Libri di Ennio Cavalli

Se ero più alto facevo il poeta

di Ennio Cavalli

Libro: Copertina morbida

editore: La nave di Teseo

anno edizione: 2019

pagine: 310

La poesia di Ennio Cavalli non sopporta confini, tant'è che in questo libro attinge, flirta, si trasforma in prosa. La prosa, a sua volta, punta alla leggerezza, alla velocità di scavo, all'idea calviniana di "espressione necessaria, unica, densa, concisa, memorabile". Prosa e poesia si fondono così in quella sorta di "pensiero lungo" che fa da filo conduttore a tutta l'opera di Cavalli. Già nelle poesie d'esordio (L'infinito quotidiano, 1973) Federico Fellini vedeva "una ricchezza di immagini suggerite da una sofferenza intellettuale e letteraria, invenzioni belle, fresche, originali". E Dario Fo sottolineava, più di recente, "il gioco di prospettive e di rimandi" tipico del suo narrare. "Se ero più alto facevo il poeta" è il libro della maturità di un autore che mette a frutto esperienze di vita, forza visionaria e ricerca linguistica. Con filosofia lucreziana e ironia a lento rilascio, questo florilegio di pagine inedite tocca il tema della natura, della morte, del soprannaturale, delle religioni, dell'amore, del sociale, dello scrivere, del sorridere. Si passa dall'immanente al trascendente, dall'infanzia dell'umanità alle risorse del mito, dai toni civili preoccupati e coraggiosi al divertissement, dal resumé degli anni di piombo visti dal marciapiede opposto a quello dei terroristi alla smagliante "intervista impossibile" con Virgilio. Mentre gli stralci di poetica radunati in "Circo a tre piste" e in "Maestri di danza" non restano modelli di virtuosa programmazione. Diventano essi stessi, per osmosi, rintocchi fantastici e preziosi.
18,00

Libro grosso

di Ennio Cavalli

Libro

editore: ARAGNO

anno edizione: 2009

15,00

Due ruote fa. L'Italia del '77 vista da un giro e in un racconto

di Ennio Cavalli

Libro

editore: Otto/Novecento

anno edizione: 2018

pagine: 107

Cronaca sportiva e anche un po' "civile" tra i raggi di un anno caldo, il 1977, protagonista un inviato al 60° Giro d'Italia. Accaddero molte cose fuori dal comune. Le ripropone questo libro diviso in due: diario giornalistico, da osservatore girovago al seguito della carovana, e racconto a misura di un'Italia unita dalle corse e lacerata dal terrorismo. Il volume, uscito nel 1997, torna aggiornato con una testimonianza, dal titolo "Hai sparato quel giorno? Gli anni di piombo 40 anni dopo", su protagonisti e vittime di un'epoca che non dimentica le sue ferite. Presentazione di Sergio Zavoli.
12,00

Orfeo e il signor Tod

di Ennio Cavalli

Libro

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2018

pagine: 120

"Ho infilato chiodi e tappi per le orecchie nel mito perenne di Orfeo ed Euridice, senza far troppo caso ai precedenti. Assecondando, smantellando, procedendo per spostamenti o derive, tra condanna e salvezza, in un continuo riordino e scompenso, tra flashback e proiezioni. L'esito più clamoroso è il selfie di Orfeo che, senza voltarsi, al culmine della risalita, inquadra involontariamente la povera Euridice. Ecco fatto il celebre danno. Ma ho anche immaginato che i due, una volta riuniti, non si vedano più con gli occhi di prima. Mi sono chiesto se Orfeo non sia l'assassino di Euridice. O quale preterintenzionalità ne faccia, a sua volta, una vittima. Cosa avrebbero combinato nella gabbia di coppia borghese? E se lei non fosse mai esistita, se Euridice fosse la disperata invenzione di un aedo con i nervi a pezzi, di un amante con le spalle al muro? Il Fato stravince anche sugli dei. Figurarsi sulle variazioni in scala di un cold case scapestrato e sanguinante, tra i più insondabili di ogni tempo e luogo, senza tempo e luogo." (dall'introduzione)
14,00

L'amore prima dell'aggettivo

di Ennio Cavalli

Libro

editore: Archinto

anno edizione: 2017

pagine: 174

14,00

Poesie incivili (2004-2017)

di Ennio Cavalli

Libro

editore: ARAGNO

anno edizione: 2017

12,00

Qualcuna. #le 100 poesie

di Ennio Cavalli

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2016

pagine: 176

"Questo non è un libro di poesie, ma un set di fazzoletti da taschino. Cento fazzoletti da taschino, di vari colori e fantasie, da adattare al vestito buono e agli umori del giorno, da sfoggiare nei momenti di festa o da torturare in caso di noia. Oppure no. È un unico vasto poema, tagliato a fette come pane. Pose, scatti, conseguenze. Po(e)s(i)e rubate ai venti di confine, al caldo e al freddo, fusione di temperature, uvaggio di grappoli. Cento fra le più intense, fra le più in vista, fra le tante stese al sole, sui graticci. Come se la poesia fosse un trofeo, un gingillo da collezione. È un gingillo, ma la collezionista è lei, lei stessa. Ogni raccolta fa incetta di caratteri, pulsioni, ragguagli. Dà lavoro all'indistinto e al disincanto. Attira espressioni e viandanti attorno a un fuoco." E.C.
16,00

Vangelo di legno verde

di Ennio Cavalli

Libro

editore: ARAGNO

anno edizione: 2016

15,00

I gemelli giornalisti sempre in viaggio

di Ennio Cavalli

Libro: Copertina morbida

editore: Piemme

anno edizione: 2016

pagine: 246

I gemelli giornalisti vanno in pensione, ma non per questo le avventure finiscono. Anzi! È l'occasione per un viaggio mozzafiato. Passando per la coloratissima Barcellona, raggiunta con la Nave dei Libri, il nostro piccolo protagonista andrà alla riscoperta dell'antica Etruria, piena di misteri, storia e luoghi incantati. E tutto questo a bordo di un fuoristrada nuovo di zecca! Età di lettura: da 11 anni.
9,00

La più bella poesia del libro e altre anomalie

di Ennio Cavalli

Libro

editore: ARAGNO

anno edizione: 2015

Una delle sorprese, se non delle 'anomalie', di questo nuovo libro di Ennio Cavalli è la sua fascinosa, sinergica vocazione 'teatrale'. Dal brillante taglio performativo della suite iniziale (con tanto di note di regia) ai "Dialoghi col pappagallo", dove un emblematico alter ego incalza e provoca, all'abbozzo di trama ultimativa (riscatto e precipizio da interno borghese) per la dura favola di Orfeo e Euridice: paletti del copione, i quasi cinematografici "Esterno giorno, Esterno notte". Poi la rappresentazione laica del "Sogno di Maria", con l'accidentata parabola di un Messia indifeso e la scabrosa "Apocalisse" ("Non sarà giugno né marzo / non sarà un mese dei nostri / nessun giorno preciso / nessun giorno per caso. // Ci sveglierà un balbettio di lavandini otturati, / non serviranno ventose o chimica dei granuli..."). Visionarietà e investigazione si riflettono nei versi sulla "Natura", aggirano la dimensione spazio-temporale con "Sogni" ("Alla fine dell'immaginazione / si può vivere di sogni? / O il convento passa solo fumetti?"), indorano di ironia piccole e grandi illuminazioni ("Poesie biforcute", "Amori screanzati", "Dubbi e tabelline"). In tutto questo, la forza di uno stile e di un pensiero che, opera dopo opera, aggiunge estro ed esiti alla poesia contemporanea.
12,00

La cosa poetica. Le avventure di un detective dell'imprevisto

di Ennio Cavalli

Libro: Copertina morbida

editore: Archinto

anno edizione: 2014

pagine: 141

"La cosa poetica precede la poesia, indispensabile antefatto. È terra terra, nella maggior parte dei casi. Ma con un peso specifico dieci volte superiore al terriccio comune. Al suo interno c'è un nucleo prezioso, un brillantino, un luccichio che non tutti siamo in grado di distinguere. Mentre con un po' di allenamento e di arditezza, tutti ci potremmo riuscire. Questa educazione alla poesia è il primo gradino, stretching dello spirito." Così Ennio Cavalli scava nella terra di nessuno tra realtà e scrittura, vita e arte, pensiero e rappresentazione. Su quel crinale, in sequenze preletterarie singolari e vagabonde, poeta e lettore giocano ad armi pari, fianco a fianco, lettori entrambi del Grande Libro della vita. Come si fa a proiettare quel luccichio "al di qua dei confini e dei copioni? Quale irreprensibile carato può definire il peso, il valore di una cosa poetica e la sua idoneità a trasformarsi in poesia?". "La cosa poetica", ovvero "Le avventure di un detective dell'imprevisto" rispondono a molti quesiti e rivoluzionano altrettanti luoghi comuni, a favore di chi scrive, di chi legge, di chi recita o traduce.
14,00

Trattativa con l'ombra (2005-2013)

di Ennio Cavalli

Libro

editore: ARAGNO

anno edizione: 2013

"Paolina, adesso ti spiego cos'è successo", azzarda a un certo punto Ennio Cavalli. Ed è il racconto di un istante, il "precipitato" insolubile di una morte improvvisa. Da lì inizia una nuova dimensione, la vita incrocia l'indomabile assenza dell'amata. Ma nulla è asimmetrico o cauterizzato. "Il poeta non si permetta di saltare un risveglio e un assopimento senza un pensiero a lei", scrive Erri De Luca nella postfazione, "senza l'ascolto teso che vuole cogliere un cenno di presenza, una sillaba di Paola, staccata a goccia dalla tenuta stagna della morte. È lui Euridice che va dietro a Orfeo, al suono che la estrae dagli assenti, solo per la sua musica e non per nostalgia di vita. Non è poeta Orfeo, ma Euridice". "Trattativa con l'ombra" diventa così un canzoniere d'amore sottratto al lutto e l'ombra non è un abito fatto con scampoli di memoria, ma il misterioso e costante riflesso del nostro esistere. "Per un lettore, per chiunque abbia conti in sospeso con un'assenza mai giustificata", conclude Erri De Luca, "queste pagine fanno da supplenza. Gli offrono le parole, il tono e la tenacia di una resistenza".
12,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.