Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di Arrigo Cipriani

Tutti gli chef sono in tv... e noi andiamo in trattoria

Libro: Copertina morbida

editore: Biblioteca dei Leoni

anno edizione: 2019

pagine: 168

14,00

The Harry's bar cookbook. Venice

di Arrigo Cipriani

Libro: Copertina morbida

editore: Autopubblicato

anno edizione: 2020

pagine: 296

39,00
15,00

Elogio dell'accoglienza

di Arrigo Cipriani

Libro: Copertina morbida

editore: Compagnia Editoriale Aliberti

anno edizione: 2017

pagine: 103

Questo libro è un manifesto. Un manifesto elegante, come nello stile del suo autore, Arrigo Cipriani. Ma non per questo meno battagliero di come un manifesto deve essere. Cipriani è uno degli italiani più conosciuti nel mondo. Non è solo il 'patron dell'Harry's Bar di Venezia, ma un vero ambasciatore dell'accoglienza Italian Style ai quattro angoli del pianeta, con le sue 27 attività aperte in sessantanni di lavoro (negli ultimi tempi affiancato dal figlio Giuseppe) e i suoi 3000 e più collaboratori. Il messaggio di questo manifesto è chiaro. Il turismo - che in Italia vale non meno di 70 miliardi di euro l'anno e che rappresenta con il suo indotto quasi il 12% dell'intero PIL - è accoglienza. Non sfruttamento del cliente, come troppo spesso facciamo nel nostro Paese. «Per sessant'anni l'attività principale del mio lavoro è stata la ristorazione» esordisce Cipriani nel suo libro. «Un'attività essenzialmente di servizio. Tratterò l'argomento servizio legato al turismo inteso come offerta e non come fruizione di un terzo». L'accoglienza è un talento, una virtù, oltre che una cultura. Un talento che noi italiani storicamente possedevamo in misura maggiore rispetto a qualsiasi altro Paese del mondo, e che progressivamente abbiamo smarrito. Questo è l'ammonimento di Arrigo Cipriani, che resta fedele a poche fondamentali regole. La prima, quella di mettere al centro il cliente. Vuol dire trattarlo, più che come semplice turista (parola ormai ambigua e a rischio di negative declinazioni) come ospite. Rispetto, quindi, prima di tutto, e cura dell'ospite che arriva sul nostro territorio. Tradotto in termini pratici, significa proporre un servizio, in qualsiasi situazione o luogo, che sia professionale da una parte, ma non privo di calore umano. Questo assunto fondamentale riguarda tutto il Belpaese, da nord a sud. E prima di tutto Venezia, che con i mali e le degenerazioni del turismo di massa si sta confrontando da decenni ed è ormai giunta al redde rationem finale.
12,00

Non sono quelli delle stelle. Stare semplicemente bene a tavola tra sapori e storie della cucina del Veneto, Trentino e Friuli Venezia Giulia

di Arrigo Cipriani, Edoardo Pittalis

Libro

editore: Antiga Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 256

Da diversi anni Arrigo Cipriani, in interviste e rarefatte apparizioni televisive, si è dato il compito di tenere alta la bandiera della buona cucina della tradizione italiana. Quella dei piatti che ogni giorno, secondo le ricette delle nostre genitrici e progenitrici, ancora si possono per fortuna assaporare in qualche costumata famiglia. La cucina che "sa di casa". Una delle regole auree di Cipriani è che in cucina non si devono far sembrare complicate le cose semplici, bensì far apparire semplici quelle complicate. Una regola, in verità, che si apparenta da vicino a ciò che, in altro contesto, Baldassar Castiglione nel Cortegiano definisce con il neologismo di sprezzatura: "che nasconda l'arte e dimostri ciò, che si fa e dice, venir fatto senza fatica e quasi senza pensarvi". Dove "arte" deve naturalmente intendersi con "artificio". Non ci sono invenzioni da fare, perché la buona cucina, che piace a Cipriani, è prima di tutto cucina di servizio: al servizio di chi ne beneficia e ne gode, in famiglia o al ristorante. E in quest'ultimo caso, deve appagare il cliente, non la vanità dello "chef".
13,70

Stupdt o l'arte di rialzarsi da terra

di Arrigo Cipriani

Libro: Copertina morbida

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2014

pagine: 167

Terzo volume di un trittico ideale, Arrigo Cipriani lascia l'Harry's Bar, ombelico della mondanità, e potenzia ironia e verve comica. In "Stupdt" (che sta per "Stupidate") queste due dimensioni sono infatti portate ai loro estremi, e il risultato è un pastiche che continuamente muove il lettore dal sorriso alla risata. Uno "stupidario" colto e intelligentissimo, geniale. Ci sono i rapporti umani, quelli tra marito e moglie, o tra spasimante e amata, in entrambi i casi ottuagenari, che vengono colti in fulgidi attimi di inavvertita comicità quotidiana (la moglie sonnambula che nel mezzo della notte fa sesso con un vicino e torna a letto dal marito lamentandosi dei suoi problemi col sonno), e le querelle divine (esilaranti quelle tra Dio e Buddha, in cui un Dio frustrato si vendica su Adamo e questi a sua volta sul figlio Caino). E poi c'è l'uomo che vende la felicità in un barattolo di vetro vuoto e diventa ricco. C'è la storia d'amore sempre sul punto di fiorire tra Delirio e Alvara, e la relazione tutta epistolare con la signora Marple. È l'universo tutto che va in scena in questa originale opera di Arrigo Cipriani, spogliato, nudo e buffo, immortalato nell'attimo in cui è più goffo, quello in cui mai si ha la prontezza di guardarsi allo specchio. Quasi magicamente, portata dal brusco sbotto di una risata, l'essenza umana più profonda si converte in evanescente leggiadria, e neanche la morte fa più paura.
15,00

Prigioniero di una stanza a Venezia

di Arrigo Cipriani

Libro: Copertina morbida

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2009

pagine: 85

L'Harry's Bar è molto più che un bar. L'Harry's Bar è un'istituzione. Ai suoi tavoli si sono seduti re, principi, i protagonisti della Storia e le stelle dello spettacolo - da Woody Allen a Giorgio De Chirico, da Ernest Hemingway a Frank Sinatra. Arrigo Cipriani racconta con schiettezza, umorismo e agilità i cinquant'anni passati dietro il bancone dell'Harry's Bar, che nella sua narrazione diventa il centro del mondo il punto d'incontro in cui storia personale e Storia si confondono e si compenetrano. Ecco allora un Arrigo che si barcamena tra il lavoro nel bar e gli studi di Giurisprudenza mentre infuria la Seconda guerra mondiale; e ancora, gli insegnamenti ricevuti in collegio e le lezioni impartitegli da avventori abituali; le battaglie contro l'acqua alta e le visioni di donne bellissime che calcano il "palcoscenico" dell'Harry's Bar.
10,00

Harry's Bar. L'impresa, la ristorazione, la salute

di Arrigo Cipriani

Libro: Copertina rigida

editore: Spirali (Milano)

anno edizione: 2007

pagine: 267

Uno scrittore-imprenditore racconta la sua vita e la sua impresa: il proprietario dell'Harry's bar dice - tra l'altro - "l'accoglienza è la valorizzazione dell'uomo", e "da noi c'è poca forma e molto contenuto"; ed ancora: "Noi siamo l'esempio vivente che si vive benissimo senza guide gastronomiche". Episodi, aneddoti e rivelazioni: storia di un'esperienza straordinaria. Armando Verdiglione: "La definizione di ciascuna impresa è sempre una definizione culturale e artistica. Qualsiasi cosa diventa un utensile rispetto a quello che diverrà il prodotto, il prodotto di qualità, che è frutto, quindi, di un dispositivo di valore".
30,00
18,00

La leggenda dell'Harry's Bar

di Arrigo Cipriani

Libro: Copertina morbida

editore: Autopubblicato

anno edizione: 2019

pagine: 180

15,00

Harry's Bar di Venezia. Le ricette della tradizione

di Arrigo Cipriani

Libro: Copertina rigida

editore: Giunti Editore

anno edizione: 2016

pagine: 256

Ci sono alcuni locali che con le loro innovazioni hanno fatto la storia della ristorazione italiana. Uno di questi è l'Harry's bar di Venezia che è stato capace di superare i confini degli addetti ai lavori e di creare piatti entrati nel linguaggio quotidiano di tutto il mondo, anche se spesso la gente non lo sa. Cocktail Martini, Bellini, carpaccio: due cocktail imprescindibili e un piatto ormai diventato casalingo. Tutti li conoscono, pochi sanno chi li ha creati, anzi forse si pensa che siano sempre esistiti. Invece no, li ha creati il patron dell'Harry's bar, Giuseppe Cipriani, padre di Arrigo, l'autore di questo libro. Dalla rocambolesca origine del nome all'apertura nel lontano 1931, dai problemi in tempo di guerra ai primi piatti serviti con i cocktail ad avventori eccezionali come Peggy Guggenheim e Ernst Hemingway che aveva il suo tavolo riservato, visibile ancora oggi: aneddoti e ricordi coinvolgenti si intrecciano con il menu del locale di cui si danno tutte le ricette più importanti - oltre 120 -, semplici e dal gusto tradizionale.
28,00

Harry's Bar di Venezia. Le ricette del locale più famoso al mondo

di Arrigo Cipriani

Libro: Copertina rigida

editore: Wingsbert House

anno edizione: 2014

pagine: 192

25,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.