Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Davide Arecco

Nova scientia. Italia, Francia e stati tedeschi dal Barocco ai Lumi

di Davide Arecco

Libro: Copertina morbida

editore: Virtuosa-Mente

anno edizione: 2019

pagine: 142

I manuali e i testi correnti di storia della scienza trattano di solito molto e giustamente gli sviluppi anglo-italiani. All'Europa, tuttavia, solo i consueti cenni (funzionali all'esame di Italia e Inghilterra): poco sull'attuale Germania e sull'Olanda, mentre quanto abitualmente si dice circa la Francia viene appiattito sulla tradizione cartesiana, che di certo fu importantissima, ma che riguardò soprattutto la storia della filosofia. Da queste considerazioni, è nata l'idea di questo libro, che inquadra la scienza andatasi sviluppando sul continente europeo tra Sei e Settecento, inserendo la crescita della cultura scientifica italiana entro un contesto più ampio, guardando anche a Francia e stati tedeschi di antico regime. In certi casi, per mostrare la persistenza storica della scienza d'età illuministica, newtoniana nella fattispecie, ci si è inoltrati anche nel secolo XIX. Né si è voluto dimenticare infine il retaggio esoterico-occulto, filone che anima la vita intellettuale europea - in modo esplicito sino al 1650 circa, in maniera più sotterranea da lì in poi - lungo tutto l'arco dell'età moderna.
18,90

Comete, stelle e pianeti. Storia dell'astronomia nell'età di Newton

di Davide Arecco

Libro: Libro in brossura

editore: Città del silenzio

anno edizione: 2019

pagine: 160

In tanti manuali di storia della scienza (anche nei migliori e perfino in quelli che consideriamo "classici"), quando si parla di astronomia si arriva, di solito, al copernicanesimo, alle tre leggi di Keplero, all'innovazione telescopica operata da Galileo e si termina con la cosmologia gravitazionale newtoniana (1686). Quasi mai, insomma, ci si chiede che cosa accadde, intorno a Newton, nella scienza dei cieli europea tardoseicentesca. Ad esempio: quali figure vissero e operarono nell'ambito newtoniano, non solo in Inghilterra? Quali legami la ricerca astronomica ebbe con la cultura dei Lumi durante tutto il XVIII secolo? E come si comportò l'astronomia italiana tra Seicento e Settecento, dal momento che, stante un "diktat" istituzionale mai venuto meno, poteva credere in maniera soltanto implicita nell'universo eliocentrico? Attraverso un'indagine rigorosa ed esauriente, Davide Arecco prova a rispondere a tali domande, incrociando personaggi e luoghi, libri e tecniche, astronomia, matematica e nuova fisica. Il tutto collocato all'interno di precisi contesti - politici, sociali, culturali - di natura accademica, nel cuore della cosiddetta Repubblica delle Lettere.
20,00

La corona e il cannocchiale. La scienza inglese e scozzese nel secolo degli Stuart

di Davide Arecco

Libro: Copertina morbida

editore: Città del silenzio

anno edizione: 2019

pagine: 352

Nonostante la sua estrema rilevanza, la storia della scienza inglese di età moderna non è mai stata raccontata al lettore italiano da una monografia esaustiva, organica e di piacevole lettura. Con questo libro, che è di sintesi e di ricerca nello stesso tempo, Davide Arecco intende pertanto colmare una lacuna, tracciando un lungo sentiero culturale attraverso la scienza anglo-britannica moderna e affrontando tutti i principali temi storiografici sull'argomento: il nesso tra esoterismo e scienza nel Seicento; il sorgere della nuova filosofia naturale al tempo della Royal Society; il newtonianesimo; la massoneria e il suo ruolo nello sviluppo istituzionale delle pratiche scientifiche; il passaggio dal deismo ai Lumi radicali nel Regno Unito; la storiografia del XVIII secolo; la nascita dell'astronomia siderale, con la scoperta di Urano; la scena scozzese. S'impone, così, un affresco polifonico e ricco di suggestioni, non avulso dai contesti politici, sociali, religiosi di riferimento e sapientemente trasferito sull'indispensabile, costante parallelismo tra l'identità della scienza nell'età degli Stuart e quella sviluppatasi in seguito, all'epoca degli Hannover.
22,00

Virtute e canoscenza. Storia della scienza e della tecnica moderne

di Davide Arecco

Libro: Libro in brossura

editore: libreriauniversitaria.it

anno edizione: 2017

pagine: 182

Questo libro racconta la storia della nuova cultura scientifica che pian piano si creò tra la fine del Medioevo e gli ultimi decenni del Settecento, in Europa. Una vera storia a più voci - fatta da uomini e idee, scoperte e invenzioni - che illumina la genesi della civiltà occidentale e i suoi sviluppi, non sempre lineari. In queste pagine, il lettore potrà scoprire la storia dei più importanti uomini di scienza vissuti fra l'età del Rinascimento e il tramonto dei Lumi - da Galileo a Lavoisier, da Kepler ad Alessandro Volta -, le loro vite e il contesto storico in cui operavano. Viene inoltre riservata grande attenzione alle istituzioni scientifiche che favorirono lo sviluppo del nuovo sapere, alle tecniche, alle arti, agli strumenti e al mondo dei 'mestieri', in costante e proficuo dialogo con la scienza nascente, così come la intendiamo oggi.
12,90

Primavera nordica. Il vento del cambiamento scientifico in Scandinavia

di Davide Arecco

Libro

editore: Città del silenzio

anno edizione: 2016

La storia del nord Europa in età moderna e della sua affascinante cultura è come un fondale sommerso, misterioso. E continua a esserlo, nonostante la fondamentale influenza esercitata sul resto del continente. Se, in particolare, osserviamo le cose dal punto di vista della storia della scienza, abbiamo ancor più netta la percezione di questo insostituibile apporto, come nel caso delle connessioni fra scienza ed esoterismo, fra teologia e Lumi: rapporti che hanno permeato a fondo la realtà della cultura nordeuropea fra XVII e XVIII secolo. Con questo libro, Davide Arecco ci regala un breve vademecum, una piccola, utile guida per scoprire quel mondo così apparentemente distante che, attraverso i profili di alcuni protagonisti, si restituisce a noi, riconsegnandoci, intatti, quei motivi di fascinazione che sempre apparterranno all'immagine nordica. In Scandinavia, le tensioni spirituali e talune contraddizioni irrisolte sono le stesse (o quasi) che ritroviamo oggi, nella problematica vita della "nostra" Europa.
12,00

Scienza e libero pensiero. Francia, Austria e stati italiani di Antico Regime

di Davide Arecco

Libro

editore: Città del silenzio

anno edizione: 2016

pagine: 140

Attraverso libri proibiti, salotti e accademie, gli edonisti e gli anticonformisti più inquieti, vissuti in Italia tra Cinque e Settecento, sperimentarono un radicalismo capace di sfidare a viso aperto il dogmatismo e i luoghi comuni allora imperanti. Quella del libertinismo italiano è una storia affascinante e sfuggente, scritta da uomini di scienza e alchimisti, letterati e scrittori politici, i quali (non senza rischio) aprirono le porte della nostra cultura al newtonianesimo inglese e all'Illuminismo francese. Con lo sguardo dello storico della scienza, Davide Arecco dà nomi e volti alle celebri parole di Gabriel Naudé: "L'Italia è piena di libertini e di atei e di gente che non crede in nulla. Tuttavia il numero di coloro che scrivono circa l'immortalità dell'anima è pressoché infinito", proponendo contestualmente una lettura aggiornata dei rapporti fra libertinismo e nuova scienza.
18,00

Navigatori, scienziati, viaggiatori. Scoprire e disegnare il globo da Cristoforo Colombo al Capitano Cook

di Davide Arecco

Libro: Libro in brossura

editore: Virtuosa-Mente

anno edizione: 2016

pagine: 260

Per gli uomini dell'età moderna, dal XV al XVIII secolo, il globo era un mondo da esplorare. Mari e oceani andavano scoperti e studiati, le coste ed i territori cartografati alla luce delle nuove tecniche scientifiche, gli spazi geometrizzati. Si viaggiava per le scienze, soprattutto gli italiani in Inghilterra tra Sei e Settecento. Fu una grande e lunga stagione, con protagonisti corsari, diplomatici, uomini di scienza, navigatori, mercanti e naturalisti tra gli altri. Questo libro vuole rappresentare un viaggio in quella storia: una storia dalla quale non furono assenti i miti, come quello di Atlantide oppure delle civiltà perdute.
25,00

Dall'Inghilterra all'Europa. Scienza, esoterismo, Lumi (1627-1780)

di Davide Arecco

Libro: Copertina morbida

editore: ARACNE

anno edizione: 2014

pagine: 260

Sulla connessione storica tra scienza e magia è stato scritto molto. Dopo che Frances Amalia Yates ha posto quel nesso in evidenza, su di esso molti storici si sono pronunciati. Oggi pare accettato, in buona sostanza, che le nuove tradizioni scientifiche della prima modernità e il retaggio ermetico-alchemico ed astrologico-occulto abbiano sovente convissuto fianco a fianco. L'odierno panorama storiografico pare disposto ad accettare l'esistenza storica del rapporto scienza-magia soprattutto in relazione alla cultura rinascimentale, ove in effetti i nessi appaiono profondi, stratificati, ineludibili. La Yates thesis, in proposito, ha fatto veramente scuola. Meno fortuna (accademica ed editoriale) ha trovato il tentativo di cogliere analoghe interconnessioni nella vita intellettuale dei secoli XVII e XVIII.
14,00

La mente nascosta dell'imperatore. Manoscritti storico-religiosi e filosofico-scientifici di Isaac Newton

di Davide Arecco, Alessio A. Miglietta

Libro

editore: Città del silenzio

anno edizione: 2016

pagine: 248

Questo libro si propone di far luce sul Newton meno conosciuto. Se infatti è noto che il grande fisico inglese non fu solo un uomo di scienza, ma anche un intellettuale interessato a pratiche alchemiche e problematiche teologiche, talvolta sconfinanti nell'eresia, sulla collocazione di tali argomenti all'interno della sua produzione, nonché sull'influenza da essi esercitata sulla stessa filosofia naturale newtoniana, restano dubbi e reticenze. I testi raccolti, tradotti e commentati nel presente volume sono lo sfondo (sovente indispensabile) al quale ricondurre la stesura delle opere maggiori, per meglio comprenderne composizione e contenuti. Questo perché vi è stato un solo ed unico Newton, che, innamorato della conoscenza, attraverso il sapere scientifico moderno, cercava una verità più antica: quella riguardante la presenza divina nel mondo dei fenomeni e nella storia umana.
30,00

Una storia sociale della verità. La scienza anglo-italiana dal XVI al XVIII secolo

di Davide Arecco

Libro: Libro in brossura

editore: ARACNE

anno edizione: 2012

pagine: 364

Stato ideale e sovranazionale, comunità invisibile di dotti e di inventori: la Repubblica delle Lettere, durante l'età moderna, incarnò, in Europa, la necessità del dialogo culturale e dello scambio di informazioni. Queste, specialmente nel contesto plurale del Seicento e del Settecento, erano soprattutto scientifiche. Gli uomini di scienza presenti nelle accademie europee si scambiavano libri, notizie, reperti naturali, informazioni relative a scoperte e macchine che potessero migliorare il livello delle conoscenze e la vita sociale. Il presente studio ripercorre tratti salienti dello sviluppo scientifico italiano e inglese dal Rinascimento ai Lumi, confrontando e intersecando figure e spazi. Al di là delle differenze politiche e religiose, la scienza anglo-italiana - assai più che un concetto - cercò sempre la verità sulle leggi che governano fenomeni naturali, astri e cielo.
20,00
24,00

Storie dell'arte reale. Mondo massonico e «nuova scienza» dall'Europa al Piemonte

di Davide Arecco

Libro: Copertina morbida

editore: Firenzelibri

anno edizione: 2006

pagine: 160

12,50

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.