Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Guido Michelone

Miles Davis. La vita, la musica, il mondo

di Guido Michelone

Libro: Copertina morbida

editore: Melville

anno edizione: 2019

pagine: 156

Il racconto della vita e dell'arte dí una leggenda del jazz Miles Davis è una leggenda del jazz. Questo libro rende omaggio al grande trombettista afroamericano raccontandoci il suo mondo, la sua musica, le sue performance, i suoi dischi. Tra le figure centrali della storia della musica del secondo Novecento, Miles Davis è l'artista che abbatte ogni barriera e tradizione, facendo compiere al jazz per lo meno tre svolte epocali: nel 1949 il cool, nel 1958 il modale, nel 1969 il rockjazz; e altre due innovative, ma incompiute, come il jazz-funk nel 1974 e il rap-jazz nel 1991. Artista prolifico e geniale, in grado di inserirsi nelle fondamentali dinamiche della ricerca sonora del secolo appena trascorso, fra spinte innovative e accoglienze mediali, fra ricerca avanguardista e moduli popolareggianti, fra estetica e business, Miles Davis può essere definito l'emblema dell'artista totale: si è dedicato alla pittura e al disegno, ha recitato come attore al cinema e in tivù, è stato protagonista di video-clip, ha composto musica per film e per il teatro, ha scritto un libro autobiografico, è stato performer nel senso più totale della parola: azione, gesto, sguardo, mimica, silenzi, rumori, suoni. Il filosofo Massimo Donà ha scritto di lui: «Miles Davis libera il presente per farne emergere le infinite possibilità poietiche; e lo fa ponendo in essere una forma musicale capace di far risuonare nelle proprie griglie formali il chaos di un'origine di fatto mai esauribile o esaurita».
18,50

Musica e politica. Il ventennio che ha cambiato il mondo 1958-1978

di Guido Michelone

Libro: Copertina morbida

editore: Melville

anno edizione: 2019

pagine: 300

Vent'anni che cambiano tutto, svegliando le coscienze, sconvolgendo gli animi, rivoluzionando l'intero pianeta, dal costume alla società, dalle arti alle ideologie: tutto questo è ancora vivo e presente nel mondo delle sette note. Rock e pop, jazz e folk, soul e blues, canzone d'autore e avanguardia estrema, insomma quel periodo sta ancora positivamente connotando gruppi e cantanti, orchestre e solisti, interpreti e compositori, dischi e concerti, tecnologie ed estetiche. La politica influenza la musica fra utopie, speranze, disillusioni, e viceversa la musica s'ispira alla politica nel costruire il presente e il futuro, senza nulla perdere dell'identità comunicativa e del fascino spettacolare. Partendo da una ventina di leader carismatici - statisti, presidenti, guerriglieri, agitatori, filosofi, intellettuali - intere generazioni si realizzano attraverso i brani via via ispirati a politici acclamati, eseguiti da star o persone anticonformiste in un turbinio stili, tendenze, linguaggi, controculture, raccontati attraverso le voci di chi ha vissuto un'epoca con affetto, nostalgia, amore, passione: ecco dunque un turbinio di rivoluzionari protagonisti, indimenticabili, fra centinaia di dischi a 33 e 45 giri. Il libro racconta la storia di questo inarrestabile fenomeno di massa e degli artisti e delle canzoni che maggiormente hanno contribuito a generarlo.
19,90

Il jazz e le arti. Il sound afroamericano nell'universo estetico contemporaneo

di Guido Michelone

Libro: Copertina morbida

editore: ARCANA

anno edizione: 2019

pagine: 350

Il jazz intrattiene da sempre rapporti stabili e duraturi con ogni forma di espressione artistica e comunicativa, dagli ambiti strettamente musicali (il rock, il folk, la classica, la canzone) ai territori fascinosi delle arti figurative (pittura, fumetto, grafica, architettura, fotografia, persino urbanistica), dalla parola scritta (poesia, romanzo, noir, anche autobiografia) ai linguaggi audiovisivi (film, documentario, tv, dvd), fino a inventare nuovi seducenti esempi di performance interdisciplinari (action painting e jazz poetry, soundie e musicazione), interessando altresì il costume sociale (moda e modernariato) e ovviamente i precipui ambiti tecnologici (live e studio album, soundtrack). Il jazz influenza le arti visive e ne viene a sua volta positivamente sedotto in un turbinio di esperienze che questo libro racconta, trattando ben 20 arti diverse e raccontando le passioni di decine e decine di artisti che, pur senza fare musica, sono jazzmen a tutti gli effetti.
23,50

Il jazz-film. Rapporti tra cinema e musica afroamericana

di Guido Michelone

Libro: Copertina morbida

editore: ARCANA

anno edizione: 2019

pagine: 352

Jazz e cinema, due fenomeni, due arti, due linguaggi che hanno attraversato burrascosamente il ventesimo secolo per proiettarsi, con immutata forza creatrice, nel secolo nuovo. Due forme espressive e artistiche coeve - nascono quasi simultaneamente - da intendersi quali grandissimi fenomeni del nostro tempo, perché in poco più di cent'anni hanno compiuto sul piano evolutivo un'accelerazione non paragonabile a quella delle altre discipline. Ma jazz e cinema non condividono soltanto questi aggiustamenti da studi teorici o da categorizzazioni archetipe: il rapporto più o meno diretto tra loro, con reciproche influenze, per quanto poco manifeste, e ancor meno evidenziate da ricerche, analisi o metodologie, risulta invece alquanto costruttivo e stimolante. Un terreno di studi, appunto, sostanzialmente inesplorato, se non in questo profondo e innovativo studio che torna in libreria in edizione ampliata e aggiornata. L'argomento di questo libro riguarda soprattutto il cinema che si impadronisce del jazz e non viceversa; e proprio perché il cinema si dedica al jazz in svariatissime maniere, il testo di Michelone ne scruta - a parte all'inizio l'esaustivo compendio storico - una in particolare, ossia i film che hanno per contenuto il jazz medesimo sotto forma di fiction e di documentario, con le storie vere, false, romanzate, fantasiose, realistiche di musicisti autentici, inesistenti, credibili o immaginari.
22,00

The Clash. Vite, idee, canzoni

di Guido Michelone

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Theoria

anno edizione: 2019

pagine: 350

The Clash, un gruppo cult nella storia della musica, raccontati come un immenso meraviglioso vocabolario, in cui le parole prendono la forma di storie, idee, sogni, riflessioni. Partendo da luoghi, persone, fatti, album, canzoni e pensieri degli stessi Joe Strummer, Mike Jones, Paul Simonon, Topper Headon - ovvero i Clash nella formazione classica - ecco composto un mosaico di idee, citazioni, battute che servono a illustrare la vicenda artistica di uno dei gruppo rock per antonomasia. Partiti da Londra quattro ragazzi conquistano il mondo grazie a un impegno costante verso la realtà sociale, facendosi subito conoscere e riconoscere con una vena punk e new wave intrisa via via di echi caraibici (ska, reggae, bluebeat) e nordamericani (soul, funk, jazz, rockabilly) che ancor oggi suona attualissima.
18,00

Fabrizio De André. La storia dietro ogni canzone

di Guido Michelone

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Theoria

anno edizione: 2018

pagine: 204

Per la prima volta un libro racconta tutte le opere di Fabrizio De André (1940-1999), brano per brano, in ordine alfabetico. Tutti i pezzi scritti, cantati, musicati, interpretati dal grande Faber dal 1955 al 1998, che vanno a comporre un "canzoniere" immenso: da "'A cimma a Zirichiltaggia", passando per "Bocca di Rosa", "Don Raffaè", "Fiume Sand Creek", "Il pescatore", "La canzone di Marinella". Non solo le 130 canzoni (edite e inedite) pubblicate ufficialmente su disco a suo nome, ma anche quelle - quasi una novantina - dove la presenza è per così dire secondaria, nascosta, discreta o indiretta, ma contribuisce appieno alla realizzazione di opere d'arte, così come va oggi ritenuta la "canzone d'autore", di cui Fabrizio De André resta l'indiscusso, assoluto protagonista, ieri come oggi.
16,50

Vasco Rossi. Una vita spericolata in equilibrio sopra la follia

di Guido Michelone, Vittoria Chiarenza

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Theoria

anno edizione: 2018

pagine: 589

Non è una biografia tradizionale, è una vascologia (dal greco -loghía «trattazione» su Vasco Rossi): il viaggio parte da Zocca il 7 febbraio 1952 e ripercorre, nota dopo nota, canzone dopo canzone, l'avventura del Blasco fino ai giorni nostri. Si addentra nella storia della musica del rocker svelandone con fine incanto la profondità dei significati e la forza travolgente con cui ha acceso le luci dell'anima e commosso il cuore di milioni di persone. Queste pagine, attraverso le sue canzoni, sanno di vita, bruciano di coraggio e profumano di speranza.
19,00

Jazz sound. 1920-2020. 100 musicisti 500 dischi

di Guido Michelone

Libro: Copertina morbida

editore: Melville

anno edizione: 2019

pagine: 240

Cento anni di storia jazz mondiale in 100 musicisti e 500 dischi: un viaggio tra vecchi e nuovi protagonisti di una musica secolare, da classica a sempreverde, da giovane ad avveniristica, tra presente e futuro. Mai come questo primo secolo, il jazz è una presenza stabile, marcata, diffusa in tutto il pianeta per quantità e soprattutto qualità di idee, utopie, soluzioni espressive. Per districarsi tra le centinaia di jazzisti soprattutto americani ed europei dai valori indiscussi e dalla fama internazionale, ecco un utile guida che segnala e descrive i personaggi più significativi e i loro migliori album realizzati appunto in decenni carichi di forti passioni musicali. Lo si chiami ragtime, hot, dixieland, swing, bebop, cool, mainstream, hard bop, free, modale, fusion, neo-bop, ethno, post-free, acid, manouche, revival o semplicemente jazz, resta comunque un sound autentico, esemplare, variegato soprattutto bello, durevole, affascinante come non mai.
19,90

Jazz blues soul talkin'. 30 conversations 1938-2019

di Guido Michelone

Libro: Copertina morbida

editore: EDUCatt Università Cattolica

anno edizione: 2019

pagine: 202

10,00

Pop music. Segni e linguaggi

di Guido Michelone

Libro: Copertina morbida

editore: CASA MUSICALE ECO

anno edizione: 2018

pagine: 438

La musica pop come non è mai stata raccontata: l'immenso panorama internazionale degli ultimi sessanta-settant'anni nelle svariate declinazioni rock, folk, punk, rap, soul, blues, jazz, ecc., attraverso una serie di riflessioni (rigorosamente scandite in capitoli e paragrafi con puntuali indicazioni su cantanti, gruppi, canzoni, dischi, luoghi, corollari) sulle qualità, sulle contraddizioni, sulle svolte epocali del sound giovanile, dello show business, dell'industria musicale. La musica pop va spiegata, vissuta, amata, ben oltre i tradizionali parametri della musicologia classica: ecco perché il racconto qui procede fra diversi raffronti con il mondo delle arti performative, delle estetiche contemporanee, delle mode talvolta effimere, del costume sociale, degli eventi storici, dei movimenti civili, delle idee politiche, delle altre sonorità, fino a creare un universo multicolore, dove la stessa musica pop diventa l'emblema al contempo semplice e complesso del nostro mondo contemporaneo. Premessa di Jesse Chastain Dayle.
29,00

Jazz. Musica improvvisata audiotattile

di Guido Michelone

Libro: Copertina morbida

editore: EDUCatt Università Cattolica

anno edizione: 2018

pagine: 162

Nell'anno del 101° anniversario dell'incisione del primo disco di musica jazz, Guido Michelone pubblica una raccolta di undici saggi e articoli interamente dedicati a questo genere musicale. "Jazz musica improvvisata audiotattile" è infatti una selezione eterogenea di voci enciclopediche che ne ripercorrono la storia, di riflessioni di teorici della musica professionisti e di interviste a famosi musicologi, tutti accumunati dalla passione per quella che molti definiscono "la musica del XX secolo".
10,00

Voglio trovare un senso. Quando la musica emoziona anche a parole

di Guido Michelone

Libro: Copertina morbida

editore: Undici

anno edizione: 2017

pagine: 118

In questo viaggio per voler "trovare un senso" alla musica, tutti - dal solista ostinato al cantante commerciale, dalla rock star maledetta al compositore di nicchia - si adoperano per dare espressioni intelligenti, argute, lungimiranti, per esprimere in fondo l'inesprimibile nei confronti della musica stessa. Ecco 365 musicisti (e 100 scrittori) rivelare arguzia, preparazione, sincerità, orecchio, perché la musica in fondo è proprio qualcosa di vicino o connaturato all'udito umano in quanto organo di senso. La pagina scritta si trasforma così in un'architettura di suoni e di ascolti: note, accordi, ritmo, armonie, melodismi non solo in contatto fra loro, ma anche in testa o sulla bocca di chi vive la classica, il pop, il rock in modo autentico, coerente, genuino, creativo.
10,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.