Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Claudio Razeto

D-Day. Una storia diversa

di Claudio Razeto

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni del Capricorno

anno edizione: 2019

pagine: 159

6 giugno 1944, ore 6,30: una flotta di oltre 4000 navi emerge dalle brume della Manica di fronte alla Normandia. Trasporta 150,000 soldati britannici, americani, canadesi, polacchi e francesi pronti a sbarcare sulle coste della Fortezza Europa. Quei soldati, che s'immoleranno su spiagge ormai mitiche - Utah, Omaha, Sword, Gold, Juno - trovano di fronte a sé un temibile sistema di fortificazioni tedesche, ma hanno dalla loro l'effetto sorpresa, una grande ricchezza di mezzi e mesi di preparazione meticolosa realizzata nel più totale segreto. Sono stati preceduti dalle truppe aviotrasportate, atterrate nell'interno per occupare i nodi nevralgici della comunicazione nemica, e sono appoggiati dalla più potente forza aerea mai schierata in un'operazione di guerra. Claudio Razeto, ricorrendo a una tessitura narrativa che fa ampio ricorso alle voci dei protagonisti, ci conduce al centro di uno dei momenti cardine della storia del Novecento. Ne ricostruisce il contesto bellico e geopolitico, analizza le scelte strategiche, traccia i profili dei protagonisti dell'uno e dell'altro campo, e soprattutto va alla ricerca degli aspetti meno noti del D-day: il ruolo dei commandos e le operazioni di controspionaggio, la battaglia tecnologica e l'azione della Resistenza francese, fino al ruolo (pochissimo studiato e ancor meno conosciuto) delle truppe italiane presenti sul fronte dello sbarco. Con una sequenza di immagini di grande impatto. Per mettere il lettore al centro della storia.
13,00

Dal Piave a Vittorio Veneto. Una storia diversa

di Claudio Razeto

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni del Capricorno

anno edizione: 2018

pagine: 167

«Resistere! Resistere!» era stata la parola d'ordine del governo e del re all'indomani della catastrofe di Caporetto, nel tardo autunno del 1917. E infatti, sulla linea del Piave, si organizza una disperata resistenza contro le dilaganti forze austrotedesche. Dopo le sanguinose battaglie d'arresto e l'epica resistenza sul monte Grappa, con la fine dell'inverno le sorti della guerra cominciano a cambiare. Si combatte senza tregua nelle paludi del basso Piave, dove la Marina dà un contributo fondamentale, e sui cieli del Nordest, dove gli assi dell'Aviazione riescono a garantire una copertura essenziale alle truppe di terra, fino alla battaglia del Solstizio, ultimo imponente tentativo offensivo austrotedesco, vanificato da un esercito italiano ormai riorganizzato, ricostruito nel morale e nei mezzi bellici, capace di straordinari sacrifici, ma anche, questa volta, di un'impeccabile dimostrazione di capacità tattiche e strategiche. Infine, l'offensiva finale di Vittorio Veneto, con il trionfale passaggio del Piave, la rotta disordinata del nemico e l'armistizio di villa Giusti. Con un apparato iconografico e le testimonianze dei protagonisti e dei cronisti dell'epoca. Per portare il lettore al centro della grande storia.
12,90

Le nuove armi della grande guerra

di Claudio Razeto

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni del Capricorno

anno edizione: 2018

pagine: 167

Dopo aver raccontato la disfatta di Caporetto e l'offensiva di Vittorio Veneto sino alla vittoria finale, Claudio Razeto torna sulla Grande Guerra, stavolta esaminando gli aspetti tecnologici e le innovazioni di tecnica militare che la caratterizzarono. Il primo conflitto mondiale, infatti, decretò il tragico ingresso nella modernità: tutto cambiò, a partire dalle sgargianti uniformi che rendevano i soldati perfetti bersagli per le nuove armi di precisione. Fu un conflitto in cui, come scrisse Winston Churchill, «caddero di preferenza i migliori, i più audaci», perché mandati incontro alla morte da generali legati alle vecchie tecniche di battaglia impostate sull'attacco frontale, inadatte alla nuova guerra di trincea. Fu la guerra «combattuta» dalle macchine: dagli U-boot, dai tank che seminavano terrore tra i soldati, dai giganteschi Zeppelin, ma anche dagli aerei che si sfidavano nei cieli in duelli che avevano quasi un sapore medievale, tanto erano regolati da un preciso codice cavalleresco. Fu la guerra con una delle prime operazioni anfibie della storia, quella della campagna dei Dardanelli, definita «il trionfo dell'eroismo inutile». Storie, personaggi, avvenimenti della Grande Guerra, in un libro rigoroso, documentato, ma dallo stile agile e coinvolgente, con uno straordinario apparato iconografico e le testimonianze dei protagonisti e dei cronisti dell'epoca. Per portare il lettore al centro della grande storia.
13,00

Caporetto. Una storia diversa

di Claudio Razeto

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni del Capricorno

anno edizione: 2017

pagine: 166

A cent'anni dai fatti, un volume che getta nuova luce sulla tragedia di Caporetto, con uno straordinario apparato iconografico tratto dagli archivi ANSA e dei suoi partner. Come si è arrivati alla sconfitta di Caporetto? Quali sono le vere ragioni della più cocente disfatta dell'esercito italiano nella Grande Guerra, un evento entrato così in profondità nell'immaginario degli italiani da diventare sinonimo di sconfitta rovinosa? Il volume individua le premesse e traccia la cronaca di quel drammatico ottobre 1917, dando voce ai protagonisti, citando le loro testimonianze dirette o gli atti ufficiali degli eserciti che in quelle ore, in quei giorni, in quei mesi si fronteggiavano sul terreno. Una sorta di storia «in diretta», con la forza emozionale e cronachistica della narrazione. E, dopo l'offensiva austro-tedesca del 24 ottobre 1917, lenta e fatale, forse conseguenza diretta e necessaria della rotta di Caporetto, la ripresa: la resistenza sulla linea del Piave, il monte Grappa, il Montello, fino allo sfondamento di Vittorio Veneto, unica decisiva vittoria sul campo fra tutti i teatri della Grande Guerra. L'autore indaga gli errori di valutazione e le responsabilità (nient'affatto scontate) di Cadorna e Badoglio, approfondisce il ruolo della Marina, ricostruisce l'epopea degli Arditi. Un libro supportato da una minuziosa ricerca di fonti d'epoca, ma dallo stile scorrevole, arricchito da un apparato iconografico di grande valore. Immagini che mettono il lettore al centro dei fatti. Al centro della storia.
9,90

Omicidio a Casalpalocco. Roma Sud tra l'Eur e il mare Sessanta Righe in Cronaca

di Claudio Razeto

Libro: Libro in brossura

editore: S&M

anno edizione: 2016

pagine: 364

Casalpalocco il quartiere dei vip, e poi Acilia, San Francesco, Dragona, Casalbernocchi, Infernetto, Axa fino a Ostia e alla foce del Tevere dell'Idroscalo, passando per la pineta di Castel Fusano. Sono i luoghi che fanno da sfondo a una storia noire, ambientata nel territorio che si chiamava XIII Circoscrizione e oggi è il X Municipio della Capitale, sciolto nel 2015 dal Consiglio dei Ministri per infiltrazioni mafiose. Il Tevere, i Romani lo chiamavano Albula e lungo il suo corso combatterono le loro prime guerre. Qui lasciarono i segni della loro storia e della loro civiltà. E anche i loro tesori. Ai giorni nostri, un giovane cronista, un maresciallo dei carabinieri, un commissario di polizia indagano. Tra esecuzioni e omicidi, clan e bande criminali, spaccio e delinquenza, lavoro nero e abusivismo, immigrati e puttane, tombaroli e racket, coatti e ricchi snob , terroristi e politici corrotti. Tante storie che corrono verso la loro conclusione, finendo tragicamente sui giornali. Tra passato e presente, il primo romanzo dedicato al mare dei romani e al suo sconosciuto incantevole circondario.
20,00

Diabolicus. Le radici del male

di Claudio Razeto

Libro: Copertina morbida

editore: Imprimatur

anno edizione: 2016

pagine: 240

Le manifestazioni del male iniziano fin dall'antichità, con demoni egizi, sumeri e fenici crudeli e sanguinari. Con i Vangeli il diavolo appare all'improvviso nel mondo e in esso esercita il suo potere; spetterà ai Padri della Chiesa il compito di definirlo concettualmente quale entità spirituale. Nel Medioevo superstizioso e cristiano si combatteranno miscredenti e infedeli, eretici e streghe. Il romanticismo cercherà di donare una rinnovata nobiltà al diavolo, che durante la belle époque diventerà libertino e sensuale. E se durante le guerre del Novecento l'inferno non va più immaginato perché è sceso sulla terra, ben presto Lucifero compare a Hollywood, nelle scene dei film o sul palco di un concerto rock.
18,50

Casal Palocco. Storia di un quartiere

di Claudio Razeto

Libro: Libro rilegato

editore: S&M

anno edizione: 2015

pagine: 288

Casal Palocco venne ribattezzato il Pianeta Verde fin dall'epoca della sua costruzione da parte della discussa Società Generale Immobiliare. Questo quartiere, grande come una cittadina italiana, ha visto la luce agli inizi degli anni 60, su un territorio ricco di storia. Da Enea ai romani, dal Medio Evo ai tempi del potere temporale della Chiesa, dall'abbandonato e malarico Agro Romano, fino alla rinascita avviata dalla Bonifica dei Ravennati e dalle strade costruite dal regime fascista nel Ventennio che la collegarono con Roma e poi con l'Eur. Tra scoperte e cronaca, la storia, arricchita da numerose illustrazioni, di questo quartiere e le ipotesi sul suo futuro, in un libro scritto grazie alle testimonianze e ai ricordi di chi ci ha vissuto negli ultimi 50 anni.
30,00

1945. Il giorno dopo la Liberazione

di Marco Gasparini, Claudio Razeto

Libro: Libro in brossura

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2015

pagine: 238

Dopo il 25 aprile e la morte di Mussolini (28 aprile 1945), i tedeschi in ritirata compiono le loro ultime stragi, mentre i tribunali del popolo e le unità clandestine iniziano la caccia ai fascisti. Nel Paese che riemerge dalle macerie della guerra si balla nei locali improvvisati e si seppelliscono i morti, le bande di "sciuscià" combattono la propria lotta contro la fame a colpi di furti e mercato nero, le "segnorine" si prostituiscono nelle strade e gli atti di giustizia sommaria si mescolano con la recrudescenza della criminalità comune. Tra fascisti e partigiani, prigionieri di guerra e criminali, separatisti e banditi, titini e Alleati, l'Italia di Parri, De Gasperi e Togliatti cerca di ritrovare il suo posto tra epurazione, disarmo, ricostruzione e nuovi equilibri mondiali. Mettendo a confronto le storie dei protagonisti e quelle delle persone comuni, questo libro è la cronaca dettagliata della sofferta rinascita dell'Italia, nei giorni epici e al contempo tragici della Liberazione.
16,50

1944. Diario dell'anno che divise l'Italia

di Marco Gasparini, Claudio Razeto

Libro: Libro in brossura

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2014

pagine: 475

C'era un italiano con i boia nazisti alle Fosse Ardeatine? Chi era davvero il "tenente Roberto Marini" amico di Kappler? Chi furono i responsabili della strage di Genova, dove una terrificante esplosione distrusse la galleria Passo Nuovo che ospitava una guarnigione tedesca, uccidendo più di duemila civili italiani che si erano rifugiati al suo interno? E a cosa serviva il radio che scappando da Roma i tedeschi avevano sequestrato all'Istituto superiore di sanità? Alla bomba atomica di Hitler a cui aveva accennato Mussolini? Mentre nel Sud liberato il governo Bonomi spara sulla folla affamata, a Zara decine di italiani vengono catturati e uccisi dai partigiani croati che li gettano con un sasso al collo nelle foibe del mare. Sono solo alcune delle vicende raccontate in questo libro da Marco Gasparini e Claudio Razeto che attraverso una ricca documentazione e attingendo a fonti inedite - portano alla luce fatti e avvenimenti spesso ignorati dalla storiografia ufficiale. Il 1944 fu l'anno terribile in cui la guerra divise fisicamente in due l'Italia. Al Sud gli Alleati, il Regno dei Savoia e di Badoglio e dei redivivi partiti politici, al Centro e al Nord le armate di Kesselring, la Repubblica sociale di Mussolini, la X Mas ma anche i partigiani e tanti italiani costretti a vivere tra bombardamenti, rappresaglie, deportazione, fame. La cronaca giorno per giorno di un conflitto feroce e di una Nazione spezzata.
22,00

La grande guerra in Italia

di Marco Gasparini, Claudio Razeto

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2014

pagine: 176

Dall'attentato di Sarajevo all'invasione del Belgio, dalla guerra nei Balcani alla rivolta araba, dalle trincee russe a quelle francesi: questo libro racconta la Prima Guerra Mondiale attraverso le cronache dei giornali, le lettere e le testimonianze delle persone che l'hanno vissuta. Il giornalista Claudio Razeto segue l'avanzare delle truppe, i ripiegamenti, la vita terribile delle trincee e l'indiscriminata guerra sottomarina, ma ci racconta anche la tregua di Natale, l'affondamento della nave Lusitania e il primo caduto sul fronte francese, prima vittima della "orrenda carneficina" che disonorava l'Europa, come disse Benedetto XV. I grandi eventi si intrecciano così con le vite degli uomini, ricostruendo giorno per giorno il grande massacro che conterà oltre 9 milioni di morti sui campi di battaglia e 7 milioni tra i civili.
35,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.