Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di F. Lupo

Ada: 39

di Cosimo Lupo

Libro: Copertina morbida

editore: Laurana Editore

anno edizione: 2021

pagine: 256

Cosimo si sta facendo portare a trentanovemila metri di altezza da un pallone a elio. Giunto alla quota si abbandonerà, in caduta libera, per quattro minuti; nel corso dei quali dovrà risolvere, alla cieca, un cubo di Rubik. Poi si aprirà il paracadute, e in altri sette minuti Cosimo sarà a terra. In ADA:39 le storie si incastrano e combinano tra loro secondo più principi. Vanno e vengono, nelle storie, diversi personaggi illustri o familiari, dal compositore Stockhausen al saltatore con l'asta Vigneron, tutti impegnati ad affrontare, fisicamente e metaforicamente, il Muro. Il cambiamento decisivo dell'esistenza. Con una scrittura limpidissima, Lupo ci incanta e ci accompagna lungo tutta la narrazione come in un lungo, delizioso sogno, fino all'abbandono.
18,00

Breve storia del mio silenzio

di Giuseppe Lupo

Libro: Copertina morbida

editore: Marsilio

anno edizione: 2021

pagine: 208

L'infanzia, più che un tempo, è uno spazio. E infatti dall'infanzia si esce e, quando si è fortunati, ci si torna. Così avviene al protagonista di questo libro: un bimbo che a quattro anni perde l'uso del linguaggio, da un giorno all'altro, alla nascita della sorella. Da quel momento il suo destino cambia, le parole si fanno nemiche, anche se poi, con il passare degli anni, diventeranno i mattoni con cui costruirà la propria identità. "Breve storia del mio silenzio" è il romanzo di un'infanzia vissuta tra giocattoli e macchine da scrivere, di una giovinezza scandita da fughe e ritorni nel luogo dove si è nati, sempre all'insegna di quel controverso rapporto tra rifiuto e desiderio di dire che accompagna la vita del protagonista. Natalia Ginzburg confessava di essersi spesso riproposta di scrivere un libro che racchiudesse il suo passato, e di "Lessico famigliare diceva: «Questo è, in parte, quel libro: ma solo in parte, perché la memoria è labile, e perché i libri tratti dalla realtà non sono spesso che esili barlumi di quanto abbiamo visto e udito». Così Giuseppe Lupo - proseguendo, dopo "Gli anni del nostro incanto", nell'"invenzione del vero" della propria storia intrecciata a quella del boom economico e culturale italiano - racconta, sempre ironico e sempre affettuoso, dei genitori maestri elementari e di un paese aperto a poeti e artisti, di una Basilicata che da rurale si trasforma in borghese, di una Milano fatta di luci e di libri, di un'Italia che si allontana dagli anni Sessanta e si avvia verso l'epilogo di un Novecento dominato dalla confusione mediatica. E soprattutto racconta, con amore ed esattezza, come un trauma infantile possa trasformarsi in vocazione e quanto le parole siano state la sua casa, anche quando non c'erano.
9,50

Il pioppo del Sempione

di Giuseppe Lupo

Libro: Copertina morbida

editore: ABOCA EDIZIONI

anno edizione: 2021

In una scuola serale a nord di Milano, un giovane professore insegna italiano a una classe di immigrati di diverse nazionalità: magrebini, albanesi, sudamericani, perfino un quarantenne con tre figli e una laurea in ingegneria, conseguita in Iraq. Tra di loro ci sono Cesar e Apollinaire, padre e figlio sbarcati in Italia dalla Costa d'Avorio, Amin l'albanese, partito a bordo di un gommone e arrivato a Brindisi a nuoto, Rafkani e Mohammed, il più silenzioso degli alunni. Le loro lezioni sono, però, insolite, perché a ravvivarle, sul finire, arriva nonno Paplush, personaggio amato da tutti e memoria storica del luogo: si affaccia alla porta, si siede in prima fila e inizia a raccontare la sua giornata e il suo passato, di quando, insieme a Ottavio, faceva l'operaio alla teleria, "la madre che ci ha dato da vivere"; di quella volta che nel 1954 sorprese Fausto Coppi a fare pipì su un muro durante una di quando frequentava la vecchia locanda dove la giovane Rossana sognava di fare, un giorno, la ballerina e intanto cucinava per tutti e cresceva un figlio non riconosciuto dal padre. Ma fra i ricordi dolceamari di Paplush c'è una figura che ritorna sempre, l'antico pioppo della Corte del Villoresi con cui il nonno ha un legame speciale...
14,00

Un'avventura a Parigi. Glitter & Candy

di Antonietta Lupo

Libro: Copertina morbida

editore: FABBRI

anno edizione: 2021

pagine: 160

Una nuova avventura per la Unicorn Squad... Alla ricerca dei colori perduti! Che fare se ci sembra di vivere in un mondo in bianco e nero? Se non troviamo più il tempo di fermarci a contemplare un cielo blu pieno di stelle o a sospirare davanti alle sfumature arancio di un romanticissimo tramonto? È così che si sente Melanie. Ormai la sua vita ruota tutta attorno alle aspettative di suo padre: deve diventare una scacchista professionista, ottenere sempre il massimo dei voti a scuola e prepararsi per una brillante carriera in un noiosissimo lavoro. Per fortuna c'è la Unicorn Squad, che è pronta a salvarla! Un viaggio a Parigi si rivelerà l'occasione perfetta perché Glitter, Candy e le altre ricordino a Melanie l'importanza di inseguire i propri sogni... Età di lettura: da 6 anni.
15,90

La storia senza redenzione. Il racconto del Mezzogiorno lungo due secoli

di Giuseppe Lupo

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2021

pagine: 280

Il confronto tra Meridione e letteratura nel periodo dell'Unità d'Italia ai nostri giorni, soprattutto per quanto attiene alla nozione di Storia: un tema a cui gli scrittori meridionali si sono dimostrati particolarmente sensibili, ma che hanno elaborato in maniera contraddittoria e problematica. Quel che trapela da questa indagine è che gli scrittori meridionali non hanno creduto nella Storia (intesa vichianamente come conquista di modernità e di progresso), arrivando a teorizzare la negazione o a scavalcarla rifugiandosi nell'utopia. Ripercorrendo i temi cruciali del meridionalismo - l'Unificazione del 1861, la Questione meridionale, le trasformazioni della società industriale, l'emigrazione, l'epoca del postmoderno - viene qui offerta una chiave interpretativa da cui emerge un dato trascurato dagli studi precedenti: a eccezione di pochi nomi, gli intellettuali del Sud si sono fermati alla denuncia dei fatti, anziché costruire una cultura progettuale in grado di riscattare o redimere gli umili.
18,00

Incubo al luna park. Escape book

di Leonardo Lupo

Libro: Copertina morbida

editore: Piemme

anno edizione: 2020

pagine: 240

La stanza risuona degli scampanellii delle varie attrazioni, quasi coprono l'ansimare di Alex che prova a forzare le porte. E se questa non fosse la soluzione? Eppure non hai mai sentito parlare di un luna park che ti costringe a risolvere degli enigmi per poter uscire... Voi tre fratelli in giro da soli per tutta la sera: finalmente un'avventura in questa vacanza fin troppo tranquilla! Quando vi intrufolate in un luna park abbandonato e devastato da un incendio, e poi all'interno di un padiglione con attrazioni stranamente funzionanti, siete certi che avrete una bella storia da raccontare quando tornerete a casa. Ma tornare a casa non è così scontato, nel momento in cui vi accorgete che la porta d'ingresso è bloccata e l'inquietante voce registrata del coniglio Bunny, la mascotte del parco, vi esorta a risolvere degli enigmi per poter uscire... Per scappare ci vorranno ingegno e sangue freddo, perché nel buio qualcuno o qualcosa spia le vostre mosse e farà di tutto per tenervi rinchiusi. Età di lettura: da 12 anni.
13,50

A Praga con Kafka. Le vie, le case, i ricordi

di Giuseppe Lupo

Libro: Copertina morbida

editore: PERRONE

anno edizione: 2020

pagine: 144

Tra la città di Praga e Kafka esiste un legame assai particolare, sia perché gran parte delle sue opere sono nate lì, sia perché la città stessa è una specie di libro in cui personaggi, luoghi, situazioni vere o soltanto intuite hanno trovato il luogo dove realizzarsi. Percorrendo strade, abitando appartamenti, frequentando locali pubblici, Kafka ha avuto la possibilità di conoscere un tipo di umanità che poi è entrata nelle sue pagine come simbolo di una specie umana che vive i contrasti della modernità, le contraddizioni delle tante civiltà che si sono incontrate (quella ebrea, quella tedesca, quella slava). Seguire Kafka nei percorsi cittadini, guardare la città dalle finestre dei suoi appartamenti, respirare l'aria degli uffici dove prevalentemente si è svolta la sua vita di impiegato modello è un po' come camminare sopra le parole stampate nei suoi libri, finendo per essere Praga stessa il vero grande libro di una letteratura kafkiana.
15,00

La piramide della morte. Escape book

di Leonardo Lupo

Libro: Copertina morbida

editore: Piemme

anno edizione: 2020

pagine: 240

A Sule quasi manca il fiato: "C'è qualcosa lì in fondo...". D'un tratto anche tu sei intimidita: che cos'è questa stanzetta segreta? Davvero siete i primi a mettervi piede dopo migliaia di anni? "Può essere pericoloso" dice il tuo amico tra i denti. "Non dovremmo entrare..." "Nemmeno un'occhiata?" Cosa c'è di meglio per concludere una vacanza in Egitto che intrufolarsi in una piramide appena scoperta e ancora semisepolta dalla sabbia? Se poi ad accompagnarti c'è Sule, figlio di una guida turistica del luogo ed esperto di geroglifici e storie di faraoni, non c'è nulla da temere. Ma forse non avete considerato l'abilità degli antichi costruttori, che per proteggere il riposo eterno dei loro sovrani si inventavano passaggi segreti, botole nascoste e trabocchetti mortali. Per poter uscire vivi da questa trappola buia in cui ancora riecheggiano misteriosi sussurri, dovrete risolvere enigmi che attendevano da millenni, e stare bene attenti a dove mettete i piedi, perché nessuno sa cosa può accadere se un faraone assetato di vendetta viene risvegliato... Età di lettura: da 12 anni.
13,50

Gli anni del nostro incanto

di Giuseppe Lupo

Libro: Copertina morbida

editore: Marsilio

anno edizione: 2019

pagine: 156

Una domenica di aprile, una Vespa, a Milano, negli anni Sessanta: un padre operaio, una madre parrucchiera, un figlio di sei anni e una bimba che non ne ha ancora compiuto uno. Vengono dalla periferia, sembrano presi dall'euforia del benessere che ha trasformato la loro cronaca quotidiana in una vita sbarluscenta. Qualcuno scatta una foto a loro insaputa. Vent'anni dopo, nei giorni in cui la Nazionale di calcio italiana vince i Mondiali di Spagna, una ragazza si trova al capezzale della madre che improvvisamente ha perso la memoria. Il suo compito è di ricordare e narrare il passato, facendosi aiutare da quella foto. Prende così avvio il racconto di una famiglia nell'Italia spensierata del miracolo economico, una nazione che si lascia cullare dalle canzoni di Sanremo, sogna viaggi in autostrada, si entusiasma con i lanci nello spazio dei satelliti americani e sovietici, e crede nel futuro, almeno fino a quando non soffia il vento della contestazione giovanile e all'orizzonte si addensano le prime ombre del terrorismo. Dopo la strage di piazza Fontana finisce un'epoca favolosa e ne comincia un'altra. La città simbolo dello sviluppo industriale si spegne nel buio dell'austerity, si sporca di sangue e di violenza, mostra il male che si annida e lascia un segno sul destino di tutti. Giuseppe Lupo ci racconta il periodo più esaltante e contraddittorio del secolo scorso - gli anni del boom e quelli di piombo - entrando nei sogni, nelle illusioni, nelle inquietudini, nei conflitti di due generazioni a confronto: quella dei padri venuti dalla povertà e quella dei figli nutriti con i biscotti Plasmon.
8,50

La prigione degli orrori. Escape book

di Leonardo Lupo

Libro: Copertina morbida

editore: Piemme

anno edizione: 2019

pagine: 208

"No, no!" gridi tornando indietro, e prendi a pugni il muro. Alle tue spalle senti anche Lorenzo che urla, ti dice di stare calmo e di cercare una maniglia, una serratura, qualsiasi cosa. Ma il muro che hai davanti è liscio come una parete qualunque e non vedi un modo di riaprire il passaggio. Quando il tuo amico Lorenzo ti ha portato davanti al vecchio carcere abbandonato, tutto pensavi tranne che avrebbe osato schiudere il pesante portone ed entrare. E, a quel punto, non hai avuto scelta: lo hai seguito. Una volta dentro, tra macerie, strane scritte sui muri e lugubri celle vuote, una sensazione crescente di pericolo si fa strada in voi. E la sensazione si trasforma in certezza non appena vi accorgete che siete finiti in un vicolo cieco e la via d'uscita è bloccata. A peggiorare la situazione, non molto distanti, vi arrivano voci concitate e rabbiosi latrati di cani. I misteri che aleggiano tra i corridoi della prigione vi stanno lentamente avvolgendo, senza lasciarvi scampo! Età di lettura: da 12 anni.
12,50

La villa misteriosa. Escape book

di Leonardo Lupo

Libro: Copertina morbida

editore: Piemme

anno edizione: 2019

pagine: 200

Quando Chiara ti ha invitato alla festa eri al settimo cielo. Arrivato alla villa, però, lei non c'è ancora, mentre vieni subito avvicinato da Stefano, il bullo della scuola, e Dario, il suo compare. Per fortuna poco dopo eccola che arriva, splendida come sempre. La festa si svolge in giardino ed è vietato entrare in casa. Chiara ti racconta che, secondo una leggenda, lì un tempo abitava un Barone assassino. E a quanto pare il suo fantasma ancora si aggira tra le stanze. Mentre lo dice apre il portone e sguscia dentro. Che altro puoi fare, se non seguirla? Ma dopo pochi passi lei sparisce con un grido. Provi a tornare indietro per chiedere aiuto ma la porta è sbarrata. Ben presto capisci che in quella villa si annida un mistero molto più pericoloso e reale di una leggenda. Devi assolutamente trovare Chiara prima che sia troppo tardi! Età di lettura: da 12 anni.
12,50

L'ultima sposa di Palmira

di Giuseppe Lupo

Libro: Copertina morbida

editore: Marsilio

anno edizione: 2018

pagine: 174

23 novembre 1980: il terremoto colpisce la Basilicata e la Campania, provocando migliaia di morti, dispersi e senzatetto. Un'antropologa milanese si precipita a Palmira, minuscolo centro dell'Appennino che ha la particolarità di non figurare sulle carte geografiche. Trova strade e ferrovie interrotte, dighe e ponti crollati, abitazioni rase al suolo, famiglie distrutte. Solo una falegnameria è rimasta in piedi e dentro, notte e giorno, mastro Gerusalemme fabbrica il mobilio per una sposa, l'ultima del paese. Sulle ante sta disegnando le leggende che si tramandano negli anni: misteriose profezie di gente senza tempo e memoria, miracoli di un luogo favoloso dove convivono cristiani, ebrei, musulmani. I pannelli dei mobili sono l'unica testimonianza che Palmira sia esistita veramente, e in essi si compie il destino di ogni uomo. Fra l'antropologa e il falegname inizia un dialogo di sguardi sfuggenti e parole arcane, un viaggio alla ricerca dell'ultima sposa, un'avventura nei segreti di questa comunità, dalla remota fondazione di Patriarca Maggiore all'apocalisse del terremoto che ha trasformato il paese in un immenso presepe di morti. Grazie a una lingua modulata sull'affabulazione dei sogni e a un gioco di incastro fra epica orale, mito e cronaca, con questo fantasioso romanzo Giuseppe Lupo celebra un evento che fa da spartiacque nella recente storia del Mezzogiorno segnando la fine di una civiltà: nel raccontare uno spaccato di mondo che somiglia a un'originale Spoon River, dove si affrontano i grandi archetipi della vita e della morte, della maternità e della solitudine, della speranza e dell'utopia, continua a parlarci di un Sud immaginario e si conferma narratore antropologico e visionario.
8,50

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.