Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di A. Taroni

Buon appetito! Mangiando in compagnia dei santi del calendario e delle feste cristiane. 100 ricette facili per festeggiare a tavola

di Massimiliano Taroni

Libro: Libro in brossura

editore: VELAR

anno edizione: 2018

pagine: 112

Il presente ricettario ha alcune caratteristiche: non è fatto da uno chef professionale, ma da un sacerdote che vive la passione per la cucina e la buona tavola; sana, semplice, facile. Sono ricette con ingredienti reperibili semplicemente, agili nell'esecuzione e gustose nel condividerle con qualcuno. È stata fatta poi una scelta particolare: le ricette sono abbinate alle feste dell'anno liturgico; evidentemente non c'è un riferimento esplicito o diretto tra la festività e la ricetta! Sono state abbinate con un criterio legato all'andamento stagionale delle feste, magari in riferimento a qualche tradizione locale o a un alimento in uso al tempo del santo corrispondente. Sono state inserite tutte le feste del Signore, le feste mariane e le ricorrenze dei santi del calendario liturgico più popolari.
10,00

La filanda delle emozioni. Racconti, laboratori, percorsi per crescere con arte

di Anna Maria Taroni

Libro

editore: RUSCONI LIBRI

anno edizione: 2017

pagine: 96

"Tutte le volte che arrivo a scuola e apro quella porta non so mai cosa troverò dall'altra parte, poiché fino ad allora conosco i bambini solo dalle parole delle insegnanti. È proprio in quel momento, nell'attimo in cui varco la porta della classe, che mi gioco tutto, che devo mettere da parte aspettative, giudizi, e dare la possibilità ai bambini di sorprendermi, togliendo di mezzo ogni pregiudizio e costruendo il rapporto con loro nel qui ed ora. E tutte le volte accade sempre la stessa magia: quando le mani si collegano al cuore si inizia a produrre meraviglia". Età di lettura: da 6 anni.
12,90

Educare, amare e saltare nelle pozzanghere. Manuale per una formazione attiva e ludica

Libro: Libro in brossura

editore: Kaleidos

anno edizione: 2013

pagine: 112

Per mettere in grado le persone di educare con la mente, col corpo e con il cuore. Uno stile formativo che è un po' "fuori asse", ma che infonde la gioia di giocare e mettersi in gioco con tutto se stessi.
9,00

La notte incantata. San Francesco e un presepio unico al mondo

di Massimiliano Taroni

Libro: Libro in brossura

editore: Porziuncola

anno edizione: 2011

pagine: 36

Francesco di Assisi voleva vedere con i suoi occhi il Bambino Gesù, che era nato nella povertà di una stalla. Insieme a tanti amici animali - tortore, allodole, fagiani, api, agnelli... - volle realizzare questo suo grande desiderio. E fu così che, in una notte incantata, prese vita il primo presepio del mondo. Età di lettura: da 6 anni.
9,00

Madre Elisa Martinez. Fondatrice delle Figlie di Santa Maria di Leuca

di Massimiliano Taroni

Libro: Copertina morbida

editore: VELAR

anno edizione: 2019

pagine: 48

"A tutte comunque ricordo che la nostra attività apostolica, sia essa importante o modesta, sia essa appariscente o nascosta, deve essere compiuta con fiducia nel Signore. Quante volte i Profeti hanno ricordato ai re d'Israele che temevano i nemici che non erano le loro armi a vincerli, ma la fiducia nel Signore. Così anche noi nelle difficoltà, quando ci sembra che non riusciamo a concludere nulla o poco, ma anche quando i successi minacciano di farci dimenticare la nostra pochezza, è possibile ritrovare l'equilibrio interiore, la pace, col rinnovare la nostra fiducia nel Signore." (dalla lettera di Madre Elisa Martinez, scritta nel 1985 alle sorelle della Congregazione) .
4,00

Vincenza Stroppa. Confondatrice della Piccola Famiglia Francescana

di Massimiliano Taroni

Libro: Copertina morbida

editore: VELAR

anno edizione: 2019

pagine: 46

Vincenza Stroppa nasce il 7 settembre 1893. Diciottenne, sente il desiderio di consacrarsi per sempre a Dio, ma una prima esperienza di vita comunitaria tra le Suore di Maria Bambina, a Milano, dura solo pochi mesi a causa di problemi di salute. Consegue il diploma e inizia un lungo percorso come insegnante. Contemporaneamente è intensamente impegnata in svariate attività parrocchiali. L'intima aspirazione di consacrazione, tuttavia, si fa sempre più forte. L'incontro con padre Ireneo Mazzotti è fondamentale: questi la guiderà spiritualmente e la farà partecipe di un nuovo e originale progetto di vita consacrata: il 26 dicembre 1929, Vincenza Stroppa, con altre cinque compagne, in una semplice cerimonia presieduta da padre Mazzotti, nel Convento di San Gaetano a Brescia, danno vita alla Piccola Famiglia Francescana. Vincenza sarà sempre considerata come confondatrice dell'Istituto.
4,00

Servi di Dio Anna Moroni e padre Cosimo Berlinsani. Fondatori delle Suore Oblate del SS. Bambino Gesù

di Massimiliano Taroni

Libro: Copertina morbida

editore: VELAR

anno edizione: 2019

pagine: 48

Due vite che s'intrecciano in uno spazio concreto e in un tempo lontano: nella Roma del 1600, ma che non cessano di esserci di esempio e continuano a illuminare, a dar vita, a infiammare i nostri cuori ancor oggi e lo continueranno ancora, perché è una storia d'amore che sembra scritta oggi da Dio proprio per noi.
4,00

Venerabile Giovanni Battista Zuaboni. Una vita per la famiglia

di Massimiliano Taroni

Libro: Copertina morbida

editore: VELAR

anno edizione: 2019

pagine: 48

In queste pagine viene presentata la vita del Venerabile Giovanni Battista Zuaboni. Avrete la possibilità di scoprire i particolari della sua storia personale, del suo cammino di fede che partì dalla sua famiglia segnata dal lutto e dal dolore per la morte prematura della madre, del cammino nel Seminario, fino al racconto del ministero fruttuoso nel quale lo Spirito Santo lo condusse a cogliere il Suo soffio lasciandosi coinvolgere fino a concretizzarne l'opera pastorale a favore della famiglia.
4,00

Il volo del calabrone. 40 anni di Servizio sanitario nazionale

di Francesco Taroni

Libro: Copertina morbida

editore: Il Pensiero Scientifico

anno edizione: 2019

pagine: 140

La storia di un servizio sanitario nazionale, quello italiano, nato apparentemente per caso in un anno eccezionale, in realtà frutto maturo di trent'anni di preparazione. La riforma, alta nei principi ma approssimativa nei criteri, fu però attuata dall'unico partito di governo che l'aveva contestata prima e bocciata poi. Lo smantellamento ebbe inizio subito dopo l'approvazione della legge. Oggi sono vent'anni di continui aggiustamenti che hanno lasciato traccia nei nodi irrisolti e nelle tensioni che ancora resistono. Prefazione di Renato Balduzzi.
16,00

Beato Alberto Marvelli. Una vita fatta dono

di Massimiliano Taroni

Libro: Copertina morbida

editore: VELAR

anno edizione: 2019

pagine: 48

Ferrara. Alberto Marvelli nasce il 21 marzo 1918. La sua famiglia è profondamente cristiana e soprattutto dedita a tante opere di carità. Per motivi di lavoro del padre, i Marvelli si spostano più volte in varie città. Rimini. Nel 1930 si stabiliscono a Rimini; qui Alberto comincia a frequentare l'oratorio salesiano e inizia il suo impegno nell'Azione Cattolica a livello diocesano. Terminati gli studi superiori si iscrive ad ingegneria meccanica all'università di Bologna, dove si laurea il 30 giugno 1941. È chiamato alle armi e parte per Trieste. A dicembre gli viene dato il congedo illimitato e torna a Rimini. Va a lavorare alla Fiat di Torino. Pochi mesi dopo ritorna a Rimini dove apre uno studio di geometra e inizia a insegnare. Riprende i suoi impegni nell'ambito della parrocchia e dell'Azione Cattolica. Nel marzo del 1943 è richiamato nell'esercito, a Treviso. Dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943, Alberto ritorna a Rimini, dove con eroica generosità si dedica a soccorrere in tutti i modi possibili la popolazione provata dalla guerra e a salvare tante vite dalla deportazione nazista. Viene anche arrestato dai tedeschi, ma riesce rocambolescamente a fuggire. Terminato il conflitto, Alberto è eletto assessore per la ricostruzione, divenendo il tenace e instancabile organizzatore per la ricostruzione della città e l'assistenza agli sfollati. Muore prematuramente, all'età di ventotto anni, per un tragico incidente stradale, il 5 ottobre 1946. Giovanni Paolo II lo proclama beato il 5 settembre 2004.
4,00

Carla Ronci. Un cuore grande

di Massimiliano Taroni

Libro: Copertina morbida

editore: VELAR

anno edizione: 2019

pagine: 48

Rimini. Carla Ronci nasce l'11 aprile 1936. Torre Pedrera (RN). La famiglia Ronci vive a Torre Pedrera. Carla cresce serena circondata dal premuroso affetto dei genitori. L'il ottobre 1942 riceve la Prima Comunione e la Cresima. Nel pieno dell'adolescenza, Carta vive un periodo di conversione che La porta a frequentare la parrocchia e le suore Orsoline del paese. Entra nell'Azione Cattolica e in pochi anni le vengono affidati incarichi di responsabilità. Si fa largo nel suo cuore la vocazione alla vita religiosa. Scanzorosciate (BG). Carta decide di entrare tra te Orsoline e, malgrado l'opposizione dei famigliari, il 3 febbraio 1958 inizia il periodo di formazione presso il convento di Scanzorosciate. L'esperienza tuttavia dura pochi mesi: il 24 maggio dello stesso anno torna definitivamente in famiglia, con il progetto comunque di vivere a casa come una consacrata. Carla, a Torre Pedrera, riprende la sua vita di sempre: it lavoro, i doveri familiari, la parrocchia e l'Azione Cattolica, senza dimenticare i poveri e gli ammalati. Conosciuto l'Istituto Secolare delle "Ancelle Mater Misericordiae", sorto a Macerata, se ne innamora e chiede di farvi parte. Dopo un anno di noviziato, a gennaio 1962, Carla fa i primi voti religiosi. Il 6 gennaio 1963, si consacra per sempre a Dio con i voti religiosi definitivi. Nell'agosto del 1969 si presentano i primi sintomi di una terribile malattia incurabile. Dopo un inutile ricovero a Bologna, è trasferita a Rimini, alla casa di cura "Villa Maria", dove muore it 2 aprile 1970. Il 7 aprile 1997, Carta Ronci è dichiarata venerabile dalla Chiesa.
4,00

Sant'Antonio Maria Claret. Vescovo missionario

di Massimiliano Taroni

Libro: Copertina morbida

editore: VELAR

anno edizione: 2019

pagine: 47

1. Sallent (Spagna). Antonio Maria Claret nasce il 23 dicembre 1807. A diciott'anni si trasferisce a Barcellona, dove nel 1828, dopo una profonda crisi esistenziale, decide di abbandonare tutto e consacrarsi al Signore. 2. Vic (Spagna). Nel 1829 entra in seminario a Vic. Il 13 giugno 1835, Antonio Claret è ordinato sacerdote. Svolge l'incarico di vice-parroco e poi di parroco nella sua parrocchia nativa di Sallent. Nel 1839 rinuncia alla parrocchia per dedicarsi all'attività missionaria. Dopo una breve esperienza tra i Gesuiti e nella parrocchia di Viladrau, nel gennaio 1841 si mette a disposizione del suo Vescovo per le missioni popolari. Il 9 luglio 1841, la Santa Sede dà a don Antonio Claret il titolo di "missionario apostolico". A Vic, il 16 luglio 1849 fonda una nuova Congregazione, i "Missionari Figli del Cuore Immacolato di Maria". 3. Santiago (Cuba). Viene nominato Arcivescovo di Santiago di Cuba e alla fine del 1850 parte alla volta dell'isola, dove dedicherà tutte le sue energie e tutta la sua carità per il gregge affidatogli. Qui fonda le "Religiose di Maria Immacolata". 4. Madrid (Spagna). Nel 1857 è richiamato in patria, come confessore personale della regina. Mons. Claret non rimane chiuso a corte ma intraprende anche una costante opera di predicazione a religiosi e religiose e alla popolazione. 5. Parigi (Francia). Nel 1868 deve seguire la famiglia reale in esilio a Parigi. 6. Roma. Dal 1869 al 1870 partecipa al Concilio Vaticano I a Roma. 7. Narbona (Francia). Mons. Claret si spegne serenamente il 24 ottobre 1870, nell'abbazia di Fontfroide presso Narbona.
4,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.