Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Amedeo Modigliani

Le lettere

di Amedeo Modigliani

Libro

editore: ABSCONDITA

anno edizione: 2019

pagine: 85

"Sono qui raccolte [...] tutte le lettere di Amedeo Modigliani (Livorno 1884-Parigi 1920), i principali scritti che rimangono dell'artista. Dalle lunghe confidenze, pervase di slanci dannunziani e nietzscheani, inviate all'amico Oscar Ghiglia agli inizi del secolo, alle brevi corrispondenze con il suo mecenate parigino Paul Alexandre, a cui scrive tra l'altro il celebre aforisma «la felicità è un angelo dal volto grave»; dalle righe asciutte e commoventi indirizzate alla madre ai messaggi allegri e disperati mandati al mercante Zborowski, dettati da esigenze pratiche, ma capaci di aprirsi a riflessioni non occasionali («l'uomo è un mondo che a volte vale i mondi interi»), questi scritti, nella loro essenzialità, nella loro assoluta assenza di retorica, disegnano un ritratto dell'artista più autentico di tante testimonianze romanzate. Vissuto a Parigi dal 1906 al 1920, l'anno della prematura morte a soli trentacinque anni, Modigliani è stato una figura leggendaria dell'età delle avanguardie. La sua arte, vicina al cubismo e al primitivismo, ma non dimentica dei maestri del Trecento e del Quattrocento toscano alla cui lezione attinge costantemente, ha esercitato un fascino ineguagliato, eppure è ancora oggi più nota che conosciuta, più famosa che realmente compresa." (La curatrice)
13,00

Frammenti

di Amedeo Modigliani

Libro: Copertina morbida

editore: Crossmedia Edizioni

anno edizione: 2018

pagine: 72

Raccolta di citazioni di e su Amedeo Modigliani.
8,00

Le lettere

di Amedeo Modigliani

Libro: Copertina morbida

editore: ABSCONDITA

anno edizione: 2016

pagine: 79

Sono qui raccolte, in modo organico, tutte le lettere di Amedeo Modigliani (Livorno 1884-Parigi 1920), i principali scritti che rimangono dell'artista. Dalle lunghe confidenze, pervase di slanci dannunziani e nietzscheani, inviate all'amico Oscar Ghiglia, alle brevi corrispondenze con il suo mecenate parigino Paul Alexandre, a cui scrive tra l'altro il celebre aforisma "la felicità è un angelo dal volto grave"; dalle righe asciutte e commoventi indirizzate alla madre ai messaggi allegri e disperati mandati al mercante Zborowski, dettati da esigenze pratiche, ma capaci di aprirsi a riflessioni non occasionali, questi scritti, nella loro essenzialità, disegnano un ritratto dell'artista più autentico di tante testimonianze romanzate. Vissuto a Parigi dal 1906 al 1920, l'anno della prematura morte a soli trentacinque anni, Modigliani è stato una figura leggendaria dell'età delle avanguardie. La sua arte, vicina al cubismo e al primitivismo, ma non dimentica dei maestri del Trecento e del Quattrocento toscano alla cui lezione attinge costantemente, ha esercitato un fascino ineguagliato, eppure è ancora oggi più nota che conosciuta, più famosa che realmente compresa.
13,00

Le lettere

di Amedeo Modigliani

Libro: Copertina morbida

editore: ABSCONDITA

anno edizione: 2014

pagine: 79

Sono qui raccolte, in modo organico, tutte le lettere di Amedeo Modigliani (Livorno 1884-Parigi 1920), i principali scritti che rimangono dell'artista. Dalle lunghe confidenze, pervase di slanci dannunziani e nietzscheani, inviate all'amico Oscar Ghiglia, alle brevi corrispondenze con il suo mecenate parigino Paul Alexandre, a cui scrive tra l'altro il celebre aforisma "la felicità è un angelo dal volto grave"; dalle righe asciutte e commoventi indirizzate alla madre ai messaggi allegri e disperati mandati al mercante Zborowski, dettati da esigenze pratiche, ma capaci di aprirsi a riflessioni non occasionali, questi scritti, nella loro essenzialità, disegnano un ritratto dell'artista più autentico di tante testimonianze romanzate. Vissuto a Parigi dal 1906 al 1920, l'anno della prematura morte a soli trentacinque anni, Modigliani è stato una figura leggendaria dell'età delle avanguardie. La sua arte, vicina al cubismo e al primitivismo, ma non dimentica dei maestri del Trecento e del Quattrocento toscano alla cui lezione attinge costantemente, ha esercitato un fascino ineguagliato, eppure è ancora oggi più nota che conosciuta, più famosa che realmente compresa.
13,00

Modigliani e l'art nègre. Simbolo, opere, tecnologia

di Istituto Amedeo Modigliani

Libro: Libro in brossura

editore: Palombi Editori

anno edizione: 2017

pagine: 144

Nell'ambito del progetto per le Celebrazioni del Centenario della morte dell'artista livornese previste per il 2020, si colloca il catalogo della MostraModigliani e l'art Nègre. Simbolo, Opere, Tecnologia, realizzata e prodotta all'Istituto Amedeo Modigliani in occasione dell'edizione 2017 del Festival dei Due Mondi di Spoleto. L'obiettivo della Mostra e del catalogo che l'accompagna è quello di raccontare, documentare ed illustrare la forte contaminazione esistente tra l'arte africana e l'opera di Modigliani. Questo è stato possibile sia grazie ad una serie di contributi scientifici presenti nel volume che mirano proprio ad indagare ed approfondire l'Art Nègre, le avanguardie parigine e l'opera di Modigliani sia il rapporto che l'artista livornese ebbe ad avere con il primitivismo e l'arte africana. Il catalogo, grazie ad un ricco apparato iconografico accosta alcune fra le più note e celeberrime opere dell'Artista - presenti in mostra con l'esclusivo format espositivo Modlight® che arriverà nel 2020 a rappresentare tutte le 337 opere del Maestro livornese - con una serie di opere dell'artista africano George Lilanga e di altre opere di artisti del XX secolo sempre africani.
25,00

Le lettere

di Amedeo Modigliani

Libro: Copertina morbida

editore: ABSCONDITA

anno edizione: 2006

pagine: 96

Sono qui raccolte, in modo organico, tutte le lettere di Amedeo Modigliani (Livorno 1884-Parigi 1920), i principali scritti che rimangono dell'artista. Dalle lunghe confidenze, pervase di slanci dannunziani e nietzscheani, inviate all'amico Oscar Ghiglia, alle brevi corrispondenze con il suo mecenate parigino Paul Alexandre, a cui scrive tra l'altro il celebre aforisma "la felicità è un angelo dal volto grave"; dalle righe asciutte e commoventi indirizzate alla madre ai messaggi allegri e disperati mandati al mercante Zborowski, dettati da esigenze pratiche, ma capaci di aprirsi a riflessioni non occasionali, questi scritti, nella loro essenzialità, disegnano un ritratto dell'artista più autentico di tante testimonianze romanzate.
12,50

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.