Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Massimo Firpo

L'eretico che salvò la Chiesa. Il cardinale Giovanni Morone e le origini della Controriforma

di Massimo Firpo, Germano Maifreda

Libro: Copertina rigida

editore: Einaudi

anno edizione: 2019

pagine: 1122

Quella di Giovanni Morone è una storia paradossale. Legato papale sia nella prima fallita convocazione del concilio di Trento negli anni 1542-43 sia nell'ultima del 1562-63, quando il maggior storico moderno di quel sinodo, Hubert Jedin, gli attribuí il merito di averlo salvato dal fallimento cui sembrava ormai essere destinato. Tra quelle due convocazioni, tuttavia, egli fu oggetto di gravi accuse di eresia, sfociate nel processo inquisitoriale preparato per anni in segreto da Gian Pietro Carafa e formalizzato nel giugno del '55, all'indomani della sua elezione papale. Un processo reso pubblico due anni dopo con il clamoroso arresto di «cosí gran cardinale, [] in voce certa di esser papa», come ebbe a dire Enrico II di Francia. Solo la morte del pontefice inquisitore consentí al Morone di sfuggire alla condanna. E solo l'appoggio del re di Spagna Filippo II gli permise di uscire da Castel Sant'Angelo dopo 27 mesi di prigionia e di partecipare al conclave di Pio IV, suo amico e concittadino, che poche settimane dopo, ai primi di marzo del 1560, ne pronunciò l'assoluzione. Il paradosso di quel porporato illustre, il cui profilo storico e storiografico trascolora di volta in volta nell'immagine dell'eretico o del «baluardo della fede cattolica», sarebbe durato anche negli anni seguenti, come dimostra la ripresa del processo preparata (anche se mai attuata) da un altro papa inquisitore quale Pio V. Questo libro ricostruisce finalmente un profilo chiaro e coerente di una figura storica di straordinario spessore.
48,00

Immagini ed eresie nell'Italia del Cinquecento

di Massimo Firpo, Fabrizio Biferali

Libro: Copertina rigida

editore: Laterza

anno edizione: 2016

pagine: 472

Dalla polemica contro le credenze, le pratiche devozionali e i culti superstiziosi al rifiuto radicale di ogni iconografia religiosa, fino ai fenomeni di iconoclastia che ne scaturirono anche al di qua delle Alpi. Dall'uso di immagini come strumenti di lotta antipapale, propaganda e proselitismo ai casi di pittori processati dall'Inquisizione. Sono molti i temi presi in considerazione in questo libro. Ma l'attenzione è soprattutto puntata su opere e artisti variamente segnati da matrici e sensibilità difformi dall'ortodossia cattolica, di volta in volta inseriti negli specifici contesti politici e religiosi di città come Napoli, Firenze, Roma, Venezia, Ferrara, Mantova, durante i decisivi decenni tra il sacco di Roma del 1527 e la conclusione del concilio di Trento nel 1563. Ne emerge una trama di immagini capaci di sottrarsi ai vincoli della tradizione iconografica, della committenza, della sorveglianza inquisitoriale per esprimere orientamenti dottrinali, inquietudini religiose, speranze di rinnovamento, appartenenze identitarie non più compatibili con l'ortodossia cattolica. A esserne coinvolti furono pittori e scultori minori e minimi, così come grandi maestri del tardo Rinascimento, da Lorenzo Lotto a Iacopo Pontormo, da Sebastiano del Piombo a Baccio Bandinelli, fino ai sommi Michelangelo e Tiziano. Il che contribuisce a spiegare perché la questione del controllo delle immagini diventasse cruciale per i padri tridentini e la Chiesa della Controriforma.
38,00
35,00

Juan de Valdés e la Riforma nell'Italia del Cinquecento

di Massimo Firpo

Libro: Copertina morbida

editore: Laterza

anno edizione: 2016

pagine: 291

Nel corso del XVI secolo le dottrine scaturite dalla protesta di Lutero si diffusero largamente anche in Italia, assumendo connotazioni peculiari e intrecciandosi con altri movimenti religiosi e specifiche eredità culturali. Massimo Firpo ne ricostruisce le origini e la storia mettendo in luce il ruolo decisivo esercitato dall'esule spagnolo Juan de Valdés negli anni che fecero da sfondo al concilio di Trento. Irriducibile alla Riforma protestante, il suo magistero spiritualistico seppe infatti orientare inquietudini e istanze di rinnovamento diffuse tanto a livello popolare quanto ai vertici delle gerarchie sociali, tra letterati e aristocratici, vescovi e cardinali.
28,00

La presa di potere dell'inquisizione romana (1550-1553)

di Massimo Firpo

Libro: Copertina morbida

editore: Laterza

anno edizione: 2014

pagine: 257

I primi anni Cinquanta del Cinquecento vedono uno scontro durissimo tra il Sant'Ufficio e papa Giulio III, sempre più in conflitto con gli inquisitori che di fatto non riconoscono la sua autorità, ma troppo debole e screditato per proporre una linea alternativa. La battaglia si apre con il lungo e drammatico conclave del 1549-50, quando Gian Pietro Carafa (il futuro Paolo IV) non esita a formulare esplicite accuse di eresia contro alcuni dei più autorevoli esponenti del sacro collegio. Forte del suo ruolo istituzionale di supremo difensore della fede, il Sant'Ufficio riesce a imporre il primato dell'ortodossia teologica su ogni altra considerazione di natura politica e pastorale, ergendosi cosi al rango di supremo tutore e garante della Chiesa e del suo magistero. A dispetto degli ordini del pontefice, l'Inquisizione continua ad accumulare prove e documenti processuali per eliminare i propri avversari anche avvalendosi delle denunce di persone screditate o di documenti falsi. Massimo Firpo tratteggia un quadro inatteso delle origini della Controriforma, colte negli aspri conflitti ai vertici della Chiesa di Roma, con esiti destinati a lasciare un segno profondo e duraturo sulla sua identità storica, teologica e pastorale.
22,00

Valdesiani e spirituali. Studi sul Cinquecento religioso italiano

di Massimo Firpo

Libro

editore: Storia e Letteratura

anno edizione: 2013

pagine: 304

I saggi qui raccolti si soffermano sulla vita religiosa del '500 italiano. Il problema storico che essi indagano è anzitutto quello della forme peculiari assunte al di qua delle Alpi da alcuni dei molteplici fermenti di dissenso ereticale manifestatisi nei decenni che videro il dilagare della Riforma protestante in tutta Europa. Il rinnovamento della fede e della Chiesa da essa promossa sulla base di una profonda revisione (o restaurazione) dei principi essenziali della dottrina cristiana non tardò infatti ad assumere connotazioni diverse nei diversi contesti politici e sociali, a differenziarsi anche dal punto di vista teologico e, nelle regioni in cui ebbe successo e poté radicarsi stabilmente, a dar vita a nuove strutture ecclesiastiche e confessionali, in precoce conflitto tra loro, che segnarono la definitiva frattura dell'unità religiosa dell'Occidente.
38,00

Processo inquisitoriale del cardinal Giovanni Morone (Il). Vol. 3: La sentenza e appendici

di Massimo Firpo, Dario Marcatto

Libro

editore: Libreria Editrice Vaticana

anno edizione: 2015

Il presente volume conclude la nuova edizione del processo moroniano che ha potuto basarsi sulle carte processuali accessibili presso l'Archivio della Congregazione per la Dottrina della Fede (PMR). Al suo interno sono presenti il testo della sentenza assolutoria emanata da Pio IV il 6 marzo 1560 e altri documenti inerenti al processo. Gran parte del volume è dedicata a due corpose appendici la prima inerente ai Documenti sul processo di Giovanni Morone (1557-1560), nella quale è presente una raccolta di corrispondenze ufficiali e private, relazioni, diari, avvisi in grado di rivelare quali notizie sul processo trapelarono al di fuori delle mura di Castel Sant'Angelo, infrangendo il segreto delle procedure inquisitoriali; la seconda riguardante La ripresa del processo sotto Pio V (1566-1572) nella quale sono presenti i documenti che attestano l'iniziativa di papa Ghislieri di riaprire il dossier inquisitoriale del Morone al fine di arricchirlo con nuovi documenti in vista della ripresa del processo.
120,00

Processo inquisitoriale del cardinal Giovanni Morone (Il). Vol. 2: La difesa

di Massimo Firpo, Dario Marcatto

Libro

editore: Libreria Editrice Vaticana

anno edizione: 2014

pagine: 1944

Quest'opera, raccoglie tutta la documentazione superstite degli Archivi delle Congregazione per la Dottrina della Fede, relativa alla fase difensiva del processo moroniano. Lo scopo di questo imponente lavoro, non è di dare giudizi o formulare risposte sull'eterna diatriba tra pensiero scientifico e cattolico, ma è semplicemente quello di fornire, grazie ai contributi e ai documenti originali dell'epoca, un quadro quanto più completo e dettagliato possibile, prestando attenzione anche agli aspetti dottrinali e giuridici. Dopo circa tre anni dalla pubblicazione del primo volume, questi documenti attestano non solo la frenetica attività di quel periodo in cui la conclusione del procedimento inquisitoriale accompagnò una svolta ai vertici della Chiesa, ma anche la modalità di svolgimento di una difesa processuale senza eguale in ciò che resta dell'Archivio del Sant'Ufficio Romano. L'opera è rivolta agli studiosi del settore e alle biblioteche.
130,00

Storie di immagini. Immagini di storia. Studi di iconografia cinquecentesca

di Massimo Firpo

Libro

editore: Storia e Letteratura

anno edizione: 2010

pagine: 280

I saggi qui raccolti si propongono di leggere alcune immagini cinquecentesche - capolavori di affermati maestri o dipinti pressoché sconosciuti - come documenti di storia politica, sociale e religiosa del Cinquecento italiano, utilizzandole come vere e proprie fonti iconografiche, a prescindere dalla prospettiva stilistica e formale ancora prevalente nella storia dell'arte. Ritratti di personaggi illustri nascondono e al tempo stesso manifestano difficili legittimazioni dinastiche o complesse vicende inquisitoriali; criptici emblemi racchiudono raffinati messaggi teologici; comuni raffigurazioni devote, - santi, crocifissioni, deposizioni - permettono di gettare nuova luce sulle inquietudini spirituali che percorsero l'Italia negli anni del concilio di Trento e che coinvolsero anche personaggi come Michelangelo Buonarroti e Vittoria Colonna; scene apparentemente innocue esprimono in realtà manifesti ideologici della Controriforma militante.
48,00
130,00

I processi crontro don Lorenzo Davidico

di Massimo Firpo, Dario Marcatto

Libro: Libro in brossura

editore: Archivio Segreto Vaticano

anno edizione: 2011

pagine: 396

40,00
20,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.