN e Wildenstein. Le immagini sono accompagnate da un commento approfondito di José López-Rey che mette in luce l'interesse di Velázquez per la vita umana e la sua capacità di dedicare pari attenzione a tutti i soggetti (da una vecchietta intenta a friggere uova fino al papa o al re), nonché la sua abilità nel rendere il colore e la luce, che più di due secoli dopo avrebbe influenzato gli impressionisti.
50,00

America 1900. Ediz. inglese, francese e tedesca

di Marc Walter, Sabine Arqué

Libro: Copertina rigida

editore: TASCHEN

anno edizione: 2020

pagine: 612

Queste cartoline realizzate con la tecnica della stampa fotocromatica provengono dalla collezione privata di Marc Walter e sono state prodotte dalla Detroit Photographic Company tra il 1888 e il 1924. Attraverso un processo di stampa litografica che risaliva a circa 20 anni prima, queste cartoline offrivano al pubblico americano le primissime fotografie a colori degli Stati Uniti. All'improvviso, tutti potevano vedere i colori del continente. Le ricche tinte ocra e marroni del Grand Canyon come l'abbagliante Atlantic City divennero un piacere visivo che non solo i loro abitanti potevano contemplare ma tutti gli americani, in ogni angolo del paese. Intrise di questo senso della scoperta e dell'avventura, le immagini qui raccolte costituiscono un viaggio attraverso il tempo, le persone e i luoghi. Ci fanno attraversare gli ampi e variegati paesaggi dell'America del Nord, incontrando le sue numerose comunità, e soprattutto ci portano indietro di oltre un secolo. In oltre 600 pagine, incluse alcune pieghevoli, quest'ampia panoramica ci trasporta dagli insediamenti dei Nativi americani fino a Chinatown, a New York, da alcuni degli ultimi cowboy fino allo splendore di Coney Island. Splendenti come lo erano 120 anni fa, queste immagini rare e notevoli che hanno portato l'America agli americani, ora portano il passato americano fino ai giorni nostri.
50,00

What great paintings say. 100 masterpieces in detail

di Rainer Hagen, Rose-Marie Hagen

Libro: Copertina rigida

editore: TASCHEN

anno edizione: 2020

pagine: 762

Questo importante contributo alla nostra comprensione dei capolavori della storia dell'arte mette alcuni dei dipinti più famosi al mondo sotto una lente di ingrandimento, per svelarne gli elementi più minuscoli e impercettibili, scoprendo tutto ciò che hanno da dirci su tempi, luoghi e culture ormai lontani. Guidando il nostro occhio alla scoperta delle minuzie di soggetto e simbolismo, Rose-Marie e Rainer Hagen regalano nuova vita anche al più famoso dei dipinti grazie ai misteri che ci rivelano. La sposa è incinta? Perché l'uomo indossa un berretto? In che modo l'ombra della guerra aleggia sulla scena di ballo? Pagina dopo pagina, viaggeremo dall'Antico Egitto all'Europa moderna, dal Rinascimento ai Ruggenti Anni Venti. Incontreremo eroi greci e squattrinati poeti tedeschi, vagando tra cattedrali e cabaret, dal Giardino dell'Eden a un giardino della Francia rurale. Mano a mano che isoliamo i vari dipinti e li assembliamo nuovamente come fossero puzzle giganti, queste celebri tele ci sapranno catturare non solo per l'incredibile quantità di dettagli ma anche per la capacità di registrare mode e tendenze, personaggi e stili di vita, amori e politica del loro tempo.
50,00

Goya

di Rainer Hagen, Rose-Marie Hagen

Libro: Copertina rigida

editore: TASCHEN

anno edizione: 2019

pagine: 96

Dai ritratti di corte per i reali spagnoli alle strazianti scene di guerra e dolore, Francisco José de Goya y Lucientes (1746-1828) si è affermato come uno degli artisti più ammirati e controversi della Spagna. Maestro di luce e forma, la sua influenza si è tramandata nei secoli, ispirando e ammaliando artisti di ogni epoca, dal romantico Eugène Delacroix ai fratelli Chapman, gli enfants terribles della Britart. Nato a Fuendetodos nel 1746, Goya lavorò presso la famiglia reale dal 1774, producendo incisioni e arazzi per i grandi palazzi e le residenze reali del paese. Ricevette inoltre commissioni dagli aristocratici del suo tempo e realizzò ritratti di ricchi e potenti in uno stile sempre più fluido ed espressivo. In seguito, dopo un periodo di malattia, l'artista si concentrò su disegni e incisioni dall'atmosfera più cupa, introducendo un inquietante mondo popolato da streghe, fantasmi e creature fantastiche. Ma furono le terribili raffigurazioni di guerra a consacrare Goya alla fama. Realizzato tra il 1810 e il 1820, I disastri della guerra, un'opera capace di cogliere tutta la crudeltà e il sadismo dell'animo umano, si ispira alle atrocità compiute durante la lotta spagnola per l'indipendenza dal dominio francese. I toni tetri, le pennellate frenetiche e l'uso aggressivo del chiaroscuro in stile barocco richiamano i dipinti di Velázquez e Rembrandt, tuttavia la brutale sincerità dei soggetti non trova precedenti. In questa introduzione ripercorreremo l'intera carriera di Goya, tramutatosi da elegante pittore di corte a nefasto veggente del grottesco e delle atrocità. Tra le pagine troveremo celebri ritratti, come Don Manuel Osorio Manrique de Zúñiga, la luminosissima Maja desnuda, e Fucilazioni del 3 maggio 1808, una delle immagini di guerra più strazianti della storia dell'arte.
12,00

Bob Dylan. A year and a day. Ediz. italiana e spagnola

di Daniel Krämer

Libro: Copertina rigida

editore: TASCHEN

anno edizione: 2018

pagine: 280

L'ormai emblematico portfolio di Daniel Kramer su Bob Dylan documenta l'anno del "big bang" dell'artista: la svolta del 1964-65. Per un anno e un giorno, Kramer ha avuto il privilegio di immortalare Bob Dylan in tour, sul palco e nel backstage, creado uno dei portfolio fotografici più affascinanti che siano mai stati realizzati su un musicista, nonché una testimonianza eccezionale dell'incredibile ascesa al successo di Dylan. Tra i punti chiave della sua carriera, Kramer ricorda il concerto con Joan Baez alla Philharmonic Hall del Lincoln Center, la sessione di registrazione di "Bringing It All Back Home" e il concerto, ormai leggendario, a Forest Hills, dove il suo controverso passaggio alla chitarra elettrica divenne emblematico del suo stato di continua evoluzione. Testimonianza di un periodo seminale nella storia del rock e in quella di Bob Dylan, queste fotografie ritraggono anche una serie di amici e collaboratori di tutto rispetto, come Joan Baez, Johnny Cash, Allen Ginsberg e Albert Grossman. Bob Dylan: "A Year and a Day" presenta un'accurata selezione di circa 200 immagini, che includono alcuni scatti scartati per le copertine degli album "Bringing It All Back Home" and "Highway 61 Revisited".
50,00

Espressionismo

di Norbert Wolf

Libro: Copertina rigida

editore: TASCHEN

anno edizione: 2017

pagine: 96

Angoli netti, forme bizzarre, colori sporchi e prospettive distorte sono elementi tipici dell'espressionismo, il movimento nato nel XX secolo che rese protagoniste le emozioni, preferendole alla realtà oggettiva. Particolarmente florido in Germania e Austria, l'approccio espressionista si fece strada sulla scena internazionale e oggi è considerato uno dei cambiamenti che più hanno influenzato la storia dell'arte. Gli espressionisti, rappresentati dal gruppo Die Brücke (Il ponte) e Der Blaue Reiter (Il cavaliere azzurro), nonché da esponenti del calibro di Vasilij Kandinskij, Egon Schiele ed Emil Nolde, rinnegarono l'impressionismo, definendolo "l'abnegazione dell'uomo, ridotto a mero strumento di registrazione del mondo esterno", per dedicarsi alla rappresentazione della realtà nuda e cruda, così come la si vive, non come la si vede. I loro dipinti vibrano di carico emotivo, trasmesso grazie a una palette di colori intensi e innaturali, pennellate ampie e trame spesse. Esplorando le peculiarità stilistiche del gruppo, gli influssi e i suoi protagonisti principali, questo volume introduttivo presenta il panorama espressionista, con i suoi stati d'animo, le idee e le emozioni, alla ricerca della verità più autentica.
12,00

Futurismo

di Sylvia Martin

Libro: Copertina rigida

editore: TASCHEN

anno edizione: 2017

pagine: 96

Il movimento futurista fu fondato nel 1909 da Filippo Tommaso Marinetti insieme ai pittori Giacomo Balla, Umberto Boccioni, Carlo Carrà e Gino Severini, uniti nell'esaltazione del dinamismo e delle macchine. Il gruppo, che crebbe fino a comprendere pittori, scultori, designer, architetti e scrittori, mirava a superare il polveroso establishment culturale per entrare in una nuova era di modernità lucente, vigorosa e purificata. Il futurismo occupa una posizione tanto importante quanto ambivalente nella storia dell'arte. I suoi membri idearono metodi rivoluzionari per trasmettere il movimento, la luce e la velocità, ma non hanno mancato di scatenare controversie per via della glorificazione della guerra e dell'adesione al fascismo. Le loro tele frenetiche, quasi furiose, sono notevoli tanto per l'aggressività virile quanto per la sperimentazione radicale con pennellate, trame e colori volta a registrare gli oggetti in movimento nello spazio. Presentando i protagonisti e le opere principali della ricca produzione futurista, questo volume offre un'introduzione al movimento che si scagliò con vigore contro tutti gli "ismi" del passato, finendo per crearne uno a sua volta.
12,00

Émile Prisse d'Avennes. Oriental art-Orientalische Kunst-L'art oriental

di Sheila Blair, Jonathan Bloom

Libro: Copertina rigida

editore: TASCHEN

anno edizione: 2016

pagine: 520

Il francese Émile Prisse d'Avennes(1807-1879), orientalista, scrittore e artista, fu uno dei più grandi egittologi che la storia abbia conosciuto prima del Novecento. Da giovane sognava di esplorare l'Oriente e all'età di 19 anni iniziò a viaggiare, visitando Grecia, Palestina e India. Negli oltre 40 anni successivi attraversò Siria, Arabia, Persia, e visse per un certo periodo in Egitto e Algeria. Convertitosi all'Islam, nei suoi viaggi si presentava con il nome arabo di Idris Effendi. Dotato di un occhio attento alla simmetria, l'opulenza e la complessità delle culture visive locali, Prisse d'Avennes decise di documentare le forme d'arte e architettura che incontrava sulla propria strada. Il suo lavoro sarebbe in seguito divenuto una delle più eccezionali indagini sull'arte e l'architettura islamiche: "L'art arabe d'après les monuments du Kaire", pubblicata a Parigi tra il 1869 e il 1877. Questa nuova edizione Taschen dona nuova vita alle magistrali cromolitografie di Prisse d'Avennes, rispettandone tutta l'attenzione al dettaglio e al contesto storico, sociale e religioso. Per agevolare meglio la comprensione della materia, il volume include inoltre gli studi di Prisse d'Avennes sui popoli e i costumi della Valle del Nilo, da lui pubblicati nel 1847 in "L'album oriental". Si tratta pertanto di una preziosa testimonianza non solo dell'eredità araba, persiana e ottomana, ma anche della storia del pensiero e dell'immaginario tra Europa e Medio Oriente.
16,00

Haring

di Alexandra Kolossa

Libro: Copertina rigida

editore: TASCHEN

anno edizione: 2016

pagine: 96

Quando morì stroncato dall'AIDS, Keith Haring (1958-1990) aveva appena 31 anni ma era già un artista affermato e di grande successo. Il suo stile originale e immediatamente riconoscibile, fatto di spesse linee nere, colori vivaci e figurine simili a cartoni animati, ispirate ai graffiti, gli valsero il plauso tanto del grande pubblico quanto del mondo dell'arte: i suoi lavori fecero la loro comparsa simultaneamente su T-shirt, pareti delle gallerie d'arte e muri delle città. Nel 1986 Haring aprì a Soho, New York, Pop Shop, un negozio che vendeva gadget da lui stesso disegnati, i cui proventi erano destinati sia a organizzazioni benefiche sia al suo progetto di portare la propria arte al pubblico, in particolare ai bambini di strada, di cui si occupò per tutta la vita.
12,00

Cubismo

di Anne Ganteführer-Trier

Libro: Copertina morbida

editore: TASCHEN

anno edizione: 2015

Con Picasso e Braque a fare da apripista, il Cubismo è stato il primo movimento d'avanguardia del XX secolo. Pesantemente influenzato dall'asprezza dell'arte e della scultura africane e dei nativi americani, il Cubismo destruttura le convenzioni di punto di vista e prospettiva, rivoluzionando la pittura e l'arte occidentale in generale. Con le sue forme piatte, geometriche, sovrapposte, semplificate e i piani spaziali frammentati, il Cubismo è diventato uno dei movimenti più influenti e di vasta portata dell'arte moderna. Questo libro narra la storia ed espone la teoria dietro il Cubismo, ed esamina l'opera dei suoi primi esponenti, e degli artisti che li seguirono. Gli artisti: Pablo Picasso, Edmond Fortier, Paul Cézanne, George Braque, Henri Le Fauconnier, Jean Metzinger, Fernand Léger, Juan Gris, Albert Gleizes, Henri Laurens, Salvador Dalí, Brassaï, Robert Delaunay, Raymond Duchamp-Villon.
12,00

Kahlo

di Andrea Kettenmann

Libro: Copertina rigida

editore: TASCHEN

anno edizione: 2015

pagine: 96

I quadri sorprendenti di Frida Kahlo erano in molti modi l'espressione di un trauma. Figlia di un fotografo tedesco immigrato e di una donna messicana di origini indie, Frida (1907-1954) a 18 anni fu coinvolta in un grave incidente stradale che le causò seri problemi di salute per tutta la vita, inclusa l'impossibilità di avere figli. Questo libro riccamente illustrato della collana Basic Art offre un'introduzione accessibile e informata alla vita e all'opera di Frida Kahlo e un'analisi delle sue tele suggestive e colorate, che combinano la tradizione religiosa messicana con elementi surrealisti. Questi quadri possono essere visti come riflessi sia della sofferenza fisica dell'artista sia del suo matrimonio esplosivo con il celebre pittore Diego Rivera - una relazione tumultuosa segnata da temperamenti furiosi, numerose relazioni extraconiugali, il divorzio e un nuovo matrimonio. Molte opere esplorano anche gli ideali politici legati al comunismo che i due condividevano. La sua opera è stata riconosciuta postuma alla fine degli anni '70 e dichiarata proprietà dello stato messicano nel 1983. Oggi Frida Kahlo è considerata una delle pittrici più importanti del XX secolo, un'icona del femminismo e una pioniera dell'arte latinoamericana.
12,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento