Collana Il piacere di leggere - Ultime novità | P. 5

La Vita Felice: Il piacere di leggere

L'arte di godere. Testo francese a fronte

di Julien O. de La Mettrie

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2017

pagine: 126

"Piacere, Sovrano Signore degli uomini e degli Dei, dinanzi a cui tutto scompare, anche la ragione." La rivendicazione del piacere e del diritto alla felicità nel testo di uno tra i più eterodossi scrittori dell'Illuminismo, La Mettrie, che afferma il carattere sovversivo dell'arte di godere e lancia una sfida al moralismo benpensante e alle dottrine delle Chiese. Il testo ricostruisce le linee essenziali del pensiero edonistico e materialistico sviluppato dall'ala più radicale dell'Illuminismo. Nel passaggio dal Seicento dei «libertini eruditi» all'affermazione dell'Illuminismo si realizza lo snodo essenziale. Le arti dell'affrancamento, proprie dei libertini, si aprono a più vaste cerchie sociali, in linea teorica si estendono al "genere umano" intero. Il salto è grande e il percorso non è privo di ostacoli. La Mettrie è uno fra gli esponenti più significativi del libertinismo filosofico del Settecento, maestro di quell'"Arte di godere" che è la prima tappa di questo percorso.
9,50

Bartleby lo scrivano. Testo inglese a fronte

di Herman Melville

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2016

pagine: 134

"Bartleby lo scrivano", uno dei sei testi che compongono la raccolta "Racconti della veranda" è un capolavoro assoluto. Pubblicato su rivista nel 1853, si segnala subito per la contrapposizione rispetto alle consuete ambientazioni dei romanzi di Melville: alle distese oceaniche e ai paesaggi esotici subentrano qui palazzi, muri tutti uguali e muraglioni che impediscono lo sguardo in una strada di New York, Wall Street, che nel suo stesso nome adombra una chiusura d'orizzonte. In uno studio legale di Wall Street ha il suo ufficio l'io narrante del racconto, un avvocato specializzato in transazioni commerciali e finanziarie, che assume un copista di nome Bartleby senza minimamente sospettare a cosa andrà incontro. Bartleby è, infatti, inappuntabile, diligente, riservato e gentile. Ma la prima volta che l'avvocato gli chiede di effettuare il controllo di una copia, egli risponde, tanto educato quanto irremovibile, «Preferirei di no».
10,50

Lettere dal mio gatto

di Helen Hunt Jackson

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2016

I gatti possono riuscire a scrivere qualcosa tenendo la penna nella loro zampina? A quanto pare sì: è quello che ci viene raccontato da Helen Hunt Jackson in "Letters from a Cat" (Lettere dal mio gatto). Lo scritto, dal tono autobiografico, stampato per la prima volta nel 1879 a Boston, ripercorre l'esistenza e le avventure di Micina, la gattina dal pelo grigio scuro striato di bianco della scrittrice, che racconta nelle lettere inviate alla padroncina quanto avviene mentre si trova a casa della zia. La traduzione italiana fa immergere il lettore nel particolare mondo di questa scrittrice felina d'eccezione.
9,50

Salomè. Tragedia in un atto unico. Testo inglese a fronte

di Oscar Wilde

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2016

pagine: 115

"Salomè" è un dramma in un atto unico che si ispira alla figura di Salomè, figlia di Erodiade, e alla sua storia, riportata nei Vangeli di Marco e Matteo. L'opera venne scritta in lingua francese, durante un soggiorno del drammaturgo a Parigi, appositamente per l'attrice Sarah Bernhardt, e pubblicata nel 1893. Il testo, impreziosito dalle immagini di Aubrey Beardsley, è successivamente tradotto in inglese dall'amico (e amante) di Wilde, Lord Alfred Douglas. Salomè appare solo in parte come una riproposizione della nota vicenda biblica e, proprio nel suo essere altro dalla storia antica, ne svela la più recondita essenza. Tra le righe, il fascino perverso del Male si declina nell'arte seduttrice di una bellissima e giovane donna.
10,50

Ondina. Testo tedesco a fronte

di Friedrich de La Motte Fouqué

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2016

pagine: 235

"Ondina" è un romanzo romantico, scritto da Fouqué nel 1811. Si narra la storia di uno spirito acquatico ispirato dalle Ondine del folklore germanico. Ondina, figlia del Re del Mare, abbandona il suo ambiente per cercare un amore umano che le consentirà di ottenere un'anima immortale. Ritrovatasi bambina sulla terra, viene allevata da un pescatore e da sua moglie. Cresciuta, trova l'amore nel cavaliere Huldbrand, che presto sposa. La loro vita insieme sarebbe felice, ma la ex fidanzata di Huldbrand interviene a guastare l'idillio, finché Huldbrand torna al vecchio amore e arriva a trattare male Ondina. Questo segna il destino di entrambi: gli spiriti dell'acqua esigono la loro vendetta e dovrà essere proprio Ondina a uccidere Huldbrand con un bacio mortale. Composta nel periodo di maggiore successo dell'autore, questa interpretazione di "Ondina" fu presto considerata la migliore trasposizione di una fiaba tedesca ed è l'opera per la quale Fouqué viene ancora oggi maggiormente ricordato. Intense le emozioni descritte. La figura mitologica e folkloristica dell'Ondina trascinerà il lettore in un mondo romantico e suggestivo.
12,50

L'uomo che volle farsi re. Testo inglese a fronte

di Rudyard Kipling

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2016

pagine: 130

India, 1880. Il redattore di un giornale di provincia aiuta due singolari figuri a raggiungere il lontano Kafiristan dove -così dicono - essi saranno re. Peachey Taliaferro Carnehan e Daniel Dravot, giunti in Kafiristan, nell'Afghanistan nord-orientale, di villaggio in villaggio conquistano distese sconfinate. Fondano, a Bashkai, una Loggia massonica con tanto di tempio, rituali pseudoesoterici e annessa simbologia. E già che ci sono, forti della sostanziale ignoranza di quelli del posto, dicono di essere dei; venuti da un luogo lontano, forieri di pace e benessere. Ma i due impostori vengono presto scoperti e sono costretti a un'inutile fuga: Dravot è gettato da un ponte tibetano, mentre Carnehan è costretto a vagare per giorni attraverso le valli innevate del Kafiristan con, in un sacco, la testa avvizzita del compagno. Questo il racconto che, tre anni dopo, lo stesso redattore apprende dalle parole di Peachey Taliaferro Carnehan che, irriconoscibile, schiantato dal dolore, rievoca quell'agghiacciante esperienza parlandone in terza persona.
9,50

Walden ovvero Vita nei boschi. Testo inglese a fronte

di Henry David Thoreau

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2016

pagine: 399

Henry David Thoreau dedicò oltre due anni della propria vita (1845-47) alla ricerca di un rapporto intimo con la natura attraverso un'intensa riflessione sull'armonia del mondo naturale e sul rapporto organico che l'individuo deve ripristinare con esso, resistendo alla spersonalizzazione della società moderna. Il racconto di quei due anni di vita ha generato il libro "Walden ovvero vita nei boschi".
16,50

Terradilei. Testo inglese a fronte

di Charlotte Perkins Gilman

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2015

pagine: 471

Tre vecchi amici - un medico, un ricco magnate e un sociologo -, legati dalla passione per i viaggi, si uniscono a una grande spedizione scientifica e si ritrovano in una terra sconosciuta. Parte da qui, come un vero romanzo d'avventura, il racconto-pamphlet che Charlotte Perkins Gilman scrisse nel 1915, dando vita alla prima utopia femminista dell'età contemporanea. Antesignana dell'insofferenza delle donne riguardo alla disuguaglianza loro imposta dall'ordine sociale, Gilman mise sotto gli occhi di tutti l'insensatezza, oltre che l'ingiustizia, della condizione femminile. E lo fece scegliendo la via più diretta: non una denuncia argomentata, ma un racconto di fantasia che mette in bocca a un uomo, il narratore-esploratore, la descrizione di un paese felicemente e pacificamente abitato da sole donne. Quale arguzia e quanta ironia, in poche pagine che a un secolo di distanza non cessano di stupire per lucidità e forza argomentativa.
14,50

Leggere, scrivere, recensire. Testo inglese a fronte

di Virginia Woolf

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2015

pagine: 179

Oltre a essere una grande romanziera, Virginia Woolf si occupò per tutta la vita di critica letteraria. Le sue recensioni infatti apparivano regolarmente sulle più prestigiose riviste letterarie e le sue riflessioni influenzarono notevolmente l'evoluzione del romanzo femminile. Con estremo rigore, ma anche con la leggerezza di chi non vuole incappare in rivendicazioni e ideologie, Virginia Woolf inventò un nuovo modo di fare critica letteraria, accostando la qualità della scrittura a dettagli biografici reali o immaginari suggeriti dalla sua personale esperienza. I saggi radunati in questa raccolta compongono dunque un resoconto dell'evoluzione della letteratura femminile e un'analisi approfondita delle scrittrici che l'avevano preceduta e di quelle sue contemporanee. Una raccolta non-convenzionale di saggi di critica letteraria; un'occasione per approfondire la conoscenza di Virginia Woolf e scoprire i suoi gusti letterari.Con una nota di Leonard Woolf.
11,50

Metamorfosi e altre storie gotiche. Testo inglese a fronte

di Mary Shelley

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2015

pagine: 187

Consegnata all'eterna fama da Frankenstein ovvero il moderno Prometeo, la sua opera più famosa, Mary Shelley scrisse anche altri romanzi e una serie di racconti meno conosciuti, nei quali la scrittura si addentra nei territori del macabro, del sinistro, del soprannaturale. In "Metamorfosi" Guido protagonista della storia, dopo aver sperperato tutto il proprio patrimonio ritorna a casa con la pretesa di prendere in moglie l'angelica Giulietta, incontrando però l'opposizione del padre della giovane. Furioso per il divieto impostogli, egli sfoga tutto il suo temperamento irascibile e viene così bandito. Medita vendetta, finché, nel mezzo di una terribile tempesta riceve la sua occasione. Una misteriosa creatura emerge dal mare impetuoso, un nano deforme dagli occhi strabici, i lineamenti distorti e un corpo dissestato: gli fa un'offerta che non può rifiutare. Guido scambierà la sua identità con lui per un baule colmo di tesori, ma nel vendere la sua anima commetterà un fatale errore: dopo tre giorni il mostro non si ripresenterà come pattuito rischiando di divenire il suo doppio per sempre. Altri due racconti accompagnano "Metamorfosi", "Il Mortale Immortale" e "Il Malocchio", completando così questa piccola perla letteraria, esaltandone la maestria, la perfezione e la forza creativa - già note - dell'autrice e risultando un autentico capolavoro della letteratura gotica.
11,50

Comte e Laffitte. Testo francese a fronte

di Anatole France

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2015

pagine: 155

Vengono raccolte in questo volume le due brevi relazioni tenute da Anatole France presso la Scuola Positivista Brasiliana nel corso del suo viaggio in Sudamerica del 1909. France, nonostante dichiarasse apertamente di non appartenere al movimento positivista, venne invitato dagli intellettuali brasiliani a presenziare al loro congresso annuale vista la sua amicizia con Pierre Laffitte, morto qualche anno prima e successore di Auguste Comte, vero padre e teorizzatore del positivismo. Malgrado i dubbi iniziali France decise di accettare, e mentre a San Paolo si dilungherà sul carattere di Pierre Laffitte dedicandogli un critico ma affettuoso ritratto, a Rio de Janeiro decise di mettere in rilievo l'influenza del positivismo nella politica francese. Postfazione di Felice Accame.
10,50

Il Piccolo Principe. Testo francese a fronte

di Antoine de Saint-Exupéry

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2015

pagine: 212

"Il piccolo principe" di Antoine de Saint-Exupéry, pubblicato per la prima volta il 6 aprile 1943 da Reynal & Hitchcock in inglese, inizia con un atterraggio di fortuna fatto da un aviatore nel deserto del Sahara. La mattina successiva, al suo risveglio, incontra un bambino, il piccolo principe, che viene da un altro pianeta e gli chiede di disegnare una pecora. Il bambino viene accontentato, ma non è mai soddisfatto dell'immagine, fino a quando l'aviatore non disegna una scatola con dei buchi al cui interno dice si trovi la pecora. Solo allora il piccolo principe è contento, perché l'essenziale normalmente è invisibile agli occhi. Quello che traspare dal libro "Il piccolo principe", che ha segnato generazioni con il suo significato tangibile, è che solo i bambini riescono a cogliere la vera essenza della vita, perché gli uomini, crescendo, perdono il candore e il contatto con le cose importanti, non cogliendo più il senso di ciò che possiedono, che vivono e provano. In appendice "Nascita di un principe", disegni dell'autore. Età di lettura: da 8 anni.
11,50

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.