Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Marina Lalatta Costerbosa

Il bambino come nemico. L'eccezione humboldtiana

di Marina Lalatta Costerbosa

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2019

pagine: 194

Questo libro vorrebbe avviare una riflessione che muove dall'invito a dare importanza alla storia di vita, al passato, di ogni bambino. Vorrebbe prenderne sul serio l'incidenza e la complessità sul terreno sia descrittivo sia morale, in relazione cioè alle responsabilità degli adulti, nei confronti dei figli e, più in generale, della società, con tutto il suo portato di violenza. La violenza sociale ha molto a che fare, molto più di quanto non si immagini, con le biografie dei bambini, con il modo in cui essi vengono (mal)trattati, (mal)educati, (mal)visti. Di norma la violazione dell'integrità fisica e di quella psichica dei minori viene annoverata insieme alle altre violazioni dei diritti, tutte deprecabili. E di norma essa viene poco osservata, poco gridata, troppo ignorata.
16,00

Il silenzio della tortura. Contro un crimine estremo

di Marina Lalatta Costerbosa

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2016

pagine: 129

"La sfida di questo libro è definire la tortura nella sua autentica natura, perché soltanto così è possibile ampliare lo spettro degli argomenti a favore della sua condanna e capire di che cosa c'è bisogno perché coloro che hanno subito torture possano riacquistare col tempo la salute, la capacità e il desiderio di riallacciare rapporti con il mondo: con gli altri e con la propria stessa storia di vita. Un veto coerente sulla tortura comporta la sua pubblica condanna, un divieto socialmente condiviso e preteso nei riguardi di ogni politica che più o meno direttamente vi faccia ancora ricorso. Fuori discussione è qualsiasi ipotesi di rilegalizzazione della tortura da parte di comunità fondate su concetti democratici di diritto e di autorità. Altrettanto ineludibile appare la traduzione giuridica delle ragioni di un divieto senza eccezioni, attraverso l'introduzione del reato di tortura in ogni Stato di diritto. Se si riconosce la natura della tortura e se non se ne banalizza strumentalmente la gravità, si comprenderà che non ci si può dire democratici senza al tempo stesso accettare che una fattispecie penale ne punisca il crimine. Questo libro cerca di offrire il proprio contributo al progetto di una società più giusta, perché non più disposta ad accettare una violenza brutale ed estrema, ancora oggi troppo tollerata".
15,00

La democrazia assediata. Saggio sui principi e sulla loro violazione

di Marina Lalatta Costerbosa

Libro: Libro in brossura

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2014

pagine: 186

Perché un libro, un ennesimo libro, sulla democrazia? E perché oggi, quando persino coloro che propugnano ideali antidemocratici tengono a definirsi democratici, se non i migliori interpreti della democrazia? A operare in una direzione degenerativa, ad assediare le nostre pur modeste malandate roccaforti delle democrazie reali, sono tante minacce, spesso più o meno tra loro alleate. I diversi volti riduzionistici che erodono il nostro spazio democratico sono in relazione: il riduzionismo quale portato del neoliberismo fa fronte comune con politiche discriminatorie; il riduzionismo della mercificazione del lavoro va insieme a quello della manipolazione dell'opinione pubblica, perché agisce attivamente nel mantenere nella sempre crescente ignoranza, nel sempre più basso livello di istruzione, quindi, in generale, nella sempre più grave assenza di capacità critica, ampi strati della popolazione. Con questo libro s'intende offrire una fotografia il più possibile definita della situazione presente, affinché possa agire da stimolo e da protezione dell'ideale democratico.
17,00

Legalizzare la tortura? Ascesa e declino dello Stato di diritto

di Marina Lalatta Costerbosa, Massimo La Torre

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2013

pagine: 208

Guantánamo, Abu Ghraib, Bagram: sono nomi sinistri, che evocano scenari di umiliazioni, vessazioni e sevizie usate nei confronti di detenuti. Sull'onda di queste e altre analoghe vicende venute alla luce negli ultimi dieci anni, si è acceso un dibattito che risulta sorprendente per ampiezza e vigore, ma anche scandaloso per la domanda intorno alla quale ruota: è legittima e auspicabile la legalizzazione della tortura? Una questione scabrosa, che gli autori affrontano in modo diretto, mostrando la necessità morale e giuridica di una risposta a tale interrogativo. Una risposta che è, senza eccezioni, negativa. Ripercorrendo la storia e la dottrina della tortura, e vagliando lucidamente la fitta rete di argomentazioni, principi e teorie impiegate a sostenerla o a condannarla, gli autori fanno definitivamente il punto su un tema che a partire dall'età dei Lumi sembrava destinato a restare bandito una volta per sempre, e che invece è tornato inatteso alla ribalta nel nostro tempo.
19,00
23,00

Orgoglio e genocidio. L'etica dello sterminio nella Germania nazista

di Alberto Burgio, Marina Lalatta Costerbosa

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2016

pagine: 350

Negli anni Trenta e Quaranta del Novecento, nell'Europa sottomessa al giogo nazista, accaddero due fatti sconvolgenti. Decine di migliaia di persone "normali" si dedicarono all'assassinio di milioni di esseri umani inermi. Gran parte di una popolazione tra le più civilizzate collaborò a un genocidio perpetrato in suo nome. Assistette indifferente alle deportazioni. Ascoltò partecipe racconti che narravano di massacri di donne e di bambini e dello sterminio dei reclusi nei campi della morte. Come avvenne tutto ciò? Perché tanti vollero macchiarsi di crimini così orrendi? E soprattutto: come poterono considerarli, con orgoglio, gesti eroici, premesse di un'era gloriosa?
20,00

La comunità dei diritti. La filosofia pratica di Wilhelm von Humboldt e le sue anbuguità

di Marina Lalatta Costerbosa

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2008

pagine: 123

Il ritratto di Wilhelm von Humboldt, filosofo e uomo politico calato nel suo tempo, è il contenuto di questo libro. Il contesto storico e l'intero corpus delle opere humboldtiane, dai saggi politici giovanili alle memorie della maturità, dagli studi di antropologia e di antichistica ai ricchi epistolari di una vita, rappresentano il riferimento costante e lo sfondo della riflessione. Al centro dell'analisi sono il tema dei diritti umani e la condanna delle discriminazioni e dell'oppressione sociale, ma anche le difficoltà politiche e le ambiguità teoriche incontrate negli anni da Humboldt nella sua lunga, a tratti ambivalente, lotta per l'affermazione del principio di libertà.
14,00

Il diritto come ragionamento morale. Saggio sul giusnaturalismo contemporaneo e le sue applicazioni bioetiche

di Marina Lalatta Costerbosa

Libro: Copertina rigida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2007

pagine: 232

Quale tipo di rapporto dovrebbe intercorrere tra diritto, morale e politica? Qual è la natura del diritto? Quali sono le implicazioni bioetiche di una visione giusnaturalista del diritto? Questi sono alcuni degli interrogativi ai quali il volume tenta di fornire una risposta, dando voce alle migliori espressioni del giusnaturalismo contemporaneo nella sua radicale eterogeneità. In questa prospettiva sono analizzate e sottoposte a critica le proposte non proceduraliste di John Finnis, Roger Brownsword, Deryck Beyleveld e Otfried Hoffe, e quelle proceduraliste di Ronald Dworkin, Jurgen Habermas e Robert Alexy. Questa seconda corrente interpretativa del nesso concettuale tra diritto, morale e politica viene infine difesa dall'autrice per le sue qualità normative, in sintesi riconducibili al fondamentale requisito di universalizzabilità e alle imprescindibili istanze democratiche.
18,00

Giustizia come scambio. La filosofia pratica di Otfried Hoffe

di Marina Lalatta Costerbosa

Libro: Copertina morbida

editore: Firenzelibri

anno edizione: 2000

pagine: 145

9,50
14,99

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.