Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di Giovanni De Zorzi

Introduzione alle musiche del mondo islamico

di Giovanni De Zorzi

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. per l'Oriente C.A. Nallino

anno edizione: 2021

pagine: 160

Manuale sulla musica islamica.
16,00

Sama'. L'ascolto e il concerto spirituale nella tradizione sufi

di Giovanni De Zorzi

Libro: Copertina morbida

editore: Jouvence

anno edizione: 2021

pagine: 282

Il termine sama' significa letteralmente ascolto, audizione e, per esteso, concerto spirituale. Esso appare inizialmente in trattati composti in ambienti sufi verso la metà del X sec. d.C. nell'area di Baghdad: durante quei primissimi sama' si ascoltava innanzitutto la cantillazione del Corano, gradualmente affiancata da poesia di carattere amoroso/mistico alla quale poteva poi intrecciarsi il suono di strumenti musicali. Da questo ascolto potevano sorgere negli assorti partecipanti degli intensi stati interiori e degli irrefrenabili movimenti fisici. Poco a poco il sama' divenne una delle pratiche tipiche del tasawwuf ("sufismo") e fiorirono svariati repertori e generi tra le molte confraternite sufi del vasto mondo islamico che giunsero sino al presente e che questo volume prende in esame in alcuni suoi casi specifici.
22,00

Maqam. Percorsi tra le musiche d'arte in area mediorientale e centroasiatica

di Giovanni De Zorzi

Libro: Copertina morbida

editore: Squilibri

anno edizione: 2020

pagine: 324

Con un taglio narrativo e un respiro enciclopedico, il volume ricostruisce un insieme di musiche d'arte che, indicate con il termine arabo maqam, hanno assunto nei secoli caratteristiche comuni - teorie, forme, generi, strumenti, cicli ritmici - nel progressivo diffondersi dell'Islam in un'area vastissima, dall'Andalusia alla Cina, nella quale spiccano come centri musicali di particolare importanza Damasco, Baghdad, Cordoba, Granada, Herat, Tabriz, Costantinopoli, Bukhara, Samarcanda, le sei città oasi sui bordi del Taklamakan e il Cairo. Malgrado differenze anche notevoli, uno stesso retroterra culturale uniformava il pensiero di artisti, scienziati e letterati che si esprimevano in arabo e in persiano, riferendosi - anche in musica - a testi e maestri comuni nella consapevolezza di una koiné destinata ad affievolirsi e poi a disperdersi con l'avvento dei moderni stati nazionali, tra la fine del XIX e gli inizi del XX secolo.
28,00

Musiche di Turchia. Tradizioni e transiti tra Oriente e Occidente

di Giovanni De Zorzi

Libro: Copertina morbida

editore: Casa Ricordi

anno edizione: 2010

pagine: 384

25,00

Compositori alla corte ottomana. Ediz. italiana, inglese, francese e tedesca

di Kudsi Erguner, Giovanni De Zorzi

Libro

editore: Nota

anno edizione: 2013

pagine: 36

Il CD presenta opere di compositori provenienti dalle differenti comunità etniche e religiose dell'impero ottomano (turchi, greci, ebrei, armeni, e anche italiani) attivi a corte dal XVII al XIX secolo. Tra loro figurano autori turchi (Elçi, Itrî, i sultani Selim III e Mahmud II) così come dell'armeno Limonciyan, dell'ebreo Aron Hamon, del greco Petros e dell'italiano Giuseppe Donizetti. Scrive Kudsi Erguner a proposito della musica colta ottomana: «purtroppo, per una concezione sbagliata, una simile eredità viene detta ancor oggi "musica classica turca": per me si tratta invece della musica classica di molte genti che hanno condiviso una storia comune in seno all'impero ottomano. Non è quindi una musica fatta per essere apprezzata secondo l'appartenenza nazionale ma secondo il gusto di una cultura comune, esattamente come la musica classica europea».
15,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.