Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Giuseppe Appella

Antonietta Raphaël. Catalogo generale della scultura

di Giuseppe Appella

Libro: Copertina rigida

editore: ALLEMANDI

anno edizione: 2016

pagine: 230

Dopo Soutine e Chagall, divulgatori di un multilinguismo proprio delle comunità chassidiche prima dell'avvento del nazismo, ecco la scultura di una donna-artista misteriosa e affascinante, dura e inflessibile, in settantacinque anni di viaggi, di incontri, di precarietà, di clandestinità, di persistenti ricerche sulle necessità creative, di evocazioni nostalgiche e tensione all'inquietudine, all'analisi, all'uso della memoria. Approdata a Roma nel 1925, compagna di Mario Mafai, vi trasferisce gli elementi di una cultura eccentrica e anarcoide, antiaccademica, eccitata e fantastica, colma di energia e di movimento, di ignote emozioni, con un pittoresco bagaglio di interessi musicali, di immagini della terra natale, di temi iconografici, primo fra tutti quello della maternità, coltivato nel corso degli anni senza farsi condizionare dalla tradizione.
90,00

Sanfilippo

di Giuseppe Appella

Libro

editore: De Luca Editori d'Arte

anno edizione: 2014

18,00

Bruno Conte. Le carte, i libri

di Giuseppe Appella

Libro: Libro in brossura

editore: Mart

anno edizione: 2013

pagine: 80

10,00

I Giovanola di Gian Luigi

di Remo Danovi, Giuseppe Appella

Libro: Libro Cartonato

editore: Gli Ori

anno edizione: 2017

pagine: 128

15,00

Alberto Gianquinto. Catalogo generale dei dipinti dal 1947 al 2003

di Giuseppe Appella, Bruna Fontana

Libro: Copertina rigida

editore: De Luca Editori d'Arte

anno edizione: 2012

pagine: 848

Una "visita" per immagini e documenti (viene ricostruita, per la prima volta, in un lungo capitolo, la vita e la fortuna critica dell'artista veneto) all'opera, lunga quasi sei decenni, di un protagonista della cultura che dagli anni Venti-Trenta, ricollegandosi non solo al Settecento veneziano di Tiepolo e Piazzetta ma anche all'esperienza di Morandi e De Pisis, analizza le più sottili emergenze del dopoguerra e si inserisce, di diritto, in quella complessa e ricca pittura europea che ha avuto in De Stael e Bacon le sue punte di diamante. Duemilatrecento sono le immagini delle opere rintracciate e schedate rispettando la singolare elaborazione di continuità e di lunga durata messe in campo da Gianquinto nello spazio dello studio di Venezia prima, di Jesolo poi. Uno spazio che è l'idea stessa del dipingere e rende possibile questa moltiplicazione incessante di quadri che si inseguono come le quinte di una grande scena nel teatro della vita amplificando la consuetudine, tutta italiana, di pensare il proprio passato. Figure, alberi, rami fioriti, nature morte, paesaggi veneti ma anche di un meridione assolato e fermo nel tempo, spesso commentati sul verso delle tele, scandiscono architetture di spazi secondo ritmi di vuoti e pieni, scrivono col pennello premuto sul fondo date e parole che fermano la memoria su momenti dell'esistenza e della storia, tessono scale di toni ora densi ora lievi non non dissimili dall'adorata musica.
240,00

Arnoldo Ciarrocchi. Catalogo generale dell'opera incisa 1932-2002

di Giuseppe Appella

Libro

editore: De Luca Editori d'Arte

anno edizione: 2009

pagine: 366

Un catalogo generale e uno strumento per i collezionisti, mercanti, amatori e studiosi d'arte. Una accurata analisi dell'intera produzione grafica di un protagonista del Novecento: Arnoldo Ciarrocchi. Raffinato e sensibile interprete della cultura marchigiana, Arnoldo Ciarrocchi (Civitanova Marche 1916-2004), ha legato il suo lavoro ai "sapori", agli "odori", alle luci e alle ombre della sua terra. L'artista ha iniziato la sua lunga attività di incisore e grafico alla fine degli anni '30 quando, terminati gli studi all'Istituto d'arte a Urbino, si trasferisce a Roma, per allontanersi quasi subito dagli ambienti romani, per isolarsi e dedicarsi a svolgere il suo lavoro nella Calcografia Nazionale. Attualmente è considerato uno tra i migliori incisori contemporanei, per la tecnica raffinata e per la distinguibile sensibilità del segno grafico.
180,00

I gioielli di Dino Basaldella. Catalogo della mostra (Udine 15 dicembre 2007-30 marzo 2008-Trieste, 1 febbraio-30 marzo 2008)

di APPELLA GIUSEPPE

Libro: Copertina morbida

editore: De Luca Editori d'Arte

anno edizione: 2008

pagine: 192

Questo volume, catalogo dell'omonima mostra allestita a Udine e a Trieste, rappresenta un omaggio a Dino Basaldella, restituendo al patrimonio nazionale una grande figura d'artista ancora poco nota al grande pubblico. Insieme con i fratelli minori Afro e Mirko, Dino, il primogenito, ha esordito giovanissimo nel contesto culturale friulano per poi affermarsi in tutto il contesto nazionale a partire dagli anni '20 del Novecento. Viene qui presentata la sua produzione orafa, uno degli aspetti più singolari e fondanti della sua multiforme e pluridecennale attività artistica fondata sulla ricerca intorno alle arti plastiche. Studiati e riprodotti in queste pagine, circa un centinaio di pezzi di oreficeria che, assieme ai relativi disegni preparatori, gessi e sbalzi, testimoniano la ricchezza di un percorso ideativo capace di elevare il mestiere artigianale al rango di vera e propria creazione artistica.
24,00

Dodici disegni per due sculture

di Giuseppe Appella, Anna Imponente

Libro: Copertina morbida

editore: GANGEMI

anno edizione: 2010

pagine: 64

20,00

Stamperia Bulla

di Giuseppe Appella

Libro

editore: De Luca Editori d'Arte

anno edizione: 2002

31,00

Masini visita Orazio. 38 xilografie 1977-2004

di Giuseppe Appella, Gaetano Cappelli

Libro: Libro rilegato

editore: Erreciedizioni

anno edizione: 2009

pagine: 112

4,00

Antonio Sanfilippo. Catalogo generale dei dipinti dal 1942 al 1977

di Giuseppe Appella, Fabrizio D'Amico

Libro: Copertina rigida

editore: De Luca Editori d'Arte

anno edizione: 2007

pagine: 356

Fabrizio D'Amico e Giuseppe Appella presentano il catalogo generale delle opere di Antonio Sanfilippo. Nel volume, edito per i tipi della De Luca, sfila quindi tutta la produzione del maestro siciliano. L'artista esordisce nel secondo dopoguerra con lo stile Neocubista, allora di tendenza in Italia. Nel 1947, insieme con Carla Accardi (che diventerà sua moglie due anni dopo), Attardi, Consagra, Dorazio, Maugeri, Turcato, fonda il gruppo "Forma 1" il movimento più rilevante sul fronte dell'arte astratta in Italia, che si opporrà al linguaggio del realismo e del populismo artistico, a cui aveva inizialmente aderito. La metà del secolo XX vedrà Sanfilippo sulla strada del concretismo di matrice cubista e costruttivista, che lo condurrà successivamente ad elaborare il "segno" di Sanfilippo che, similmente ad artisti come Capogrossi, lo aiuterà a riassumere la complessità dell'esperienza visiva in un codice aniconico ma allo stesso tempo modulare, incisivo e musicale. Muore a Roma in un incidente stradale il 31 gennaio del 1980.
180,00

AMERIGO BARTOLI.

di APPELLA, GIUSEPPE.

Libro: libro varia

editore: FIRENZE LIBRI

anno edizione: 1990

77,47

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.