Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Gianfranco Pellegrino

Etica e politica delle piante

di Gianfranco Pellegrino, Marcello Di Paola

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2019

pagine: 222

«Gli alberi, le piante e i semi... questa natura è sempre in uno stato passivo, privo di movimento esterno e interno, e quindi del potere di osservare e riflettere». Così, nel Timeo, Platone sancisce statuto e differenza del regno vegetale rispetto all'umano e al resto del vivente. Una separazione che accompagnerà per diversi secoli la storia delle relazioni tra uomini e piante. Per molti le piante rimangono tuttora esseri passivi e inerti, più simili a cose che a viventi degni di cura e considerazione. Il paradigma platonico dell'esclusione non sembra dunque superato. Eppure, l'indagine scientifica più recente mostra che le piante hanno forme di attività, intelligenza, percezione, comunicazione. Che la loro evoluzione è stata altrettanto, se non più complessa, di quella degli umani e che per prime hanno colonizzato la Terra, creando le condizioni della nostra stessa vita. Per questa ragione, come già accaduto per gli animali, non le si può più escludere dall'ambito etico e politico, che proprio un nuovo sguardo sulla vita vegetale consente di ampliare. Il libro è una sintesi dell'estesa discussione che ha portato a ripensare la filosofia morale e politica a partire da una riconsiderazione della vita delle piante rispetto ad animali e umani. Per questo, non è tanto questione di dare alle piante uno statuto giuridico e una posizione morale, ma di ridefinire un'etica e una politica in continuità con l'insieme del vivente del quale siamo parte.
16,00

Nell'antropocene. Etica e politica alla fine di un mondo

di Gianfranco Pellegrino, Marcello Di Paola

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2018

pagine: 267

Cambiamento climatico, crisi degli ecosistemi, inquinamento, esaurimento delle risorse, collasso ambientale: gli ultimi giorni dell'umanità potrebbero essere quelli di massima potenza di Homo sapiens, quando l'essere umano avrà forse compiuto il suo progetto di dominio sul cosmo distruggendo la natura stessa e le condizioni della vita sul pianeta. Quest'epoca, dove a rischio è l'esistenza di tutti i viventi, è stata da molti identificata con una nuova era geologica: l'Antropocene - l'epoca dove per la prima volta gli esseri umani sono una forza della natura superiore alle altre, una forza capace di determinare il corso della storia del pianeta Terra. Il libro rende conto dell'esteso dibattito internazionale che ormai da alcuni anni ha assunto il paradigma dell'Antropocene come orizzonte a partire dal quale ripensare il presente e il futuro della vita umana, e non solo - dibattito che ha visto la pubblicazione di centinaia di volumi a cavallo tra diverse discipline: ecologia, ambientalismo, antropologia, sociologia e scienza politica. Partendo da un'analisi delle concezioni di natura di cui l'Antropocene è solo l'ultima, e attraverso le questioni principali poste dall'etica dell'ambiente e dalla filosofia politica, il libro analizza le politiche che sono state impiegate nell'ultimo decennio per fronteggiare i problemi posti dall'Antropocene, provando a immaginare un paradigma di azione basata su nuove forme di partecipazione individuale e pratiche collettive.
18,00

Etica pubblica. Una piccola introduzione

di Gianfranco Pellegrino

Libro: Libro in brossura

editore: Luiss University Press

anno edizione: 2015

pagine: 145

Negli ultimi anni, in Italia e all'estero, si è molto dibattuto sulla moralità nella politica. La questione morale e l'antipolitica, il moralismo e il cinismo realista hanno caratterizzato la discussione più colta e le campagne elettorali più infuocate degli ultimi anni. Questo libro presenta la filosofia implicita in questi discorsi e propone una visione dell'etica pubblica come dispositivo di legittimità democratica, difendendo una via media fra moralismo purista e cinismo disincantato.
8,00

Fabbrica della felicità. Psicologia, etica e liberalismo in Jeremy Bentham

di Gianfranco Pellegrino

Libro: Copertina morbida

editore: LIGUORI

anno edizione: 2011

pagine: 291

Filosofia Pubblica intende promuovere una riflessione durevole, trasparente e pluralista sui valori costitutivi della convivenza sociale, in maniera originale rispetto alla tradizione culturale italiana, spesso oscura e di parte. Attraverso l'analisi dei temi fondamentali della filosofia politica e dell'etica pratica, questa collana propone il ritorno della grande teoria nel dibattito sulle questioni pubbliche.
23,99

No! Manuale di dissenso democratico

di Gianfranco Pellegrino

Libro

editore: Luiss University Press

anno edizione: 2019

pagine: 176

Non tutte le violazioni della legge sono uguali. Che cosa unisce Socrate, Antigone, Gesù Cristo, Jan Palach, Henry David Thoreau, e ancora don Milani, Gandhi, Martin Luther King e Nelson Mandela? Che cosa li separa da chi aggira la legge per il proprio interesse? e cosa li unisce a Edward Snowden, Chelsea Manning e Julian Assange? Che cos'hanno in comune, e cosa di diverso, dai manifestanti a Piazza Tahir, dal movimento occupy Wall Street? Si dice sempre che alle leggi dello Stato bisogna obbedire. Forse, sarebbe meglio dire che si deve obbedire alle leggi di uno Stato giusto. Gli esponenti della Rosa Bianca che sfidavano il nazismo diffondendo volantini violavano leggi di uno Stato ingiusto, e per questo sono ammirevoli. I rifugiati che fuggivano oltre Cortina prima della caduta del Muro di Berlino avevano tutto il diritto di farlo, e il diritto di essere accolti.
12,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.