Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di Giacomo Properzj

Vivere e morire a Milano. Quando Milano non ha il cuore in mano

di Giacomo Properzj

Libro: Copertina morbida

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2019

pagine: 122

"In questo libro si sostengono due tesi ambedue probabilmente sgradite alla maggioranza dei milanesi. La prima è che, negli ultimi duecento anni, la città di Milano sia decaduta culturalmente con una velocità progressivamente accelerata. La seconda è che, sempre la città di Milano, non abbia nella storia moderna d'Italia contato nulla e le decisioni importanti siano state prese sempre altrove, a Parigi, a Vienna, a Torino e a Roma. Mi rendo perfettamente conto che la maggioranza dei lettori, se mai ce ne saranno, troverà queste tesi assurde e indimostrabili anche perché Milano ha avuto, nella prima metà del '900, un grande sviluppo industriale e finanziario che l'ha portata ai vertici dell'economia italiana. D'altronde, sembra a molti che parte dei movimenti politici che hanno fatto la storia del nostro Paese, a incominciare dal fascismo per finire a 'Forza Italia', siano cominciati proprio a Milano e da qui abbiano influenzato tutto il resto dell'Italia. A me pare tutto ciò non vero e facente parte di quel 'mito milanese' costruito per rassicurare la laboriosa popolazione ambrosiana dedita agli affari e al lavoro senza molto capire di quello che avviene intorno."
14,00

Breve storia di Caporetto

di Giacomo Properzj

Libro: Copertina morbida

editore: Ugo Mursia Editore

anno edizione: 2017

pagine: 134

«Il Tagliamento era gonfio di pioggia ma le Sturmtruppen tedesche riuscivano a passarlo lo stesso mentre la grande massa dei soldati italiani in ritirata si fermava e si affollava sulle poche passerelle che il Genio in fretta aveva ricostruito.» Nonostante le molte e precise informazioni di disertori austriaci, pervenute ai comandi italiani, il 24 ottobre 1917 le truppe tedesche forzarono a Caporetto il fronte italiano e dilagarono alle spalle del sistema difensivo. Nel giro di pochi giorni tutta la linea di combattimento fu sconvolta da una disordinata ritirata che per gli aspetti che presentava fu chiamata «lo sciopero dei soldati». L'esercito italiano, dopo aver lasciato 300.000 prigionieri e quasi tutto il materiale di cui disponeva nelle mani degli austro-tedeschi, si attestò sulla linea del Piave e, lentamente e con sussulti di coraggio, riuscì a tener testa alle truppe nemiche. Giacomo Properzj ricostruisce in tutti i suoi aspetti, politici e militari, la battaglia che per le sue conseguenze decise le sorti della Prima guerra mondiale.
11,00

Breve storia della grande guerra

di Giacomo Properzj

Libro

editore: Ugo Mursia Editore

anno edizione: 2014

pagine: 176

La Prima guerra mondiale (1914-1918) fu davvero una Grande Guerra, per le enormi masse di uomini mobilitati, per la moderna atrocità dei mezzi impiegati e per le conseguenze determinanti che ebbe nel ridisegnare i confini dell'Europa di allora. Non più una guerra ottocentesca fatta di singole battaglie, ma uno stato costante di scontro i cui risultati erano affidati all'organizzazione e alla capacità di produzione industriale dei Paesi coinvolti. Per la prima volta furono utilizzati strumenti che cambiarono radicalmente il modo di combattere, dall'equipaggiamento dei soldati con elmetti in acciaio e maschere antigas all'impiego di armi chimiche, aerei, carri armati, corazzate e sommergibili. In questa breve storia, raccontata come in un romanzo, vengono distinte due fasi del conflitto: dapprima una guerra di movimento di grandi masse di giovani volontari, lungo un fronte in continua evoluzione; poi, nella primavera del 1915, quando intervenne nel conflitto anche l'Italia, un'estenuante guerra di posizione in trincea con centinaia di migliaia di caduti. Il mondo era in fiamme dall'Oriente all'Occidente e nuove potenze si affacciavano sulla scena, come gli Stati Uniti e il Giappone.
12,00

Rosa e nero

di Giacomo Properzj

Libro: Copertina morbida

editore: Ugo Mursia Editore

anno edizione: 2011

pagine: 100

Un manager milanese passa da un'avventura all'altra con estrema facilità e con molta ironia, ma non riesce a dimenticarsi di Vivian, intrigante e bellissima brasiliana con cui ha avuto la sua relazione più duratura. Seguendo le tracce della donna fra Italia e Brasile, scopre che dietro i grandi occhi verdi e l'andatura da pantera nasconde una vita segreta, che lo scaglia violentemente nello sporco traffico dei Baby's Hunters, cacciatore mentalmente disturbati la cui vena sadica è divenuta efferata follia: le vittime della caccia grossa sono i bambini delle favelas brasiliane e il trofeo è contemplarne con soddisfazione il corpo abbandonato all'obitorio. Brutalmente la storia rosa si tinge di nero e l'uomo si lascia coinvolgere da chi vuole sgominare la banda di criminali. Sulla sua strada tanti personaggi loschi e spregiudicati, i cacciatori come i brutti individui che si arricchiscono alle loro spalle, ma anche belle fanciulle perdute fra traffico di droga e prostituzione, poliziotti e medici che coraggiosamente cercano di fare giustizia, bambini senza futuro e senza nome.
9,00

Natale di sangue. D'Annunzio a Fiume

di Giacomo Properzj

Libro: Copertina morbida

editore: Ugo Mursia Editore

anno edizione: 2010

pagine: 202

Gabriele D'Annunzio entrò in Fiume alla testa di qualche migliaio di volontari provenienti da varie Armi dell'Esercito. La folla accompagnò la sua entrata con grida gioiose e lancio di fiori. Così ebbe inizio "l'Impresa di Fiume" e per sedici mesi il "poeta-soldato" regnò come Comandante sulla piccola città dalmata contesa tra l'Italia e il nascente Stato jugoslavo. Per la nuova piccola repubblica fu redatto anche uno Statuto moderno e illuminato, che attirò in città tutte le avanguardie artistiche e letterarie d'Europa e favorì una vita sociale estremamente libera: erano ammessi il divorzio, il diritto di voto alle donne, e libere erano anche le relazioni sessuali e la circolazione di droghe. Ma la vigilia di Natale del 1920 il governo di Giolitti diede ordine alle truppe regolari di attaccare la città. I volontari fiumani si difesero con rabbia, e morti e feriti furono numerosi da entrambe le parti: fu un Natale di sangue. Attraverso testimonianze e memorie, in questo libro viene ricostruita la vita di Fiume in quel breve lasso di tempo in cui fu il centro dell'interesse politico-culturale d'Europa. Eroica, retorica, goliardica, superficiale, culturalmente all'avanguardia, libertina e illecita, l'Impresa di Fiume lasciò una grande eredità al fascismo sul piano propagandistico e d'immagine.
14,00

Breve storia del futurismo

di Giacomo Properzj

Libro: Copertina morbida

editore: Ugo Mursia Editore

anno edizione: 2009

pagine: 128

La mattina del 20 febbraio 1909 i parigini che leggevano "Le Figaro" ebbero la sorpresa di trovare un articolo dal titolo Le Futurisme, di Filippo Tommaso Marinetti. Così iniziò l'avventura del futurismo, il primo movimento culturale globale, in cui confluirono artisti di ogni specie, pittori, scultori, architetti, poeti e musicisti. Si riunivano a Milano attorno al fondatore e nei loro incontri non mancavano gesti provocatori e persino risse per questioni culturali o ideologiche; i futuristi amavano il volo, la velocità, il progresso e celebravano il coraggio, le belle idee per cui si muore, il patriottismo. Il movimento, in realtà, durò pochissimi anni, dal 1909 al 1915; la Prima guerra mondiale, tanto auspicata come "igiene del mondo", lo distrusse, e non solo perché molti suoi seguaci morirono volontari al fronte. Negli anni successivi il futurismo si trascinò faticosamente, per iniziativa di Marinetti, senza aver più la risonanza internazionale che aveva avuto sino ad allora e completamente inglobato nel regime fascista. Seguendo la biografia di Marinetti, questo libro ricostruisce la parabola di Sant'Elia, Balla, Boccioni, Carrà e dei loro compagni, che in un tempo brevissimo segnarono la storia d'Italia e d'Europa.
10,00

Racconti sulfurei di Natale

di Giacomo Properzj

Libro: Copertina morbida

editore: Bietti

anno edizione: 2001

pagine: 120

11,37

C'erano una volta i laici

di Giacomo Properzj

Libro: Copertina morbida

editore: Bietti

anno edizione: 2000

pagine: 186

12,91
7,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.