Libri di Florence Noiville

Ho studiato economia e me ne pento

di Florence Noiville

Libro: Copertina morbida

editore: BOLLATI BORINGHIERI

anno edizione: 2020

pagine: 84

Diplomata nel 1984 in una delle più prestigiose business school francesi, Florence Noiville pone in questo libro due domande fondamentali: le scuole economiche d'eccellenza hanno la loro parte di responsabilità nella crisi che sta devastando società e mercati? Sono state almeno in grado di preparare le élite di domani ad affrontare l'emergenza? Le risposte sono tutt'altro che rassicuranti: sì, le business school sono colpevoli perché orientano esclusivamente al profitto, mettendo ai posti di comando manager nutriti di elitismo e cultura della prestazione; no, non hanno preparato ad affrontare il disastro perché si sono limitate a sopravvalutare il successo economico. Tra ricordi autobiografici e casi concreti, Florence Noiville traccia così una panoramica su alcuni disastri dell'economia più recente. Con la sua lucida analisi del fallimentare rampantismo di una generazione, Noiville consegna al lettore una critica tagliente e ironica della legge del «profitto prima di tutto». A dieci anni dalla prima edizione e in un rinnovato clima di crisi e conflitti sociali accentuati da un neoliberismo incontrollato, Ho studiato economia e me ne pento è ancora oggi un accorato grido di allarme e una denuncia nei confronti di un capitalismo troppo spesso lasciato senza regole.
12,00

Marcolino che non voleva nascere

di Florence Noiville

Libro: Copertina morbida

editore: Piemme

anno edizione: 2019

pagine: 34

La signora Pallatonda è incinta. Nel suo grande e rotondo pancione, Marcolino sta troppo bene e non ha nessuna intenzione di uscire. Chi riuscirà a convincerlo? Età di lettura: da 4 anni.
8,90

L'illusione delirante di essere amati

di Florence Noiville

Libro: Copertina rigida

editore: Garzanti

anno edizione: 2016

pagine: 152

Laura Wilmote si rende conto che qualcosa non va. Di fronte a lei c'è C., sua amica da quando erano ragazze, ed è vestita esattamente come lei. Laura è una scrittrice e autrice televisiva di successo. Conduce un programma di cultura sulla televisione francese e sta lavorando a una puntata sul tema della gelosia. Da qualche mese C. ha iniziato a lavorare con lei. Laura l'ha rivista per caso e le due donne si sono raccontate gli anni passati dal loro ultimo incontro. C. è una donna insoddisfatta, non è riuscita a realizzare i suoi desideri e ha un lavoro precario. Laura invece ha fatto studi prestigiosi e adesso vive come aveva sempre sognato, grazie alla scrittura. La protagonista, in parte per amicizia, in parte per un inconfessato senso di colpa nei confronti della vecchia amica, le ha procurato un lavoro nella sua emittente. Adesso però C. si sta comportando in modo strano. Vuole essere come Laura. Di più, vuole essere Laura. Finché non rivela il perché di questo atteggiamento: è innamorata di lei, ed è convinta al di là di ogni dubbio che anche Laura nutra gli stessi sentimenti. E non sembra disposta ad arrendersi di fronte alle proteste di Laura, anzi, inizia a farsi sempre più insistente, addirittura inquietante nella sua cecità di fronte alla realtà... Un romanzo psicologico che siìì tinge di giallo. Due amiche. Una vicinanza tossica. La storia di un'amicizia che si tramuta in pericolo e ossessione
15,90

Quella sottile affinità

di Florence Noiville

Libro: Copertina rigida

editore: Garzanti

anno edizione: 2014

pagine: 159

La villa di campagna è immersa nella quiete della notte. Nella stanza da letto aleggia un familiare profumo di lavanda. Sul comodino, coperta da un delicato strato di polvere, la foto di una donna, e alcuni libri di Jane Austen, Goethe, Stendhal. Anna muove qualche passo. Fa scivolare lo sguardo sulle poche cose che Marie, sua madre, le ha lasciato. Quando scorge una lettera, il cuore le batte più forte. Per la prima volta, sei anni dopo l'incidente stradale che le ha divise, calde lacrime bagnano le sue guance. Con una timidezza che ripete i gesti dell'infanzia, comincia a leggere. Anna è sconvolta: tra quelle righe è custodito il più grande segreto di sua madre. Un segreto gelosamente custodito per anni. Parola dopo parola, frase dopo frase, prende forma il racconto di un amore proibito e travolgente, che mette in ombra ogni altra cosa. L'amore che Marie, quand'era solo una ragazza, ha provato per il suo insegnante di lettere. Un amore tormentato che non tutti potevano comprendere. Anna decide di andare a fondo: deve saperne di più, deve scoprire la verità. Solo così può capire chi sia veramente sua madre. Deve indagare sul suo passato, incontrare le persone che di quella segreta passione sono state testimoni. Attraverso i loro racconti, che via via fanno rivivere i ricordi di Marie, Anna non solo conosce i mille diversi punti di vista dell'uomo sull'amore. Ma per la prima volta può ascoltare la voce di sua madre, sentirla vicina a sé come mai prima, stringerla in un abbraccio...
14,90

Ho studiato economia e me ne pento

di Florence Noiville

Libro: Copertina morbida

editore: BOLLATI BORINGHIERI

anno edizione: 2010

pagine: 92

Diplomata nel 1984 in una delle più prestigiose business schools francesi, Florence Noiville pone in questo libro due domande fondamentali: le scuole economiche d'eccellenza hanno la loro parte di responsabilità nella crisi che sta devastando società e mercati? Sono state almeno in grado di preparare le élite di domani ad affrontare l'emergenza? Le risposte sono tutt'altro che rassicuranti: sì, le business schools sono colpevoli perché orientano esclusivamente al profitto, mettendo ai posti di comando manager nutriti di elitismo e cultura della prestazione; no, non hanno preparato ad affrontare il disastro perché si sono limitate a sopravvalutare il successo economico. Tra ricordi autobiografici e casi concreti, Florence Noiville traccia così una panoramica demistificatoria su alcuni disastri dell'economia attuale. Con la sua lucida analisi del fallimentare rampantismo di una generazione, la Noiville consegna al lettore una critica tagliente e ironica della legge del "profitto prima di tutto". Eppure, alla fine, un sogno rimane: quello di un insegnamento che prepari i nuovi dirigenti a evitare le trappole dell'euforia speculativa, che scardini i privilegi delle élite manageriali, in nome della responsabilità, e apra la strada a un capitalismo eticamente sostenibile.
10,00

La donazione

di Florence Noiville

Libro: Copertina rigida

editore: Garzanti

anno edizione: 2009

pagine: 112

La stazione è gremita. Tra la gente che si affretta, c'è una bambina. Sta salendo su un treno diretto a Losanna. È sola. Indossa un cappotto blu, le trecce bionde le incorniciano il viso, negli occhi ha un'espressione piena di paura. Quel treno la porterà lontano, lontano da una madre bellissima ed elegante, eppure vittima di una malattia che la rende fragile e vulnerabile. Anni dopo quella bambina è diventata una giornalista di successo, sposata con due figlie, ma non ha perso quell'incertezza nello sguardo. Ne è passato di tempo, i ricordi dell'infanzia sembrano cosa lontana. Eppure basta poco per farli riaffiorare. Basta un'inattesa donazione da parte dei genitori che decidono di offrirle la vecchia casa di Tours, quella dove ha trascorso gli anni più difficili, scanditi dall'incertezza e dall'insicurezza, quando la madre passava da una clinica all'altra. In quella villa, in quel giardino curato in maniera maniacale ed esperta, la protagonista si trova di nuovo bambina. Ma questa volta deve prendere in mano la sua vita, affrontare il passato, guardare finalmente sua madre negli occhi.
12,60

Isaac B. Singer. Una biografia

di Florence Noiville

Libro: Copertina morbida

editore: TEA

anno edizione: 2006

pagine: 252

"Io sono in tutti i miei libri, in un modo o nell'altro." Si può raccontare la vita di un grande scrittore come Isaac Bashevis Singer che detestava le biografie? Florence Noiville ha caparbiamente deciso di raccogliere la sfida e si è messa in viaggio in cerca delle tracce nascoste della sua vita, dall'infanzia nel villaggio polacco di Radzymin alla leggendaria via Krochmalna del ghetto di Varsavia, fino all'appartato rifugio di New York. Né ebreo, né americano, né polacco, Singer sapeva che sarebbe sempre stato in esilio ovunque. Non era né di qui né di là. Né di oggi né di ieri... Era, secondo la sua formula, "uno straniero in genere". Sempre un po' in disparte, orgoglioso e vulnerabile al tempo stesso, scettico ma ossessionato dal suo rapporto con il divino. Capace di gesti crudeli, come quello di lasciarsi alle spalle la moglie e il figlio in Polonia, prima di imbarcarsi per l'America e per un futuro che sarà attraversato dal senso di colpa per quell'abbandono. Bugiardo e infedele per natura, ma sempre difeso dalle sue donne, esercitava un singolare magnetismo sia nella vita sia nei libri, tutti scritti in quella che lui definiva la "lingua di nessuno", l'yiddish.
9,00

Isaac B. Singer. Una biografia

di Florence Noiville

Libro: Copertina rigida

editore: LONGANESI

anno edizione: 2004

pagine: 256

L'autrice si è recata in Polonia per avere notizie e testimonianze sui primi trent'anni di vita dello scrittore: a Radzymin, il villaggio dove Singer trascorse l'infanzia; ha conosciuto il figlio, che aveva appena cinque anni quando Singer lo lasciò dietro di sé partendo per l'America. A New York ha convinto alcune donne che contarono nella sua vita a parlarle di lui. A Stoccolma ha incontrato coloro che, nel 1978, attribuirono il Nobel allo scrittore che si esprimeva nella "lingua di nessuno". Un viaggio che ha svelato, dietro lo stereotipo del cantore dell'anima ebraica, un campione dello smarrimento fisico e metafisico, uno dei più moderni virtuosi dell'angoscia e dello scacco esistenziale.
18,00

Marcolino che non voleva nascere

di Florence Noiville

Libro: Copertina rigida

editore: Il Castoro

anno edizione: 2006

pagine: 32

Carletto se ne sta bel bello nella pancia della sua mamma e non ne vuole sapere di nascere. A nulla servono gli incoraggiamenti del suo papà, della sua sorellina, del cuginetto, del nonno che gli spiegano quanto può essere bello, divertente, avventuroso il mondo di fuori: da lì Carletto può comunque fare tutte le cose che vuole... Solo delle segrete parole d'amore sussurrate dalla mamma attraverso la pancia lo convinceranno e... sarà una festa per tutta la famiglia. Età di lettura: da 3 anni.
11,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.