Libri di Cristina De Stefano

Il bambino è il maestro. Vita di Maria Montessori

di Cristina De Stefano

Libro: Copertina rigida

editore: RIZZOLI

anno edizione: 2020

pagine: 384

Chi era davvero Maria Montessori? Al suo nome si lega il metodo che ha rivoluzionato la pedagogia, mettendo il bambino al centro del processo educativo e rispettando il suo io e i tempi con cui si costruisce. Una rivoluzione che poteva compiere soltanto una donna capace di decisioni controcorrente in ogni momento della sua esistenza. La sua vita è stata molto celebrata, ma mancava ancora un ritratto che provasse a delinearne, senza preconcetti e senza sconti, la personalità fortissima. Cristina De Stefano, attraverso testimonianze dirette e carteggi inediti, ci mostra una Montessori sorprendente e poco conosciuta. Allieva in lotta contro l'istituzione scolastica, laureata in Medicina quando una donna all'università era una rarità, da giovane si divide tra la militanza femminista, il volontariato sociale e il lavoro in corsia. Poi un giorno, davanti ai bambini abbandonati in manicomio perché troppo difficili per la scuola, ha l'intuizione che il modo di guardare alla intelligenza dei piccoli vada ripensato dalle fondamenta. Il suo metodo pedagogico, applicato all'inizio in una piccola scuola nel quartiere più povero di Roma, fa in pochi anni il giro del mondo e la trasforma in una celebrità. Da allora Maria Montessori dedica tutta la sua vita alla missione di cambiare il mondo. Scienziata che illumina ogni cosa di una luce spirituale, grande sperimentatrice che crede nell'intuito, idealista eppure attenta a registrare il suo materiale con dei brevetti internazionali, idolatrata dai suoi seguaci e attaccata dai critici. Per alcuni è una profetessa di una nuova idea di umanità. Per altri un despota e un'opportunista in politica. Maria Montessori è, come tutti i geni, un personaggio difficile. Ma nessuno potrà mai negare la sua forza di carattere, l'emancipazione assoluta per i suoi tempi, la capacità di visione quasi medianica. Nell'anno che commemora i centocinquant'anni della sua nascita, "Il bambino è il maestro" dimostra che la grandezza spesso nasce anche da profonde contraddizioni.
20,00

Scandalose. Vite di donne libere

di Cristina De Stefano

Libro: Copertina morbida

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

anno edizione: 2018

pagine: 220

Una scultrice che spara alle sue opere, una musicista che insulta il suo pubblico, una fotografa che mescola i generi, una modella che rompe il canone della bellezza occidentale, una poetessa che sostiene di vivere nell'antico Egitto, un'antropologa che si interessa ai misteri africani vietati ai bianchi. Le donne raccontate in questo libro sono tutte cattive ragazze che nessuna famiglia perbene vorrebbe mai in casa. Nel corso del Novecento hanno dato scandalo con la loro vita sentimentale, i loro gusti sessuali, il modo di pensare e creare, di intendere la bellezza, di vestirsi, di parlare chiaro. Il mondo non offriva loro niente e loro si sono prese tutto, pagando spesso prezzi altissimi ma non permettendo a nessuno di fermarle. Hanno usato lo scandalo come un'arma. Davanti a una donna scandalosa la folla si ritrae, imbarazzata, spaventata, aprendo uno spazio che prima era nascosto, lasciandola respirare, avanzare. Ognuna di loro ha trovato il suo personale modo per farsi largo. Con eccesso. Con fantasia. Con allegria. Con disperazione. E il fragore del loro scandalo non si è ancora spento. Tallulah Bankhead, Louise Bourgeois, Pearl S. Buck, Lydia Cabrera, Claude Cahun, Marguerite Duras, Elsa von Freytag-Loringhoven, Tove Jansson, Toto Koopman, Elsé LaskerSchuler, Clarice Lispector, Mina Loy, Grace Metalious, Nahui Olin, Jean Rhys, Niki de Saint Phalle, Albertine Sarrazin, Annemarie Schwarzenbach, Nina Simone, Violet Trefusis.
13,00

Scandalose. Vite di donne libere

di Cristina De Stefano

Libro: Copertina rigida

editore: RIZZOLI

anno edizione: 2017

pagine: 220

Una scultrice che spara alle sue opere, una musicista che insulta il suo pubblico, una fotografa che mescola i generi, una modella che rompe il canone della bellezza occidentale, una poetessa che sostiene di vivere nell'antico Egitto, un'antropologa che si interessa ai misteri africani vietati ai bianchi. Le donne raccontate in questo libro sono tutte cattive ragazze che nessuna famiglia perbene vorrebbe mai in casa. Nel corso del Novecento hanno dato scandalo con la loro vita sentimentale, i loro gusti sessuali, il modo di pensare e creare, di intendere la bellezza, di vestirsi, di parlare chiaro. Il mondo non offriva loro niente e loro si sono prese tutto, pagando spesso prezzi altissimi ma non permettendo a nessuno di fermarle. Hanno usato lo scandalo come un'arma. Davanti a una donna scandalosa la folla si ritrae, imbarazzata, spaventata, aprendo uno spazio che prima era nascosto, lasciandola respirare, avanzare. Ognuna di loro ha trovato il suo personale modo per farsi largo. Con eccesso. Con fantasia. Con allegria. Con disperazione. E il fragore del loro scandalo non si è ancora spento. Tallulah Bankhead, Louise Bourgeois, Pearl S. Buck, Lydia Cabrera, Claude Cahun, Marguerite Duras, Elsa von Freytag-Loringhoven, Tove Jansson, Toto Koopman, Elsé LaskerSchuler, Clarice Lispector, Mina Loy, Grace Metalious, Nahui Olin, Jean Rhys, Niki de Saint Phalle, Albertine Sarrazin, Annemarie Schwarzenbach, Nina Simone, Violet Trefusis.
19,00

Oriana. Una donna

di Cristina De Stefano

Libro: Copertina morbida

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

anno edizione: 2014

pagine: 312

"Sono una rompiballe, lo so. Sai che dicevano gli astronauti americani? Un modo sicuro di tornare dalla Luna è quello di portare con noi l'Oriana..." Il famoso cattivo carattere di Oriana Fallaci oscura troppo spesso il talento e la determinazione che l'hanno fatta diventare quello che era: la giornalista e scrittrice italiana più celebre del Novecento. Nata povera in una famiglia di antifascisti, cresciuta in fretta nella Resistenza, si è presentata in una redazione appena uscita dal liceo e in pochi anni si è imposta in un lavoro allora dominato dagli uomini. Ha scoperto l'America negli anni '50, diventando amica dei divi di Hollywood e degli astronauti della Nasa. Si è trasferita a New York negli anni '60, per essere al centro dell'impero della comunicazione globale. È andata in Vietnam nel 1967, unica giornalista italiana a farlo, per avere finalmente il diritto di scrivere di politica come voleva lei. Ha affrontato l'uomo più potente dell'epoca, Kissinger, conquistandosi la fama planetaria che sarà poi il trampolino per la stagione dei grandi romanzi della maturità. E nella vita privata ha rivendicato fino all'ultimo il diritto di vivere senza tabù, come un uomo, con "un ventre e dei desideri". Grazie alle carte inedite e alle testimonianze di chi l'ha conosciuta, Cristina De Stefano ricostruisce una figura di donna modernissima, coraggiosa e sempre libera in ogni sua scelta.
12,00

Tempi barbarici. L'Europa occidentale tra antichità e Medioevo (300-900)

di Stefano Gasparri, Cristina La Rocca

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2012

pagine: 357

Nelle fonti tra VI e XI secolo, l'espressione "tempi barbarici" indica i periodi di profondo cambiamento in cui si tenta faticosamente di trovare un nuovo equilibrio. Oggetto di un'intensa ricerca internazionale, l'alto medioevo appare adesso molto lontano dal quadro ottocentesco, che vedeva i barbari nel ruolo di fondatori delle nazioni europee oppure di distruttori della civiltà. Si è riconosciuta la sua importanza come momento delle origini del potere del papa e della nascita dell'Islam, dell'emergere di nuovi modelli maschili (i valori militari invece dell'otium) e di spazi per l'esercizio del potere pubblico da parte delle donne. Al suo interno agirono forze vecchie e nuove: i soldati barbari dell'esercito tardo romano si affermarono come nuovo gruppo di potere e i monaci irlandesi proposero la propria peregrinano come segno di santità. Pure lo stato si trasformò, dal modello romano regolato dalle imposte a uno in cui il rapporto di amicizia o di conflitto col re rappresentava il fattore decisivo, finché, durante la fase carolingia, si tentò di ricreare di nuovo un impero, basato sulla collaborazione fra il potere pubblico e l'ecclesia. Se l'alto medioevo resta ancora lo specchio delle domande che ci poniamo di fronte a ogni cambiamento epocale, le sue fonti ci invitano a interrogarci sulla sua storia, a comprenderne la lontananza e a osservarlo dalla giusta distanza.
31,00

Belinda e il Mostro. Vita segreta di Cristina Campo

di Cristina De Stefano

Libro: Copertina morbida

editore: ADELPHI

anno edizione: 2002

pagine: 222

Segreta e appartata, Cristina Campo scomparve nel 1977, nel silenzio quasi generale di una società letteraria che non era ancora in grado di capirla. Oggi critici e pubblico sembrano averla riscoperta, e la sua parabola esistenziale sommessa ma decisiva impone qualcosa di più, che vada al di là dei frettolosi stereotipi. Questa biografia, ricca anche di immagini, raccoglie le poche testimonianze edite e le moltissime inedite e sorprendenti - tratte da lettere, testimonianze e dal preziosissimo e finora sconosciuto diario del padre - sulla più misteriosa delle scrittrici italiane.
20,00
4,50

Le pagine di Giovanna

di Cristina De Stefano

Libro

editore: Youcanprint

anno edizione: 2020

pagine: 164

"Cosa pensi a 18 anni? Come affronti un amore a distanza, l'esame di maturità, la bulimia e una soffocante vita di provincia? Prova a sfogare i tuoi sentimenti su un diario. Giovanna lo fa, si salva l'anima e diventa grande."
14,00

Firenze. Genio e ragione. Ediz. italiana e inglese

di Stefano Zuffi, Cristina Acidini

Libro: Copertina rigida

editore: Sassi

anno edizione: 2018

pagine: 144

Con inguaribile senso critico e gusto della polemica, fin dai tempi di Dante i fiorentini dicono di rimpiangere il passato: in realtà, attraverso i secoli Firenze si è affermata come la città in cui si celebra la libertà creativa dell'uomo, che con forza e con serenità diventa protagonista responsabile del mondo e della storia. A Firenze ci si accorge che l'arte è il mezzo per aprire orizzonti nuovi al cuore e alla mente. All'ombra della grande cupola di Brunelleschi ogni passo è un incontro esaltante con i capolavori universali dell'architettura, della scultura e della pittura, sullo sfondo rasserenante dei verdi colli al di là dell'Arno. Questa nuova edizione si presenta arricchita di numerose immagini e contenuti inediti. Non è solo un invito ad ammirare la storia e i monumenti di Firenze: è un viaggio alla riscoperta delle nostre radici comuni di umanità, di civiltà e di bellezza grazie alla guida di Stefano Zuffi e Cristina Acidini, la studiosa che con intelligenza e intensa passione tutela l'immenso patrimonio artistico del Polo Museale Fiorentino.
29,00

Firenze

di Stefano Zuffi, Cristina Acidini

Libro: Copertina rigida

editore: Sassi

anno edizione: 2016

pagine: 142

Con inguaribile senso critico e gusto della polemica, fin dai tempi di Dante i fiorentini dicono di rimpiangere il passato: in realtà, attraverso i secoli Firenze si è affermata come la città in cui si celebra la libertà creativa dell'uomo, che con forza e con serenità diventa protagonista responsabile del mondo e della storia. A Firenze, ci si accorge che l'arte è il mezzo per aprire orizzonti nuovi al cuore e alla mente. All'ombra della grande cupola di Brunelleschi, ogni passo è un incontro esaltante con i capolavori universali dell'architettura, della scultura e della pittura, sullo sfondo rasserenante dei verdi colli al di là dell'Arno. Grazie alla guida di Cristina Acidini, la studiosa che con intelligenza e intensa passione tutela l'immenso patrimonio artistico del Polo Museale Fiorentino, questo libro non è solo un invito ad ammirare la storia e i monumenti di Firenze: è un viaggio alla riscoperta delle nostre radici comuni di umanità, di civiltà e di bellezza.
29,00

Firenze. Genio e ragione. Ediz. italiana e inglese

di Stefano Zuffi, Cristina Acidini

Libro: Copertina rigida

editore: Sassi

anno edizione: 2015

pagine: 144

Con inguaribile senso critico e gusto della polemica, fin dai tempi di Dante i fiorentini dicono di rimpiangere il passato: in realtà, attraverso i secoli Firenze si è affermata come la città in cui si celebra la libertà creativa dell'uomo, che con forza e con serenità diventa protagonista responsabile del mondo e della storia. A Firenze, ci si accorge che l'arte è il mezzo per aprire orizzonti nuovi al cuore e alla mente. All'ombra della grande cupola di Brunelleschi, ogni passo è un incontro esaltante con i capolavori universali dell'architettura, della scultura e della pittura, sullo sfondo rasserenante dei verdi colli al di là dell'Arno. Dopo "Firenze. Genio e Ragione", del 2013, questa nuova edizione si presenta arricchita di numerose immagini e contenuti inediti. Non è solo un invito ad ammirare la storia e i monumenti di Firenze: è un viaggio alla riscoperta delle nostre radici comuni di umanità, di civiltà e di bellezza grazie alla guida straordinaria di Stefano Zuffi e Cristina Acidini, la studiosa che con intelligenza e intensa passione tutela l'immenso patrimonio artistico del Polo Museale Fiorentino.
25,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.