Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di Ivan A. Bunin

Giorni maledetti

di Ivan A. Bunin

Libro: Copertina morbida

editore: Voland

anno edizione: 2021

pagine: 224

Inizialmente pubblicato su un periodico parigino e solo nel 1936 uscito in volume, Giorni maledetti è la terribile cronaca - ambientata sullo sfondo di due citta, Mosca e Odessa - della guerra civile che insanguinò la Russia tra il 1918 e il 1919. Protesta appassionata contro la rivoluzione bolscevica e insieme difesa nostalgica delle fondamenta patriarcali della Russia, il libro è uno dei rari resoconti del periodo che avrebbe cambiato per sempre il destino della Russia. Bunin riferisce di conversazioni catturate per strada, cita estratti di giornali e discorsi di personaggi illustri, evoca le grandi figure letterarie e politiche dell'epoca senza nascondere avversioni e antipatie. Tradotto per la prima volta in italiano, "Giorni maledetti" è anche l'unica opera in cui l'autore abbandona il suo abituale e altero riserbo per dare voce alla disperazione personale di fronte alla "catastrofe" rivoluzionaria.
18,00

A proposito di Cechov

di Ivan A. Bunin

Libro: Copertina morbida

editore: ADELPHI

anno edizione: 2015

pagine: 223

Nel 1952 a Ivan Bunin, ormai confinato in un letto a causa delle pessime condizioni di salute, capitano tra le mani i volumi dell'epistolario di A.P. Cechov, che si andava allora pubblicando in Urss. E quella lettura è per lui come una scossa improvvisa perché gli fa rivivere i momenti di una intensa amicizia - nata nel 1895 e interrotta soltanto dalla morte di Anton Pavlovic nel 1904 -, in cui il vincolo affettivo si fondeva con la venerazione per il talento del maestro. Turbato, commosso, Bunin scopre ora con quale fervida considerazione Cechov parlasse di lui nelle lettere agli amici, e decide di contraccambiare il calore di quei sentimenti scrivendo o dettando alla moglie i suoi ricordi. L'amico è evocato soprattutto nella dimensione quotidiana, alle prese con la malattia, nel rapporto con i suoi cari, assorbito da un ideale artistico assoluto, intento a riflettere sui princìpi etici che devono governare la vita. La sua indole complessa e schiva, eppure sempre benevola, si manifesta attraverso conversazioni, giudizi, impressioni fuggevoli, battute, frammenti di lettere. Ma Bunin si imbatte anche in un'altra sorprendente rivelazione: le memorie della scrittrice Lidija Avilova, pubblicate postume nello stesso periodo, fanno riemergere l'amore impossibile, e gelosamente custodito fino alla tomba, che legò il destino di Anton Pavlovic a quello di lei.
14,00

Il signore di San Francisco e altri racconti

di Ivan A. Bunin

Libro: Copertina morbida

editore: ADELPHI

anno edizione: 2020

pagine: 244

Quello di Bunin è un «severo talento», si legge nella motivazione del Premio Nobel di cui fu insignito nel 1933 - e in effetti la sua prosa terribilmente precisa, densa, intransigente riesce a essere non meno implacabile di quella di ?echov. Bunin non racconta solo storie della sua terra: prima del '17 è stato anche un appassionato viaggiatore, e i paesaggi geografici e umani da lui osservati - soprattutto l'Oriente, dove gli europei possono percepire «un vago sentore della vita, della morte, del divino», e l'Italia, dove ha soggiornato a lungo - si riverberano nei racconti radunati in questo libro, fra i quali il lettore troverà alcuni vertici della sua narrativa. Come "Il signore di San Francisco", dove il viaggio per mare di un ricco americano e della sua famiglia evoca con rara intensità il «dolce inganno della vita»; o come "Il respiro lieve", prodigiosa miniatura su uno dei temi prediletti da Bunin: quella frenesia «di accogliere nel proprio cuore tutto il mondo visibile e invisibile prima di farne dono a qualcun altro» che si chiama amore.
20,00

Il villaggio

di Ivan A. Bunin

Libro: Copertina morbida

editore: CORBACCIO

anno edizione: 2019

pagine: 254

"Il villaggio", scritto dal premio Nobel per la letteratura Ivan Bunin, è un ritratto potente della vita rurale nella Russia meridionale ambientato all'epoca della rivoluzione del 1905. Attraverso le vicende dei fratelli Tikhon e Kuzma, figli di un bottegaio e discendenti da una famiglia di servi della gleba, Bunin mette in scena la vita di un villaggio, che è poi la vita di tutta la Russia perché «la Russia, tutta la Russia, non è che un villaggio». E ne emerge un quadro dipinto nelle tinte opache della neve sporca, dei colori spenti dei campi bagnati da una pioggia incessante e delle abitazioni miserabili degli abitanti del paese. Tikhon, arraffone e grezzo, è riuscito ad arricchirsi con il commercio, ma soffre per la mancanza di un figlio; Kuzma invece, apparentemente dotato di qualche talento letterario, vive in miseria dandosi al bere, finché non viene chiamato dal fratello come sorvegliante di una sua tenuta. Né l'uno né l'altro sono felici e nessuno dei due è meglio dell'umanità che li circonda: mercanti, funzionari, padroni, prostitute, vagabondi, monaci, pezzenti e soprattutto contadini, un'umanità dolente, crudele e attaccabrighe, religiosa solo per paura del castigo divino. Un popolo immutabile in quello che sembra un eterno presente, apparentemente impermeabile all'inizio dei movimenti rivoluzionari che, nell'immensità della campagna russa, risuonano solo come tuoni lontani.
18,00
5,90

L'ombra di Huma. Poema di un viaggiatore

di Ivan A. Bunin

Libro: Copertina rigida

editore: LEMMA PRESS

anno edizione: 2018

pagine: 296

Ivan Bunin, poeta, autore di romanzi e racconti brevi, amico di Cechov e Gor'kij, è stato il primo russo a ricevere il premio Nobel per la letteratura. Il racconto del viaggio intrapreso in Medio Oriente nel 1907, qui tradotto in italiano, rivelò l'unicità del suo talento, in cui prosa e poesia, nitido presente e ombre del passato s'intrecciano, riflettono, confondono.
12,00

L'amore di Mitia

di Ivan A. Bunin

Libro

editore: Salento Books

anno edizione: 2007

pagine: 104

12,00

L'ultimo appuntamento e altri amori

di Ivan A. Bunin

Libro: Copertina morbida

editore: Salento Books

anno edizione: 2004

pagine: 76

Vincitore del premio Nobel nel 1933, Ivan Bunin dedica questi cinque racconti all'amore, in un appassionato contrappunto tra fragile ed esaltata sentimentalità romantica ed eccessi istintivi; inaspettati affetti che erompono da una relazione solo apparentemente passeggera e illusioni effimere come un bacio rubato all'ultimo momento. Un universo dualistico diviso fra luce e tenebra, gioia e tormento, euforia e ripiegamento introverso, ove alla contraddittorietà del reale fa spesso riscontro quella della natura umana. Cinque perle della narrativa breve da un maestro dell'affabulazione e dell'introspezione psicologica sullo sfondo dell'immensa provincia russa percorsa da inquietudini forti e travolgenti.
8,00

La liberazione di Tolstoj

di Ivan A. Bunin

Libro

editore: Pensa Multimedia

anno edizione: 2005

pagine: 264

16,00

Un respiro leggero ed altri racconti

di Ivan A. Bunin

Libro

editore: LA CONCHIGLIA

anno edizione: 2002

pagine: 81

13,00

Tre rubli

di Ivan A. Bunin

Libro

editore: Salento Books

anno edizione: 2001

pagine: 76

8,00

L'affare dell'alfiere Elaghin

di Ivan A. Bunin

Libro

editore: Sellerio Editore Palermo

anno edizione: 1992

pagine: 72

6,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento