Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di GIORDANO.

Un'estate con Zadig. Per la Scuola media. Volume 1

di GIORDANO

Libro: Copertina morbida

editore: Ardea

anno edizione: 2018

pagine: 120

7,50

Storiografia della professione infermieristica in Italia (1945-2020)

di Giordano Cotichelli

Libro: Copertina morbida

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2022

pagine: 144

«Non si conosce a fondo una scienza se non se ne conosce la storia». L'affermazione di Marc Bloch, storico francese, fra i fondatori de l'École des Annales, introduce sinteticamente al contenuto del volume. Nel testo viene presentata un'ampia panoramica - che abbraccia 75 anni - della storiografia infermieristica in lingua italiana sviluppata fino ad oggi; importante fonte di ricerca a disposizione di lettori e studiosi. Il lavoro offre un'analisi della rappresentazione della storia professionale scritta dagli infermieri stessi, lungo un piano di edificazione identitaria composita, che mostra come autori ed opere, lungo il trascorrere del tempo, abbiano costruito un bagaglio scientifico fatto di saggi, curatele, atti di congresso, articoli e libri, utili a superare strettoie dottrinarie varie, per restituire grandezza e spessore alla scienza dell'assistenza. Lungo un approccio che vuole legare la ricerca anche alle storie attuali, un capitolo del libro è altresì dedicato ad una rapida carrellata dei principali rilievi del 2020, ultimo anno di riferimento dello studio e primo della pandemia di Covid-19. L'insieme vuole dare vita a un testo utile a chi scrive e legge di storia infermieristica, ma in particolar modo si rivolge a chi la storia la vive ogni giorno in corsia, nelle terapie intensive, sul territorio e in ogni altro luogo della cura e dell'assistenza.
20,50

Improvviso il Novecento. Pasolini professore

di Giordano Meacci

Libro: Copertina morbida

editore: Minimum Fax

anno edizione: 2022

pagine: 528

«Mi alzo alle sette, vado a Ciampino (dove ho finalmente un posto insegnante a 20.000 lire al mese), lavoro come un cane (ho la mania della pedagogia), torno alle 15, mangio e poi...». È il 1952, e Pier Paolo può dedicarsi alla letteratura solo «poi», nel tempo libero dall'insegnamento. Attorno agli anni ciampinesi di Pasolini e ai ricordi dei suoi alunni e dei suoi amici (Bertolucci, Cerami, Pivano) - quei primi anni Cinquanta in cui nasceva «Ragazzi di vita» - Meacci costruisce un libro che è al contempo saggio, reportage, diario di viaggio e racconto, e in cui trova posto un'intera teoria di figura del nostro Novecento (e non solo): Totò, Fellini, Hemingway, gli sfollati del dopoguerra, Mizoguchi, il Vangelo, Mantegna, le tradizioni contadine, Simone Martini, il comunismo, Anna Magnani, Goldrake e Happy Days, l'America, Roma, il terremoto del Friuli, la grande poesia, la «scomparsa delle lucciole».
16,00

Eretico o santo. Ernesto Buonaiuti, il prete scomunicato che ispira Papa Francesco

di Giordano Bruno Guerri

Libro: Copertina rigida

editore: La nave di Teseo

anno edizione: 2022

pagine: 400

Giordano Bruno Guerri fa luce su una figura emblematica, sempre screditata, ma che ha anticipato di un secolo il modernista papa Francesco, preannunciandolo: Ernesto Buonaiuti. Un'indagine scrupolosa e approfondita dalla quale emergono molte scoperte inedite su un personaggio controverso e sulla sua drammatica vicenda, in particolare sui suoi rapporti con Mussolini e su quelli, davvero singolari, con padre Gemelli e due santi, don Orione e Giovanni XXIII: molte riforme del concilio Vaticano II, così come quelle di papa Francesco, si rifanno infatti alle idee di questo sacerdote, perseguitato da quattro papi nel Novecento. Chierico "irrequieto e di idee avanzate e pericolose", come lo definì una nota in seminario, Buonaiuti divenne il più importante esponente del modernismo italiano, il movimento di riforma del cattolicesimo condannato nel 1907 da Pio X. Docente di Storia del cristianesimo alla Sapienza di Roma, tentò di conciliare il ritorno ai valori della Chiesa primitiva con il pensiero moderno attraverso un'analisi critico-filologica del Vangelo. Nel 1926 gli venne inflitta la massima scomunica, che impediva a ogni buon cattolico di avvicinarlo. Accusato dal Sant'Uffizio, attaccato dall'Osservatore Romano e dalla Civiltà Cattolica, usato come oggetto di scambio tra il regime fascista e la Santa Sede durante la stesura del concordato del 1929, vittima di veri complotti ecclesiastici tesi ad allontanarlo dall'insegnamento, Buonaiuti rinunciò alla cattedra solo nel 1931, rifiutando di giurare fedeltà al regime. Neppure l'Italia nata dalla Resistenza gli rese giustizia: a causa delle pressioni del Vaticano, fu l'unico a non riottenere la docenza fra i dodici professori "non giuranti".
24,00
12,00

L'arcitaliano. Vita di Curzio Malaparte

di Giordano Bruno Guerri

Libro: Copertina morbida

editore: Bompiani

anno edizione: 2021

pagine: 464

"Avventuriero" è la parola con la quale Curzio Malaparte (1898-1957) viene spesso bollato, con frequenti richiami all'Aretino, a Casanova, addirittura a Cagliostro. In effetti la sua vita è romanzesca: soldato, sindacalista, uomo politico, giornalista, scrittore di fama mondiale, autore drammatico, regista, perfino attore, tutto in un turbine di amori, duelli, arresti, scandali e, soprattutto, strani rapporti con il potere. Fascista, venne fatto confinare da Balbo e liberare da Ciano; comunista, venne protetto da Togliatti nonostante il giudizio di Gramsci ("capace di ogni scellerataggine"); luterano e mangiapreti, gli fu attribuita una misteriosa conversione. Malaparte ha dunque lasciato un segno nella società italiana, della quale fu un campione rappresentativo per quanto anomalo: un arcitaliano, insomma. Opera di uno storico che ha già contraddetto i ritratti convenzionali di altri italiani emblematici, questa biografia di Malaparte inquadra il personaggio in un tempo non meno sconcertante di lui e porta per la prima volta alla luce un'ampia documentazione politica, letteraria e privata.
14,00

Gli italiani sotto la Chiesa. Da San Pietro a Twitter

di Giordano Bruno Guerri

Libro: Copertina rigida

editore: La nave di Teseo

anno edizione: 2021

pagine: 484

"Questo saggio non vuole toccare problemi di fede: nessun dogma, nessuna credenza, nessuna fiducia nel divino verranno messi in discussione. E non vuole neanche condividere l'anticlericalismo pronto a fustigare papi corrotti, preti scandalosi, vescovi assassini. La Chiesa stessa ormai ammette di avere risentito - spesso malamente per opera dell'uomo - dei tempi e dei costumi che ha attraversato. Proprio per questo è necessario chiedersi quali tracce abbia lasciato al suo interno la storia umana, come abbia determinato le sue scelte. E soprattutto: che segni ha impresso la Chiesa nel "carattere nazionale"? Cosa ha significato per la Chiesa essere guidata da italiani? Come mai - dopo essere diventati un popolo e avere fondato una nazione anche contro la Chiesa - abbiamo vissuto in uno Stato controllato da un partito cattolico? Come mai nel XXI secolo politici italiani in campagna elettorale, in parlamento o su Twitter citano il Vangelo, affidano le sorti del nostro Paese al cuore immacolato di Maria e stringono in mano il rosario per poi, oltretutto, non vivere davvero da cattolici? Quanto c'è di cattolico nei non credenti? Sono le domande alle quali cerca di rispondere questo libro. Non sarà troppo sorprendente scoprire che il nostro carattere, la nostra vita quotidiana, hanno a che fare con la Chiesa anche in questioni lontanissime dalla religione." (Dall'introduzione di Giordano Bruno Guerri). Giordano Bruno Guerri conduce un'analisi storica vivace e approfondita del rapporto fra gli italiani e il Vaticano, rendendo evidente come questo legame, anche geografico, abbia lasciato segni indelebili sulla nostra società. Un nuovo capitolo della sua "antistoria d'Italia", in una edizione riveduta e ampliata fino all'incarico a Draghi e alle ultime decisioni di papa Francesco su pedofilia nel clero e scandali finanziari.
24,00

In viaggio tra asteroidi e comete

di Giordano Cevolani, Antonio Piazzolla

Libro

editore: L'Onda

anno edizione: 2021

pagine: 208

Dopo la conquista dell'uomo dello spazio circumterrestre, oggi popolato da costellazioni di satelliti, e le diverse sonde lanciate oltre i grandi pianeti gassosi, gli obiettivi più immediati delle missioni spaziali sono Marte e alcuni asteroidi e comete, disseminate nel nostro Sistema Solare. Il volume narra i viaggi interplanetari compiuti dall'umanità con sonde automatiche, alla ricerca di tracce di vita al di fuori della Terra, sonde che, in un futuro non lontano, ci permetteranno di estrarre e sfruttare le risorse esistenti soprattutto nei corpi minori, come gli asteroidi del tipo NEO (Near Earth Objects). Un'avventura iniziata qualche decade fa con le sonde Voyager che, dopo aver oltrepassato l'eliopausa, hanno intrapreso un viaggio che le porterà verso l'ignoto.
18,00

Il fazzoletto rosso di Bisagno. 26 storie garibaldine

di Giordano Bruschi, Beppe Morabito

Libro

editore: Frilli

anno edizione: 2021

pagine: 70

Il 18 maggio 1945 Maria Vitiello, moglie e compagna di GB Canepa, partigiano "Marzo", si trova seriamente ammalata in una cameretta della clinica Montallegro. Aldo Gastaldi "Bisagno" voleva bene a Maria e a "Marzo". Avevano vissuto insieme 20 mesi di guerra partigiana. Maria era stata partigiana vera dal settembre 1943 all'aprile 1945: cuoca, infermiera, compagna dei combattenti a Cichero, a Favale, a Fontanigorda. Quel giorno, poco prima del suo ultimo viaggio nel Trentino, "Bisagno" volle andare da lei e le regalò il suo fazzoletto rosso su cui aveva scritto personalmente il nome di 26 caduti della Divisione Garibaldi "Cichero". Maria conservò gelosamente quella testimonianza unica della Resistenza in Liguria. Giordano Bruschi e Beppe Morabito in occasione del centenario di "Bisagno", ricostruiscono quelle 26 biografie garibaldine.
6,90

Il sigillo dei sigilli. I diagrammi ermetici. Giordano Bruno filosofo e pittore

di Giordano Bruno

Libro

editore: Mimesis

anno edizione: 2015

Giordano Bruno, oltre che filosofo, volle anche esser pittore. Il presente testo si avvicina a quest'aspetto insolito, offrendo al lettore tre strumenti: "Il Sigillo dei Sigilli", una delle sue opere teoriche più importanti, dedicata alla costruzione di un modello della mente e dei suoi straordinari poteri, da tempo al centro della critica; La riedizione completa di due cicli di xilografie autografe di Bruno: "I diagrammi geometrici ed "ermetici", ricostruiti dalle edizioni originali del Cinquecento; Un saggio critico di Ubaldo Nicola che, a partire dagli enigmi posti da questi diagrammi e sulla scorta della teoria emergente del "Sigilius" esamina il tema dell'immaginazione in Bruno.
11,00

Improvviso il Novecento. Pasolini professore

di Giordano Meacci

Libro: Copertina rigida

editore: Minimum Fax

anno edizione: 2015

pagine: 442

"Mi alzo alle sette, vado a Ciampino (dove ho finalmente un posto di insegnante, a 20.000 lire al mese), lavoro come un cane (ho la mania della pedagogia), torno alle 15, mangio, e poi..." È il 1952, e Pier Paolo Pasolini può dedicarsi alla letteratura solo "poi", nel tempo libero dall'insegnamento. Attorno agli anni ciampinesi di Pasolini e ai ricordi dei suoi alunni e dei suoi amici (Bertolucci, Cerami, Pivano) - quei primi anni Cinquanta in cui nasceva "Ragazzi di vita" - Meacci costruisce un libro che è al contempo saggio, reportage, diario di viaggio e racconto, e in cui trova posto un'intera teoria di figure del nostro Novecento (e non solo): Totò, Fellini, Hemingway, gli sfollati del dopoguerra, Mizoguchi, il Vangelo, Mantegna, le tradizioni contadine, Simone Martini, il comunismo, Anna Magnani, Goldrake e Happy Days, l'America, Roma, il terremoto del Friuli, la grande poesia, la "scomparsa delle lucciole". Da quel 2 novembre del 1975; da Ostia a noi, oggi, quarant'anni dopo quella morte che pesa sui cittadini di questo triste, meraviglioso, sfortunato, bellissimo paese: forse è stato già detto tutto, o troppo. O troppo poco, chissà.
15,00

Il sangue del Sud. Antistoria del Risorgimento e del brigantaggio

di Giordano Bruno Guerri

Libro

editore: Mondadori

anno edizione: 2017

pagine: 302

In questo libro, ricco di un'avvincente documentazione, Giordano Bruno Guerri rilegge la vicenda del Risorgimento e del brigantaggio come una "antistoria d'Italia": per liberare i fatti dai troppi luoghi comuni della storiografia postrisorgimentale (come la pretesa arretratezza e miseria del Regno delle Due Sicilie al momento della caduta) e per evidenziare invece le conseguenze, purtroppo ancora attualissime, della scelta di affrontare la "questione meridionale" quasi esclusivamente in termini di annessione, tassazione, leva obbligatoria e repressione militare. Il Sud è stato trattato come una colonia da educare e sfruttare, senza mai cercare davvero di capire chi fosse l'"altro" italiano e senza dargli ciò che gli occorreva: lavoro, terre, infrastrutture, una borghesia imprenditoriale, un'economia moderna. Così, le incomprensioni fra le due Italie si sono perpetuate fino ai nostri giorni. Alcuni briganti spiccano per doti - umane e di comando - non comuni, come Carmine Crocco, che per tre anni tenne in scacco l'esercito italiano; e così le brigantesse, donne disposte a tutto per amore e ribellione; altri rientrano più facilmente nel cliché del bandito o dell'avventuriero, ma tutti contribuiscono a dare volti e nomi a una triste e sanguinaria pagina della nostra storia, che si voleva cancellare. "Non si tratta di denigrare il Risorgimento, bensì di metterlo in una luce obiettiva, per recuperarlo - vero e intero - nella coscienza degli italiani di oggi e di domani".
15,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.