Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di Claudio Gregori

Storia dell'alpinismo. Le grandi sfide tra l'uomo e la montagna

di Claudio Gregori

Libro: Copertina morbida

editore: DIARKOS

anno edizione: 2021

pagine: 792

Nella storia dell'alpinismo ci sono punti di luce e supernove. Il libro si occupa dei punti di luce, cioè degli eventi cardine: la scalata del Monte Bianco (1786), quella del Cervino (1865), il K2 del Duca degli Abruzzi e quello di Desio, via via fino al free climbing e all'arrampicata sportiva di oggi. Questa è la rete sottesa, come un cielo stellato, su cui si accendono le supernove, i grandi che hanno marchiato con le loro prodezze un'epoca. Parliamo dei grandissimi Whgmper, Cassin, Bonatti, Messner, ma anche di altri meno noti, come Preuss, Dülfer, Mallorg, Comici, Castiglioni, Gervasutti, Vinatzer, Buhl, fino ai moderni Alexander Huber e Adam Ondra, di cui il volume ripercorre le gesta. Si parla di prodezze e di storie umane. E ci sono anche le donne, nel racconto, a brillare in questo orizzonte tradizionalmente maschile insieme a quegli uomini che con passione, sospinti da una forza misteriosa e irresistibile, hanno creato l'alpinismo.
23,00

Coppi contro Bartali. Gli eroi di un ciclismo di altri tempi

di Claudio Gregori

Libro: Copertina morbida

editore: DIARKOS

anno edizione: 2020

pagine: 556

Gianni Brera li ha chiamati «i due carissimi nemici». Un ossimoro pertinente e stupendo. Coppi e Bartali, amici e rivali. Due cavalieri in bicicletta in eterno, leale, conflitto. Entrambi sono esplosi a vent'anni, abbaglianti come supernove, ma diversi come Polo nord e Polo sud. E, proprio per questo, la lotta magnetica tra gli opposti li ha sempre attirati l'uno all'altro. Sulle due ruote hanno combattuto battaglie di grande bellezza, tra picchi innevati e fulminee volate, che hanno suscitato un'incredibile passione sportiva, rimasta impressa nella memoria del Novecento. La sfida, però, combattuta tra l'Italia e l'Europa non ancora sgombre dalle macerie, andava molto al di là del nudo fatto sportivo... Claudio Gregori riporta chilometro dopo chilometro Coppi e Bartali sulle strade del presente, scrivendo come un romanzo l'intensa cronaca di quella rivalità, profondamente umana, che ha unito nel ciclismo due vite al di fuori del comune.
19,00

AgGREGazioni

di Claudio Gregori

Libro: Copertina morbida

editore: Capire Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 265

Disarmante, simpatico, buono, in questo suo libro Claudio si nasconde e si mette a nudo allo stesso tempo; spesso, dove gli altri ridono a crepapelle, chi lo conosce si commuove, mentre lui entra ed esce in un nascondino continuo fra le righe; si diverte a fare Queneau, Eco, Chandler, più una pletora di scrittori moderni non meglio identificati, oltre che, naturalmente, sé stesso. È comico, mai noioso, sempre vario, è pieno di roba buona. Questo è il livello primario per godervelo. Il livello secondario, visionario, ci fa riflettere di più, pensare alla nostra vita. Contiene: le "Lettere di San Drone da Tebe" e le indagini dell'Ispettore Mallory.
14,90
22,00

Il corno di Orlando. Vita, morte e misteri di di Ottavio Bottecchia

di Claudio Gregori

Libro: Copertina morbida

editore: 66thand2nd

anno edizione: 2017

pagine: 532

Il Tour de France, al tempo dei pionieri, è un mondo rovesciato, abitato da un popolo di insonni che ama le brasserie e la strada. Si parte col favore della notte. I corridori, avventurieri, spacconi, bugiardi, sono fantasmi variopinti che avanzano nel buio, tra bagliori di fiaccole e fanali, prima di diventare cavalieri del sole, inzaccherati di fango, e affrontare le montagne inerpicandosi per ghiaioni e nevai. Proprio lì, nel più impervio e inatteso degli scenari, un veneto dal naso affilato, senza neanche una vittoria tra i professionisti, troverà l'habitat ideale. Il suo nome è Ottavio Bottecchia, e sui Pirenei costruirà la propria chanson de geste, come Orlando a Roncisvalle. I francesi lo chiameranno Botescià. Primo italiano a trionfare al Tour, primo atleta a vestire la maglia gialla dalla prima all'ultima tappa. Ma Bottecchia è soprattutto un mistero, sia come corridore, con quel palmarès sfolgorante e imperfetto, sia come uomo: eroe di guerra, ignorato e spiato dal regime, scomparso all'improvviso una mattina di giugno durante un allenamento solitario. Tante le ipotesi, mai confermate. Fu una caduta, un agguato politico, un delitto passionale, una storia di scommesse? A novant'anni dalla morte, demistificando le ricostruzioni più fantasiose, Claudio Gregori attinge a una mole di documenti senza precedenti per riscrivere la storia definitiva di uno dei più grandi campioni del pedale, un Cyrano sgraziato con gli occhiali da aviatore e il tubolare a tracolla, capace però di dominare il Tour più di Bartali e Coppi.
22,00

Merckx, il figlio del tuono

di Claudio Gregori

Libro: Copertina morbida

editore: 66thand2nd

anno edizione: 2016

pagine: 570

Il 20 marzo 1966 un giovane belga si schiera al via della Milano-Sanremo. Ha vent'anni e non si è mai misurato con un tracciato cosi lungo. Al traguardo vincerà la prima classica del suo palmarès. Quel giorno, come con Coppi all'indomani della guerra, si apre per il ciclismo una nuova era. Fin da quella prima apparizione, Merckx ha mostrato di possedere, oltre al talento, il gusto dell'avventura e della prodezza inattesa. Al pari dei grandi del passato. Ma più di chiunque altro ha saputo interpretare la gara come "sfida totale", battaglia all'arma bianca. Ha imposto uno stile, "la corsa di testa", riportando il ciclismo alla sua vocazione originaria. Lo chiameranno l'Orco, il Coccodrillo, Attila, il Cannibale: temuto e invidiato, è stato "il più grande agonista" di uno sport arduo, a volte crudele. Per questo la sua storia - scritta sul pavé, nel fango, nella tormenta, segnata da cadute rovinose, nobilitata dai duelli con Gimondi, Ocaña, Fuente - merita un posto speciale nella "sconfinata biblioteca della bicicletta". Dall'esordio alla corte di Van Looy fino all'eclissi improvvisa, Claudio Gregori ricostruisce le imprese di Merckx come fosse un cavaliere impavido a caccia di tesori favolosi in una nuova chanson de geste.
23,00
6,99

La stoffa dei campioni. 70 anni di manifattura Valcismon. Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina rigida

editore: EDICICLO

anno edizione: 2016

pagine: 219

Settant'anni di storia di un'eccellenza italiana: la Manifattura Valcismon e i suoi tre marchi, Sportful, Castelli e Karpos, leader nell'abbigliamento del ciclismo, dello sci di fondo e della montagna. Un piccolo e valoroso miracolo, nato dalle pecore di Lamon in provincia di Belluno, studiato attraverso generazioni di campioni, esportato in tutto il mondo. È anche la storia di una famiglia, di corse e corridori, di gare e atleti, di tecnologia e moda, di filosofia e ricerca; insomma, di sport e umanità.
29,00

Legnano. Biciclette, campioni, vittorie

di Marco Pastonesi, Claudio Gregori

Libro: Copertina rigida

editore: EDICICLO

anno edizione: 2015

pagine: 223

La storia Legnano, una storia lunga oltre un secolo, ha due anime. Quella sportiva e quella industriale. Questo libro le racconta entrambe, intrecciate da un'unica e irresistibile passione: le biciclette. Claudio Gregori e Marco Pastonesi, e centinaia di foto e documenti in gran parte inediti, raccontano lo storia del marchio più vincente della storia del ciclismo italiano: Binda e Bartoli, Coppi e Baldini, il commendator Emilio Bozzi e il mitico meccanico Ugo Bianchi, campioni e gregari, sfide e trionfi.
29,00
15,00

Poi Milan e Benfica, Milano che fatica

di Sergio Giuntini, Claudio Gregori

Libro: Copertina rigida

editore: Sedizioni

anno edizione: 2013

pagine: 96

Un altro 25 aprile del calcio europeo, pensando alla nostra storia patria, c'era già stato: e la sua data più esatta è 22 maggio 1963. Quel giorno il Milan superando il Benfica "luso-tropical", compiva inconsciamente un gesto "politico" di cui pochi, forse, si resero conto. Liberava simbolicamente il calcio europeo dalla tirannia ispano-portoghese. Incrinava la solidità di due dittature calcistiche e non solo. Da lassù, sopra i cieli di Wembley, quel 22 maggio il Pereira tabucchiano tifava sicuramente rossonero e con lui tutti gli studenti di Coimbra, e i futuri "garofani rossi" della dolce primavera portoghese. Il calcio è anche questo. Libera sogni e speranze, ci racconta ciò che vogliamo sentirci dire o leggere.
13,63

Labròn. La vita e le avventure di Toni Bevilacqua

di Claudio Gregori

Libro: Copertina rigida

editore: Roberto Vallardi

anno edizione: 2012

pagine: 320

25,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento