Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di Giulio Zavatta

Raffaello. La Madonna Diotallevi. La vicenda storico-critica

di Giulio Zavatta

Libro: Copertina rigida

editore: NFC Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 136

La vicenda critica che si è concentrata su quest'opera annovera pertanto i più importanti nomi della storia dell'arte, che quasi concordemente la considerano autografa. Considerando le sue peculiarità, non è mancato chi, come Adolfo Venturi, volle riconoscerla come opera di una personalità altra da Raffaello o dal maestro Perugino, ipotizzando l'esistenza di un "Maestro della Madonna Diotallevi". Roberto Longhi ha invece insistito sulle differenze che si possono osservare tra la Madonna, più "primitiva" e peruginesca, e le figure del Bambino e San Giovannino, che sembrano quantomeno prefigurare il periodo fiorentino del Sanzio: la tavola sarebbe stata quindi "dipinta a più tornate". Se la vicenda critica del dipinto, comprensibilmente, può annoverare decine di opinioni e testi redatti dai più importanti critici, la sua storia collezionistica - che le dà il nome - è rimasta pressoché sconosciuta, in conseguenza della sua vendita avvenuta tra il 1841 e il 1842.
35,00

Disegni antichi della Pinacoteca di Faenza. La collezione Giuseppe Zauli

di Giulio Zavatta

Libro: Copertina rigida

editore: NFC Edizioni

anno edizione: 2018

pagine: 174

Questo volume nasce dal ritrovamento nei depositi della Pinacoteca di Faenza di un corpus di circa 60 disegni provenienti dalla collezione di Giuseppe Zauli. La collezione fu acquistata dalla Municipalità nel 1797 per la nascitura scuola del disegno. Con l'occasione della schedatura scientifica dei fogli ritrovati, quasi tutti inediti, è stata approfondita la figura di Giuseppe Zauli. Sauro Casadei ne ha scritto un profilo biografico: la vita privata, il docente e fondatore della scuola di disegno, gli incarichi pubblici, il conoscitore apprezzato anche da Luigi Lanzi, il collezionista che acquisì la raccolta del grande incisore Giovanni Bernardi conosciuta anche da Vasari, il fondatore della Pinacoteca e tutore del patrimonio artistico della città, per finire con il suo rapporto con l'illustre allievo Tommaso Giulio Zavatta si occupa invece del fondo di disegni ritrovato: una contestualizzazione nell'ambito delle nascenti scuole di disegno ha ampliato notevolmente gli orizzonti: la cattedra fu molto ambita e fu assegnata a Zauli non senza la presenza di agguerriti competitori, come Francesco Alberi. La questione inoltre assunse una dimensione nazionale, e coinvolse il ministro della Repubblica Cisalpina Daniele Felici Cappello e il celebre artista Andrea Appiani. Vengono quindi analizzati gli stretti rapporti di Giuseppe Zauli con il maestro Gaetano Gandolfi e vengono così contestualizzati numerosi disegni gandolfeschi ancora presenti in collezione, oltre ai fogli di Giacomo Cavedone, Felice Cignani, Ercole Graziani, Francesco Monti, Vittorio Maria Bigari, Marcantonio Franceschini. I disegni dimostrano una sostanziale continuità con i gusti dell'Accademia di Bologna, della quale Zauli fu allievo. Un saggio particolare è infine dedicato ai fogli di Ferraù Fenzoni provenienti dalla raccolta Zauli.
40,00

Andrea Palladio e Verona. Committenti, progetti, opere

di Giulio Zavatta

Libro: Copertina morbida

editore: NFC Edizioni

anno edizione: 2015

pagine: 352

Le opere veronesi di Andrea Palladio sono spesso state definite "marginali" o "periferiche" e allo stesso modo i committenti scaligeri dell'architetto sono stati considerati per i loro reciproci rapporti e contestualizzati in un ristretto milieu esclusivamente atesino. Nel volume è invece documentata una fitta e spesso sorprendente trama di rapporti tra i clienti veronesi di Palladio e il patriziato vicentino e veneziano che promosse le imprese dell'architetto. La documentazione dimostra inoltre il mecenatismo dei Serego rivolto a artisti e letterati: anche in questo contesto i committenti veronesi dimostrano di appartenere all'ambito culturale veneto più eletto al quale partecipavano numerosi amici e sodali di Andrea Palladio.
40,00
18,00

Veronella invisibile. Dall'antica Cucca alle corti d'Europa, da Carlo V a Palladio

di Giulio Zavatta

Libro: Copertina rigida

editore: NFC Edizioni

anno edizione: 2015

pagine: 180

30,00

Taccuini d'arte. Rivista di Arte e Storia del territorio di Modena e Reggio Emilia. Volume 13

Libro: Copertina morbida

editore: NFC Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 148

Contributi di:Silvia Pellegrini; Cinzia Cavallari; Daniele Guernelli; Massimo Mussini; Sonia Cavicchioli; Alessio Bartolucci; Matteo Agnoletto; Paolo Brenni; Maria Montanari; Martina Becattini; Elisabetta Farioli; Umberto Nobili.
20,00

Il Tezon di Veronella. Dal salnitro al sociale: la storia, il restauro, il futuro

Libro

editore: NFC Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 176

Il tezon di Veronella è un edificio cinquecentesco, una delle ultime fabbriche da salnitro rimaste intatte in Veneto. Il volume, pubblicato in occasione del restauro e della riconfigurazione funzionale dell'edificio, contiene studi sulla sua storia e più in generale sulla diffusione e sulla funzione dei "tezoni" da Salnitro nell'epoca della Serenissima Repubblica, la relazione sul restauro e la descrizione delle nuove finalità sociali che ne caratterizzeranno le funzioni. Sono così tratteggiati passato, presente e futuro di una delle ultime fabbriche di polvere da sparo del Cinquecento.
30,00

Il Manierismo nei musei italiani. Ediz. italiana e inglese

di Alessandra Bigi Iotti, Giulio Zavatta

Libro: Copertina rigida

editore: Scripta Maneant

anno edizione: 2022

pagine: 384

Il viaggio tra Pinacoteche, Musei e Luoghi di Culto alla ricerca dei capolavori celebrati e di quelli dimenticati del Manierismo, il più controverso tra gli stili dell'Arte Moderna. Un secolo d'arte, dal contatto con i maestri del Rinascimento sino ai primi decenni del XVII secolo. Il volume è l'affascinante percorso nella storia dell'arte nel territorio italiano alla scoperta di opere che rappresentano autorevolmente una parte importante delle nostre bellezze e dei nostri tesori.
64,00

Il catalogo della Collezione Züst di Antonio Morassi (1957)

di Silvia Valle Perri, Giulio Zavatta

Libro

editore: Salvioni

anno edizione: 2019

pagine: 180

Nel 1957 Giovanni Züst, imprenditore e filantropo residente a Rancate, incarica Antonio Morassi, studioso di fama internazionale di stilare il catalogo della sua collezione di dipinti. Di recente è emersa l'importante documentazione raccolta da Morassi, si tratta dell'elenco commentato di un centinaio di opere catalogate dallo studioso: molte di esse estranee all'ambito ticinese e lombardo. Il presente volume raccoglie i testi introduttivi di Mariangela Agliati Ruggia, Michela Agazzi, Giulio Zavatta e Silvia Valle Parri.
24,00

Profili del mondo. Il racconto naturale e l'umano paesaggio

Libro: Copertina rigida

editore: NFC Edizioni

anno edizione: 2016

pagine: 232

30,00
12,00

1526 Antonio da Sangallo il Giovane in Romagna

di Giulio Zavatta

Libro: Copertina morbida

editore: Angelini Photo Editore

anno edizione: 2008

pagine: 304

32,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.