Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di B. Garufi

32,00

Fuoco grande

di Cesare Pavese, Bianca Garufi

Libro: Copertina morbida

editore: Einaudi

anno edizione: 2022

pagine: 86

Silvia ritorna a Maratea dopo lungo tempo, accompagnata da Giovanni, con cui ha una relazione. Ad attenderla, però, c'è un segreto di famiglia fino ad allora assai ben conservato. Con un procedimento davvero originale per la nostra letteratura, Cesare Pavese e Bianca Garufi raccontano, a capitoli alterni, il punto di vista di Giovanni e quello di Silvia. I fatti sono i medesimi, le versioni divergono. Fuoco grande è, al tempo stesso, un esperimento di narrazione, l'indagine del diverso modo di percepire le cose che hanno i sessi e un romanzo incompiuto eppure perfetto perché s'interrompe a segreto ormai svelato, quando il complesso nodo che lega i personaggi ha avuto piena espressione. Con l'introduzione di Mariarosa Masoero, la nota al testo, la nota biografica, la bibliografia, la ricezione critica, un'appendice di testi e due disegni di Cesare Pavese.
10,50

Ginnastica. Teoria metodologia e didattica

Libro: Copertina morbida

editore: Idelson-Gnocchi

anno edizione: 2008

pagine: 360

48,00

La sinistra italiana e il dilemma dei porcospini. L'arte della frammentazione a cent'anni da Livorno

di Franco Garufi

Libro: Copertina morbida

editore: Istituto Poligrafico Europeo

anno edizione: 2021

pagine: 192

È trascorso un secolo dal 21 gennaio 1921, giorno in cui la frazione comunista abbandonò il teatro Carlo Goldoni di Livorno e si scisse dal PSI. Cent'anni dopo, l'Unione Sovietica non esiste più, il socialismo reale è rimasto sepolto sotto il muro di Berlino. Tuttavia, nel linguaggio degli scontri a sinistra, a volte il palcoscenico sembra ancora quello del teatro livornese, in una contrapposizione fondata su un mondo - quello dei grandi sistemi ideologici del Novecento - ormai da tempo scomparso. Oggi il capitalismo, dopo l'ubriacatura neoliberista, sembra incapace di far fronte alle crisi da esso stesso generate, ma lo scontro tra le sinistre nella politica italiana continua a oscillare tra nostalgia e frazionismo. Garufi indaga i motivi per cui, mentre cresce il consenso per le destre sovraniste, la sinistra non riesce più a raccogliere le istanze di rinnovamento di una società complessa, impoverita e sempre più corporativa, agitata dai destini di donne e uomini segnati dal succedersi di speranze e delusioni. L'autore tesse i fatti della storia per sollecitare una riflessione collettiva in cui sia possibile scorgere il socialismo in fondo al tunnel.
15,00

Quello che non sai di te. È che la chiave sei tu

di Veronica Garufi

Libro: Copertina morbida

editore: Europa Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 160

"Ci sono molte persone che hanno avuto esperienze simili alle mie, che hanno percorsi spirituali importanti e che non ne parlano per paura di essere giudicati o non creduti, mi auguro che questo libro possa darvi la forza di andare oltre le vostre paure, perché non c'è nulla di male a divulgare l'amore, bisogna affidarsi, e quando la fede è concreta questi timori si superano affidandosi al volere di Dio. Mi piacerebbe leggere tanti libri con scritto le vostre esperienze perché questa realtà unita alla concretezza della vita possa essere vista da più persone e condivisa da altrettante. So che molte persone fin da quando erano bambine avevano percezioni, visioni, e capacità che lungo il loro percorso di vita hanno dovuto soffocare perché se provavano a spiegarle non venivano credute e addirittura in alcuni casi portate da psicologi, psichiatri, esorcisti, e questo ha creato la vostra chiusura, ma oggi non è più così e ci sono persone che ora possono comprendervi perché l'evoluzione spirituale che si è creata impedisce il fatto di essere puniti per quello che si è, come spesso dico un po' scherzosamente, ma non troppo: ora non possono più bruciarci. Non abbiate paura di quello che siete, quella è la vostra vera natura tutto il resto è quello che vi siete creati in questa incarnazione; ma è effimera, è la costruzione di qualcosa che lascerete qui e non porterete con voi, amatevi per quello che siete, e se non comprendete, chiedete che vi venga mostrato magari con l'aiuto di qualcuno che vi possa aiutare a comprendere, tornate alla vostra sorgente, tornate ad abbracciarvi nell'unione con la vostra vera essenza."
15,50

Filigrane. Canzoniere apocrifo

di Guido Garufi

Libro: Copertina morbida

editore: Affinità Elettive Edizioni

anno edizione: 2020

pagine: 190

Garufi compie un viaggio iniziatico nella propria interiorità, partendo dalla sua biografia: il trascorrere del tempo mette in luce passaggi centrali, movimenti dentro strettoie, aperture apparenti e chiusure improvvise. La salvezza è rappresentata dalla forza inedita che la letteratura offre a chi la ama. Ecco apparire Coleridge e il suo naufragio, Vittorio Sereni e la trentennale amicizia con Mario Luzi, il carteggio con il "suo" Montale. La forza delle parole degli "altri" forma una "filigrana", un vedere e un non vedere. La tensione del suo modulo narrativo è particolare: tentato più volte a deviare verso il registro poetico che gli è congeniale, o quello critico che ha accompagnato la sua vita, Garufi accede persino a una sconcertante satira. Demistifica, irride e demitizza la relazione sentimentale, il '68 e dintorni, chiarisce l'inganno della politica, si addentra nel territorio impervio della psicoanalisi, mostrando il "gioco" di quello che una volta si chiamava Potere. Sono l'arte, la letteratura, la poesia a costituire il "duro filamento" di fedeltà alla luce, la compresenza di vivi e morti dentro l'unica dimensione possibile, che è appunto quella estetica.
16,00

Io sono un femminicida. Il maschio disperso nel terzo millennio, dal patriarcato al pariarcato

di Giovanni Garufi Bozza

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni DrawUp

anno edizione: 2018

pagine: 196

In questo saggio, Giovanni Garufi Bozza analizza le ambiguità tra i generi, i limiti del femminismo e del maschilismo e le loro potenzialità, stimolando interrogativi, sollevando discussioni e provocazioni, proponendo sul finale possibili soluzioni alla violenza di genere, che superino il modello malattia (prevenzione) e che si situino nel modello salute (promozione), prendendo in carico le relazioni e la socioaffettività. La psicologia della salute, la sistemica, la bioenergetica e le costellazioni familiari fanno da sfondo al testo. Un saggio dal titolo provocatorio, che non vuole dare risposte preconfezionate ma stimolare le giuste domande, a partire da una premessa: è giunto il tempo di passare dal patriarcato, morto ma non troppo, al pariarcato, in una cultura di rispetto della differenza.
13,00

Il brevetto europeo e i segreti commerciali

di Caterina Garufi

Libro: Copertina morbida

editore: La Tribuna

anno edizione: 2018

pagine: 86

Questo Dossier espone le ultime novità in tema di segreti commerciali e brevetto europeo - essendo aggiornato con le modifiche apportate alla disciplina in oggetto dal Decreto Legislativo 11 maggio 2018, n. 63 - e riporta le più significative decisioni giurisprudenziali. Viene effettuata l'analisi delle disposizioni nazionali di riferimento unitamente a quelle del diritto unionale, ricostruendo in via sistematica le discipline interessate dalle riforme sui diritti di privativa, per coglierne appieno le ricadute operative. L'intento è quello di offrire un'opportunità di aggiornamento nella formazione sui diritti di proprietà industriale, senza tralasciare qualche cenno di diritto comparato, indirizzandosi sia agli operatori in ambito giuridico ed economico che alle professionalità di area tecnica. Nel contempo, l'esposizione, nella sua sintesi, intende rappresentare uno strumento agile a disposizione, oltre che dei professionisti, anche dei responsabili delle politiche aziendali, specie con riferimento alle piccole e medie imprese, suggerendo spunti di riflessione sull'importanza degli investimenti nelle innovazioni, per semplificare e rendere più produttiva la gestione degli assets produttivi, incrementandone la competitività. L'attenzione è anche focalizzata sugli sviluppi prevedibili, quanto alla evoluzione normativa in materia, presso le istituzioni dell'Unione europea, tenuto conto dell'esigenze di armonizzazione e, per altri profili, al crescente impatto del digital market e della diffusa preoccupazione, quanto al versante penalistico, nei riguardi dei cybercrimes.
20,00

Diritto di famiglia e degiurisdizionalizzazione

di Caterina Garufi

Libro

editore: Key Editore

anno edizione: 2018

pagine: 172

Il volume tratta alcuni istituti del diritto familiare, oggetto di recenti riforme, soffermandosi sul divorzio. La legge sul cd. divorzio breve viene analizzata, quanto ad effetti e contenuti, anche alla luce delle procedure introdotte con il d.l. in materia di degiurisdizionalizzazione.
18,00

L'amore che viola

di Giovanni Garufi Bozza

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni DrawUp

anno edizione: 2018

pagine: 232

"Perché la viola è un fiore bello e delicato, se un suo petalo viene spezzato, emette un profumo meraviglioso". Narcisi, uomini violenti e capri espiatori, abusi e dipendenze, violenza di genere e anoressia, attacchi di panico e masturbazione compulsiva, un continuo incontro tra l'eros sfrenato e il thanatos che accompagna l'esistenza umana. Questi gli elementi attraverso cui l'autore scaverà nel passato di Viola e in quello dell'essere umano, fino ad arrivare al primo stalker divino che il mito ci consegna.
15,00

Fratelli

di Guido Garufi

Libro

editore: Aragno

anno edizione: 2016

È poesia - quella di Garufi - che scaturisce dallo strappo e dal dolore, e che non rinuncia a quel dolore universale su cui s'interroga e a cui cerca di dare risposta, che è poi la risposta stessa della ragione di scrivere: "Ma tu, esiliato scriba, a chi dedichi/ il tuo canto e perché?/ È la domanda onnipresente/ che mi faccio e che rivolgo/ alla pagina alla sua frontiera/ contro lo scorrere dei corpi martoriati/ delle case senza voci dei soffocati/ gemiti e guardo e scrivo/ di quelle mani tese, così in alto.../ (e il mio cruccio è il vero pianto)". Dove - al di là dell'indignazione che pure si affaccia, e che rende meno aggiuntive le crudeli, secche e icastiche Poesie del disamore - c'è da notare almeno la condizione d'esilio in cui il poeta si colloca, insieme con l'abbraccio comunitario (la comune ferita), il fondativo interrogarsi e interrogare, l'iconica raffigurazione (vagamente espressionistica) delle "mani tese" in quell'alzata sospensiva (le frequenti aposiopesi di Garufi sono gli indizi di una umanissima ma non crepuscolare, se non in senso non banalizzabile, "perplessità"), e infine il notevole enjambement "soffocati/gemiti" a incidere, se si può dirla così, un ossimoro voltato in visione: e persino in religiosa visione.
12,00

Il borgo medievale di San Giorio di Susa

di Maurizio Garufi, Andrea Maria Ludovici

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni del Graffio

anno edizione: 2017

pagine: 48

8,50

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.