Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di Antonello Cresti

La scomparsa della musica. Musicologia col martello

di Antonello Cresti, Renzo Cresti

Libro: Copertina morbida

editore: NovaEuropa Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 174

Con contributi di Pino Bertelli, Giancarlo Cardini, Donella Del Monaco, Enrica Perucchietti.
15,00

La musica e i suoi nemici. Dai talent show alla trap: come l'industria discografica crea il conformismo di massa

di Antonello Cresti

Libro: Copertina morbida

editore: Uno Editori

anno edizione: 2020

pagine: 235

Affermare che la musica di oggi rappresenta uno scadimento rispetto a quella del passato, anche prossimo, è oramai quasi una ovvietà. Ma come è stata possibile questa involuzione e, soprattutto, per quale motivo è stata intrapresa questa strada? In "La Musica i e suoi nemici", Cresti svela come dietro a questa banalizzazione e a questo abbassamento vi sia la volontà da parte del Sistema di utilizzare la musica come medium privilegiato per imporre in varia forma la propria ideologia. Svelare questo trucco significa non solo ridare alla musica la sua giusta centralità, ma anche riconoscere pienamente come opera la moderna propaganda neoliberista. Un viaggio puntuale ed appassionato all'interno della industria musicale odierna, rivelandone tutto il potenziale nichilistico e tracciando contemporaneamente itinerari di ascolto alternativi, per tornare a cogliere di nuovo quelle dimensioni politiche e spirituali insite nel mondo del suono.
14,90

Solchi sperimentali. Kraut. 15 anni di germaniche musiche altre (1968-1983)

di Antonello Cresti

Libro: Copertina morbida

editore: CRAC Edizioni

anno edizione: 2018

pagine: 297

Il mare magnum delle "musiche altre" espresse nella Repubblica Federale di Germania nel quindicennio preso in esame in questo libro (1968-1983), e spesso impropriamente definito come "krautrock", è la plastica dimostrazione di come un fermento artistico "periferico" rispetto ai centri maggiori di diffusione possa negli anni rivestire copiosa influenza allorquando riesca a esprimere se stesso, sfuggendo da fenomeni imitativi o da complessi di inferiorità. La Germania ancora dilaniata degli anni di questa esplosione creativa ha saputo evincersi dalle proprie tensioni e difficoltà e crearsi un altrove espressivo possibile, conquistando un posto stabile nella mitografia dell'underground musicale del nostro tempo. Elettronica, jam rock, pura sperimentazione, etnica, jazz radicale e neocamerismo spirituale sono tutti tasselli di un pluriverso dai contorni affascinanti, del quale troviamo ampia trattazione in questo testo, che ripercorre le vicende degli artisti più noti, ma che, soprattutto, tenta di recuperare tutta quella produzione "minore" animata da centinaia di altre presenze creative, ed ancora stimolo e riferimento per legioni di musicisti. La materia è trattata nella maniera più inclusiva e trasversale possibile, evitando ogni sorta di classificazione troppo rigida. Per mantenere questo approccio trasversale e pluralista il testo in questione, oltre che le dissertazioni critiche dell'autore, comprende un ampio saggio introduttivo di Valerio D'Onofrio e Valeria Ferro, una serie di contributi diretti dei protagonisti ancora in vita della scena tedesca e dei forum di discussione specifici con esperti di ogni provenienza geografica.
25,00

Ho trovato l'Inghilterra!

di Antonello Cresti

Libro: Copertina morbida

editore: CRAC Edizioni

anno edizione: 2016

pagine: 156

Dopo una infanzia ed una adolescenza passate a sognare, corteggiare, talvolta frequentare, la Gran Bretagna, l'autore rompe ogni indugio e circa quindici anni fa decide di mettersi letteralmente "sulla strada", da solo, alla ricerca della propria terra di elezione. L'esperimento è talmente felice che quella britannica diverrà, in maniera sempre crescente, una vera seconda casa, teatro di esperienze e di avventure, alla ricerca di luoghi, atmosfere, ma anche tradizioni, incontri, da introiettare e fare propri. L'Inghilterra descritta da Cresti è all'opposto di quella usuale e un po' calligrafica delle più note guide di viaggio (Londra è, a malapena, menzionata); una sorta di mondo parallelo ideale e reale al contempo, testardamente ritroso ai miti e ai riti della società globale e globalizzata. "Ho trovato l'Inghilterra!" è un'occasione per uscire dai sentieri dell'ovvio e conoscere una terra bellissima e sorprendentemente poco conosciuta e con essa una serie di esperienze di viaggio, di aneddoti, di storie, mostrate in una luce che non esiteremmo a definire "mistica".
15,00

Solchi sperimentali Italia. 50 anni di italiche musiche altre

di Antonello Cresti

Libro: Copertina morbida

editore: CRAC Edizioni

anno edizione: 2015

pagine: 485

Spesso oggetto di scherno e dileggio per i suoi caratteri profondamente retrivi e imitativi, la scena musicale italiana è anche lo scrigno che racchiude centinaia di avventure nell'ambito della ricerca sonora e della sperimentazione, spesso riverite ed ammirate anche in paesi stranieri. "Solchi sperimentali Italia" tenta di riannodare tutti questi fili nascosti per offrire la giusta visibilità ad un panorama creativo di altissimo livello, capace di esibire assolute eccellenze nell'ambito della espressione musicale altra; un viaggio che inizia a metà anni sessanta, con gli esperimenti in ambito elettroacustico ed i primi tentativi di psichedelia free form, e che arriva ai giorni nostri, dopo aver attraversato le zone più varie, dal progressive, alla musica etnica, dal R.I.O., all'ambient, passando per l'industrial, la no wave, sino ad arrivare al black metal e alla elettronica isolazionista.
28,00

Come to the sabbat. I suoni per le idee della Britannia esoterica

di Antonello Cresti

Libro: Copertina morbida

editore: Tsunami

anno edizione: 2011

pagine: 384

22,00

Lucifer over London. Industrial, folk apolittico e controculture radicali in Inghilterra

di Antonello Cresti

Libro: Copertina morbida

editore: Aereostella

anno edizione: 2010

pagine: 269

Throbbing Gristle, PsychicTV, Coil, Current 93, Death in June e Sol Invictus meritano un'attenzione particolare tra le band inglesi capaci di ridefinire i contorni della controcultura musicale. Le loro esperienze sono però da considerarsi scisse da una tradizione comune oppure, per dirla in altri termini, esiste un "cuore oscuro" della cultura inglese? L'autore è convinto di questa seconda ipotesi. Ecco allora che "Lucifer over London", oltre che minuziosa descrizione di generi musicali "di culto", come l'industriai e il folk apocalittico, è un ampio affresco, demistificante e spericolato, della società e dell'arte della Gran Bretagna. In un'affascinante sintesi lineare, Cresti ne descrive i caratteri nascosti non tralasciando niente, dalla filosofìa all'esoterismo, dalla pittura alla politica, sino ad arrivare, alla conclusione di questo lungo viaggio, alle controculture radicali dell'underground inglese degli ultimi decenni, sempre in bilico tra furia iconoclasta e desiderio di restaurazione di un Eden mitico e reale al contempo. Con contributi esclusivi di Steve Sylvester (Death SS), Vittore Baroni, Bruno Casini e Luca Leonello Rimbotti.
20,00

Fairest isle. L'epopea dell'electric folk britannico

di Antonello Cresti

Libro: Copertina morbida

editore: Aereostella

anno edizione: 2009

pagine: 141

Il viaggio nel "nuovo" folk britannico, o electric folk, è un viaggio popolato di ritorni, ritorno al classico e insieme alla modernità. È un viaggio affascinante che scava a fondo e porta alla luce una musica che è metafora perfetta di una sovversiva idea di tradizione: chi l'ha mai detto che la tradizione debba essere per forza di cose un contenitore cristallizzato in un dato momento storico e in un certo spazio, e non invece uno spazio che sa reinventarsi e accordarsi con il presente, rinnovandosi e morendo mai? Benvenuti, allora, nel laboratorio che sono le pagine di questo libro, dove con una prosa di per sé musicale ed evocativa si riesce a spiegare come sia stato e sia possibile ibridare la purezza del canto popolare con l'approccio muscolare delle rock band, passando per i folk singer più classici, e non lasciando indietro proprio niente, dai suoni medievali alle atmosfere psichedeliche e progressive. Benvenuti dove la tradizione sposa la rivoluzione. E, uguale a se stessa ma sempre nuova, rivive.
17,00

U.K. on acid. Viaggio attraverso la Summer of Love inglese

di Antonello Cresti

Libro

editore: Jubal

anno edizione: 2004

pagine: 30

L'appassionata esplorazione della musica psichedelica che il grande pubblico non ha mai conosciuto, che la critica "colpevolmente" ignora e che le major non stampano più. Oltre i Beatles e i Pink Floyd, decine di formazioni inglesi lasciarono un'impronta indelebile nella pop psyke music. In queste pagine, quei gruppi ritrovano vita e dignità di protagonisti della storia della musica giovane.
3,00

Solchi sperimentali. Una guida alle musiche altre

di Antonello Cresti

Libro: Copertina morbida

editore: CRAC Edizioni

anno edizione: 2014

pagine: 260

"Solchi sperimentali" è il punto di arrivo di venti anni di ascolti "matti e disperatissimi", il tentativo di tracciare un percorso che, snodandosi attraverso i circa 300 album recensiti, fornisca una immagine il più ampia possibile di tutti i percorsi sperimentali affrontati dalla "musica giovane" dagli anni sessanta ad oggi. L'idea di "avanguardia" che emerge da queste pagine, lungi da essere polveroso argomento per accademici, è materia palpitante, una sorta di impulso creativo che ha animato e arricchito i percorsi di numerosissimi artisti operanti negli ambiti musicali più vari, dalla psichedelia al jazz rock, passando per il folk, la musica panetnica, arrivando infine a fenomeni come la musica elettronica e il black metal. Una simile volontà di abbattere steccati e barriere è ben espressa anche dal trovare trattati, su queste pagine, musicisti dalle provenienze geografiche più varie e sorprendenti, senza nessuna sudditanza culturale verso il solitamente privilegiato mondo anglofono.
20,00

Fish and chips. Invito al viaggio in Inghilterra e Galles

di Antonello Cresti

Libro: Copertina morbida

editore: Jubal

anno edizione: 2006

pagine: 84

Una narrazione, a metà tra la guida e il pamphlet, che ci conduce oltre le mete turistiche classiche, dentro i luoghi meno noti, nel cuore della Gran Bretagna. Cultura, storia, tradizioni, natura... ma anche la riscoperta, oltre i cliché, del carattere affabile e vivace di una nazione.
9,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.