Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di S. Bre

La fine di quest'arte

di Silvia Bre

Libro: Copertina morbida

editore: Einaudi

anno edizione: 2015

pagine: 83

Il centro di questa nuova raccolta di poesie di Silvia Bre è ciò che le parole tentano di raggiungere e di afferrare. La strategia che l'autrice utilizza per arrivare al cuore ultimo delle cose sarà, l'aggiramento, la variazione, la durata, un'ammirazione quasi estatica di quella frontalità irrisolvibile. Alla durezza di un confronto diretto, il linguaggio poetico della Bre risponde con un assedio fatto di suadenti aggressioni e di sovrani cedimenti. Attraverso il disegno di paesaggi, di singoli attimi indagati dal pensiero, di stagioni che incorporano gli esseri umani - dai notturni fino a un'alba - i versi si allargano sulle pagine oltre la propria consistenza, come per lanciarsi dall'altra parte, provando continuamente a lasciarla intravedere. Si tratta di quella zona ignota, forse silenziosa, forse finale, che è il destino stesso della poesia.
11,00

Geroglifici

di Bruno Camillo Pugno Bre

Libro

editore: Sottosopra

anno edizione: 2019

18,00

HOW TO SPEAK HIP

di DEL CLOSE & JOHN BRE

Audio: CD Audio

etichetta: GO! BOP!

anno edizione: 2018

7,93
10,00

ABSCHIED IN PRAG ROMAN

Libro: libro varia

editore: DIANA

anno edizione: 2017

10,99

Marmo

di Silvia Bre

Libro: Copertina morbida

editore: Einaudi

anno edizione: 2007

pagine: 100

Sotto il marmo del titolo, che evoca la tranquilla staticità del definitivo, la nuova raccolta di Silvia Bre è tutta dominata da movimenti vertiginosi: verso il cielo, le stelle, il remotamente lontano o anche solo l'alto a cui tendono "i ciuffi di basilico, gli sguardi/i quattro girasoli e il pensare"; e poi, con repentini cambi di direzione, impennate verso la terra, il sottoterra, l'abissale ("un po' più sotto è dove stanno i morti/a scalciare in eterno oltre la vita"). La realtà di chi vive sembra scorrere lungo i continui tragitti verticali tra queste dimensioni estreme, nei salti ciechi tra il corporeo e l'immaginario, nell'aspirazione paziente e disperata a una conciliazione che può venire solo dalla voce che la canta e dall'ascolto spietato del "suono che tiene unito l'universo".
10,00

Sempre perdendosi

di Silvia Bre

Libro: Copertina morbida

editore: NOTTETEMPO

anno edizione: 2005

pagine: 29

Sebastiano muore. Trafitto dalle frecce e vinto dal dolore, lancia verso la morte il suo grido brutale. Ma il suo grido, per essere più acuto, si sfibra, varia nel giro delle parole, nei suoni della poesia, e poi si riveste di gesti e diventa teatro. In questo poemetto viene raccontato il dolore come una lenta agonia che aspira alla fine, foss'anche la morte, e non la trova. Per la prima volta Silvia Brè si avvicina al teatro: il testo è stato scritto per Alfonso Benadduce, attore e impresario di se stesso, che lo porterà in scena.
3,00

Le barricate misteriose

di Silvia Bre

Libro

editore: Einaudi

anno edizione: 2001

pagine: 115

Una vena lirica accesa continuamente dal desiderio di proiettarsi fuori dei limiti umani di spazio e tempo, per recuperare la dimensione eterna dell'esistere, ma nello stesso tempo una vena malinconica riflette l'impossibilità di realizzare questo desiderio. Una poesia che si confronta con ritmi e accenti dei grandi del passato, la cui aspirazione non è il viaggio in una dimensione extraterrena, ma è rintracciare gli incroci di umano e divino, far vivere in una luce diversa gli oggetti della vita quotidiana.
11,00

Snack Bar Budapest

di Marco Lodoli, Silvia Bre

Libro

editore: Bompiani

anno edizione: 1998

pagine: 190

Snack Bar Budapest

di Marco Lodoli, Silvia Bre

Libro

editore: Bompiani

anno edizione: 1987

pagine: 186

TERESA WILMS MONTT DIARIO

di GAROSI - SERNI - BRE

Audio: CD Audio

etichetta: EMA VINCI RECORDS

anno edizione: 2019

12,89

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.