Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di Marco Petroni

Il progetto del reale. Il design che non torna alla normalità

di Marco Petroni

Libro: Copertina morbida

editore: Postmedia Books

anno edizione: 2020

pagine: 82

L'emergenza sanitaria del Covid ha messo in rilievo criticità e precarietà del nostro quotidiano; in che maniera risponde il design? Come affrontare le tensioni esistenti tra le solitudini tecnologiche dell'individuo contemporaneo, e la materia viva del pianeta, ferito a morte dall'economia capitalista? Domande che scorrono tra le pagine di questo libro nel tentativo di accordare il mondo del progetto con le ineludibili questioni del nostro tempo. Una mappatura di spazi, esperienze, visioni unite dall'obiettivo comune di creare altri mondi possibili sempre più necessari per la sopravvivenza del pianeta. Entra in gioco anche l'azione politica vissuta come pratica/progetto attraverso cui I'essere umano conferisce senso alla sua esistenza. Contro una riduzione del design a un'analisi di risultati oggettuali su varia scala o come infrastruttura migliorativa dei contesti si dà vita a domande che interrogano nel profondo la natura di questa disciplina ridefinendo i confini e le implicazioni con altri ambiti. Le parole chiave per orientarsi in questo intreccio complesso di questioni sono: spazio pubblico, conoscenza, rivoluzione.
12,00

Studio Formafantasma. Il design degli iperoggetti

di Marco Petroni

Libro: Copertina morbida

editore: Postmedia Books

anno edizione: 2022

pagine: 104

Il passaggio da oggetti a iperoggetti nasce dal bisogno di creare nuovi percorsi per la progettazione e in secondo luogo, come possibilità di costruire ponti e vie secondarie per facilitare gli incontri, così da liberarci delle visioni univoche della storia del design, dalla costante tentazione di gerarchizzare gli esseri e gli oggetti. È un futuro non ancora scritto, capace di combinare tradizioni acquisite o ereditate, interpretazione, sperimentazione e creazione di qualcosa di nuovo, con l'intento principale di partire da questo mondo per altri mondi possibili. Il design di Formafantasma si profila, sin dalle prime espressioni progettuali come arte conoscitiva del possibile, una ricerca di alternative allo status quo.
21,00

St. Pauli siamo noi. Pirati, punk e autonomi allo stadio e nelle strade di Amburgo

di Marco Petroni

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2019

pagine: 221

St. Pauli è il nome del quartiere portuale di Amburgo e della sua squadra di calcio. Un quartiere segnato da mille contraddizioni: da sempre punto di forza dello sviluppo commerciale della città e luogo di lotta; focolaio di resistenza all'ascesa delle squadre naziste e sede di insurrezioni sempre fallite. Nella prima metà degli anni Ottanta il quartiere è segnato da miseria e abbandono, ma rinasce attraverso i palazzi occupati della Hafenstrasse, roccaforte del movimento autonomo e crocevia di tutte le battaglie politiche e sociali dell'epoca, e il Millerntor, piccolo stadio di calcio, all'interno del quale, sotto la bandiera dei pirati e al grido di "Mai più guerra, mai più fascismo, ma più serie C", prende forma una nuova tifoseria e un nuovo modo di intendere il calcio. Il St. Pauli FC, squadra con la fama di "club di perdenti", diventa così la bandiera calcistica della sinistra radicale, della scena squat, degli antagonisti e dei punk dell'intera Germania. Grazie ai tifosi e alle loro battaglie contro il razzismo, prima sulle gradinate e poi all'interno della struttura societaria, il St. Pauli FC diventa il simbolo di una comunità sincera, capace di esprimere la passione popolare per un calcio liberato da ogni forma di discriminazione. Un libro che non è solo il ritratto di una tifoseria simbolo internazionale di antagonismo, ma anche la storia di un quartiere da sempre ribelle che, negli anni Ottanta, diventa il luogo di maggiore concentrazione della scena radicale tedesca. Prefazione di Emiliano Viccaro.
17,00

Mondi possibili. Appunti di teoria del design

di Marco Petroni

Libro

editore: Temporale

anno edizione: 2016

pagine: 112

"Mondi possibili. Appunti di teoria del design" declina e propone un paradigma capace di aprire una prospettiva verso cui far convergere pratiche e teorie della cultura del progetto del nostro tempo. La ricerca privilegia un insieme di esperienze che non si esauriscono nella sfera della produzione di oggetti, ma si propongono come processi di riflessione e costruzione di scenari. "Le tipologie parlano di una rivoluzione copernicana degli obiettivi: dispositivi per identificare le mine anti-uomo; abiti/contenitori; sistemi per quantificare il valore delle coltivazioni speciali. Il senso è nel progettare sistemi e processi più che beni materiali" (dalla postfazione di Domitilla Dardi).
10,00

Going real. Il valore del progetto nell'epoca del postcapitalismo

di Marco Petroni, Giovanni Innella

Libro: Copertina morbida

editore: Planar Books

anno edizione: 2018

pagine: 160

"Nel tentativo di capire che cosa sia successo, o stia accadendo al mondo del progetto nella realtà (allucinata e verissima) che il libro solleva, non si può evitare di raccontare cosa stia succedendo a noi tutti, che surfiamo velocissimi sulla superficie del pianeta e delle sue apocalissi con un costante senso di colpa per non contribuire efficacemente ad un cambiamento immediato, necessario alla realtà che ci è dato vivere. Le sfide vere che dobbiamo affrontare non sono eventi futuri che immaginiamo o liquidiamo con scenari apocalittici di distruzione sci-fi: sono tendenze reali". (Dalla postfazione di Angela Rui)
19,00

St. Pauli siamo noi. Pirati, punk e autonomi allo stadio e nelle strade di Amburgo

di Marco Petroni

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2015

pagine: 221

St. Pauli è il nome del quartiere portuale di Amburgo e della sua squadra di calcio. Un quartiere segnato da mille contraddizioni: da sempre punto di forza dello sviluppo commerciale della città e luogo di lotta; focolaio di resistenza all'ascesa delle squadre naziste e sede di insurrezioni sempre fallite. Nella prima metà degli anni Ottanta il quartiere è segnato da miseria e abbandono, ma rinasce attraverso i palazzi occupati della Hafenstrasse, roccaforte del movimento autonomo e crocevia di tutte le battaglie politiche e sociali dell'epoca, e il Millerntor, piccolo stadio di calcio, all'interno del quale, sotto la bandiera dei pirati e al grido di "Mai più guerra, mai più fascismo, ma più serie C", prende forma una nuova tifoseria e un nuovo modo di intendere il calcio. Il St. Pauli FC, squadra con la fama di "club di perdenti", diventa così la bandiera calcistica della sinistra radicale, della scena squat, degli antagonisti e dei punk dell'intera Germania. Grazie ai tifosi e alle loro battaglie contro il razzismo, prima sulle gradinate e poi all'interno della struttura societaria, il St. Pauli FC diventa il simbolo di una comunità sincera, capace di esprimere la passione popolare per un calcio liberato da ogni forma di discriminazione. Un libro che non è solo il ritratto di una tifoseria simbolo internazionale di antagonismo, ma anche la storia di un quartiere da sempre ribelle che, negli anni Ottanta, diventa il luogo di maggiore concentrazione della scena radicale tedesca.
17,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.