Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di Giovanni Careri

Ebrei e cristiani nella Cappella Sistina

di Giovanni Careri

Libro: Copertina morbida

editore: Quodlibet

anno edizione: 2020

pagine: 304

Negli affreschi sistini numerose scene o figure della storia del popolo ebraico sono presentate come origine, o prefigurazione, della storia cristiana aperta dall'Incarnazione. Il ciclo degli Antenati di Cristo, dipinto sulle lunette e sulle vele della volta, svolge un ruolo essenziale nel connettere le due «età»: l'enumerazione dei patriarchi e dei re della stirpe di Abramo si conclude, in accordo con la genealogia proposta nel Vangelo di Matteo, col nome di Giuseppe, marito di Maria e padre di Gesù. La tradizione iconografica presentava solitamente questi patriarchi come venerabili figure maschili accompagnate dai loro discendenti; Michelangelo stravolge radicalmente le consuetudini figurative accostando, nelle lunette della Sistina, ai nomi degli antenati una straordinaria serie di famiglie immerse nella vita quotidiana: donne che accudiscono i loro bambini o intente ai lavori domestici, vecchi padri pensierosi o addormentati, personaggi erranti, uomini e donne in attesa.
28,00

Envols d'amour. Le Bernin: montage des arts et devotion baroque

di Giovanni Careri

Libro: Copertina morbida

editore: Éditions Mimésis

anno edizione: 2018

pagine: 261

Prefazione di Damisch d'Hubert.
26,00

Voli d'amore. Architettura, pittura e scultura nel «Bel composto» di Bernini

di Giovanni Careri

Libro: Copertina morbida

editore: MIMESIS

anno edizione: 2017

pagine: 184

Il libro analizza tre opere multimediali di Gian Lorenzo Bernini, due cappelle e un altare maggiore. La questione trattata è quella del 'montaggio' di architettura, pittura e scultura in un insieme organico che Bernini ha chiamato «bel composto». Dal punto di vista teorico, la proposta più importante è quella che si propone di modellizzare l'inclusione dello spettatore tramite alcuni dispositivi innestati sull'operazione di rimontaggio tra registri espressivi eterogenei per la natura del loro medium o per il livello (narrativo, concettuale, materico). Il paradigma operativo principale è quello del "montaggio patetico" elaborato da Sergej Éjzenstejn. Il libro si presenta come un contributo allo studio del barocco ma presenta anche notevoli elementi di risonanza con le problematiche attuali dell'arte contemporanea (le installazioni) e del cinema.
18,00

Caravaggio. La fabbrica dello spettatore

di Giovanni Careri

Libro: Copertina rigida

editore: JACA BOOK

anno edizione: 2017

pagine: 384

Michelangelo Mcrisi, detto il Caravaggio (1571- 1610), è una figura fondamentale nella storia dell'arte, un precursore della modernità. Al pittore lombardo, il cui realismo spinse Poussin ad affermare che era nato per «distruggere la pittura», si deve una svolta stilistica decisiva, persino rivoluzionaria, tra i secoli XVI e XVII. Apprezzato per la fedeltà al reale e per l'inedita intensità della luce, l'artista ha operato una profonda riflessione sui dispositivi interni al quadro e sulle sue strategie di interpellazione dello spettatore. Questo libro esplora da vicino la rivoluzione caravaggesca, attraverso i molteplici «specchi» con i quali questo straordinario pittore continua a metterei a confronto. Se lo specchio è l'oggetto di riflessione utilizzato materialmente nei primi autoritratti, nel corso della sua carriera Caravaggio lavora soprattutto sulle diverse forme di riflessività. L'immagine di sé diviene così un luogo di sperimentazione che fa dell'altro uno specchio rivelatore: il travestimento mitologico (da Bacco a Narciso, passando per Medusa), l'alterità culturale o il contrasto dci generi sono tutte espressioni di questa ricerca. Senza limitarsi a seguire il filo della sola biografia di Caravaggio o la vicenda storiografica delle sue opere, Careri rivolge uno sguardo ravvicinato ai singoli quadri come luoghi in cui si esercita un vero e proprio pensiero visivo, non solo attraverso ciò che essi rappresentano, ma per come essi presentano i loro soggetti. La gestualità dei personaggi, i loro sguardi, la luce e le forme propriamente sensibili della pittura fanno dci quadri di Caravaggio altrettanti inviti a farsi somiglianti al Cristo, chiamando il devoto a «conformarsi», per usare le parole di san Paolo. Nell'opera di Caravaggio lo spettatore diviene così il fulcro di un coinvolgimento affettivo, cognitivo e sensibile sino ad allora inedito nella storia della pittura: il quadro non è solo oggetto di visione, ma fabbrica dello spettatore, di forme del guardare, del sapere e del sentire.
150,00

Hubert Damisch, l'art au travail

di Giovanni Careri, Georges Didi-Huberman

Libro: Copertina morbida

editore: Éditions Mimésis

anno edizione: 2016

pagine: 259

26,00

L'histoire de l'art depuis Walter Benjamin

di Giovanni Careri, Georges Didi-Huberman

Libro: Copertina morbida

editore: MIMESIS

anno edizione: 2015

pagine: 209

18,00

Giro del mondo. Vol. 5: Isole Filippine

di Giovanni Francesco Gemelli Careri

Libro: Copertina rigida

editore: UNIVERSITALIA

anno edizione: 2017

pagine: 204

26,00

Giro del mondo. Vol. 4: Cina

di Giovanni Francesco Gemelli Careri

Libro

editore: UNIVERSITALIA

anno edizione: 2017

pagine: 308

Nel 1700, in Napoli, presso lo stampatore Giuseppe Roselli, Gemelli Careri diede alle stampe il quarto volume del "Giro del Mondo", interamente dedicato alla Cina: un diario di viaggio in cui, giorno per giorno, dal 4 agosto 1695, quando approdò a Macao, fino all'8 aprile dell'anno seguente, quando partì alla volta dell'Isole Filippine, annotò tutti i fatti salienti accaduti, soffermandosi sulla descrizione dei luoghi visitati e sulle peculiarità degli abitanti, tale era l'ammirazione di Gemelli Careri per i cinesi, da poter essere anteposti alle altre nazioni «poiché sono stati i primi inventori dello scrivere, della carta, della stampa, della polvere, della porcellana fina, e d'altre varie cose».
26,00

Giro del mondo

di Giovanni Francesco Gemelli Careri

Libro: Copertina rigida

editore: UNIVERSITALIA

anno edizione: 2017

pagine: 322

Il sesto ed ultimo volume del "Giro del mondo" è ambientato nel Vicereame della Nuova Spagna, dove l'autore era giunto nel gennaio 1697, dopo lungo e perigliosissimo viaggio durato due-centoquattro giorni di mare, fino ad approdare nel porto di Acapulco, dove trovò ospitalità presso il convento dei Padri Francescani.
26,00

Giro del mondo

di Giovanni Francesco Gemelli Careri

Libro: Copertina rigida

editore: UNIVERSITALIA

anno edizione: 2016

pagine: 268

"Dalla toga di Astrea feci passaggio al saio di Bellona, ed indi all'abito di peregrino; poiché avendo sì ne' legali cimenti, come ne' militari sperimentata troppo maligna la mia stella, pensai mutando cielo, mitigare in parte il rio influsso. E quantunque la lunga peregrinazione di vari, e disastrosi accidenti fornita, non mi abbia reso immune da' perigli: tuttavolta meno rigida in viaggiando essi meco portato la fortuna; conciossiacosaché alla Divina Provvidenza piaciuto sia di serbarmi per testimonio delle sue miserabili opere, che nel Giro del Mondo, meglio che in un angolo della Terra si ammirano."
25,00

Giro del mondo. Vol. 3: Indostan

di Giovanni Francesco Gemelli Careri

Libro

editore: UNIVERSITALIA

anno edizione: 2016

pagine: 232

"Giammai peregrino, dopo avere assai lungo spazio di tempo, in lontani paesi mille travagli sofferto; non ebbe tanta, e sì gran letizia, in vedersi sotto il patrio tetto, in mezzo a' cari amici, delle vedute cose ragionare; quanta si fu quella, che per l'arrivo nell'Indostan il mio animo dal noioso navigare turbato, ebbe forza di raddolcire. Se il racconto delle pregievoli cose in quel ricco paese, per comodo dell'uman vita, dalla natura allogate, infinito diletto arrecar ne suole; pensate qual dovea essere il mio, in vedendomi sul punto, d'averle co' propri occhi a discernere, ed a presenzialmente prenderne isperienza."
25,00

Giro del mondo. Vol. 2: Persia

di Giovanni Francesco Gemelli Careri

Libro

editore: UNIVERSITALIA

anno edizione: 2016

pagine: 210

"Tutte quelle cose, le quali lunga pezza si desiderano, possedute arrecano una certa tale allegrezza e giubilo, che fa dimenticare de' travagli patiti, e rende l'animo pronto alla sofferenza degli altri. Il simile adivenne a me entrato nel Dominio Persiano [...]".
25,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento