Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di Dario Fo

C'è un re pazzo in Danimarca

di Dario Fo

Libro: Copertina morbida

editore: Guanda

anno edizione: 2020

pagine: 192

Copenaghen, 1766. La Rivoluzione francese ancora non si vede all'orizzonte, le istanze irredentiste americane stanno cominciando solo adesso a germogliare, eppure, in Danimarca, un sovrano sembra anticipare i tempi. Il sovrano si chiama Cristiano VII, ha diciassette anni ed è clinicamente ritenuto instabile, matto. Ma «anche la pazzia merita i suoi applausi», e questo romanzo, dedicato agli intrecci di potere danesi e al vento di riforme sociali ed economiche, lo dimostra chiaramente. Attraverso la ricostruzione storica delle atmosfere di quell'epoca, le testimonianze in prima persona dei protagonisti e un umorismo a tratti dissacrante, Dario Fo ci restituisce un affresco scanzonato ma autentico di un'esperienza irripetibile.
11,00

Morte accidentale di un anarchico

di Dario Fo

Libro: Copertina morbida

editore: Guanda

anno edizione: 2018

pagine: 123

Nel 1921 un emigrante italiano «volò» fuori da una finestra del palazzo della polizia di New York: è questo l'episodio che Dario Fo prende a pretesto per scrivere "Morte accidentale di un anarchico", una delle sue commedie di maggior successo. Messa in scena per la prima volta il 10 dicembre 1970 a Milano, la rappresentazione inizia nella stanza di una questura, dove il commissario minaccia di arrestare un personaggio che si rivela essere un matto, filo conduttore e motore di tutta la commedia. La «morte accidentale» a cui allude ironicamente il titolo è quella dell'anarchico Giuseppe Pinelli, precipitato il 15 dicembre 1969 dalla finestra del quarto piano della questura di Milano, nel corso dell'interrogatorio per la strage di Piazza Fontana. Le circostanze della morte, inizialmente non chiare, furono poi archiviate come un caso di «malore attivo».
12,00

La figlia del papa

di Dario Fo

Libro: Copertina morbida

editore: Chiarelettere

anno edizione: 2017

pagine: 208

Figlia di un papa, tre volte moglie (un marito assassinato), un figlio illegittimo... tutto in soli 39 anni, in pieno Rinascimento. Una vita incredibile, da raccontare. Ci hanno provato scrittori, filosofi, storici. Di recente sono state dedicate a Lucrezia serie televisive di successo in Italia e all'estero. Ora, eccezionalmente, il premio Nobel Dario Fo, staccandosi da ricostruzioni scandalistiche o puramente storiche, ci rivela in un romanzo tutta l'umanità di Lucrezia liberandola dal cliché di donna dissoluta e incestuosa e calandola nel contesto storico di allora e nella vita quotidiana. Ecco il fascino delle corti rinascimentali con il papa Alessandro VI, il più corrotto dei pontefici, il diabolico fratello Cesare, e poi i mariti di Lucrezia, cacciati, uccisi, umiliati, e i suoi amanti, primo fra tutti Pietro Bembo, con il quale condivideva l'amore per l'arte e, in particolare, per la poesia e il teatro. Tutti pedine dei giochi del potere, il più spietato. Una vera accademia del nepotismo e dell'osceno, tra festini e orge. Come oggi. Perché il romanzo della famiglia dei Borgia è soprattutto la maschera del nostro tempo che, visto attraverso il filtro di quel periodo, ci appare ancora più desolante e corrotto.
12,00

Lola cambia casa

di Dario Pomodoro

Libro: Copertina morbida

editore: Bacchilega Editore

anno edizione: 2022

pagine: 36

Il libro La lumaca Lola è stufa della sua casetta piccola e cadente. Parte quindi alla ricerca di una nuova casa, che non sia però troppo alta o troppo stretta, troppo leggera o troppo rumorosa... Alla fine del suo viaggio, troverà la casa perfetta? Forse basterà imparare a vedere le cose da un altro punto di vista... Età di lettura: da 3 anni.
10,00

La disneyficazione. Dimensioni e registri di un linguaggio universale

di Dario Bonifacio

Libro: Copertina morbida

editore: Mimesis

anno edizione: 2022

pagine: 386

La disneyfication è un fenomeno in continua trasformazione, una categoria estetica che si allarga dalla cultura di massa a tutti i sistemi della comunicazione mediatica, un linguaggio composto di icone universalmente riconoscibili, che si avvale di una varietà di registri e di livelli interconnessi e che non conosce frontiere linguistiche e generazionali. Nasce all'interno dell'industria culturale del XX secolo, ma si estende progressivamente alle dimensioni dell'urbanistica, del turismo di massa, dell'istruzione, della divulgazione scientifica. Questa teoria, nata come critica della produzione Disney, è diventata nel XXI secolo una chiave interpretativa complessa, capace di localizzare i processi che governano l'evoluzione culturale della civiltà globalizzata. La disneyfication può rappresentare una forma di emancipazione così come un fattore di omologazione. Può attivare cambiamenti radicali (come nel campo dell'istruzione) così come innescare forme di resistenza e di discussione. Il testo affronta una ricostruzione preliminare delle diverse metodologie adottate nello studio del fenomeno, per poi analizzarne le differenti dimensioni, la "filosofia" ad esso sottesa e i suoi possibili sviluppi.
30,00

Il pane di Gadda. La grande guerra del tenente Sobrero sulle Dolomiti, sul Piave, nei lager di Rastatt ed Ellwangen

di Dario Malini

Libro

editore: Lavinia Dickinson

anno edizione: 2022

pagine: 464

Questo libro ridà voce a una categoria di combattenti trascurata dalla storiografia del primo conflitto mondiale, quella degli ufficiali di complemento che non volevano la guerra. Il ricco epistolario del tenente Felice Sobrero (circa 500 lettere) che combatté due anni sul fronte dolomitico e poi in pianura, ci racconta in presa diretta la durissima esistenza dei soldati nelle trincee d'alta montagna e sull'Isonzo quando, durante la rotta di Caporetto, cadde in mani austriache. Di lì in poi è il suo pregnante diario di prigionia, corredato di interessanti disegni, a permetterci di seguirne la lunga detenzione in Germania, nei lager di Rastatt (dove era rinchiuso anche Carlo Emilio Gadda) ed Ellwangen, segnata dalla fame e dal gelo.
18,90

Non ti ho chiamato amore, ma ti ho pensato tale

di Dario Matassa

Libro: Copertina morbida

editore: Sperling & Kupfer

anno edizione: 2022

pagine: 277

Le storie d'amore nascono quando ancora non possiamo definirle. Con l'impazienza di scoprire le carte e smettere di giocare all'indifferenza, con un invito tanto atteso per un caffè, con un desiderio annegato in un bicchiere di spumante, quando alla fine della festa tutti se ne sono andati. È un'intuizione che diventa evidenza, una scommessa ancora da vincere. Senza nemmeno accorgersene, ci si ritrova a diventare un noi: due intenti si uniscono, due vite si incastrano. Un incontro casuale svela l'inizio di qualcosa che al caso non lascia niente. Ma non tutte le storie d'amore sono destinate a durare. Arriva il giorno dei dissesti, degli urti, delle crisi. Piccole crepe come quelle che ti si formano dentro quando ti senti dire: «Dobbiamo parlare». Quando speri che quel messaggio inviato riceva finalmente una risposta, che le discussioni finiscano con la stessa trepidazione con cui attendi l'uscita dell'autostrada quando vai al mare. Quegli ultimi istanti rimangono incastrati in una dedica a pennarello sul finestrino di un autobus, nell'etichetta di una bottiglia bevuta per dirsi addio una volta per tutte. E quel presente che tanto abbiamo amato diventa un passato che difficilmente potrà fare ritorno.
9,90

Crisi come arte di governo

di Dario Gentili

Libro: Copertina morbida

editore: Quodlibet

anno edizione: 2022

pagine: 136

La crisi domina il passaggio d'epoca che stiamo vivendo. È in crisi l'economia, ma sono in crisi anche la politica, almeno per come l'abbiamo conosciuta nel secolo scorso, e le nostre stesse esistenze individuali, rese vulnerabili dalle oscillazioni del mercato del lavoro e dal disfarsi dei legami sociali e politici ereditati dalla modernità. Eppure, contrariamente a quanto una certa tradizione vorrebbe indurci a pensare, questa crisi non passa: sembra permanente, senza vie d'uscita e senza alternative. Ricostruendo una genealogia politica del termine che spazia dal mondo greco all'odierno neoliberalismo, questo libro intende dimostrare che la krisis, nel suo significato di «decisione» tra rivoluzione e conservazione, è una peculiarità dell'epoca moderna, mentre, in origine come oggi, il concetto di «crisi» si è dimostrato uno fra i più efficaci strumenti di disciplinamento sociale, di amministrazione dell'ordine. Il percorso analitico dell'autore, che si snoda da Platone ad Hayek, dalla scienza giuridica e medica dell'antichità fino all'attuale tecnocrazia, passando per le «armi della critica» di Marx e Gramsci, giunge infine, con Benjamin e Foucault, a individuare nella precarietà come arte di governo la «forma di vita» propria della crisi. Ma non elude la più pragmatica delle domande: «Come riaprire il campo delle alternative politiche?».
16,50

Kierkegaard e la scuola dell'angoscia

di Dario Antiseri

Libro: Copertina morbida

editore: Mimesis

anno edizione: 2022

pagine: 164

L'opera di Kierkegaard è immensa. In questo lavoro a lui dedicato, Dario Antiseri insiste su alcuni episodi esistenziali della vita del filosofo - dal "gran terremoto" causato dal padre allo scontro con il vescovo Mynster, ai colloqui col re Cristiano VIII -, sui concetti di fondo del suo pensiero - il "Singolo", la scuola dell'angoscia, la provvidenza e la redenzione come categorie della disperazione, la fede come fede nell'assurdo e contro la ragione - e sui bersagli polemici della sua filosofia - Hegel, la folla, i giornali, lo scientismo e la "teologia scientifica". Tutti punti nodali, insomma, della vita e del pensiero di Kierkegaard, nuclei concettuali capaci di convogliare e ordinare intere catene di riflessioni e di offrire così un motivato riferimento ermeneutico nella lettura di uno dei più vasti e ricchi lasciti filosofici dell'Occidente.
16,00

I segreti del Lario. Due casi per il maresciallo Alfredo Pozzini

di Dario Molinari

Libro: Copertina morbida

editore: Elpo Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 336

16,00

Il cane di Falcone

di Dario Levantino

Libro: Copertina morbida

editore: Fazi

anno edizione: 2022

pagine: 180

Un cane abbandonato viene raccolto e accudito da un uomo. Quell'uomo è Giovanni Falcone, magistrato impegnato a contrastare la mafia nella Palermo insanguinata degli anni Ottanta. Uccio, più volte scampato alla morte, ha maturato un senso di giustizia che lo spinge a impegnarsi contro la malavita. Persegue perciò un obiettivo bizzarro: imparare a ululare come i lupi per far scappare gli innocenti prima degli attentati che ormai accadono con frequenza e che lui ha imparato a riconoscere. Ma una notte, mentre si esercita ad affinare il suo latrato, scende dal palazzo accanto Giovanni Falcone, che, a differenza di tutti gli altri, lo accarezza, e che, malgrado non possa portarlo in casa, lo accoglie amorevolmente nell'atrio del tribunale di Palermo, dove opera con il suo pool antimafia. Da quel momento, mentre si susseguono i tristi delitti di mafia - sempre raccontati attraverso lo sguardo innocente del cane - tra i due si instaura un'intensa amicizia, che verrà stroncata solo dal brutale omicidio del magistrato. Vecchio e ormai privo di forze, il cane prende dimora nell'atrio del tribunale di Palermo per vegliare la statua dal giudice presa di mira dai teppisti, mettendo in atto così la lezione più importante appresa da Falcone: il coraggio.
12,00

Il Giardino degli Aranci

di Dario Voltolini

Libro: Copertina rigida

editore: La nave di Teseo

anno edizione: 2022

pagine: 128

Nino Nino, questo il nome del protagonista, ha conosciuto Luciana al liceo e se ne è innamorato nel modo estremo e audace che appartiene solo al primo amore: per attirare la sua attenzione si espone senza ritegno, disegna arcobaleni e glieli offre in dono ogni giorno all'intervallo fra una lezione e l'altra. Luciana, disorientata, accetta questi bizzarri omaggi, poi però si "fidanza" inspiegabilmente con Attilio e la storia con Nino Nino finisce ancora prima di incominciare. Ora, dopo moltissimi anni, Luciana e Nino Nino hanno un appuntamento al Giardino degli Aranci: si sono rivisti per caso all'Ikea qualche giorno prima, entrambi sono sposati, hanno dei figli, ma il desiderio di chiacchierare, di ripercorrere il passato è forte e li spinge verso questo incontro. È così che Nino Nino, andando verso il Giardino degli Aranci, si ritrova a dialogare con se stesso, a ripensare alle ragazze che lo hanno attratto prima della comparsa di Luciana nella sua vita, e a riconoscere che proprio quella passione così forte da non lasciare spazio a incertezze e paure, indolore nonostante l'esito incompleto dei suoi sforzi, l'ha fatto diventare un uomo capace di aprirsi con autenticità all'universo femminile. Finché, durante l'incontro con Luciana, la curiosità non prende il sopravvento e le chiede come siano andate davvero le cose al liceo...
14,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.