Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Lorenzo Fabiano

La presa della Bastiglia. Tour de France 1975: la fine dell'era Merckx. La sconfitta più dura diventa un'impresa da raccontare

di Lorenzo Fabiano

Libro: Copertina morbida

editore: ABSOLUTELY FREE

anno edizione: 2019

pagine: 203

In un mondo che celebra i vincitori e relega all'angolo i perdenti, l'autore si chiede che valore possa avere la sconfitta. Eddy Merckx al Tour de France del '75 gareggia per superare la cinquina di Jacques Anquetil. Partenza da Charleroi con prologo a cronometro. A rovinargli la festa è un giovane Francesco Moser. Un duello che va avanti per tutta la prima settimana. Merckx riconquista la maglia gialla. Sul Puy deDome, Bernard Thevenetlo attacca, lui risponde ma a 200 metri dalla vetta un pazzo lo colpisce con un pugno al fegato.Eddy soffre, ma resiste e limita il passivo. Pensa di risolvere la questione sulle Alpi: sebbene imbottito di antidolorifici, scatta sulla penultima salita e si fionda in discesa dalCol d'Allos.Ha le mani sul sesto Tour. C'è un'ultima belva da ammansire, l'ascesa che porta all'arrivo di Pra Loup. È proprio su quelle rampe che il cannibale diventa agnello sacrificale. Sente l'odore della sconfitta, sino a quel giorno sconosciuta. Thevenet gli sfila quella maglia gialla per tanti giorni sua. Tra i francesi che celebrano la Presa della Bastiglia e la fine della tirannide, il Tour di Eddy Merckx si trasforma in un incubo.
18,00

Alberto Tomba e il sogno di cristallo

di Lorenzo Fabiano

Libro: Copertina morbida

editore: MARE VERTICALE

anno edizione: 2018

pagine: 288

La vita è fatta di sogni, ognuno di noi a suo modo vive per realizzarne qualcuno. Chi ci riesce, chi no, non conta; l'importante è avere davanti una cometa che tracci un percorso. Questo è il racconto di un lungo inseguimento ad un sogno, fatto di cristallo. Il protagonista è Alberto Tomba, il più grande atleta che lo sport italiano abbia prodotto nel secolo scorso, il ragazzone venuto dall'Emilia a far saltare il banco del mondo dello sci alpino. A suon di vittorie aveva portato luce e musica laddove regnavano penombra e silenzio. L'Italia era ai suoi piedi, un paese, che viveva in quegli anni a sua volta un sogno di cambiamento attraverso una turbolenta trasformazione. Il Figlio della Neve aveva conquistato i pendii di Olimpia, ma non era ancora riuscito a far suo il trofeo che lo avrebbe consacrato a leggenda, la coppa del mondo di sci alpino. Gli era sfuggita per un nulla in almeno tre occasioni; poi quando ormai in pochi ci credevano, nell'inverno del 1995 pose la propria firma su un'impresa straordinaria, riportando in modo trionfale in Italia quella sfera sera di cristallo che ci mancava da vent'anni. Che poi l'ultimo azzurro a riuscirci fosse stato proprio il grande Gustavo Thoeni, divenuto allora suo mentore, non fece altro che consegnare quel trionfo alla mitologia dello sport.
18,00

Coppa Davis 1976. Una storia italiana

di Lorenzo Fabiano

Libro: Libro in brossura

editore: MARE VERTICALE

anno edizione: 2016

pagine: 324

Santiago del Cile, 18 dicembre 1976: finale di Coppa Davis tra Cile e Italia. Dopo i successi nei due singolari della prima giornata, Adriano Panatta e Paolo Bertolucci si trovano avanti per due set a uno, 5-3 e 40-0 nel terzo, contro la coppia di casa composta da Jaime Fillol e Patricio Cornejo. Panatta ha convinto il compagno a scendere in campo con una maglietta rossa. Il colore non lo ha scelto a caso: è un gesto provocatorio nei confronti del Generale Augusto Pinochet, che l'11 settembre del 1973 è salito al potere con un sanguinoso golpe militare. I protagonisti della cavalcata sono Adriano Panatta, Paolo Bertolucci, Corrado Barazzutti, e Antonio Zugarelli. Alla guida del gruppo c'è Nicola Pietrangeli. Adriano Panatta e Paolo Bertolucci sono a un passo dalla storia. Alla fine del terzo set hanno cambiato maglietta. Per l'appuntamento con la gloria dello sport italiano, scelgono l'azzurro.
20,00

Valanga Azzurra. Innsbruck 1976

di Lorenzo Fabiano

Libro: Libro in brossura

editore: MARE VERTICALE

anno edizione: 2016

pagine: 229

Nell'anniversario delle Olimpiadi dello sci del 1976 a Innsbruck, il racconto mozzafiato dell'era della Valanga Azzurra dello sci, quel gruppo straordinario che per anni ci fece sognare, regalandoci emozioni impagabili. I giochi della dodicesima olimpiade invernale del 1976 sono ufficialmente aperti. Lo squadrone italiano domina ormai la scena da cinque stagioni: Thoeni ha vinto quattro coppe del mondo (1971-7972-1973-1975), Piero Gros una (1974). Mario Cotelli, mitico direttore tecnico, oltre a Pierino e Gustav, mette in campo Franco Bieler, Fausto Radici, Paolo De Chiesa, Erwin Stricker, Tino Pietrogiovanna, i giovani Diego Amplatz, vincitore dell'ultima Coppa Europa, Bruno Noeckler, Arnold Senoner, e Sepp Oberfrank. Herbert Plank è la nostra punta in discesa, Claudia Giordani, negli slalom.
18,00

Thoeni vs Stenmark, l'ultima porta

di Lorenzo Fabiano

Libro: Libro in brossura

editore: MARE VERTICALE

anno edizione: 2015

pagine: 180

23 Marzo 1975, Ortisei. Sul ripido pendio del Ronc, la pista che non c'è più, va in scena lo slalom parallelo che assegna la coppa del mondo di sci. Non è una gara come le altre, non può esserlo. Concepita dai vertici della federazione internazionale come una semplice passerella finale, si trasforma invece in una delle sfide più emozionanti della storia dello sport mondiale. Franz Klammer, Ingemar Stenmark, e Gustavo Thoeni si giocano tutto, in una manciata di secondi. Il clamore che precede la sfida è enorme, la tensione alle stelle. A Ortisei si presentano oltre 40.000 persone, 20 milioni d'italiani sono inchiodati alla TV. Sono gli anni della leggendaria "Valanga Azzurra", quella di Gustavo Thoeni e Piero Gros. Gli avversari? Uno è Franz Klammer, viene dalla Carinzia, è allegro, spericolato, reclama il trono della velocità. L'altro è Ingemar Stenmark, è nato in un villaggio non distante dal Circolo Polare Artico, è freddo, taciturno, vuole prendersi il mondo. Attraverso questo racconto mozzafiato, Lorenzo Fabiano ci fa rivivere le emozioni di un evento sportivo che ha segnato un'epoca. Con la prefazione di Paolo De Chiesa e Stefania Demetz.
18,00

Il cameriere di Wembley

di Lorenzo Fabiano

Libro: Libro in brossura

editore: InContropiede

anno edizione: 2015

pagine: 185

Nel giorno del trentanovesimo anniversario della leggendaria partita di Highbury...
16,50

Il duello. Moser contro Fignon, una sfida leggendaria

di Lorenzo Fabiano, Matteo Fontana

Libro: Copertina morbida

editore: ABSOLUTELY FREE

anno edizione: 2017

pagine: 187

È il 10 giugno 1984, Arena di Verona. Nell'anfiteatro si compie la strabiliante rimonta di Francesco Moser su Laurent Fignon, nella cronometro che chiude il Giro d'Italia: la maglia rosa è sua. Moser, fino a pochi mesi prima, era dato ormai al tramonto, dopo una grande carriera.Guidato da uno staff medico all'avanguardia, ha cambiato preparazione, rivoluzionando il ciclismo. Ha stabilito il record dell'Ora a Città del Messico e conquistato la Milano-Sanremo. Ma la sua vittoria al Giro è la definitiva incoronazione per un fuoriclasse amatissimo.Ed è, anche, una cocente sconfitta per Fignon, la nuova stella venuta dalla Francia, il successore designato di Bernard Hinault. Se Moser è lo Sceriffo, lui è il Professore. Soprannomi che ritraggono due personalità di enorme caratura che sulle strade italiane danno vita a un duello intriso di passione, polemiche ed emozioni. Sullo sfondo c'è uno sport che è figlio del popolo e che è pieno di protagonisti che segneranno un'epoca. Una sfida mitica che entra nella leggenda. Una grande storia di uomini.
15,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.