Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Pascal Schembri

Una spia nella casa dell'autore

di Pascal Schembri

Libro: Copertina morbida

editore: Meridiano Zero

anno edizione: 2019

pagine: 351

Primo volume di una trilogia autobiografica dai risvolti sconcertanti. Il protagonista racconta la propria vita attraverso un alter ego ospite nella sua casa di Parigi. L'appartamento è invaso da copie di romanzi che Pascal ha pubblicato e da manoscritti in attesa di pubblicazione. Nel corso del suo ficcanasare, il narratore virtuale scopre la fluviale autobiografia dell'anfitrione redatta di suo pugno. La smania di confrontare quest'ultimo scritto con gli altri destinati al pubblico assorbe l'attenzione dell'intruso spingendolo a un'indagine letteraria e umana dai contorni talora parossistici. Cosa è narrato e cosa è taciuto nei romanzi? Quanto la fantasia coincide con la verità? In che misura un autore modifica un episodio reale per adattarlo alle esigenze narrative? Questi sono alcuni dei quesiti cui si trova di fronte l'improvvisato detective nel raffrontare le pagine in cui si è immerso. Bloccato da un'impasse personale, l'uomo crede di trarre dalle parole esaminate insegnamenti utili a uscirne. Ma agli episodi letti si alternano eventi vissuti che scombinano le carte. Apparizioni improvvise dell'autore, che dovrebbe trovarsi oltre Atlantico, ingarbugliano il lavoro tingendo l'opera di giallo. L'enigma letterario si trasforma in thriller psicologico, l'indagine squisitamente intellettuale assume connotati più concreti.
19,00

Jean Cocteau. La squisitezza del mondo

di Pascal Schembri

Libro: Copertina morbida

editore: Odoya

anno edizione: 2018

pagine: 246

Se c'è qualcosa che Cocteau sembra aver avuto fin dal principio, quelle sono le idee chiare. Abile nell'individuare il talento e lasciarsene espandere, amava la vita oltre misura per le sue immense opportunità creative. L'amicizia con Picasso perseguita con caparbietà, l'affinità elettiva con Proust, il confronto con André Gide e la simpatia per Edith Piaf, la collaborazione con Blaise Cendrars e l'amore per Jean Marais e Raymond Radiguet, l'ammirazione per Erik Satie e Igor' Stravinskij, il teatro alla Comédie-Francaise e il cinema con "La bella e la bestia", l'affetto per Max Jacob e la vicinanza transculturale con Kiki de Montparnasse: tutto nella vita descritta da Schembri ruota intorno a occasioni imperdibili colte al volo. Da Djagilev e i Balletti Russi a Man Ray e Modigliani, da Ezra Pound e T.S. Eliot a Guillaume Apollinaire, passando per l'ammirazione di Proust e il disprezzo di Breton, il Dorian Gray della cultura francese indaga ogni forma artistica dell'età d'oro parigina del Novecento, superando le guerre, lottando con la dipendenza dall'oppio e ritraendo la «morte al lavoro» in una battaglia all'ultimo sangue contro l'ottusità degli insensibili. Cocteau racchiude in sé la meraviglia proteiforme dell'artista totale: poeta, saggista, drammaturgo, sceneggiatore, disegnatore, librettista, regista cinematografico, pubblicitario, decoratore, imitatore, talent scout e attore... Esplorando trasversalmente tutte le forme ed esaltandone il meglio, non rimane intrappolato in nessuna di esse, anticipando il genio e la factory di Andy Warhol. Di classe elevata, si sottrae a ogni classificazione attribuendo alla creazione artistica l'unica vera nobiltà. Laddove «il genio è una questione di dosaggio e di lenta evaporazione». Introduzione di Marco Ongaro.
16,00

Uomini in gonnella

di Pascal Schembri

Libro: Libro in brossura

editore: NUOVA IPSA

anno edizione: 2018

pagine: 143

Il libro nasce come un'indagine sulla femminizzazione del maschio coniugato e i rapporti di potere all'interno della coppia e della famiglia, per poi svelarsi un lavoro motivato da un intimismo che ne traccia con sincerità le intenzioni aggiungendo il valore della genuinità alle riflessioni di un uomo perfettamente calato nei problemi del suo tempo. Famiglie divise in cui i genitori paterni non possono frequentare i nipotini, mogli che dominano apertamente o in modo subdolo, consapevolmente o d'istinto il maschio con cui condividono la vita, gattemorte e tiranne, poveri frustrati e maschi asserviti si avvicendano nel panorama di queste pagine in cui l'infelicità relazionale si erge a protagonista di un'epoca socialmente confusa.
15,00

Il burraco delle signore grigioverde

di Pascal Schembri

Libro: Libro in brossura

editore: Pegasus Edition

anno edizione: 2015

pagine: 204

12,00

Chi sono io tra loro?

di Pascal Schembri

Libro: Copertina morbida

editore: GENESI

anno edizione: 2019

pagine: 216

La domanda del titolo, posta in forma di affermazione, suona come uno spunto di riflessione filosofica più che come un quesito. La voglia di sapere, l'ansia di conoscere le proprie origini che attraversa tutto il romanzo sembra acquietarsi nella pacata considerazione finale riassunta nel titolo. L'elenco dei nomi che viene sciorinato in ordine alfabetico dal narratore all'inizio del libro, con esplicito riferimento al Qoelet, l'Ecclesiaste biblico, è la trama destinata a dipanarsi di generazione in generazione con il procedere dei capitoli, scoprendo la vanità del vagare umano nel mondo in rapporto al disegno sovrannaturale che lo guida. Il protagonista stesso vi si nasconde come una particella fondamentale all'insieme delle reazioni chimiche degli intrecci individuali, sullo sfondo della Storia del Novecento. Dall'Australia agli Stati Uniti d'America, dall'Europa della Seconda guerra. L'interesse di questa particolare saga sta soprattutto nella coscienza di non essere più importante di altre, ma quanto le altre assolutamente necessaria, impossibile da tacere. L'obbligo morale di testimoniare, ancora e ancora, non abbandona un istante queste pagine e ne è la forza.
18,00

L'arma del potere. Perversioni e corruzione al parlamento

di Pascal Schembri

Libro: Copertina morbida

editore: Curcio

anno edizione: 2019

pagine: 369

In un misterioso palazzo siciliano, tra il 1960 e il 1990, si consumano delitti e oscuri suicidi le cui insospettate radici e ripercussioni conducono ai corridoi del Parlamento italiano. Un filo rosso collega le morti a intrighi di mafia e politica, a vicende sentimentali in cui l'amore ha il sapore della vendetta e il sesso si rivela strumento di potere. Sullo sfondo degli ambienti politici nazionali tra gli anni del boom e la vigilia di Mani pulite, in una visione cinica del malaffare imperante, cui nemmeno il Vaticano si sottrae, vittime e carnefici, vendicatori e giustiziati confondono impulsi morali e spregiudicatezza dando vita a un'allegoria di maschere che nascondono sempre la stessa faccia. La Giustizia appare come un valore strumentale, egoismo e avidità dominano l'agire umano mentre l'amore, pur soccombendo, rilancia il gioco e innalza la posta a dismisura. Chi è Paola N., la bella interprete parlamentare da cui tutti sono attratti? Che legami ci sono tra lei e le misteriose morti del «palazzo maledetto»? Chi veramente detiene il potere nel Belpaese e grazie a quali collusioni? Per quale ragione gli scandali annunciati finiscono insabbiati? Quanta autonomia possono conservare le forze dell'ordine in una nazione governata dalle nozze tra politica e crimine? Thriller giallorosa con risvolti gotico-sentimentali, il romanzo di Pascal Schembri travalica i generi e mescola le carte sul piano narrativo rientrando in tutti i possibili schemi anziché sfuggirli.
16,00

Kurt Vonnegut Jr. Una biografia chimica

di Pascal Schembri

Libro: Libro in brossura

editore: Odoya

anno edizione: 2017

pagine: 223

Gli esseri umani sono cialtroni che si danno arie da evoluti, sono piccole scimmie che agitano il tocco e la bacchetta per sembrare professori, sono bambini che si atteggiano a una maturità che non raggiungeranno mai. Ha avuto modo di verificarlo sul campo, tra la facoltà di chimica e quella di antropologia, tornando in licenza giusto in tempo per assistere all'uscita di scena di una madre che si toglie la vita ingoiando sonniferi il giorno della festa della mamma. L'omaggio di Pascal Schembri a Kurt Vonnegut Jr. non è solo un ampio e argomentato saggio italiano sull'autore di "Mattatoio n. 5", ma anche un trattato sulla letteratura e sulla fantascienza, sull'impegno sociale e sull'insegnamento. Nel 1944 sono due le date salienti che influenzeranno in modo determinante la vita di Kurt Vonnegut Jr., conclusasi nel 2007 a ottantaquattro anni, nel pieno riconoscimento della sua carriera letteraria e accademica. La prima è il 14 maggio e riguarda il suicidio della madre. La seconda è il 19 dicembre e registra la resa sua e dei suoi commilitoni all'esercito nazista durante la battaglia del Belgio. Di questo avvenimento, e delle sue conseguenze, le opere di Vonnegut saranno pervase un po' tutte, con maggiore o minore esplicitazione. È l'episodio centrale della sua vita. La sua esistenza umana e artistica ruota tutta intorno a esso. Il particolare sguardo sulla vita che l'autore di Indianapolis riversa nei suoi romanzi e saggi si rivela un patrimonio umanistico imperdibile, cui Schembri restituisce memoria rispolverandone i temi ricorrenti, i leitmotiv, i principali personaggi creati e ricreati per riprodurre la meravigliosa insensatezza di un'esistenza che va comunque vissuta col massimo dell'ispirazione intellettuale.
16,00

L'ultima Stagione

di Pascal Schembri

Libro: Libro in brossura

editore: Timía

anno edizione: 2017

pagine: 308

Tra il thriller sentimentale e il dramma intimista, L'ultima stagione è quella in cui non si spera più, dopo una vita ricca di occasioni e successi ma anche di lutti e delusioni. È quella in cui Corrado non osa più credere e che un deus ex machina, incarnato dall'affezionatissima figlia, gli porge invece con silenziosa dedizione, oltre la banalità dei luoghi comuni del vivere e dei pregiudizi di una società destinata a veder sovvertite le proprie regole. Le vite di Corrado e di Kledi corrono su binari paralleli, apparentemente inconciliabili, per confluire infine in una coincidenza pilotata di avvenimenti cui nessuno dei due avrebbe potuto per natura sottrarsi. Questa storia sarebbe potuta divenire fiaba e invece, trascinata nel gorgo degli errori umani, mostra la sostanza di un'esistenza, comunque degna di essere vissuta nonostante le sue prove, gli inganni e le meschinità. Tra impulsi e desideri, la verità non ha mai una sola faccia.
14,00

Marcello Mastroianni. Lo spessore della trasparenza

di Pascal Schembri

Libro: Libro in brossura

editore: Edizioni Sabinae

anno edizione: 2016

pagine: 172

Venti anni fa moriva l'attore più amato dal cinema italiano. Un sex-simbol, un divo, l'alter ego di Federico Fellini. Un racconto che sa restituire il fascino di una vita artistica di un uomo che si è abbandonato all'arte del recitare. Un saggio che lo rende vivo.
15,00

Traiettoria di una stella rissosa

di Pascal Schembri

Libro

editore: GRAUS EDITORE

anno edizione: 2016

15,00

Femminicidio. Loro si sono salvate

di Pascal Schembri

Libro

editore: Dina Editions

anno edizione: 2014

pagine: 166

Il femminicidio è un fenomeno mondiale. Rappresenta la violenza fisica, psicologica, economica e sociale che minaccia la vita, la salute e i diritti di milioni di donne. La legge del silenzio che pesa sulle violenze coniugali è la stessa che pesa sull'affrancamento realizzato dalle vittime. Si tratta di episodi sporadici, molto meno frequenti in confronto alla moltitudine dei maltrattamenti inflitti dagli uomini in ambito famigliare, ma esistono e forse esporne alcuni, sufficientemente esemplari, potrà servire a tracciare una via che permetta di uscire dal circolo vizioso della brutalità. Martine, Annunziata, Nancy, Lisa, Margaret, Lea, Maddalena, Cécile, Claudine, Leila, Anna e Raja, sono donne che ce l'hanno fatta a sottrarsi alla sopraffazione di un rapporto di coppia malato. Magari reagendo prima, le loro vite sarebbero state meno infelici.
13,50

A cosa serve l'amore? Il talento filosofale di Edith Piaf

di Pascal Schembri

Libro: Libro in brossura

editore: ZONA

anno edizione: 2014

pagine: 152

Quanta biografia c'è nella creatività di un artista, e quanta se ne può distillare dalla sua opera? Quanto la sua eccellenza attrae altre eccellenze? Quanto l'amore, anche inteso come pura passionalità erotica, amplifica il fenomeno espressivo e trasmette genialità, come per contagio? Dopo vari ritratti psicologici e ricostruzioni romanzesche, questa vita di Edith Piaf è narrata principalmente attraverso il suo percorso umano e sentimentale. A cosa serve l'amore?, chiedeva "il Passerotto" della canzone realista francese nell'ultimo successo, cantato in coppia con l'ultima fiamma Théo Sarapo. Tutta la sua storia non è altro che ricerca di una risposta possibile a questo interrogativo universale.
16,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.