Graphe.it: Calligraphia

Cuori a Kabul. Poesie per l'Afghanistan

Cuori a Kabul. Poesie per l'Afghanistan

Libro: Copertina morbida

editore: Graphe.it

anno edizione: 2021

pagine: 198

Pochi italiani ormai conservano ricordi diretti di cosa significhi davvero la guerra, l'oppressione, la disperazione che ne consegue; ma l'idea risuona in noi con un'eco ugualmente minacciosa, perché è cosa anche della nostra storia, e di quella dell'umanità intera. C'è chi si pacifica pensando: «Per fortuna l'Afghanistan è lontano»; in molti invece sorge immediata la più urgente delle domande: che cosa possiamo fare? Se le parole, come si dice, sono cose, allora una cosa che possiamo fare è parlare. In versi, nello specifico: ai toni monocromi della guerra si possono opporre le sfumature della poesia, un mezzo universale che permette di allargare lo sguardo e la gamma delle percezioni, e aiuta a comprendere, condividere, esprimerci come umani fra umani. Ciò che passa di bocca in bocca sarà dunque la voce tremante di un canto poetico che nelle sillabe più dolenti celebra la speranza, la pace e la fiducia nel futuro. E ha un nome: Ghazal. Così è stata chiamata la prima bambina nata in Italia dopo la fuga della madre da Kabul; nella nostra lingua significa "poesia". Il ricavato delle vendite del libro sarà destinato a Emergency, che è presente in Afghanistan dal 1999 e ha curato più di sette milioni di persone nei suoi ospedali a Kabul, Lashkar-gah e Anabah. Con testi di Stefano Bidetti, Gisella Blanco, Emanuela Botti, Isabella Braggion, Fabrizio Cavallaro, Agnese Coppola, Clarissa Costanzo, Tommaso Fiscaletti, Cettina Garigali, Simona Magagnin, Chiara Lev Mazzetti, Eleonora Molisani, Monia Moroni, Claudia Muscolino, Veronica Paladini, Mirella Parisi, Selene Pascasi, Francesca Pizzo, Miriam Maria Santucci, Emma Saponaro, Giuseppe Traina, Asia Vaudo
15,00
Il tempo perso in aeroporto

Il tempo perso in aeroporto

di Lorenzo Foltran

Libro

editore: Graphe.it

anno edizione: 2021

pagine: 102

Non una semplice antologia, ma una raccolta organica nella quale i singoli testi poetici sono organizzati in modo tale da raccontare una storia. Il tempo è il tema di questa raccolta che in tre sezioni ne esplora le molte sfumature. Esso appare come un elemento relativo che si dilata, si comprime, e che soprattutto passa, in rapporto però allo spazio dentro al quale scorre: la dimensione del sogno e della realtà alternativa dei videogame, l'ambiente non cronologico del ricordo o della riflessione, sono contrapposti allo scandire alienante della vita vera, dove il tempo è percepito soprattutto come perdita. Così il lettore procede fra giorni senza calendario o calendari appesi al muro per nasconderne le crepe; si riconosce fra ore piene e vuote, nei minuti precisi che occorrono per cucinare una pastasciutta che però risulta insipida. Insieme alla giornata si rischia di perdere talvolta la strada o il senso di sé: scrivere è allora l'antidoto al disperdersi dei propri momenti, anche quando è soltanto esaurita la pila dell'orologio.
10,00
Gesù bambino nasce. Poesia popolare del Natale

Gesù bambino nasce. Poesia popolare del Natale

di Carlo Lapucci

Libro

editore: Graphe.it

anno edizione: 2019

pagine: 86

I canti e le filastrocche di Natale che gli adulti di oggi ricordano dall'infanzia e che persino le ultime generazioni continuano a imparare hanno radici sorprendentemente antiche: come spesso accade per il canto rituale, elementi primordiali e pagani si celano camuffati dentro le storie della Natività e dell'Epifania, e altrettanto potente vi resiste attraverso i secoli il lato umano (Giuseppe preoccupato per il viaggio, Maria che lava i panni del figlio, il suonatore che, allora come oggi, non possiede tesori oltre la sua arte...). Le profonde conoscenze dell'autore ci aiutano a collocare in un contesto culturale e di significato queste poesie popolari, mentre le partiture raccolte e commentate da Alberto Nocentini ci permettono di risalire a come alcuni di questi componimenti «suonavano», e riconoscerli.
10,00
Voltarsi

Voltarsi

di Antonio Bux

Libro: Copertina morbida

editore: Graphe.it

anno edizione: 2022

pagine: 128

I componimenti di questa raccolta antologica apparentemente non hanno un solo riflesso: nascono da spinte diverse, ma figli di un'unica radice si possono quindi - come l'autore ha fatto - riunire sulla base di somiglianze difficili da descrivere a parole; ma il movimento, la direzione, un impercettibile unisono portano il lettore a trovare un filo conduttore ben saldo. Una consanguineità versificatoria che si esprime tramite un numero relativamente ristretto di chiavi: per esempio il corpo (parola e concetto che torna, neutro e universale, più che condiviso), che talora dorme, talaltra sogna; la luce che segna il limite fra cielo e terra, prima ancora che quello con l'ombra, luce che diventa fuoco, il quale poi l'essere umano chiama amore; il suono come traccia dell'esistenza (vegetale e animale); la verità. Ed ecco che il voltarsi porta sempre nel suo gesto uno specchio infinito: con l'uomo al centro, uno, o due insieme, o tutti, difficile a dirsi.
10,00
Ad scriptores Latinos. Epistulae et colloquia-Cari classici. Lettere e dialoghi

Ad scriptores Latinos. Epistulae et colloquia-Cari classici. Lettere e dialoghi

di Michael von Albrecht

Libro

editore: Graphe.it

anno edizione: 2022

pagine: 186

Possiamo dialogare oggi con i classici latini? L'autore non teme di dimostrarlo: a Ovidio, Catullo, Seneca, Virgilio e ad altri grandi del passato dedica infatti quattordici componimenti in metrica, collocandosi nel solco dello scambio poetico erudito che animava la comunità intellettuale di Roma e dell'Impero. Spariscono d'incanto i secoli che credevamo dividerci dagli antichi, dalle radici della cultura occidentale: siamo noi a parlare la loro lingua ed essere da loro ascoltati e compresi. Per gli studiosi questo saggio sarà un'imperdibile fonte di godimento letterario, ma anche tutti gli appassionati potranno fruirne grazie all'altrettanto pregevole testo a fronte: troveranno l'eco del medesimo amore per la letteratura che ha animato le ricerche del filologo tedesco. «Avevo quindici anni, ed ebbi in dono le Confessioni [...]. Io spesso le rilessi, e ammirazione provavo per l'onesta tua schiettezza».
10,00
Le ore in testa

Le ore in testa

di Luisa Sparavier

Libro: Copertina morbida

editore: Graphe.it

anno edizione: 2020

pagine: 48

Le poesie qui raccolte tradiscono, nel parlare a partire dalla vita - non di essa, solo su suo spunto - una identità definita, un verso dal contorno forte, forse, ma non senza sforzo, che osserva la realtà e, in modo particolare, il tempo: le ore, appunto. Un tempo che non sembra seguire una linea morbida, bensì contrarsi a scatti e muoversi in direzioni diverse a seconda dell'occhio che lo guarda, della stagione, in base all'impazienza del ritmo. Prefazione di Marta Mauro.
10,00
E fu il giorno in cui abbaiarono rose al tuo sguardo

E fu il giorno in cui abbaiarono rose al tuo sguardo

di Giorgio Podestà

Libro: Copertina morbida

editore: Graphe.it

anno edizione: 2019

pagine: 64

Una raccolta in tre tempi, dispari come un anno cui manchi l'estate. Potrebbe già bastare questo a descrivere la poesia di Giorgio Podestà, intrisa di un senso di perdita, di un «non più» carico in qualche modo d'ingiustizia. In essa, immagini naturali ricorrenti (l'albero, il cielo, gli uccelli, la luce, l'acqua) vengono tagliate longitudinalmente all'improvviso - in un verso, due al massimo - dall'elemento umano, emotivo, vivo, che ne rende a quel punto evidente il valore di scenario metaforico e al contempo acuisce la sensazione di freddezza, immobilità che se ne riceve. Nel cui nucleo sembra nascondersi il desiderio di decodificare fino in fondo un messaggio, una verità che pare fatta di terra, di sassi, più che di parole. prefazione di Luisa Sparavier.
10,00
Erano lacrime mie

Erano lacrime mie

di Marco Statzu

Libro: Copertina morbida

editore: Graphe.it

anno edizione: 2018

pagine: 70

L'irruzione di un verso nel mio cuore e sulle dita che scrivono su un qualunque foglio di carta, il primo che trovo, talvolta anche uno scontrino che ho in tasca, è per me sempre un mistero, come mistero sono le cose più importanti della vita: la nascita, l'amore, l'amicizia, la morte, Dio. E anzi, forse la poesia mette per iscritto questo mistero non per darne una definizione, ma per aprirvi uno squarcio che permetta di vedere attraverso le cose la realtà vera. Così può capitare di pensare che piova mentre ci si accorge di stare piangendo. È, a me pare, l'esperienza cantata da Fernando Pessoa: Fingere è proprio del poeta. Lui finge in una maniera così completa fino a fingere che si tratti del dolore il dolore che lui sente veramente. Le poesie contenute in questo libro abbracciano una produzione decennale, una cernita, un distillato che ne raccoglie le più suggestive, quelle che sono sgorgate da un cuore che ora le offre ad altri cuori perché, come recita un graffito di Ivan Tresoldi: «Poeta sei tu che leggi».
10,00
L'apprendista stregone

L'apprendista stregone

di Mario Quintana

Libro: Copertina morbida

editore: Graphe.it

anno edizione: 2012

pagine: 96

Dopo "Il colore dell'invisibile" (2008) e la selezione "Per vivere con poesia" (2010), Graphe.it torna a offrire al lettore italiano i versi di Mario Quintana. Pubblicata in Brasile nel 1950, la raccolta "O aprendiz de feiticeiro" conquista il lettore immediatamente e senza filtri con la sua sensibilità insieme delicata e dirompente, enigmatica e fantasiosa: una chiave espressiva che percorre tutta l'opera di questo autore, capace di portarci in un mondo onirico fatto di piccole cose insignificanti frammiste a simbologie di respiro universale. L'apprendista stregone del titolo è, in questo senso, colui che gioca innocentemente con le parole, con le suggestioni, per creare qualcosa che ancora non si conosce né si è in grado di spiegare. Impeccabile la versione italiana di Natale P. Fioretto che raccoglie la sfida non facile di rendere le poesie leggibili senza privarle della loro comunicativa.
10,00
Scende la sera. 5 fiabe in rima + 1 da inventare

Scende la sera. 5 fiabe in rima + 1 da inventare

di Maddalena Curti

Libro: Copertina morbida

editore: Graphe.it

anno edizione: 2011

pagine: 48

Fiabe celebri come "La cicala e la formica", altre meno note come "Il marito presuntuoso", tutte in ogni caso elaborate attraverso la vivida fantasia dell'autrice, che le ha pensate per accompagnare con gioia il rituale della nanna. Ciascuna delle quattro favole che compongono questo agile libretto è stata messa in rima, e grazie al linguaggio semplice e spontaneo si presta a essere recitata o trasformata in canzone anche insieme ai bambini, i quali ne gradiranno senza dubbio il tono a un tempo brillante e arcaico. L'interattività dell'idea di base trova riscontro evidente nel fatto che l'ultima fiaba è non scritta: la pagina di "Scende la sera" è riempita solo da una rete di quadretti da quaderno, nei quali annotare la propria, personalissima storia in rima. Il testo è corredato dalle deliziose illustrazioni di Emiliano Billai. Età di lettura: da 5 anni.
5,00
Anime ammutinate. Nugae generazionali

Anime ammutinate. Nugae generazionali

di Ben Gunn, John Long Silver

Libro: Copertina morbida

editore: Graphe.it

anno edizione: 2010

pagine: 96

Ben Gunn e John Long Silver sono, rispettivamente, Giovanni Luigi Francesco Fiabane e Federico Contu, due amici separati da più di un ventennio, ma uniti dall'amore per la poesia e la letteratura. "Anime ammutinate" nasce da questa comune passione, da uno scambio di vissuto, di esperienze e di sentimenti che i due compagni della costa hanno condiviso attraverso la poesia e la prosa in uno scambio generazionale che ha arricchito e fatto crescere entrambi. Non sanno se la vita permetterà loro di continuare a navigare a vista, oppure se venti contrari porteranno i loro legni per altri lidi, di certo, comunque sia, questa avventura, che hanno vissuto assieme, rimarrà per sempre nei loro ricordi più emozionanti.
8,00
E tra le mura il cuore. Pensieri e stagioni in città

E tra le mura il cuore. Pensieri e stagioni in città

di Susanna Trossero

Libro: Copertina morbida

editore: Graphe.it

anno edizione: 2010

pagine: 56

"Chiunque tu sia, protagonista o comparsa di questo consumato marciapiede, ascolta lo senti? All'inizio sarà il niente. Quel niente che subdolo si insinua sotto il cappotto, dentro le scarpe, tra i capelli, fino ad arrivare nella testa. Dentro la testa. Un niente che avvolge ogni stupida cosa e diviene subito tanto. Ecco, lasciati andare ad un suono demodè, dolcemente malinconico: un inaspettato e languido abbandono chiamato pace, diverrà "casa", almeno per un poco. Ritorna un po' bambino, perché nel cuore sia sempre festa."
6,50