Collana T+A. Territori di architettura - Ultime novità

Gangemi: T+A. Territori di architettura

Morfologia urbana e tessuti storici-Urban morphology and historical fabrics

Libro: Copertina morbida

editore: Gangemi

anno edizione: 2016

pagine: 207

Il progetto contemporaneo dei centri minori del Lazio. Questo volume indaga sul problema di come i piccoli centri storici possano non solo sopravvivere quali testimonianze di una straordinaria civiltà architettonica ma, soprattutto, avere un loro sviluppo alternativo alla metropoli. Propone di rivolgersi allo spazio antico per rivisitarlo con occhi nuovi, come fertile occasione di riflessione imposta dalla crisi e preludio ad un nuovo equilibrio tra territorio e città. Contro la tendenza ad indicare, per questi, un uso soprattutto abitativo, propone di restituire alle aree centrali la capacità di accogliere nuove strutture che nascano dalla specializzazione del tessuto, così come è sempre accaduto nella formazione della città italiana attraverso processi di "annodamento" edilizio e urbano.
32,00

Strada paesaggio città. La città in estensione tra Palermo e Agrigento

Libro: Copertina morbida

editore: Gangemi

anno edizione: 2016

pagine: 143

La consapevolezza della modernità porta a interrogarsi sulla natura morfologica e dimensionale dei nuovi luoghi per comprenderne il senso delle relazioni spaziali e tentarne un'elaborazione estetica. A partire dal concetto di città in estensione, si è voluto elaborare un quadro interpretativo e progettuale nel territorio interno della Sicilia definito dalla strada che congiunge Palermo e Agrigento, il Tirreno e il Mare Africano, contrassegnato da numerose città-paese, dalla campagna agricola, dai luoghi ibridi della città diffusa. In questo paesaggio il progetto di architettura è stato assunto per determinare e proporre strategie e forme per lo sviluppo del territorio.
28,00

Campagna urbana. La città in estensione nella bassa Sabina. Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina morbida

editore: Gangemi

anno edizione: 2015

pagine: 159

Il territorio a nord-est di Roma, appena più su dell'incrocio tra il Tevere e la via Salaria, in estensione lungo il tracciato dell'antica via consolare: è questa l'area residuale dove negli ultimi sessant'anni ha messo radici un improbabile individuo urbano. Una piccola città, inattingibile e discontinua, che esemplifica una delle tante modalità della dispersione insediativa nella campagna agricola e nel paesaggio. La ricerca, nel riferirsi ad un ambito morfologico circoscritto tra Passo Corese e Osteria Nuova, solleva alcune questioni di interesse più generale per le discipline del progetto. Si interroga infatti sull'adeguatezza dei procedimenti conoscitivi e sulla possibilità di individuare una grammatica compositiva aderente alle scritture dei luoghi.
28,00

Sistemi agrourbani. La città in estensione nella piana del Sarno. Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina morbida

editore: Gangemi

anno edizione: 2015

pagine: 127

Il paesaggio della piana del Sarno, tra il Vesuvio e i monti Lattari, è fatto di parti densamente edificate, come Pompei e Scafati, e di campagne produttive variamente urbanizzate. La sua rigenerazione si fonda su un'idea di città verde discontinua, inclusiva delle zone agricole, che rilegge la "città in estensione" di Giuseppe Samonà alla luce degli attuali problemi insediativi. La proposta è un sistema multipolare, costruito da cluster agrourbani di residenze produttive separate da aree rurali e connessi alla riqualificazione del fiume Sarno. La strategia qui delineata ha tra i suoi obiettivi il contenimento della dispersione edilizia, un migliore uso del suolo e dei canali, soluzioni ai rischi dell'esondazione e alle esigenze dell'esodo.
24,00

Costruire la seconda natura. La città in estensione in Sicilia fra Isola delle Femmine e Partinico. Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina morbida

editore: Gangemi

anno edizione: 2014

pagine: 284

Il territorio a ovest di Palermo, compreso da Isola delle Femmine a Partinico, si caratterizza per una edilizia sparsa, nuclei più densi e radi terreni coltivati. La seconda natura si sta trasformando in campagna urbanizzata, con l'eccezione dell'area intorno a Partinico dove sono presenti campi agricoli più ampi. Questo destino ineluttabile può trovare un'alternativa nell'ipotesi de "La città in estensione" di Giuseppe Samonà (1976) che diviene riferimento privilegiato per gli sviluppi teorici e progettuali del Prin 2009. Tali esiti danno corpo alla presente pubblicazione dell'Unità di ricerca della Facoltà di Architettura di Palermo, in cui si propone di progettare la città e il paesaggio come un insieme unitario. Presentazione di Luigi Ramazzotti.
40,00

Forme a venire. La città in estensione nel territorio campano. Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina morbida

editore: Gangemi

anno edizione: 2014

pagine: 144

La città in estensione è la premessa concettuale di una ricerca che ha mirato a definire strategie per la valorizzazione del territorio della città diffusa, individuando metodi di lettura relazionale, come layering di sistemi geografici, infrastrutturali, insediativi, agricoli. La ricerca si è occupata di due aree: la prima è individuata dalla corona dei centri minori disposti sui rilievi montuosi del Vallo di Diano (SA); la seconda è una pianura priva di limiti orografici a nord-ovest dei Campi Flegrei (NA). In entrambi i casi si impone l'idea della forma come mezzo piuttosto che come fine. Un canovaccio: una disciplina regolativa per una forma a venire non predeterminata ma aperta a costellazioni di senso.
24,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.