Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di Alessandra Coppa

Natural houses. Interior Design Cubes

di Alessandra Coppa

Libro: Copertina rigida

editore: 24 Ore Cultura

anno edizione: 2022

pagine: 304

Il meglio dell'interior design sostenibile, all'insegna di un rapporto rispettoso del contesto ambientale La casa green nature si pone in armonia con il contesto ambientale, inserendosi nel delicato ecosistema che la accoglie in modo rispettoso e non invasivo, pensandosi come un unico organismo in cui tutti gli elementi sfruttano le reciproche sinergie al fine di minimizzare I'impatto ambientale, rispondendo alle esigenze di chi vi abita. I caratteri ecocompatibili si concretizzano nella scelta di materiali naturali, nel controllo dell'irraggiamento solare, nel particolare dosaggio della luce naturale negli spazi interni e nell'impiego virtuoso della luce artificiale, nell'attenta gestione della risorsa idrica e dei combustibili, nell'utilizzo di energie rinnovabili, nelle ridotte emissioni di CO2. Attraverso una selezione di case dai caratteri forti provenienti da tutto il mondo, la nuova collana Interior Cube Design si propone come un'esaustiva e gustosa ricognizione sugli stili dell'interior design per guidare il lettore tra le categorie, i linguaggi e le tendenze dell'abitare contemporaneo. Originali anche nel formato, cubico, le monografie che compongono la collana sono immediatamente riconoscibili dal colore, che rimanda a uno stile. Rispettivamente rosso, verde e grigio, i primi tre volumi sono dedicati rispettivamente allo stile dream, al naturale e a quello brutalista.
45,00

Piccoli esploratori a Milano. La tua guida alla città

di Alessandra Coppa

Libro: Copertina morbida

editore: 24 Ore Cultura

anno edizione: 2019

pagine: 64

Un libro-gioco per bambini dedicato alle meraviglie della città di Milano. Alla scoperta di Milano attraverso disegni, animazioni e spazi da personalizzare. Dalle antiche vie di Brera alla futuristica City Life, dalle vetrine di via Montenapoleone alle civiltà lontane raccontate al Mudec - Museo delle Culture, il libro accompagna i lettori più giovani alla scoperta delle più celebri attrazioni milanesi. Ciascun capitolo corrisponde a una tappa di questo affascinante viaggio di esplorazione: un viaggio riccamente illustrato e completato da piccoli focus dedicati ad aneddoti, leggende, personaggi famosi e artisti che hanno fatto la storia della città.
14,90

Maledetto design. L'ossessione pop delle icone

di Alessandra Coppa

Libro: Copertina rigida

editore: Centauria

anno edizione: 2019

pagine: 160

Celebrato, osannato, mitizzato e... spesso sopravvalutato. Oppure male interpretato. Il design, nella sua versione pop, è la grande incognita del nuovo millennio: bufala colossale o vera innovazione sociale? Questo libro, con interviste, immagini e testi critici ci racconta in modo ironico e intelligente come il design possa essere una vera e propria maledizione, anche per gli stessi designer!
19,90

Francesco Paciotto architetto militare

di Alessandra Coppa

Libro

editore: Unicopli

anno edizione: 2005

pagine: 229

Il libro è incentrato sulla figura di Francesco Paciotto da Urbino (1521-1591) che può essere considerato il capostipite di una vera e propria "scuola" di architettura militare. Non a caso è prescelto come precettore di Alessandro Farnese, futuro duca di Parma e Piacenza e governatore generale delle Fiandre. Quale architetto militare spicca per l'unicità e la coerenza della sua produzione teoretica e pratica a partire dal modello più famoso della sua opera: la cittadella pentagonale regolare da lui applicato per primo a Torino nel 1564. Inoltre a lui si devono progetti, studi, cantieri dell'importanza del palazzo Farnese a Piacenza e a Caprarola, dell'Escorial di Madrid (1562) e delle cittadelle di Torino (1564) e Anversa (1567).
10,50

Razionalismo lariano

di Alessandra Coppa, Giovanna D'Amia

Libro

editore: Maggioli Editore

anno edizione: 2010

pagine: 253

Il libro raccoglie i contributi del seminario sul Razionalismo lariano attivato presso la facoltà di Architettura e Società del Politecnico di Milano nell'anno accademico 2007-2008. I saggi qui riuniti, che spaziano da questioni generali ad approfondimenti su singole opere, riflettono in qualche caso linee di indagine ancora in corso e offrono inediti tagli di lettura che tendono a definire i contorni di quella straordinaria stagione culturale che ha fatto della città di Como e delle sponde del Lario uno dei più fervidi laboratori della ricerca architettonica razionalista. Al di là dei numerosi contributi dedicati negli ultimi anni ai singoli protagonisti, il razionalismo lariano nel suo complesso - ovvero la proposta progettuale del gruppo riunito intorno a Giuseppe Terragni e Pietro Lingeri - costituisce infatti un capitolo storiografico ancora aperto e rappresenta un'esperienza tutt'altro che monolitica.
20,00

Giuseppe Terragni

di Alessandra Coppa

Libro: Copertina rigida

editore: 24 Ore Cultura

anno edizione: 2013

pagine: 120

La formazione di Giuseppe Terragni si colloca nell'ambito del complesso punto di partenza del Razionalismo italiano: in bilico tra l`eredità futurista, il linguaggio metafisico di "Valori Plastici" e il classicismo di primo Novecento - una via complessa e italiana alla modernità, dove la forma e l'estetica dell'edificio sono subordinate ai suoi caratteri tecnici e pratici. Terragni amava progettare di notte su un grande tavolo "ricolmo di tavole alla rinfusa", con la sigaretta in bocca, in compagnia del gatto Demiurgo. Alto e massiccio, i colleghi lo descrivono vestito senza cura, con le mani "pesanti e goffe" ma che sapevano disegnare "un segno esile, un filo sottilissimo, vibrante e netto". Nasce così la Casa del Fascio di Como, l'opera più rappresentativa, un vero e proprio manifesto del Razionalismo italiano - ma anche l'edificio destinato a interpretare lo spirito del regime e a scatenare polemiche. Seguono poi i grandi condomini residenziali (Casa Rustici, Ghiringhelli, Lavezzari, Toninello, Rustici-Comolli): è il tema complesso della "casa moderna", che la V Triennale del 1933 aveva proposto quale oggetto di discussione architettonica. E poi ancora la grande architettura di Stato, ripresa in occasione dei grandi concorsi romani: per il Palazzo del Littorio, per il Palazzo dei ricevimenti e dei congressi all'E42 e per il Danteum, tutti rimasti sulla carta.
35,00

Adolf Loos

di Alessandra Coppa

Libro: Copertina rigida

editore: 24 Ore Cultura

anno edizione: 2013

pagine: 120

Isolato dalla cultura architettonica del suo tempo e contrario ai principi della Secessione viennese, l'austriaco Adolf Loos, con le sue costruzioni "neorazionaliste" e la riforma dei linguaggi dell'architettura contro l'ornamento in favore della pura utilità, ha posto le basi per la fondazione del Movimento Moderno. Eppure il mestiere dell'architetto non è, per Loos, che un ritorno ai saperi dell'artigiano e del muratore, supportati da una profonda sensibilità per gli aspetti cromatici e spaziali, nella convinzione che le stanze della casa "suscitassero nell'uomo degli stati d`animo" - la teoria delle Raumstimmungen, elaborata negli scritti. Non a caso il progetto più celebre - rimasto un'icona su carta - ripropone l'immagine di una gigantesca colonna dorica in granito nero, presentata nel 1922 al concorso per la sede del principale quotidiano di Chicago, il "Tribune". Trasformando una colonna in un edificio abitabile, la proposta di Loos rompe con le forme del grattacielo della recente storia americana e suggerisce l'idea di un'architettura fondata sull'antico. Un antico nuovo, che aprirà una tendenza inarrestabile dalla linea curva alla geometria, dalla forma alla funzione, e basato sulla consapevolezza che il vero stile moderno deve rappresentare la fine di tutti gli stili, e la contestazione delle decorazioni, delle "case in parrucca e con le culottes".
35,00

Mario Botta. Ediz. inglese

di Alessandra Coppa

Libro

editore: 24 Ore Cultura

anno edizione: 2012

14,90

Living in New York. Ediz. italiana e inglese

di Alessandra Coppa

Libro: Copertina morbida

editore: Motta Architettura

anno edizione: 2010

pagine: 379

"I progetti presentati sono testimonianza di nuove soluzioni e modi di abitare che tornano a sottolineare il valore dello 'spazio libero', nella configurazione di interni luminosi e aperti, privi di vincoli funzionali e tesi verso nuove qualità ambientali."
19,90

Mario Botta

di Alessandra Coppa

Libro: Copertina rigida

editore: Motta Architettura

anno edizione: 2009

pagine: 120

Dal 1963, anno della realizzazione della sua prima architettura (la casa parrocchiale di Genestrerio), Mario Botta ha progettato oltre trecento edifici e opere di design, una media quindi di otto progetti all'anno, spesso di vasta dimensione. Nel corso di tutta la sua lunga attività progettuale, Mario Botta ha costruito e sperimentato ogni genere di edificio: ha espresso le grandi forme e animato quelle piccole.
14,90

Vittorio Gregotti

di Alessandra Coppa

Libro: Copertina rigida

editore: Motta Architettura

anno edizione: 2008

pagine: 119

Il volume raccoglie una selezione delle opere e dei progetti migliori di un architetto figlio di quella "generazione dell'incertezza" (come l'ha definita Tafuri) degli inizi degli anni Cinquanta. Essi sono arricchiti da un'ampia documentazione grafica e fotografica e da un apparato di testi di approfondimento. Una carrellata di immagini introducono il lettore allo stile architettonico; un saggio illustra, per temi, la figura dell'architetto fornendo le principali chiavi di lettura della sua opera secondo la storiografia o la produzione critica corrente. Non mancano alcune opere fondamentali già realizzate, illustrate da disegni e fotografie e accompagnate da un breve commento. Ma anche i progetti in corso di realizzazione o incompiuti, altrettanto essenziali, illustrati anch'essi da disegni e corredati da un testo sintetico.
14,90

Mario Botta

di Alessandra Coppa

Libro: Copertina rigida

editore: Motta Architettura

anno edizione: 2007

pagine: 119

Dal 1963, anno della realizzazione della sua prima architettura (la casa parrocchiale di Genestrerio), Mario Botta ha progettato oltre trecento edifici e opere di design, una media quindi di otto progetti all'anno, spesso di vasta dimensione. Nel corso di tutta la sua lunga attività progettuale, Mario Botta ha costruito e sperimentato ogni genere di edificio: ha espresso le grandi forme e animato quelle piccole.
14,90

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.