Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di Annalisa Pennini

Le responsabilità del coordinatore delle professioni sanitarie

di Annalisa Pennini, Giannantonio Barbieri

Libro: Copertina morbida

editore: McGraw-Hill Education

anno edizione: 2017

pagine: 332

Quale figura chiave all'interno delle organizzazioni sanitarie, il coordinatore è al centro dei processi di lavoro e vicino all'operatività quotidiana, si occupa dei progetti di innovazione e miglioramento, mantenendo contatti e relazioni di ordine gerarchico e funzionale con i vertici aziendali. È considerato uno snodo cruciale, non solo per le funzioni organizzative svolte, ma anche per l'attenzione che sempre più le direzioni aziendali gli rivolgono per la sua possibilità di essere leva di cambiamento, rappresentante operativo della politica aziendale e professionista capace di tradurre obiettivi e progetti in attività concrete. In una cornice di rinnovata complessità normativa e organizzativa, si muove la nuova edizione dell'opera, creata con l'idea di riproporre una riflessione sulla figura del coordinatore delle professioni sanitarie, con particolare riguardo alle responsabilità connesse al suo esercizio professionale. La responsabilità è il tema centrale e filo conduttore del libro che ha l'ambizione di fornire uno strumento di studio e consultazione che possa contribuire ad ampliare la riflessione sulle funzioni di coordinamento e orientare i professionisti nei dubbi dell'azione quotidiana.
29,00

10 brevi lezioni per manager in sanità. Essere, stare, sviluppare

di Annalisa Pennini

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

pagine: 204

Il volume è un percorso per aumentare la consapevolezza e la conoscenza della trasformazione che avviene per chi, partendo spesso da una professione clinica, viene chiamato a svolgere una funzione manageriale come coordinatore, dirigente, responsabile o direttore. Il libro è composto da tre parti, che seguono un percorso di significato che va dall'essere allo stare, allo sviluppare. È una traiettoria che parte da una riflessione sull'identità manageriale, per imparare a stare nei panni del manager, fino a giungere allo stadio dello sviluppo di sé e dell'unità organizzativa. Il percorso dell'essere inizia con una riflessione sulla tipologia di manager con la quale ci si vuole identificare per attuare il cambio di prospettiva da clinico a manager, dal lavoro in "prima linea" al lavoro "dietro le quinte". Per stare nell'organizzazione in modo efficace alcuni elementi risultano centrali: complessità come condizione strutturale dell'attività manageriale, la gestione dell'incertezza, la capacità di delega, la vicinanza o la lontananza dal lavoro clinico e la gestione dell'innovazione. Per la parte dedicata allo sviluppare sé stessi e l'organizzazione si illustreranno alcuni suggerimenti utili per promuovere la produttività. Partendo dal time e self management, ci si soffermerà sul binomio "reattività-proattività" come elementi fondamentali per sviluppare una volontà indipendente. Verrà inoltre dedicato un momento di analisi al tema degli obiettivi e dell'orientamento al risultato come ingredienti essenziali della funzione manageriale. Infine, una riflessione: quali competenze manageriali servono per realizzare ciò che si è descritto nelle nove lezioni precedenti? Come svilupparle?
26,00

L'organizzazione resiliente. L'esperienza dell'emergenza CoViD-19 in ambito sanitario e sociosanitario

di Annalisa Pennini, Giampaolo Armellin

Libro: Copertina morbida

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2021

pagine: 162

A causa della pandemia CoViD-19 i servizi sanitari e sociosanitari hanno subito uno shock senza precedenti. Questo libro si rivolge a manager e professionisti del settore sanitario e sociosanitario che vogliano riflettere sulla resilienza delle loro organizzazioni nel periodo pandemico, per guardare al futuro più attrezzati. La resilienza è studiata da diverse discipline e va oltre la resistenza: comprende accettazione, riparazione, recupero, superamento e cambiamento, per trovare nuovi equilibri dopo un evento avverso. Essa è trasformazione, è volgere lo sguardo verso le risorse invece che sui danni. In campo organizzativo sono resilienti le realtà che fanno fronte alle avversità per superarle ed evolvere. Non si tratta di "tornare come prima", ma di sfruttare la crisi per diventare "altro". Nel testo viene presentata una ricerca quali-quantitativa, svolta tra agosto e ottobre 2020, che assume che essere resilienti per le organizzazioni sanitarie e sociosanitarie consista nel preservare gli outcome di salute. Il questionario SEOR (Self-Evaluation Of Resilience), creato appositamente, è stato somministrato a oltre 170 professionisti, integrandone gli esiti con 10 interviste semi-strutturate a manager di organizzazioni sanitarie e sociosanitarie. Il questionario SEOR, accessibile on-line sul sito CBA per i lettori di questo libro, è utilizzabile per misurare, valutare e migliorare il proprio potenziale di resilienza.
21,00

Modelli organizzativi in ambito ospedaliero. Innovare con l'intensità di cura e la complessità assistenziale

di Annalisa Pennini

Libro

editore: McGraw-Hill Education

anno edizione: 2015

pagine: 200

Il tema dell'intensità delle cure e della complessità assistenziale è piuttosto recente, sia nel dibattito scientifico che manageriale e professionale e come tale presenta diverse possibilità interpretativi e differenti "mondi di senso". In questo libro si tenta di dare voce a tutte queste possibilità, tenendo conto delle diverse "visioni". Il punto di partenza, come evidenzia il titolo, è quello organizzativo, degli ospedali che cambiano, da una logica "tradizionale", verticale, per specialità; a una innovativa, orizzontale, per bisogni diversificati. Si è voluto evidenziare come il cambiamento sia prima filosofico-culturale e poi come coinvolga organizzazioni e professionisti. Addentrandosi nei modi per leggere il fenomeno, si incontrano diverse terminologie, definizioni e significati. In ragione di questa complessità interpretativa, si è scelto di denominare il percorso di cambiamento come: innovazione per "intensità di cura e complessità assistenziale" per valorizzare e dare spazio ai differenti punti di vista. Questo libro nasce dall'idea e dalla volontà di mettere su carta situazioni concrete ed esperienze sulla transizione da modelli di organizzazione ospedaliera tradizionale a quelli per intensità di cura e complessità assistenziale, aggiungendo elementi teorici utili alla comprensione del fenomeno nella sua complessità.
29,00

Autonomia e collaborazione. Gli ambiti di intervento infermieristico

di Annalisa Pennini

Libro

editore: McGraw-Hill Education

anno edizione: 2014

pagine: 304

Due sono gli ambiti fondamentali di intervento della professione infermieristica: autonomo e collaborativo. Nel tempo, la letteratura e l'opinione dei professionisti hanno fatto spostare l'ago della bilancia a favore dell'area autonoma, come ambito privilegiato da sviluppare, da perseguire per un vero riconoscimento della professione. In questo contributo, si vuole evidenziare come le due modalità abbiano egual valore, dignità e spazio, e come due personaggi di una vicenda, non possono esistere uno senza l'altro. Anzi, l'idea è quella di dare rilevanza all'area collaborativa, perché è proprio lì che si evidenzia la capacità di intervento infermieristico maturo, consapevole, integrato. L'autonomia è un passaggio fondamentale nella crescita professionale, ma la collaborazione è il passaggio ulteriore, il valore aggiunto. Rappresenta, se agita in modo consapevole, la modalità con cui l'autonomia viene comunque vissuta. Il testo propone l'analisi dei due ambiti, attraverso una disamina della letteratura, un focus storico, normativo, deontologico, oltre a una lettura sociologica dei fenomeni. Inoltre, si descrivono approcci, metodi e strumenti per l'agire autonomo e collaborativo. I livelli verranno approfonditi proponendo un modello di analisi, denominato di "decisione-azione", che evidenzia come si possono declinare queste modalità di intervento nella pratica...
29,00

La responsabilità dell'infermiere. Dalla normativa alla pratica

di Giannantonio Barbieri, Annalisa Pennini

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2015

pagine: 174

Il tema della responsabilità professionale è un argomento sempre di grande attualità. Le norme degli ultimi vent'anni hanno avuto un impatto nelle realtà operative, nelle organizzazioni sanitarie, nella cultura professionale di riferimento; ma anche se molte situazioni hanno trovato risposte, sono emersi nuovi interrogativi sugli ambiti e i limiti dell'esercizio nella pratica quotidiana. Questa nuova edizione offre agli studenti dei Corsi di laurea in Infermieristica, a coloro che intraprendono percorsi di formazione avanzata o specialistica e a tutti coloro che sono interessati al tema delle mobili frontiere della responsabilità professionale uno strumento aggiornato per l'analisi e la riflessione sui percorsi giuridici, professionali e culturali dell'infermiere. Il tema è trattato seguendo un filo conduttore: l'analisi dell'esercizio professionale nel contesto attuale; la riflessione sull'evoluzione culturale e professionale; la responsabilità giuridica; l'approfondimento su alcuni ambiti specifici, ma al tempo stesso universali per la pratica infermieristica, quali l'informazione all'assistito, la documentazione, l'utilizzo di evidenze scientifiche, la garanzia della corretta applicazione di prescrizioni diagnostico-terapeutiche e l'integrazione con l'operatore sociosanitario.
18,00

Strumenti di management per i coordinatori delle professioni sanitarie

di Annalisa Pennini

Libro: Copertina morbida

editore: McGraw-Hill Education

anno edizione: 2013

pagine: 289

A cosa serve un coordinatore? Perché le organizzazioni hanno bisogno di coordinamento? Fondamentalmente per tre ragioni: per far funzionare le cose (che ci sono già); per decidere cosa fare quando le cose non vanno come dovrebbero; per innovare (trovare nuovi modi per fare le cose). In altre parole il coordinatore è stato "messo lì" perchè: serve qualcuno che decida, decisioni piccole e grandi, per dare stabilità, per risolvere problemi; serve qualcuno che sviluppi strategie, progetti, persone, competenze e altro ancora. Tutto qui. Non proprio... A dire il vero, l'attività di coordinamento può essere svolta in vari modi e spesso è influenzata dalla professione di appartenenza, dal contesto, dal tipo e dalla durata della formazione manageriale, dalle caratteristiche personali. Esiste però anche un concetto di "universalità" della funzione di coordinamento, rappresentata dall'uso di metodi e strumenti condivisi. Il testo si concentra su cosa fanno i coordinatori e cosa utilizzano per lavorare partendo dai diversi possibili setting di coordinamento, si giunge alla parte dedicata agli strumenti, per chiudere con uno sguardo rivolto al futuro, sul mondo della lean organization, l'organizzazione snella, quale metodo innovativo per rivedere approcci, processi e modi di operare.
28,00

Le responsabilità del coordinatore delle professioni sanitarie

di Annalisa Pennini, Giannantonio Barbieri

Libro

editore: McGraw-Hill Education

anno edizione: 2011

pagine: 272

Il testo si propone come manuale d'uso sia per chi già opera come coordinatore all'interno delle strutture sanitarie sia per chi sta studiando per diventarlo, come gli studenti dei Master in Management e Coordinamento. Gli autori, alla luce della rinnovata necessità di approfondire i livelli di responsabilità in ambito sanitario, analizzano i diversi ambiti di pertinenza, da quello infermieristico - più riconosciuto e "formalizzato", ma sempre in evoluzione a quello ostetrico, riabilitativo, tecnico e di prevenzione. Il volume è quindi occasione di riflessione, chiarimento e approfondimento circa le funzioni e le responsabilità che caratterizzano le figure di coordinamento, fornendo chiavi di lettura ed esempi sugli aspetti giuridici e giurisprudenziali, sugli aspetti professionali e sui metodi e strumenti utili a supportarne il lavoro.
28,00

La responsabilità dell'infermiere. Dalla normativa alla pratica

di Giannantonio Barbieri, Annalisa Pennini

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2008

pagine: 143

Il tema della responsabilità professionale è oggi molto sentito in tutti gli ambiti operativi. I profondi cambiamenti che hanno interessato la professione infermieristica negli ultimi anni hanno contribuito, per alcuni aspetti, a ingenerare dubbi e interrogativi sui confini della responsabilità e sul "come muoversi" nella pratica quotidiana. Questo manuale, che vuole essere uno strumento di analisi e riflessione sul percorso giuridico, professionale e culturale della figura infermieristica, è rivolto agli studenti dei corsi di laurea in infermieristica, ai professionisti impegnati in percorsi di formazione specialistica e a tutti coloro che intendono approfondire l'argomento e cercare risposte ai dubbi dell'agire quotidiano. Il tema della responsabilità è trattato nei suoi vari aspetti (civile, penale e disciplinare) e negli ambiti specifici dell'esercizio professionale, quali l'informazione alla persona assistita e ai familiari, la garanzia della corretta applicazione delle procedure diagnostico-terapeutiche, la documentazione dell'assistenza, la certezza di un'assistenza aggiornata.
15,80

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento