Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di Cesare Pavese

Donne appassionate. Poesie d'amore e morte

di Cesare Pavese

Libro: Copertina morbida

editore: Interlinea

anno edizione: 2022

pagine: 96

«Il tema delle donne in pavese è più che mai vivo. La spesso convocata misoginia di Pavese non è altro che la maschera di una solitudine bisognosa di essere colmata, di una ricerca spasmodica di completezza, di una unità mancante, di una amorosa compensazione», come scrive Giovanni Tesio in questa nuova antologia dei testi più belli dedicati all'amore e anche alla morte fin dal più celebre verso: «verrà la morte e avrà i tuoi occhi». Un'occasione per ritrovare l'energia poetica di pavese, «la sua ricchezza: la nostra salvezza, la sua dannazione».
12,00

La casa in collina

di Cesare Pavese

Libro: Copertina morbida

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2022

pagine: 208

La Seconda guerra mondiale con i suoi bombardamenti ha raggiunto il mite e solitario Corrado, professore di Scienze che, come tanti, la notte si rifugia in collina, lontano dagli attacchi che colpiscono Torino. È lì che, per un caso, ha modo di incontrare un antico amore della giovinezza, Cate, che ora gestisce un'osteria e ha un figlio piccolo. Le chiacchierate con il gruppo di amici che si riunisce in osteria, i tempi lenti e le passeggiate con il piccolo Dino per i boschi sono il modo di Corrado per sfuggire alla guerra e alle scelte che essa comporta. Finché gli scontri, dopo l'8 settembre, non giungono anche in collina. Cate e il resto del gruppo, parte di un'organizzazione antifascista, sono catturati dai tedeschi e Corrado abbandona tutto per trarsi in salvo in un collegio di religiosi assieme a Dino. Ma le mura del collegio non bastano a riparare Corrado dal rimorso e dal senso di inadeguatezza per la propria incapacità di agire e di sentirsi parte di una guerra che gli appare del tutto insensata. Tra i più autobiografici romanzi di Pavese, "La casa in collina" riprende molti dei temi cari all'autore, e in particolare la grande pagina bianca della sua vita: la mancata partecipazione alla Resistenza. Perché, come riflette Corrado nelle intense pagine finali del romanzo, "Ora che ho visto cos'è guerra, cos'è guerra civile, so che tutti, se un giorno finisse, dovrebbero chiedersi: - E dei caduti che facciamo? perché sono morti? - Io non saprei cosa rispondere. Non adesso, almeno. Né mi pare che gli altri lo sappiano. Forse lo sanno unicamente i morti, e soltanto per loro la guerra è finita davvero".
10,00

La luna e i falò

di Cesare Pavese

Libro: Copertina morbida

editore: SPERLING & KUPFER

anno edizione: 2022

pagine: 184

«Un paese ci vuole, non fosse che per il gusto di andarsene via.»
8,90

Il carcere

di Cesare Pavese

Libro: Copertina morbida

editore: Einaudi

anno edizione: 2022

pagine: 136

Nel 1935 Cesare Pavese viene condannato a tre anni di confino a Brancaleone Calabro per aver tentato di proteggere la donna amata, militante nel Pci. Il carcere, pubblicato solo nel 1948, nasce così da una storia di privata solitudine e riapre il problema del solipsismo intellettuale cui Pavese riconobbe, scrivendo dieci anni dopo La casa in collina, di essere ancora legato. L'esilio forzato in un luogo tanto diverso e lontano dal suo mondo piemontese d'origine è metà condanna metà alibi del suo volersi fuori dal mondo, del suo guardare la vita "come dalla finestra del carcere". L'ingegnere, protagonista del romanzo, è un intellettuale che imputa a sé stesso più che al mondo la responsabilità della propria situazione, rifiutando di riconoscervi delle giustificazioni politiche in un periodo in cui maggiore era il consenso degli italiani al regime fascista, tra la guerra d'Abissinia e quella di Spagna. Il confino diventa atteggiamento, presa di posizione, un modo d'essere che Pavese aveva sempre considerato come costitutivo e insieme limitativo della propria esperienza.
10,00

La bella estate

di Cesare Pavese

Libro: Copertina morbida

editore: Garzanti

anno edizione: 2022

pagine: 752

Composta nell'arco di quasi un decennio e insignita del Premio Strega nel 1950, "La bella estate" è una raccolta di tre romanzi brevi che include, oltre al libro che dà il titolo all'opera, anche Il diavolo sulle colline e Tra donne sole. Non accomunati da un medesimo soggetto, e anzi autonomi al punto da essere stati a lungo proposti in volumi separati, i tre racconti tuttavia danno forma a un organismo unitario, in cui la città di Torino, continuamente evocata nei portici e nei caffè, negli atelier e negli studi d'artista, fa da sfondo alle vicende di Ginia e Amelia, di Gabriella e Poli, di Clelia e Rosetta - figure indimenticabili in cui turbinosamente convivono il desiderio e insieme l'esausta stanchezza di vivere. In un mondo in cui la conoscenza è portatrice di sofferenza, e la festa - la «bella estate» - non rappresenta, in fondo, altro che l'innocenza perduta e rimpianta, i personaggi di Pavese appaiono attoniti al cospetto del proprio corpo nudo, inermi di fronte all'esperienza sempre dolorosa dell'amore, soli nella ricerca della propria identità.
16,00

La luna e i falò

di Cesare Pavese

Libro: Copertina morbida

editore: 2M

anno edizione: 2022

pagine: 152

Il protagonista de "La luna e i falò" è 'Anguilla", un uomo che dopo 20 anni trascorsi lontano dal suo paese natale sulle colline piemontesi, ritorna dall'America dopo aver fatto fortuna, cogliendo questa occasione per ripercorrere i ricordi dell'infanzia insieme all'amico Nuto, ormai entrambi in età adulta, col loro carico di cambiamenti e delusioni. A fare da sfondo alla trama narrativa del romanzo, ci sono i falò dei contadini e la luna, mentre il peso delle proprie origini e dei i luoghi a cui si è fatto ritorno, si mescolano a temi dalla forte carica civile, creando un microcosmo di profondo lirismo e malinconia ed un continuo contrasto tra i felici ricordi dell'infanzia e l'amaro dolore del presente. Pubblicato nel 1950, tanto amatissimo in patria, quanto tradotto all'estero, La luna e i falò è considerato il lavoro più importante della poetica di Pavese, un romanzo di ineffabile bellezza che merita ogni volta di essere scoperta e riscoperta.
4,90

Prima che il gallo canti: Il carcere-La casa in collina

di Cesare Pavese

Libro: Copertina morbida

editore: Einaudi

anno edizione: 2021

pagine: 304

Scritti a distanza di dieci anni l'uno dall'altro, "Il carcere" e "La casa in collina" sono i due romanzi brevi che sancirono la maturità artistica di Cesare Pavese. Diversi per intensità della narrazione, ma analoghi per comunanza d'esperienza umana, ne "Il carcere" Pavese segue la vita di un confinato politico, Stefano, in un paesino del Sud. Ne "La casa in collina" le vicende personali di Corrado si intrecciano inesorabilmente ai drammatici eventi storici di Torino bombardata, la resistenza operaia, i partigiani, i fascisti. Mai come in queste pagine la tormentata riflessione intellettuale di Pavese si unisce a una lucida analisi dei personaggi e dei luoghi, in un confronto serrato tra la solitudine, il ripiegamento interiore e l'urgenza del mondo: il tentativo, tutto pavesiano, di una conciliazione profonda e sofferta tra il mito e la storia. Con uno scritto di Italo Calvino; una nota di Laura Nay e Giuseppe Zaccaria; la cronologia della vita e delle opere; l'antologia della critica.
12,00

Il mestiere di vivere

di Cesare Pavese

Libro: Copertina morbida

editore: Garzanti

anno edizione: 2021

pagine: 992

Documento inconsueto e dalla fisionomia enigmatica, galleria di trappole e interdetti, Il mestiere di vivere si presenta come il diario di un esploratore che si affretti ad annotare le sue periodiche o improvvise scoperte: in queste pagine, compilate tra il6 ottobre 1935 (dal confino a Brancaleone) e il 18 agosto 1950(appena nove giorni prima del suicidio), Pavese non avanza per sviluppi, ma ragiona a strappi, a balzi, in un «ripullulare imprevisto di pensieri» che definiscono i «grandi filoni» della sua vita interiore. Questa nuova edizione ci guida alla comprensione dei meccanismi che regolano il funzionamento di un'opera dove «tutto è ambivalente», dove bene e male sono fatti della stessa materia, dove - pur di sedurre gli eletti destinatari del proprio «melodramma» - maschere, trucchi e inganni non sono preclusi. Il volume contiene anche: Un viaggio felicissimo (diario 1922),  Frammenti della mia vita trascorsa (diario 1926-28) e il contro verso Taccuino segreto .
16,00

La bella estate

di Cesare Pavese

Libro: Copertina morbida

editore: Einaudi

anno edizione: 2021

pagine: 122

Scritto nella primavera del 1940 e pubblicato nel 1949 insieme a "Il diavolo sulle colline" e "Tra donne sole", "La bella estate" è, come affermò lo stesso Pavese, la «storia di una verginità che si difende», il racconto dell'inevitabile perdita dell'innocenza. Sullo sfondo di una Torino grigia e crepuscolare, si dipana la dolorosa maturazione di un'ingenua adolescente: nell'ambiente corrotto e sregolato della bohème artistica torinese, Ginia si innamora di un giovane pittore da cui, dopo resistenze interiori e rimorsi malcelati, si lascerà sedurre. È l'inizio di un amore disperante, carico di attese e vane illusioni, destinato a consumarsi nel breve attimo di una stagione. Un romanzo intenso e delicato che narra l'iniziazione alla vita, nella fase che segna, con la scoperta dei sensi e della tentazione, il passaggio dall'adolescenza alla maturità e la consapevolezza del proprio inevitabile destino. Con una postfazione di Furio Jesi; una nota di Laura Nay e Giuseppe Zaccaria; la cronologia della vita e delle opere.
10,00

E avrà i tuoi occhi

di Cesare Pavese

Libro: Copertina morbida

editore: Ponte alle Grazie

anno edizione: 2021

pagine: 80

Le poesie più belle di Cesare Pavese scelte da Aldo Nove. "Verrà la morte e avrà i tuoi occhi - questa morte che ci accompagna dal mattino alla sera, insonne, sorda, come un vecchio rimorso o un vizio assurdo."
8,90

Paesi tuoi

di Cesare Pavese

Libro: Copertina morbida

editore: Einaudi

anno edizione: 2021

pagine: 160

Prima prova narrativa di Pavese, "Paesi tuoi" venne pubblicato nel 1941 e suscitò immediatamente scandali in chi osteggiava ed entusiasmi in chi sosteneva quel neorealismo di cui Pavese era considerato un campione. E se oggi "Paesi tuoi" viene ritenuto soprattutto il primo libro che sviluppa temi squisitamente pavesiani - la solitudine, il forte legame con le proprie radici, il rapporto tra città e campagna - non si può ignorare l'influenza che esso ebbe su un'intera generazione di scrittori, affascinati dalla sua carica innovativa, a partire da Italo Calvino che scrisse: «ci eravamo fatta una linea, ossia una specie di triangolo: I Malavoglia, Conversazione in Sicilia, Paesi tuoi, da cui partire». Con Ritratto di Cesare Pavese di Alberto Asor Rosa; una nota di Laura Nay e Giuseppe Zaccaria; la cronologia della vita e delle opere; l'antologia della critica.
10,00

La casa in collina

di Cesare Pavese

Libro

editore: Ecra

anno edizione: 2021

pagine: 206

Romanzo di Cesare Pavese dal forte sapore autobiografico ambientato durante la seconda guerra mondiale. Il protagonista è Corrado, insegnante di scuola media che a causa dei bombardamenti ha lasciato Torino per rifugiarsi nelle Langhe piemontesi. Pur amando la solitudine Corrado inizia a frequentare l'osteria situata sul versante opposto della collina dove abita. Qui ritrova Cate, suo antico amore, che nel frattempo ha avuto un figlio di nome Dino. Con il bambino, che sospetta essere suo, Corrado ritrova la spensieratezza di un tempo, ma una retata dei nazisti all'osteria sconvolgerà le loro vite.
13,50

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.