Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Stefano Poli

Flow charts del motore marino diesel. Il guasto, la diagnosi, la cura

di Stefano Malagoli, Stefano Poli

Libro: Copertina morbida

editore: IL FRANGENTE

anno edizione: 2018

pagine: 80

Facendo i dovuti scongiuri, il motore di bordo, anche il più sofisticato, può essere soggetto a guasti. Per quanto l'essere previdenti e attuare una serie di manutenzioni di routine possa far diminuire di molto la probabilità che ciò accada, il guasto è pur sempre un accidente improvviso e imprevedibile e, in alcune situazioni, persino pericoloso. La giusta tranquillità, che deriva dal sapere di aver fatto tutta la manutenzione preventiva necessaria al proprio motore, illustrata ampiamente nel manuale del motore diesel marino, deve essere supportata da un ultimo ma non meno importante "tassello": essere in grado di diagnosticare un'eventuale anomalia - cosa tutt'altro che semplice - e possibilmente conoscere quanti più "trucchi" e scorciatoie pratiche possibili per risolverla. Solo in questo modo si può dire di non aver lasciato nulla al caso. Questo pratico vademecum tecnico prende in esame le anomalie più ricorrenti, mostra come associarle alle cause che potrebbero averle provocate e attraverso una serie di domande/risposte guida passo passo anche l'utente meno esperto a effettuare le operazioni necessarie per risolvere il problema.
18,00

Il manuale del motore diesel marino. Tutto quello che bisogna sapere per risolvere ogni tipo di problema

di Stefano Malagoli, Stefano Poli

Libro: Libro in brossura

editore: IL FRANGENTE

anno edizione: 2018

pagine: 328

Ogni navigante si troverà, prima o poi, a dover fronteggiare un guasto o una semplice manutenzione al motore entrobordo della propria barca. Se trattato bene, può essere un alleato, pronto ad aiutarci e a toglierci d'impaccio. Al contrario, può diventare esso stesso causa di disagi e difficoltà: dipende da quanto lo conosciamo e da come ce ne curiamo. Questo manuale, utile sia al navigante neofita sia a quello più esperto, si propone di descrivere in modo chiaro e completo il motore entrobordo in tutte le sue componenti e nel suo funzionamento per guidare lo skipper a individuare il problema e a risolverlo in maniera efficace attraverso un consistente apparato di illustrazioni, schemi e foto che mostrano in sequenza i vari passi da eseguire in fase di intervento. Fornisce inoltre le istruzioni per una corretta manutenzione ordinaria, come predisporre un diario della sua vita e utili consigli sulla normativa.
38,00

Città vecchia, nuovi anziani. Invecchiamento e postmodernità in una periferia metropolitana

di Stefano Poli

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2012

pagine: 256

Che cosa offrono le città oggi, e in particolare Genova, alla popolazione anziana che in così larga misura le compone? Quali archetipi culturali si celano dietro il modo stesso di concepire l'invecchiamento e i ruoli a esso associati? Qual è la ricaduta nella quotidianità degli anziani, spesso vittime del pauperismo, dell'isolamento relazionale, dei rischi di raggiro o delle barriere architettoniche? Quali strategie sono messe in atto da parte loro in una società in cui sembrano prevalere riflessività individuale e relazioni liquide e frammentarie? Dietro tali strategie si può cogliere l'emersione di un protagonismo sempre più attivo da parte della terza e della quarta età? Il volume esplora possibili risposte osservando il caso genovese e, in particolare, analizzando i risultati di un'indagine empirica nel contesto metropolitano della Val Polcevera, territorio di profonda memoria e di significativo mutamento, un tempo importante teatro di cultura operaia in cui gli elementi del radicamento storico e culturale si alternano con le condizioni tipiche di una periferia metropolitana deindustrializzata e postmoderna. A Genova, come in buona parte delle società avanzate, è tempo di superare le retoriche ancorate al costo sociale degli anziani in termini di welfare e assistenza sociosanitaria.
33,00

Eugenio Giacomo Faludi. Colonia marina Montecatini a Cervia 1936-1939

di Stefano A. Poli

Libro: Libro rilegato

editore: Ilios

anno edizione: 2013

pagine: 112

La colonia marina Montecatini fu costruita a Milano Marittima fra il 1937 e il 1939. Concluso senza esito il concorso a inviti, la progettazione fu affidata a Eugenio Giacomo Faludi (1896-1981), architetto ebreo di origini ungheresi. Inaugurata nel 1939, si rivelò presto un efficiente dispositivo edilizio, articolato secondo un programma funzionale perfettamente congruente con la ritualità del sistema educativo fascista. La sua architettura non appare tuttavia riducibile ai compiti rappresentativi e retorici che assunse ed esprime, in una sintesi compiuta, alcuni caratteri ricorrenti nell'opera di Faludi, che fu in gran parte obliterata dalla censura antiebraica.
9,00

Autobiografia

di Franco Zeffirelli

Libro: Copertina rigida

editore: Lorenzo de Medici Press

anno edizione: 2019

pagine: 392

25,00

L'evoluzione della governance delle società chiuse

di Stefano Poli

Libro

editore: Giuffrè

anno edizione: 2010

pagine: 234

Il lavoro muove dal dibattito dottrinale, italiano e straniero, in tema di corporate governance; anche a seguito delle "crisi del mercato" di inizio millennio, tale dibattito si è tradotto in una serie di interventi legislativi di modifica della disciplina delle società di capitali, talvolta inseriti, quale parte integrante, in interventi "organici" (riforma Draghi del 1998, riforma Vietti del 2003), in altri casi ascrivibili alla "legislazione dell'emergenza" (legge sul risparmio del 2005). In tale quadro, la monografia, dopo aver esposto l'evoluzione normativa precedente in tema di corporate governance ed aver individuato le criticità di fondo che presentava, in materia, il sistema previgente, si propone l'obiettivo di verificare se le recenti modifiche della disciplina della società di capitali - soprattutto quella organica del 2003 - affrontino e siano idonee a risolvere le principali questioni aperte e le fonti di inefficienza segnalate dagli interpreti in materia di governance ed organi sociali. L'indagine viene condotta con particolare riferimento alle "s.p.a. chiuse" considerando la diffusione di tali categoria nel substrato economico italiano.
24,00

L'isola che c'è. Il lavoro in Coop Liguria tra buone prassi di conciliazione e condivisione

di Stefano Poli, Valeria Maione

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2011

pagine: 192

Isola è metafora positiva di un luogo immaginario, di desideri avverati, di vita in libertà. L'organizzazione del lavoro nelle aziende di oggi è paragonabile a un arcipelago frammentato, dove i flutti della flessibilità contrattuale, le esigenze di mercato e i vincoli di produzione agitano le acque rendendo le isole del lavoro sempre meno sicure e sempre più incerte. Il volume propone il caso di Coop Liguria, quale esempio di buone prassi aziendali, attraverso il focus su due casi emblematici: il Progetto 6EFFE che ha previsto la riorganizzazione a "isole" dei punti vendita, per favorire la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro e l'analisi del clima aziendale su tutto il personale dipendente, conseguente al progetto. Ne emergono valori condivisi quali la solidarietà, la cooperazione e la mutualità che qualificano il modello Coop Liguria come una delle ultime isole del paradigma fordista, citazione apparentemente nostalgica in un contesto esasperato dalla flessibilità occupazionale, capace in realtà di affrontare le sfide del mercato globale mantenendo adeguate garanzie di qualità del lavoro. Una cultura aziendale attenta al benessere organizzativo induce nei dipendenti la consapevolezza di far parte di una realtà che, pur esposta a minacce esterne, dispone di adeguate potenzialità per essere definita un'isola felice.
25,00

La sindrome di Gondrano. Senso e significati del lavoro nella società postmoderna

di Stefano Poli

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2008

pagine: 304

"Gondrano era sempre stato un forte lavoratore, ma ora sembrava che in lui vi fossero non uno ma tre cavalli: vi erano giorni in cui tutto il lavoro della fattoria sembrava pesare sulle sue possenti spalle. La sua risposta a ogni problema, a ogni difficoltà era: "Lavorerò di più!" frase che aveva adottato quale suo motto personale." (La fattoria degli animali, G. Orwell). Proprio in un'epoca in cui la tecnologia consentirebbe una sempre più ampia emancipazione dell'uomo dalla fatica, la dimensione del lavoro diviene oggi una delle preoccupazioni sociali più importanti nel vissuto delle persone. Tuttavia, è proprio l'incertezza occupazionale che caratterizza il mercato del lavoro nella crisi del sistema economico liberista a rafforzare l'idea che il lavoro costituisca ancora una dimensione cardinale, allargandone gli universi simbolici e rafforzandone l'importanza nella determinazione delle identità nelle biografie individuali. Secondo questa chiave di lettura il volume realizza un percorso che affronta l'evoluzione storica del lavoro fino ai molteplici significati che assume nella postmodernità e, attraverso l'analisi di recenti indagini nazionali, esplora la relazione tra i vissuti dell'esperienza lavorativa e il posizionamento sociale dell'individuo, definendo le rappresentazioni occupazionali e professionali sulla base dei modelli di appartenenza significativa sotto il profilo dello status sociale.
28,50

Il pegno di azioni

di Stefano Poli

Libro

editore: Giuffrè

anno edizione: 2000

pagine: 630

40,28

La città e il tempo: interpretazione e azione

Libro

editore: Maggioli Editore

anno edizione: 2010

pagine: 368

Il tema del tempo e delle sue relazioni con la descrizione e la progettazione della città suscita almeno due ordini di domande. Da una parte, osservando che la dimensione temporale degli eventi è l'elemento cruciale della complessità stessa di ogni realtà e segnatamente delle realtà urbane, ci si può domandare se e fino a che punto un confronto aperto con la variabile "tempo" nel contesto della città contemporanea porti a modificare i nostri modi di interpretazione e di spiegazione (e, dunque, se si tratti semplicemente di aggiungere un elemento esplicativo a quelli più consueti, oppure sia richiesto un cambiamento più profondo nell'approccio analitico; in particolare, ci si chiede come sia possibile afferrare l'evolversi continuo dei fenomeni urbani; come interpretare il rapporto dinamico tra mutamento e permanenza; come rendere le nostre descrizioni intrinsecamente dinamiche senza rinunciare a rinvenire regolarità significative). Dall'altra, ci si può chiedere se e fino a che punto dare rilevanza alla dimensione temporale implichi un cambiamento anche nei nostri modi di intervenire sulla città, tramite piani, politiche, progetti (in particolare, come combinare esigenza di certezza e spazi di flessibilità, senso e adattamento). Le due domande non sono ovviamente indipendenti l'una dall'altra, ma sollevano questioni specifiche e, per certi aspetti, autonome, dando origine a problemi complessi sia per le tecniche e le modalità d'analisi della realtà sia per gli strumenti e le forme d'intervento.
22,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.