Libri di Arthur Rimbaud

I piedi nei gladioli. Testo francese a fronte

di Arthur Rimbaud

Libro: Copertina morbida

editore: PONTE ALLE GRAZIE

anno edizione: 2020

pagine: 72

I piedi nei gladioli, dorme. Sorridendo come sorriderebbe un bambino malato, fa un sonno: Natura, cullalo caldamente: ha freddo. I profumi non fanno fremere le sue narici. Dorme nel sole, la mano sul suo petto tranquillo. Ha due fori rossi sul fianco destro.
7,90

Opere. Testo francese a fronte

di Arthur Rimbaud

Libro: Copertina morbida

editore: Marsilio

anno edizione: 2019

pagine: 849

Punto di riferimento della poesia moderna, Rimbaud ha percorso in soli cinque anni tutte le tappe della sua attività poetica, dai primi versi scritti all'età di quindici anni fino alle ultime prose, terminate quando non aveva ancora raggiunto i vent'anni. Le sue intuizioni e la sua tecnica strabiliante hanno aperto alla letteratura nuovi mondi e prospettive inaudite, dando un impulso e un potere senza pari alla parola poetica. Discostandosi dai modelli del suo tempo, ha espresso desideri e disgusti, speranze e illusioni propri dell'adolescenza; ebbro di libertà, si è immerso in un mare di immagini facendo di sé un "veggente" intento a carpire l'ignoto per "cambiare la vita". La sua relazione con Verlaine, finita tragicamente con due colpi di rivoltella, lo portò a scrivere un unico libro: "Una stagione all'inferno", testimonianza chiave della crisi dei valori occidentali nonché lucidissima autocritica; tralasciando i versi, si dedicò infine alla poesia in prosa, creando con le Illuminazioni un universo in movimento, istantaneo, vero caleidoscopio di immagini e di lampi di memoria. Per la sua forza espressiva e il fascino della sua autonomia, l'opera di Rimbaud ha suscitato scompiglio e ammirazione; per le sue straordinarie qualità visionarie, è diventata uno dei modelli fondanti della nostra modernità.
20,00

Una stagione all'inferno

di Arthur Rimbaud

Libro: Copertina morbida

editore: Garzanti

anno edizione: 2019

pagine: 91

«Una sera ho preso la Bellezza sulle mie ginocchia. - E l'ho trovata amara. - E l'ho ingiuriata.» Arthur Rimbaud ha solo diciannove anni quando, nel 1873, pubblica Una stagione all'inferno, e grazie alla sua personalità fuori dagli schemi riesce a imporsi come uno degli autori-simbolo del suo tempo. Spirito ribelle e inquieto, esempio di "genio e sregolatezza", in questo capolavoro dà voce al tormento di chi senza pace indaga l'oscurità dell'animo umano, alla ricerca di un riscatto: e lo fa con uno stile rivoluzionario, originalissimo e immortale, che lo ha consacrato alla storia come il più amato dei "poeti maledetti".
4,90

Una stagione all'inferno. Testo originale a fronte

di Arthur Rimbaud

Libro: Copertina morbida

editore: C&P Adver Effigi

anno edizione: 2019

pagine: 72

"Il Novecento, secolo di miti, si è fatto carico di mitizzare anche personaggi ed eventi del secolo precedente, e fra questi Rimbaud. Non diversamente dal mito Nietzsche, il mito Rimbaud è caratterizzato da una forte connessione, da un intreccio inestricabile fra vita e opera, dove spesso la prima supera in interesse e importanza la seconda. Alcune singole opere poi hanno contribuito più di altre a mettere in risalto il dato biografico e il dato caratteriale dei personaggi del mito. Per quanto riguarda Rimbaud "La stagione all'inferno" ha assolto questo compito forse più di ogni altro suo scritto. Certo essa segna una tappa nella vita del poeta, siglando il tragico o, se vogliamo, il tragicomico distacco fra Verlaine e Rimbaud, e per ciò stesso è di un'importanza capitale per la sua vicenda umana, ma vista come opera in sé risulta di difficile collocazione letteraria, e io propendo per assegnarla al novero dei pastiches letterari che traggono la loro forza espressiva pro¬prio dalle loro scheggiature stilistiche, dalle varie commistioni fra prosa e poesia, e fra prosa poetica e prosa diaristica, senza tralasciare l'aspetto pamphlettistico di manifesto antiborghese che via via affiora in corso d'opera." (dall'Introduzione)
10,00

Opere. Testo francese a fronte

di Arthur Rimbaud

Libro: Copertina morbida

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2018

pagine: 491

Le opere di Arthur Rimbaud (Poesie, Ultimi versi, Una stagione all'inferno, Illuminazioni, scritti minori) sono qui inquadrate storicamente da un'ampia introduzione e accompagnate da un commento sia linguistico sia esegetico. Il testo francese è quello dell'edizione critica di Bouillane de Lacoste. A ciò si aggiunge una scelta delle lettere più importanti del poeta di Charleville, un succinto schema biografico e alcune indicazioni bibliografiche. Il lettore italiano dispone di uno strumento di avvicinamento e di studio di uno dei poeti più importanti, affascinanti e difficili della moderna letteratura europea, la cui opera ha esercitato un'influenza profonda e talora determinante su tanta parte dell'arte contemporanea.
13,00

I sogni di Arthur

di Arthur Rimbaud

Libro: Copertina morbida

editore: Oligo

anno edizione: 2018

pagine: 40

«I sogni di Arthur» è un libro composto da due racconti di Rimbaud: «Il sole era ancora caldo» e «Il sogno di Bismarck». Il primo (da anni fuori catalogo) e il secondo del tutto inedito nel panorama librario italiano. Si tratta di narrazioni giovanili composte nel 1864 e nel 1870 quando il giovane Rimbaud si stava preparando letterariamente e poeticamente a diventare il "poeta veggente" che tutto il mondo ha conosciuto e che ha cambiato il corso della poesia mondiale. Nel primo racconto si parla di un ragazzo con sete di sapere che descrive la cittadina di Reims; nel secondo si narra di un sogno nel quale Rimbaud si prende gioco del cancelliere prussiano Bismarck che sconfisse i Francesi nel 1870. Anche Charleville, la città di Rimbaud, venne bombardata dai tedeschi. Entrambi i racconti sono sarcastici, sbeffeggiano il potere, sia esso di un cancelliere o dei professori a scuola, e in nuce c'è già il poeta ribelle di «Una stagione all'inferno».
10,00

Una stagione all'inferno-Poesie-Illuminazioni

di Arthur Rimbaud

Libro: Copertina morbida

editore: Demetra

anno edizione: 2016

pagine: 256

Dopo aver rovesciato la sua furia su ogni cosa, ora, in "Una stagione all'inferno", Rimbaud si scaglia contro se stesso con una lingua secca, nervosa, tagliente. Non è pentito, è solo più consapevole. E per di più stanco e sfiduciato... L'alcol, la droga, il sesso, l'erranza e l'ozio quotidiano lo hanno condotto al di là di un confine oltre il quale si è aperta l'immensità del vuoto. Uno scacco, per chi cercava la pienezza... Così Rimbaud, dopo aver tentato di purificare il mondo immergendolo in lavacro velenoso, alla fine deve riconoscere la propria amara sorte di angelo sfigurato. Introduzione di Alessandro Quattrone.
5,90

In questi deserti senza strade

di Arthur Rimbaud

Libro

editore: ARAGNO

anno edizione: 2016

20,00

Una stagione all'inferno. Testo francese a fronte

di Arthur Rimbaud

Libro: Copertina morbida

editore: SE

anno edizione: 2016

pagine: 112

"Una stagione all'inferno", stampata nel 1873, è la sola opera pubblicata a cura di Rimbaud. L'opera, che si compone di nove sezioni, parte in poesia e parte in prosa, è una specie di diario autobiografico immerso in un'atmosfera demoniaca nella quale i momenti fondamentali della vita si trasfigurano nei simbolismi della magia, dell'odio, della veggenza. Con uno scritto di Michel Butor.
13,00

Tutte le poesie. Testo francese a fronte

di Arthur Rimbaud

Libro: Copertina rigida

editore: Newton Compton Editori

anno edizione: 2014

pagine: 374

La poesia di Rimbaud raggiunge vertici di straordinaria bellezza. Il poeta "malato", "criminale", "maledetto", si rivela in questi versi un grande "veggente" che trae dal profondo la propria voce, attraverso un programmatico "sregolamento" di tutti i sensi e la trascrive in un linguaggio dai significati stravolti. Riversa così nella scrittura una carica aggressiva che spezza lo schema metrico e sconvolge la lingua nobile della migliore tradizione letteraria, contaminandola con il lessico delle bettole per scandalizzare il lettore "borghese". Prende corpo così la figura di un ribelle incantatore, insofferente a ogni legame, che gioca in ogni strofa gli effetti del proprio disgusto, con tale intensità da decomporre nell'esorcismo verbale l'intera sua dimensione umana e poetica. Introduzione di Gianni Nicoletti.
4,90

Cassetta verde. Le lettere dei poeti: Un vulcano silenzioso, la vita-Il poeta è un ladro di fuoco-Con pieno spargimento di cuore-La vita comincia ogni giorno

Libro

editore: L'orma

anno edizione: 2017

pagine: 256

Le lettere degli scrittori. Quattro libri spedibili della collana dei Pacchetti.
20,00

Opere in versi e in prosa. Testo francese a fronte

di Arthur Rimbaud

Libro: Copertina morbida

editore: Garzanti

anno edizione: 2003

pagine: 634

Rimbaud è il più profondo interprete poetico della crisi nichilistica. Ebbe fortissimo il sentimento delle forze oscure che governano la nostra vita spirituale, visse l'euforica voluttà della rivolta romantica ma conobbe anche lo sgomento per aver osato tanta sfida. La sua poesia testimonia la complessità del suo mondo interiore, la potente ambiguità, la frenetica ricerca del proprio annullamento. Il suo linguaggio, le sue immagini audaci, le metafore inattese, il ritmo originalissimo, la rottura delle forme tradizionali lo collocano accanto ai lirici creatori di nuove poetiche, come Baudelaire o Mallarmè.
15,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.