Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Federico Moro

Guida segreta di Verona. I luoghi. I personaggi. Le leggende

di Federico Moro

Libro: Copertina morbida

editore: EDIZIONI DELLA SERA

anno edizione: 2019

Verona, seconda capitale del Veneto, città antichissima e allo stesso tempo proiettata nel futuro, avvinghiata all'Adige e alla Storia, dislocata in un punto strategico della pianura e per questo crocevia inevitabile di vicende e persone: da questo prende le mosse il libro. Un viaggio attraverso la città e il suo territorio in cui realtà, arte, cronaca, mito e leggenda si mescolano nel provare a costruire un'idea di Verona elaborata da chi ha imparato ad amare le sue prospettive. Spesso impreviste e sorprendenti, sempre ricche di suggestioni per chi voglia e sappia guardarle con lo sguardo dell'anima.
14,50

Venezia contro Napoleone. Morte di una repubblica

di Federico Moro

Libro: Copertina morbida

editore: LEG Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 279

La ricostruzione del biennio 1796-97 come mai è stata tentata finora: al di fuori di qualunque visione di parte, riflettendo su come e perché la repubblica Serenissima sia finita nell'occhio del ciclone dei grandi conflitti euro-mondiali. Verità certe e lezioni utili oggi per noi, che occupiamo la medesima posizione geografica e siamo eredi della sua vicenda millenaria. Perché la geopolitica non è uno strano gioco di società bensì lo strumento necessario per analizzare i fatti e compiere scelte consapevoli partendo dalla realtà geografica e storica. Esistono delle costanti di lungo periodo, infatti, indispensabili da conoscere per poter agire. Le stesse dominate dai grandi statisti veneziani dal Duecento al Quattrocento per costruire un impero e di cui i discendenti nel Settecento, invece, sono rimasti vittime.
12,00

Venezia alla conquista di un impero. Costantinopoli 1202-1204

di Federico Moro

Libro: Libro in brossura

editore: LEG Edizioni

anno edizione: 2018

pagine: 196

La Quarta Crociata è uno degli snodi chiave dell'avventura veneziana. Il suo esito rappresenta il capolavoro, in particolare, del suo personaggio-simbolo: il doge-guerriero Enrico Dandolo. La deviazione della spedizione verso Costantinopoli serve gli interessi della futura Serenissima al punto da far salire la città lagunare al rango di grande potenza. Capire cosa accadde allora è importante per comprenderne gli sviluppi successivi. I quali ci riguardano perché affondano le radici nelle costanti geopolitiche di lungo periodo in azione nella nostra realtà. La proiezione strategica di Venezia che si trova sul Rimland, la fascia marittima e costiera in questo caso europea attorno al cuore del Pianeta o Heartland, spazia dal Mediterraneo al Mar Nero; dalle coste dell'Asia Minore al Golfo Arabico o Persico; dall'Africa Settentrionale al Mar Rosso: intercetta così l'intera rete di connessioni a largo raggio dell'isola-Mondo. Ed è la stessa dell'Italia di oggi. Una storia, quella veneziana, ricca d'insegnamenti che non si possono ignorare.
12,00

Venezia e la guerra in Dalmazia (1644-1649)

di Federico Moro

Libro: Copertina morbida

editore: LEG Edizioni

anno edizione: 2018

pagine: 208

28 settembre 1644: una squadra corsara dei Cavalieri di Malta attacca la Carovana di Alessandria nel mar Egeo, al largo dell'isola di Scarpanto. I Cavalieri infliggono e subiscono gravi perdite, catturando numerosi prigionieri. Tra essi, dame del seguito del sultano e un bambino principe del sangue. Durante il rientro a Malta, i Cavalieri sostano ripetutamente in territorio veneziano. L'episodio in sé può non sembrare significativo nel rovente Mediterraneo di metà Seicento. Diventa, però, la scintilla che accende il conflitto, lungo oltre ventiquattro anni, noto come Guerra di Candia, che fu combattuta su ben tre fronti: isola di Creta, mar Egeo e Dalmazia. Si trattò di un momento chiave della storia europea, perché ridisegnò gli equilibri mediterranei. Nel periodo 1644-49 sulla costa orientale adriatica accaddero eventi fondamentali dal punto di vista geostrategico, che videro l'emergere del genio incompreso di Lunardo Foscolo, il provveditore generale veneziano, ben assecondato dal "barone", il governatore alle armi Christopher von Degenfeld. Questo libro racconta quei giorni e quegli uomini.
12,00

Venezia neutrale. La fatale illusione

di Federico Moro

Libro: Copertina morbida

editore: Linea Edizioni

anno edizione: 2017

pagine: 302

Ha ancora senso occuparsi della repubblica di Venezia? Sì, perché se «l'uso pratico della storia consiste nel proiettare il film del passato sullo schermo del futuro» meglio, allora, rivolgersi a una pellicola piena di spunti di riflessione. La repubblica Serenissima ne offre in proporzione alla sua durata: parliamo dello Stato rimasto indipendente più a lungo di qualunque altro. In un momento in cui tanto si parla di decadenza dell'Occidente, poi, guardare agli ultimi cinquant'anni di Venezia appare di grande attualità. In particolare, l'Europa è condannata a condividere la stessa sorte della Serenissima oppure può evitarla? Cosa insegna la morente repubblica marciana in relazione ai problemi di oggi? Il libro nasce da due convinzioni: l'utilità della lezione del passato, di quello veneziano soprattutto, per cercare di evitare di ripeterne gli errori; l'assoluta responsabilità del presente rispetto agli sviluppi futuri. A patto, è ovvio, di sapere bene ciò che è già successo.
20,00

Veneti per sempre. Le storie e l'identità di un continente

di Federico Moro

Libro: Libro in brossura

editore: EDIZIONI DELLA SERA

anno edizione: 2017

Il Veneto è un continente: in soli 80 chilometri passa da lagune e spiagge alle Dolomiti. In mezzo, pianura, fiumi, colline. Il volume nasce da questa osservazione e ripercorre strade e storia del Veneto per cercare di capirne l'identità. Ma il Veneto è, allo stesso tempo, un mosaico di paesi. Dalle numerose sfumature che si traducono in altrettanti stili di vita, spesso lontani tra loro. Come la lingua dalle infinite varianti. Venezia ha rappresentato l'ultimo lembo di Roma imperiale rimasto libero e da questa radice ha fatto germogliare uno stato con il primato, a tutt'oggi, d'essere rimasto indipendente più a lungo. Senza dimenticare le vicende di Comuni e Signorie, sviluppatisi ovunque nella Regione. Inevitabile l'orgoglio spesso unito a una timidezza del carattere a volte eccessiva. Terra varia come poche, "terra d'acque" sempre in bilico tra elemento solido e liquido, fucina d'arte e di pensiero, di ricchezze e potere ma anche di povertà ed emigrazione, prima che d'immigrazione. Un ritratto contemporaneo dalle radici ben salde nel passato, con la piena consapevolezza che il risultato sarà sempre solo parziale: davanti a noi, del resto, abbiamo un continente.
17,00

Padova meravigliosa. Storie quotidiane della città euganea

di Federico Moro

Libro: Copertina morbida

editore: EDIZIONI DELLA SERA

anno edizione: 2016

Padova, città dalla storia tanto antica da affondare le radici in miti affascinanti: dai misteriosi Euganei al troiano Antenore. Una città orgogliosa, al punto da vantarsi d'essere nata prima di Roma, di possedere un'università preceduta solo da Bologna, di aver pensato di potersi opporre a Venezia per l'egemonia sulla regione. Padova merita di essere visitata al di là del Santo, della Cappella degli Scrovegni, del Salone o del Bo: arte e monumenti costringono a riflettere sul senso autentico della vita, senza paura, ma il libro spera di incuriosire il lettore al punto da spingerlo ad andarci di persona. Se ancora non c'è stato. Oppure di tornarci dopo aver chiuso l'ultima pagina. Così da aprirne una nuova, scritta con gli occhi dell'anima.
14,00

Il sogno dei Carraresi. Padova capitale (1350-1406)

di Federico Moro

Libro: Libro in brossura

editore: Helvetia

anno edizione: 2015

pagine: 240

Un saggio che riesamina le figure di Francesco il Vecchio e Francesco Novello da Carrara, la loro visione, l'avventura di un'intera città alla luce di una chiave interpretativa del tutto inedita. La Padova del Trecento è esaminata all'interno della geostrategia del tempo, pesando da un lato le ambizioni, dall'altro le forze disponibili. Il risultato è sorprendente, portando a rivalutare i due ultimi Signori carraresi e le loro scelte: audaci, senza dubbio, ma nient'affatto utopiche e comunque per molti aspetti inevitabili. Intelligenti e valorosi sul piano personale, colti e astuti, d'indiscutibile coraggio anche di fronte alla morte, tragica con tratti addirittura epici per entrambi, Francesco il Vecchio e Francesco Novello sono qui sottratti al singolare oblio al quale sono stati condannati. Soprattutto è loro restituita la dimensione di grandi statisti, quali furono. Ebbero sfortuna ma, forse, proprio per questo sono ancora più meritevoli di ricordo e riflessione.
16,00

Venezia meravigliosa. Storie quotidiane della città lagunare

di Federico Moro

Libro: Libro in brossura

editore: EDIZIONI DELLA SERA

anno edizione: 2014

pagine: 199

14,00

La chiesa di Santo Stefano. Gotico veneziano

di Federico Moro

Libro: Libro in brossura

editore: MARCIANUM PRESS

anno edizione: 2014

pagine: 192

Il volume su Santo Stefano rappresenta un omaggio alla terza grande chiesa gotica di Venezia e a quanti hanno dedicato tempo ed energie per salvaguardarne il prezioso lascito: un messaggio affidato all'arte e intessuto nella Storia, che si cerca di offrire attraverso queste pagine con la forza e la suggestione di una visita svolta con l'attenzione della mente e lo sguardo dell'anima. Fotografie di Mark E. Smtih.
29,00

Venezia. Ultima spiaggia. Da Focea dei Dardanelli, cinque battaglie per cambiare la storia 1649-1657

di Federico Moro

Libro: Libro in brossura

editore: LA TOLETTA Edizioni

anno edizione: 2014

pagine: 98

La guerra di Candia (1645-69), la più lunga e dispendiosa mai sostenuta da Venezia, poteva essere vinta dalla Serenissima? Il volume ripercorre i cinque episodi che a giudizio dell'autore avrebbero potuto portare a un diverso esito del conflitto. Si tratta di battaglie navali perché, anche se combattuto in buona parte via terra, è sul mare che Venezia ha avuto le migliori opportunità e l'unica, vera occasione per chiudere i conti con il nemico turco. Cinque battaglie ovvero l'ultima spiaggia per la Repubblica, votata a una lenta e fatale decadenza non appena perde l'isola di Creta. Cioè quanto tutti avevano compreso, a Venezia e in Europa. L'esito di quegli scontri non fu quanto serviva alle armi di San Marco, alle quali non mancò il valore, a volte si deve parlare di autentico eroismo, ma fecero difetto fortuna, la migliore alleata su ogni campo di battaglia, e chiarezza strategica. Un'altra lezione della Storia per riflettere sul mondo di oggi.
8,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.